Biografia di Ronaldinho | Calciatore brasiliano.

(Nome calcio Ronaldo de Assis Moreira, Brasile, 1980). Calciatore brasiliano. Ronaldinho Gaucho non è solo un giocatore di gioco del calcio, è l'idolo di milioni di fans che vedono in lui l'incarnazione del "jogo bonito" brasiliano, del calcio fatta con arte che emoziona grandi e piccoli.
La storia di questo star del calcio inizia il 21 marzo nel 1980, quando è stato sopportato nella città brasiliana di Porto Alegre il piccolo Ronaldo de Assis Moreira nel seno di una famiglia di umili origini in cui i tifosi vive con entusiasmo per questo sport. E si trattava di suo padre Joao che ha instillato l'amore del calcio, proprio come suo fratello Sindaco Robert.

Ronaldinho
Questo era esattamente che sembrava predestinate ad essere un numero uno con la palla, ma quando Ronaldo era ancora solo un ragazzo che ha mostrato le sue abilità e Roberto si ritirò dalla professione per diventare il manager di una figura internazionale futura: Ronaldinho.
Ronaldinho non dimentica le sue origini semplici né la morte prematura di suo padre quando aveva otto anni. È stato uno sfortunato incidente che ha portato Joao a morire nella piscina della casa il club che Gremio Porto Alegre aveva dato alla famiglia dal contratto di suo fratello Robert. Nonostante tutte queste spiacevoli situazioni che vive fin dall'infanzia, Ronaldinho calpesta nei campi di calcio del mondo fin dall'inizio. I tifosi lo considerano un vero artista del pallone cui rapidità e abilità che consentono di avere successo nella sua posizione naturale di mezzo punto.
Ronaldinho carriera inizia nel 1997 quando si inizia a giocare nel club della sua città natale, il Gremio Porto Alegre. Inoltre, nello stesso anno riesce ad essere campione del mondo e capocannoniere con la nazionale brasiliana Under-17. È la generazione dell'output di una carriera di successo.

Maglia Ronaldinho FC Barcelona
Per quattro anni, Ronaldinho gioca nel Gremio di Porto Alegre e si evolve come un calciatore. Partito che ottiene ottimi risultati con il loro team trionfa con il canarino di selezione in Copa América 1999. Questo torneo è anche scelto miglior giocatore dopo aver segnato sei gol, uno di loro contro il Venezuela e ancora ricordato dai fan grazie alla sua straordinaria bellezza e magnificenza.
Nel 2001 e dopo aver partecipato anche alle Olimpiadi di Sydney, Ronaldinho ha accumulato dietro lui vince stagioni nel calcio nel suo paese e decide di lasciare il Brasile per salto internazionale e integrato in una squadra europea. Diversi club sceglie di firmarlo finché non è deciso dal prestigioso Paris Saint Germain, un classico della lega francese.
Il soggiorno di Ronaldinho in Francia è buon inizio perfetto come previsto dato la sua fama in Brasile. Che fare presto il suo debutto nella squadra e quando si riesce a farlo, hai vari scontri con il suo allenatore allora, Luis Fernandez prevenire alcuni problemi amministrativi.
Nonostante il fatto che i concetti di entrambi gli approcci di ciò che dovrebbe essere il calcio non coincidono in molti aspetti, rimane nella squadra francese fino al 2003 e realizzato diversi gradi sono internazionali. Così, nel 2002 è campione del mondo con la squadra senior del Brasile e vincere la Coppa Intertoto con il Paris Saint Germain.
Nell'estate del 2003 il Consiglio del FC Barcelona, guidato dal suo presidente Joan Laporta e Sandro Rossell (vicepresidente FC Barcellona e uno dei suoi migliori amici) fatti firmare Ronaldinho per 25 milioni di euro. Diventa il numero 10 della squadra e riesce a distribuire il suo miglior calcio per restituire la perdita di illusione per i tifosi di Barca, che spera di vincere importanti titoli nazionali ed internazionali grazie alla loro filigrane di calcio spettacolare.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici