Passa ai contenuti principali

Biografia di Simón Rodríguez | Educatore e scrittore.

(Gesù di Simon Narciso Rodriguez; Caracas, Venezuela, 1769 – Amotape, Perù, 1854) educatore e scrittore venezuelano. Storia dell'indipendenza dell'America non è mai stato così ingiusta con uno dei suoi personaggi principali, come è stato con il lavoro del distinto educatore e il grande pensatore americano don Simón Rodríguez. La storia della sua vita, intrappolato nel soprannome di El Maestro del Libertador, spicca nella storia per il merito di aver forgiato lo spirito e le idee di Bolivar, riducendo la passività a ciò che era in realtà un rapporto attivo di reciprocità.

Simón Rodríguez
Ma Simón Rodríguez non nacque a Bolivar il liberatore dell'America futura; Si è fatto, piuttosto, per diventare veri repubbliche per i territori conquistati dalla libertà. Il progetto ideato da Simón Rodríguez, basato sulla colonizzazione del continente dai suoi stessi abitanti e nella formazione dei cittadini attraverso la conoscenza, lo disegna come un grande pensatore americano che, sotto la loro lotta implacabile per istruzione popolare, che sarebbe stato che più basta ricordare come il grande maestro di molti. L'originalità del suo pensiero, il suo rigoroso senso dell'onestà, rinnovando la trascendenza delle loro idee educative e sociali ed eterodossia e l'eccentricità dei suoi metodi parla di un uomo con senso, fuori dal contesto del suo tempo.
Biografia
Gli storici tendono a localizzare il confine che separa il genio dalla follia; e non senza ragione, Simón Narciso Jesús Rodríguez vita è minata di aneddoti che suggeriscono la domanda costantemente. Era nato a Caracas 28 ottobre 1769 (anche se si dice anche che fosse nel 1771); Si dice di essere figlio naturale di Rosalía Rodríguez ed un uomo sconosciuto, cognome Carreño.
Inesattezze sulla loro origine hanno animato Fable: abbandonato alle porte di un monastero, è stata sollevata nella casa del nome di un sacerdote Alejandro Carreño, che si presume che fosse suo padre, insieme a suo fratello Cayetano Carreño, che doveva diventare un musicista famoso della città. Era alto e tarchiato, e suo stravagante modo di vestire causato risate di molti.
Tuttavia, nessuno di questi riferimenti, figura l'esistenza di Simón Rodríguez: viaggiatore instancabile, era una città cosmopolita nel senso letterale del termine, che hanno curato il piccolo attaccamento al alcun legame familiare, culturale o territoriale. L' ethos della sua vita è stato sempre quello di educare e così ha viaggiato il mondo in cerca di un posto che potrebbe "fare qualcosa" e mettere in pratica le loro idee. Questa è stata la sua vera patria.
Il giovane insegnante
La lunga carriera di Simón Rodríguez come educatore, se è così può essere etichettato come suoi sforzi incessanti per "educare i cittadini attraverso la conoscenza", si comincia ufficialmente quando dà il Cabildo di Caracas, nel 1791, il permesso a maestro di scuola di lettere pratica nell'unica scuola pubblica in quella città. È chiaro che la formazione autodidatta, intrapresa da Rodriguez poiché molto giovane età parla uno a casa presto nella sua carriera e una precoce incontra con la vocazione del pensiero, la riflessione e la conoscenza.
A venti anni di età, si dice, Simón Rodríguez avevo letto Jean-Jacques Rousseau, in particolare l' Emilio e una traduzione del dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino. Come un segno di slancio e l'avidità delle sue riflessioni, sempre originale e contro il grano del mezzo, presentato per la città di Caracas, nel 1794, uno studio intitolato riflessioni sugli effetti che inficiano il lettere primo scuola di Caracas e mezzi per raggiungere la sua riforma di un nuovo stabilimento.
Le idee espresse in questo saggio si basano sulla necessità di formalizzare la formazione pubblica attraverso la creazione di nuove scuole e la formazione di buoni insegnanti; in questo modo, ha sostenuto, promuoverà l'incorporazione di più studenti (compresi i bambini neri e marroni) e la diminuzione progressiva dell'insegnamento particolare; E ' stato anche salari elevati.
Era a quel tempo quando, nella scuola di lettere del Cabildo di Caracas, ha avuto fra i suoi allievi, fino all'età di quattordici anni, quindi malizioso Simón Bolívar. Simón Rodríguez, che oltre al Maestro è stato anche impiegato dei tutor del Bolivar, era stato consigliato di prendersi cura dell'educazione dei futuro liberatore dell'America.

Simón Rodríguez
Alcuni contingenza di vitale importanza per la vita dell'insegnante sarebbe incoraggiarlo a lasciare il paese. La data dell'esodo è dubbia, nonché la natura degli eventi che hanno condotto ad esso. È un luogo comune che dice che Simón Rodríguez era parte della famosa congiura Gual e Spagna, scoperto 13 luglio 1797, e dovette fuggire terrorizzato per La Guaira di imbarcarsi su un galeone destinato per la Giamaica.
Ci sono alcuni che assicura, tuttavia, che la sua partenza si è verificato prima del novembre 1795 e che è stato motivato dalla loro insoddisfazione con il regime spagnolo: "male concordato con la tirannia che si chinò sotto il sistema coloniale (nelle parole di o ' Leary), ha deciso di cercare altrove nella libertà di pensiero e di azione che non è stato tollerato nel loro paese d'origine". Giamaica era in attesa come una porta dell'inizio di un'avventura per più di vent'anni in esilio.
L'esilio
Vocazione risultati Simón Rodríguez verso l'educazione si manifesta nell'attenzione che si prestava in modo alle nuove conoscenze; Aveva sete per l'apprendimento, nel momento che ha progettato e provato nella sua scia nuovi metodi didattici. Una volta a Kingston, Rodriguez ha usato loro risparmi per imparare l'inglese in una scuola di bambini; come lo ha fatto, ha goduto di insegnare l'inglese ai bambini piccoli. Il suo metodo era curioso: "per uscire sulla strada studenti lanciano i loro cappelli all'aria, e io faccio lo stesso come loro".
La sua prossima destinazione sarebbe negli Stati Uniti. A Baltimora che ha lavorato come tipografo di commercio di stampa, che permetterebbe che lui, più tardi, componendo lo stesso stampi della stampa delle sue opere. Tre anni più tardi si recò a Bayonne in Francia, dove è stato registrato sotto il nome di Samuel Robinson "per evitare di avere costantemente in ricordo di servitù di memoria (come se stesso)". Più tardi, nella città di Parigi, empadronaría nel registro degli spagnoli nel modo seguente: "Samuel Robinson, uomo di lettere, Nato a Philadelphia, trentuno anni"; e questa identità sarebbe tenerlo prossimi venti anni della sua vita nel vecchio continente.
A Parigi incontrò Fray Servando Teresa de Mier, un prete rivoluzionario di origine messicana e convinto lui insieme aprì una scuola di lingua spagnola. Per dimostrare la loro competenza, Rodriguez tradotto il romanzo spagnolo Atala di Chateaubriand; Mier attribuita la traduzione. Studiò fisica e chimica e si è trasformato nell'ordine dell'Espositore le indagini di laboratorio per cui ha lavorato.
Bolívar fu a Parigi dal 1803, e Simón Rodríguez faceva parte dei loro amici più cari. Entrambi abbiamo apprezzato incontri lunghi, a volte da solo e altro accompagnati da Fernando Toro o altri caratteri. Nel 1805 hanno intrapreso un lungo viaggio in Italia, attraversando le Alpi a piedi. Erano da Chambery a Milano, poi a Verona e Venezia, Padova, Ferrara, Firenze e Perugia.
Infine, sono arrivati a Roma. Qui era dove scalato la montagna sacra e si è verificato il famoso giuramento di Bolívar per liberare l'America: "giuro davanti a voi (così descrive il giuramento di Bolívar Rodríguez), giuro per il Dio dei miei padri, lo giuro, lo giuro sul mio onore e giuro per la patria, che non sarà dare riposo al mio braccio, oppure riposare la mia anima, fino a quando hai spezzato le catene che ci opprimono per volontà del potere spagnolo".

Il giuramento della montagna sacra
Nella città di Napoli loro percorsi separati: Bolívar ritornò in America; Simón Rodríguez tornò a Parigi e da lì hanno marciato in Germania e poi alla Prussia, Polonia, Russia e Inghilterra. Secondo il suo racconto, ha lavorato in un laboratorio di chimica, ha partecipato a riunioni segrete di carattere socialista, ha studiato letteratura e lingue e dirigeva una scuola di lettere in un villaggio in Russia.
Più tardi, a Londra, ha lavorato come educatore e ha inventato un nuovo sistema di insegnamento con vari argomenti, di cui uno è stato inteso per la buona gestione della scrittura: mettere gli studenti con le braccia a triangolo e legato le dita, lasciando libero l'indice, medio e pollice. Ed esercitarli in seguire su carta, situato obliquamente, i contorni di una piastra di metallo dove essi aveva tramato un ovale. Di questa figura, era tutte le lettere. "Niente più artful (dire Andrés Bello), non più saggio, non più attraente del suo metodo;" in questo senso, è un altro Pestalozzi, avendo, come questo, la passione e la genialità dell'insegnamento".
Ed è che Simón Rodríguez era appassionato di scrittura. Ha visto nella sua capacità espressive che, dal suo punto di vista, non sono riscontrabili nella grammatica spagnola. Ho usato per scrivere utilizzando diagrammi di formule, simboli, parentesi e chiavi e la maggior parte dei segni di punteggiatura, ammirazione e punti esclamativi, in maiuscolo e sottolineato, in modo che sarebbe possibile trasmettere lo spirito e la complessità dei loro pensieri. Volevo una lettera del vivente. E così dovrebbe praticare durante tutti i suoi scritti in Europa e una volta tornati nel nuovo continente.
Ritorno in America
Incoraggiato dalle notizie che arrivavano dall'America, Simón Rodríguez lanciato nel lontano 1823. Nel suo lungo esilio aveva maturato sempre più le loro idee circa la formazione e politica, nutrimento, principalmente dal pensiero di Montesquieu. È vero che la Rodriguez ha accolto con favore le idee dell'Illuminismo, ma li ha usati come riferimento per la costruzione di un progetto molto originale.
Infatti, esso non potrebbe essere altrimenti, perché l'eredità di Montesquieu sul determinismo geografico e cultura non invitato a qualcosa di diverso. Così Simón Rodríguez messo: "le leggi devono essere adeguate al popolo per il quale sono state emesse, [...] "devono essere adattati al carattere fisico del paese, [...] deve adattarsi per il grado di libertà che permette la costituzione, la religione dei suoi abitanti, inclinazioni, loro ricchezza, il loro numero, commercio, le loro usanze e i loro modi".
Quindi la sua ossessione era, fino al momento della sua morte, il promuovere la "conquista dell'America per mezzo di idee"; È stato necessario formare cittadini là dove non non c'era nessun loro e soli così sarebbero stabilire vere repubbliche che non erano una semplice imitazione del Parlamento europeo. America spagnola aveva una propria identità e aveva proprio le proprie istituzioni e governi: "Inventare o fallire, o". Suo pensiero, anche se originale, si sono scontrati con l'ideologia che ha prevalso alla vigilia dell'indipendenza americana. Forse è la ragione perché anche se loro lotta essere sentita e trovata pubblica scuole di destra e di sinistra non si è fermata ma al momento della sua morte era mai pienamente compreso.
La reunion con Bolivar
Una volta consapevoli del soggiorno della Rodriguez in Colombia, Bolivar ha scritto una lettera in cui lo ha invitato a incontrarlo nel sud, dove era in piena campagna. A Bogotà, il primo posto del soggiorno al suo ritorno, i primi passi fatto la loro strada per installare una "casa dell'industria pubblica". Voleva, più che altro, di fornire agli studenti con conoscenza diretta e permettono agli insegnanti di tutti i mestieri.
Il progetto non riuscito a causa di mancanza di risorse e il Maestro è andato a sud. A Guayaquil ha presentato al governo un piano di colonizzazione al est dell'Ecuador. Infine, ha incontrato Bolivar a Lima: Simón Rodríguez presentato i loro piani formativi, che verrebbe attuati in America, in quanto già è stato trovato il liberatore e scuole che avrebbero messo sotto la direzione dell'educatore. Simón Rodríguez è stato incorporato nella sua squadra.
A metà aprile 1825 iniziò, insieme a Bolivar, un tour del Perù e della Bolivia. In Arequipa, ha organizzato una casa di studi; È andato a Cuzco, dove fondò una scuola per ragazzi, uno per le ragazze, un ospizio e una casa di rifugio per gli indigenti. Nel dipartimento di Puno, lo ha fatto. Nel mese di settembre, ora accompagnato da generale Antonio José de Sucre, Presidente della Bolivia, entrati entrambi nella Paz, prima di dirigerci verso Oruro e Potosí.

Simón Rodríguez
E in Chuquisaca, nel novembre 1825, dovette interrompere la marcia, come il progetto educativo del Simón Rodríguez aveva cominciato in quella città. Bolívar allora lo nominò direttore della pubblica istruzione, delle scienze fisiche, matematica e arti e direttore generale delle miniere, agricoltura e strade pubbliche della Repubblica boliviana. Il primo giorno dell'anno 1826 entrerà in funzione il modello della cosiddetta scuola, che nel quarto mese della sua carriera aveva già duecento studenti.
Il piano di insegnamento era molto originale: raggruppati gli studenti e i metodi educativi, mescolando tecnica e lo spirito sono contraddittori. I bambini, consegnati interamente a compiti di apprendimento, anche durante i momenti di divertimento, sono stati osservati individualmente dal personale medico per identificare le inclinazioni di ogni studente. Nelle parole di molti malintesi, l'originalità di questi progetti è sembrato quello applicato nei falansteri famosi di Charles Fourier; Tuttavia, Simón Rodríguez non aveva mai avuto contatto con il lavoro.
Indipendentemente da ciò che di fuori della filosofia coinvolta nello sviluppo di questo progetto, era chiaro non era pizzo nella società di quel tempo; la gente non capiva che e l'investimento che ha richiesto le scuole sembrate eccessive. Maresciallo Sucre fu influenzato dalla critica del mezzo e ha scritto al liberatore per mostrare la loro insoddisfazione per il lavoro di Robinson, come si chiamava. Dopo inimicarsi tutti, Simón Rodríguez finalmente dimesso dall'ufficio. Con delusione e rabbia profonda ha scritto una lettera al liberatore, che si lamentava amaramente del malinteso che aveva sofferto.
Ultimi anni
Delusi perché che non avevano lasciato fare per la libertà dell'America, e rovinata e indebitati perché avevate messo tasca per il funzionamento delle scuole, si recò al Perù. In Arequipa hai cavalcato una fabbrica di candele, che sperava di raccogliere fondi per la sua manutenzione; candele anche rappresentato un segno sarcastico ciò che a suo parere ha significato il "secolo delle luci" per l'America.
Il successo del vostro business, tuttavia, era nel suo ritorno alle attività del master: i genitori accorrevano in massa per memorizzare in modo che si prenderà cura dell'educazione dei loro figli; e che era come Simón Rodríguez nuovamente richiesto il permesso di diventare un insegnante. Nel 1828 pubblicò la sua prima opera, intitolata aziende americane nel 1828; sono come e come dovrebbe essere per i secoli a venire. Fu, infatti, del prologo al lavoro, in cui difende il diritto di ogni persona di ricevere istruzione, rilevando l'importanza di questo sviluppo politico e sociale dei nuovi Stati americani.
La prima parte fu ristampata in Mercurio Peruano un anno dopo e continuò a El Mercurio di Valparaiso in novembre e dicembre del 1829. Pubblicato un lavoro in difesa di Bolivar, intitolato la stampa pubblica il liberatore del mezzogiorno di America e i suoi compagni in armi, difeso da un amico della causa sociale. Altri lavori sono stati pubblicati, tra cui un ingegneria di progetto e idrologia sul campo di Vincoaya. Era morto il liberatore e il progetto della Gran Colombia era stato annullato.

Simón Rodríguez
Dopo la pubblicazione di parte del lavoro Società americana, si trasferì a Concepción (Cile), invitato dal sindaco della città di "svolgere il miglior piano di formazione di scienza possibile" presso il libertario Istituto di Concepción. Ha applicato al sistema didattico progettato in Arequipa, riguardante il progetto idrografica, utilizzando tabelle di riepilogo. Il primo fu "fisionomico" e ha raggiunto solo nozioni; il secondo era "fisiografiche", volto a fornire conoscenza; il terzo era "fisiologico" o la scienza, e la quarta era "economicamente", vale a dire, filosofia.
Nel 1834 pubblicò luci e virtù sociali, lavoro finito del suo grande progetto di istruzione. Purtroppo, il loro destino era macchiato ancora una volta dal destino: il terremoto di Concepción del 1835, spazzato via tutto, compreso il soggiorno Simón Rodríguez in quella città; «in America non servo per nulla», exclamaría. Si trasferisce a Santiago del Cile e ha recitato un incontro meraviglioso con Andrés Bello, di cui parte della quantità di moto dell'Università fondata dagli imperialisti umanistici distinti.
Ha poi lasciato per Valparaíso, città in cui è stato dedicato anche all'insegnamento, utilizzando un metodo abbastanza originale per il tempo: in classe di anatomia, egli si spogliò e camminato lungo il corridoio in modo che gli studenti "ha spaccato il corpo umano". Naturalmente, questo insegnamento non ha avuto lunga vita. La società cominciò a rifiutarlo; la popolazione di studenti scende rapidamente e sarebbe finito in assoluta miseria.
Così il viaggiatore francese trovato Louis-Antoine Vendel-Heyl, che avrebbe detto, quasi in lacrime, che "potrebbe anche avere la consolazione ha pubblicato il risultato delle sue meditazioni e studi". Come per esempio nel resquemor che sentiva verso la società che frustrato i suoi progetti, alle porte della casa di Simón Rodríguez potrebbe leggere un cartello che diceva: "luci e American virtù, cioè: candele di sego, dimissioni di pazienza, sapone, coda forte, l'amore del lavoro".
Soffrire la paura che il suo lavoro è stato perso, nei dintorni di 1842 ha scritto: "esperienza e lo studio mi ha fornito le luci, ma ho bisogno di un riflettore dove metterli: portacandele sono la macchina da stampa." Sto camminando miei manoscritti come gli italiani loro viaggiatori. Io sono vecchio e, anche se robusta, paura, da un giorno a altro, lasciando un baule pieno di idee per l'erba di un hack che non li capisce. Se dovessi morire, avrei perso un po' di gloria, ma gli americani avrebbero perso qualcosa di più."
Ha ristampato il lavoro aziende americane e, senza più, marcia verso al Ecuador. Sulla strada si fermò a Paita e visitato l'amante di Bolivar, Manuela Sáenz, che è stato ritirato in quella città. A Latacunga è stato accolto da un prete, medico Vésquez, che ha insistito sul fatto che don Simón era insegnante presso il Collegio di San Vicente. Nonostante l'insistenza all'insegnante di dedicare all'agricoltura, alla fine è stato professore di botanica da quell'istituzione.
In parallelo e in modo coerente con la vostra visione delle cose, egli fondò una fabbrica di polvere da sparo in quella città e allo stesso tempo ha pubblicato un opuscolo sulla fabbricazione di polvere da sparo e armi con altri insegnamenti generali cui preambolo si legge: "polvere da sparo qui è il pretesto per affrontare l'educazione del popolo". Più tardi partì per Quito e fondò un'altra fabbrica di candele; Poi andò a Ibarra, in Colombia e ancora una volta tornati a Quito nel 1853.
Egli aveva 82 anni ed era ancora un aspetto atletico. Ha dato una lezione che ha sorpreso il pubblico da sue esperienze e storie d'amore torride e figli ha lasciato il mondo, così come dalle loro idee. Infine, nel 1853, pur avendo dichiarato la sua intenzione di ritornare in Europa con l'illusione che ci potrebbe essere ancora "fatto qualcosa", si trasferì a Amotate, città peruviana che morì il 28 febbraio 1854, all'età di 83 anni.
Il lavoro di Simón Rodríguez
Guidato dall'idea che solo attraverso l'educazione popolare garantirebbe la vera forza e la prosperità delle nuove repubbliche, Simón Rodríguez ha disegnato un progetto pedagogico di un indiscutibile originalità. Nell'educatore Rodriguez, l'uomo di idee e scrittore sciolto in modo straordinario. Le pagine sono affascinanti non solo a causa della consistenza delle loro idee e appassionato ad alta temperatura che li stampa, ma anche dalla novità indiscusso ed originale del suo accento di scrittura. Questo si manifesta in particolare vivacità (inocultablemente americano tratto) che insufflates in spagnolo, un po' envarado da secoli di retorica coloniale e le innovazioni introdotte in campo tipografico.
Educatore influenzato da Rousseau e Saint-Simon, Simón Rodríguez fu un riformatore intuitivo. Master di Simón Bolívar, preoccupazioni e idee reformatrici influenzati potentemente nella formazione del liberatore, come egli stesso ha riconosciuto. Dopo il trionfo di Bolivar, Rodriguez è stato direttore e ispettore generale della pubblica istruzione e carità e scuole organizzate, ma la sua inquietudine e il suo carattere non lo lasciò mai stabilirsi, male che ha peggiorato dopo la morte di Bolivar; il Maestro stava rotolando fino alla vecchiaia avanzata da Cile, Ecuador, Colombia e Perù.
Simón Rodríguez è stato il primo che volevano applicare in Sud America grassetto metodi educativi che stavano cominciando ad essere usato all'inizio del XIX secolo in Europa e con tutti i mezzi ha cercato di imporre nelle province sottosviluppate della Bolivia e Colombia le teorie innovative e rivoluzionarie sull'educazione infantile. Alimentata dalle idee dei grandi filosofi francesi del XVIII secolo, era uno spirito infelice e radicale. Suoi testi principali sono il liberatore del mezzogiorno di America e i suoi compagni in armi, difeso da un amico della causa sociale (1830), luci e virtù sociali (1834) e in società americane 1828; sono come e come dovrebbe essere per i secoli a venire (1828, ultima edizione nel 1842).
In il liberatore del mezzogiorno dell'America fatta una vigorosa difesa della figura di Bolívar e la sua performance nella guerra di indipendenza, affermando al contempo molte delle loro idee circa la cultura e il destino dei popoli latinoamericani. Anche se questo lavoro è molto irregolare, e l'urgenza che è stato scritto e lo stesso temperamento dell'autore non salva unità molto, evidenziare i suoi pensieri ammirevoli e audaci che lo rendono uno degli studi più interessanti della cultura americana del secolo scorso. Altri suoi scritti sono il suolo e i suoi abitanti, conciso il repubblicano istruzione sommaria, Consiglio di un amico dato al College di Latacunga e critica delle misure del governo.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…