Passa ai contenuti principali

Biografia di Sofocle | Poeta tragico.

(Colona, oggi parte della corrente di Atene, Grecia, 495 BC-Atene, 406 A.C.) Poeta tragico greco. Figlio di un agiato armaiolo chiamato Sofilo, all'età di sedici anni fu eletto direttore del coro di ragazzi per celebrare la vittoria di Salamina. Nel 468 A.C. e divenne noto come autore tragico per vincere il concorso teatrale organizzata annualmente ad Atene durante le feste di dionisos, cui sovrano negli anni precedenti era stato Eschilo a Eschilo.

Sofocle
Inizia così una carriera letteraria senza precedenti: Sofocle è venuto a scrivere fino a 123 tragedie per le feste, che è stato assegnato, stimato 24 vittorie, contro i 13 che era riuscito a Eschilo. Divenne una figura importante in Atene, e la sua lunga vita ha coinciso con il momento del massimo splendore della città.
Amico di Erodoto e Pericle, non ha mostrato troppo interesse nella politica, nonostante che è stato eletto due volte estratego e partecipò alla spedizione ateniese contro Samo (440), evento raccolta nelle sue vite paralleledi Plutarco. Sua morte ha coinciso con la guerra con Sparta, che significherebbe l'inizio della fine della regola ateniese e disse che l'esercito attacca concluso una tregua, così che il suo funerale ha potuto celebrare correttamente.
Sua produzione enorme, tuttavia, soltanto sette tragedie complete sono conservate oggi, a parte alcuni frammenti: Antigone, Edipo re, Andrea, Las Traquinias, Filottete, Edipo a Colonna ed Electra. Sofocle sono l'introduzione di un terzo personaggio nella scena, dando maggiore gioca per il dialogo e il fatto di dare complessità psicologica all'eroe del lavoro.
In Antigone oppone due leggi: la città e il sangue; Antigone vuole dare sepoltura al fratello morto, che era salito contro la città, contro l'opposizione del tiranno Creonte, che negavano la sepoltura a dare l'esempio per la città. La tensione del confronto rimane in ogni momento la complessità e l'equilibrio e il destino tragico si abbassa oltre i due, così entrambi corrisponde anche la "hybris", eccessivo orgoglio.
Edipo rey è forse la più famosa delle sue tragedie e così Aristotele ha ritenuto nella sua poesia come il più rappresentativo e perfetto delle tragedie greche, che in cui il meccanismo catartico finale raggiunge il suo culmine migliori. È anche un eccellente campione di chiamato tragica ironia, che le espressioni dei personaggi acquisiscono un senso distinto di cui essi intendono; Questo il caso con Edipo, impegnato a trovare colpa per sua disgrazia e la sua città e condannata a scoprire che questo colpevole è lo stesso, per aver trasgredito, ancora una volta, la legge di natura e di sangue per uccidere suo padre e si trovano con sua madre, anche a malincuore.
Lo scontro tra legge umana e legge naturale è centrale al lavoro di Sofocle, che è probabilmente vero dire che rappresenta la formulazione più equilibrata di conflitti culturali di fondo che tragedia greca ha dato fuori.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…