Passa ai contenuti principali

Biografia di Roger Federer | Giocatore di tennis.

(Basilea, 1981) Giocatore di tennis svizzero. Roger Federer è Nato il 8 agosto 1981, sulle rive del Reno, nella capitale del Cantone di Basilea, nel marchio, che separa la Germania Svizzera. Ben figlio di Lynette e Robert Federer, suo sudafricano, la Svizzera, suo padre, per diventare il loro manager, ha fatto una vita come rappresentante di un laboratorio farmaceutico.
Roger è cresciuto, ma in un ambiente di allevatori e agricoltori, nella periferia di Basilea. È un tipo semplice, che non si sente a proprio agio tra i dirigenti di una tuta e valigetta.
Primi passi nei tribunali
È cresciuto con l'immagine nella memoria di due grandi campioni in tutti i Club di Tennis, Stefan Edberg e Boris Becker, quando ha visto in televisione la finale di Wimbledon da entrambi nel 1989. Ha afferrato la sua prima racchetta a otto anni, ma il calcio e hockey su ghiaccio indeciso è mantenuto fino a quattordici anni, che hanno aderito nella Federazione Svizzera di tennis, dove ha trascorso francamente sbagliato perché egli è stato sottoposto a un'intensa preparazione di superficie sulla terra.
Da allora ha avuto un carattere insopportabile, tanto che quando si è formato nei centri di rendimento elevato di Ecubles, nella zona tedesca, o Bienne, in francese, si è rotto un sacco di racchetta, gettando contro il terreno mancato un colpo di stato.

Roger Federer
Sua carriera poi attraversato l'allenatore svedese Peter Lindgren, che domato fino a quando egli poteva controllare la sua rabbia. Frutto di questo e grazie al suo eccellente servizio e volley, presto ha cominciato a vincere tornei locali e nazionali. Esso chiuso la sua fase junior nel 1997, vincendo l'Orange Bowl prima l'argentino Guillermo Coria. E ' stato il suo primo anno l'ATP, che ha cominciato come il 700 th nel mondo, dopo essere stato scelto il "miglior giovane" dell'anno.
Nel 1998, solo diciassette anni ha debuttato come professionista assoluto del trifosfato di adenosina. Quell'anno ha giocato solo cinque partite, ma finito il numero 302 in classifica, che in un solo anno aveva avanzato 398 posti di lavoro. L'anno successivo può essere considerato il suo vero debutto nel circuito del mondo, perché ha già giocato diversi tornei principali, tra cui Roland Garros, Wimbledon, Miami e Monte Carlo. Completato, quindi la stagione 1999, girato al numero 64 l'ATP.
L'anno 2000 è stato anche imparando, per lo più guardarsi allo specchio del suo idolo moderno, Pete Sampras, sebbene svizzero è un giocatore più versatile perché meglio si adatta alle tutti i tipi di superfici, tra cui la terra. Quella stagione ha cominciato a superare i primi turni e anche raggiunto il secondo turno del Roland Garros.
Inarrestabile ascesa
Nel 2001 ha confermato che la sua proiezione è stata inarrestabile. Ha raggiunto i quarti di finale dei tornei nel 1999 che non ha superato al primo turno e, inoltre, ottenuto il suo primo titolo del torneo ATP Milano, giocato in casa e finito 13 th nella classifica. Si è conclusa la stagione seguente giocatore rivelazione nel 2002, considerato l'anno di consolidamento dopo aver vinto il Vienna e Sydney tornei così come la serie Master di Amburgo. Inoltre, ha raggiunto la finale di Miami, ma non è riuscito a Wimbledon e al Roland Garros, che gli ha impedito di raggiungere la seconda posizione nella classifica ATP. Era sesto.
Alla fine dell'anno 2003, gli Swiss Star finito al secondo posto nella gara di champions del trifosfato di adenosina dopo aver vinto sette tornei: suo primo grande Slam (Wimbledon) e l'aperto Houston, Marsiglia, Dubai, Monaco, Halle e Vienna; cioè, su tutte le superfici. Inoltre, è stata proclamata campione del Masters Cup, sconfiggendo in finale contro Andre Agassi 6-3, 6-0, 6-4.
Il 13 settembre 2004 è diventato ufficialmente il vincitore della gara di champions della classificazione ATP che è azione di tasso nei tornei più importanti dell'anno. Fin dalla creazione dell'era Open nel 1968, è stato il giocatore di tennis che ben presto raggiunse il primo posto di questa classificazione.
In questo modo, Federer, che umiliò il grande giocatore australiano Lleyton Hewitt in finale dell'Open degli Stati Uniti (6-0, 7-6 (7-3), 6-0), ha strappato anche primo posto nella classifica mondiale (numero uno nel mondo) a americano Andy Roddick, forse solo due giocatori, insieme con lo spagnolo Juan Carlos Ferrero, che potrebbe farti ombra in questo nuovo decennio del XXI secolo. Vincendo anche negli Stati Uniti, ha vinto altri due tornei del grande Slam (Australia e Wimbledon), cinque Masters Series (Indian Wells, Amburgo, Dubai, Gstaad e Toronto) e la Masters Cup a Houston.
Sin dalla nascita del trifosfato di adenosina, nel 1990, Federer, con i suoi tre Grand Slam, è diventato il secondo giocatore a vincere in una stagione tre dei quattro tornei principali, da quando nel 1988 la svedese Mats Wilander preso. Prima, quando c'era così tanta professionalità, anche Tony Trabert (1955), Lew Hoad (1956), Ashley Cooper (1958), Roy Emerson (1964) e Jimmy Connors (1974) riuscito.
Alla fine del 2003, Federer ha rotto con il suo allenatore, perché era convinto che non serviva istruttore tecnico: «quando sono in pista gioco io, non lui.» Ho imparato così tanto, che ero pronta a perseguire io da solo e di conseguenza utilizzare solo un amico come uno sparring partner", ha detto. Da parte sua, Lundgren ha detto: ' è ha trascorso il giorno a giocare alla PlayStation, e quando qualcosa è andato storto, egli non potrebbe controllare la sua rabbia».
L'erede di Sampras
Da quando abbandonò il suo scopritore, Federer utilizza solo suo preparatore fisico, lo svizzero Pierre Paganini e la sua fisioterapista, ceca Pavel Kovak. Nei suoi viaggi attraverso il circuito internazionale accompagnano, i suoi genitori e la sua fidanzata, l'ex tennista di origine slovacca Miroslava Vavrinec, responsabile relazioni con la stampa. Nel 2003 ha rotto, inoltre, con la potente organizzazione di IMG, per creare la propria azienda (RF), formata interamente da parenti e amici che compongono l'ambiente, e che ha debuttato sul mercato con la fragranza di «RF-Roger Federer».
Federer ha fissare la propria residenza a Münchenstein. Con il suo connazionale Martina Hingis, è l'orgoglio della Svizzera, dove nel 2003 è stato eletto «Miglior atleta dell'anno» e «Svizzero dell'anno». Inoltre, alla fine di quella stagione l'associazione dei giocatori professionisti di tennis si proclamò «Miglior giocatore europeo».
È un fan del cibo e formaggi italiani e loro animali preferiti sono il Leone e la tigre (anche se si prende cura amorevolmente di vostro Juliette mucca, che gli ha dato un dilettante svizzero dopo aver vinto il torneo di Gstaad). La sua musica preferita è uno degli AC/DC e Lenny Kravitz, ed è tifoso della squadra di calcio F. C. Basilea.
Egli combina i suoi allenamenti con la pratica di altri sport come golf, calcio e sci alpino e impegnati in alcuni momenti la marcia della Roger Federer Foundation, che ha creato nel dicembre 2003 per servire i bambini senzatetto dal Sud Africa che vivono a New Brighton, vicino a Port Elizabeth e promuovere lo sport tra i giovani.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…