Passa ai contenuti principali

Biografia di Porfirio Díaz | Statista e militari.

(Joseph della Cruz Porfirio Díaz Mori; Oaxaca, 1830 - Parigi, 1915) il nome dello Statista messicano e militari viene dall'indicazione di un'intera epoca nella storia moderna del Messico: il Porfiriato (1876-1911). E lo stesso suffisso suggerisce quello che era: una feroce dittatura personale e paternalistica che soppresse tutte le opposizioni e ha annullato la libertà di stampa.

Porfirio Díaz
Come i monarchi del vecchio dispotismo illuminato, Porfirio Díaz pensato per essere servito il suo paese per fornire, dopo mezzo secolo di guerre e crisi epilettiche, pace e stabilità essenziale per il progresso economico, sociale e cultura. Certamente raggiunto, anche se per sangue e fuoco, la pacificazione del paese e relativo decollo in molte aree. Ma, verso la fine del suo mandato, la sua politica aveva aperto un enorme divario tra ricchi e poveri; e, nel 1910, la sua decisione di restare al potere accese la miccia della rivoluzione messicana.
Biografia
Suo padre dall'età di tre, Porfirio Díaz entrò al seminario di Oaxaca per seguire la carriera ecclesiastica, ma presto cambiò idea. Ha poi completato gli studi di legge presso Istituto di Scienze e delle arti, dove fu discepolo del futuro liberale presidente Benito Juárez, che ha insegnato diritto civile; d'ora in poi sarebbe stato il suo seguace politicamente. L'Istituto è stato chiuso per ordine del Presidente Santa Anna nel 1854. Nello stesso anno prese parte alla rivoluzione di Ayutla e supportato generale Juan Álvarez per rovesciare Antonio López de Santa Anna.
Poco dopo, Porfirio Díaz si arruolò nell'esercito, e la sua carriera militare fu rapidissima. Nella guerra della riforma (1858-1861), conflitto civile in cui fronte conservatore e liberale, appoggiò la causa liberale. La guerra si è conclusa con la vittoria dei liberali ed ha condotto alla presidenza di Benito Juárez (1861); Dopo la gara, Porfirio Díaz è stato promosso a vice generale ed eletti.
Appena un anno dopo ha preso nuovamente le armi contro l'invasione francese (1862-1863) e l'incoronazione di Maximiliano I (1864-1867) come imperatore del Messico. Era il capo della brigata a Acultzingo su aprile 1862 e nello stesso anno partecipò alla battaglia di Cinco de Mayo di Ignacio Zaragoza. Nel 1867, ha recitato in una brillante azione militare a Puebla: dopo l'assedio della città, fatta un rapido e sanguinoso assalto contro le truppe dell'imperatore Maximilian, che si rifugiarono sulle colline di Loreto e Guadalupe. Senza perdere tempo, avanzarono verso la capitale della Repubblica e lei ha preso il 2 aprile del 1867, fatto che era di grande importanza militare, perché ha detto che la caduta dell'Impero di Massimiliano e il trionfo di Juarez.

Porfirio Díaz-1867
Prestigio e popolarità ha vinto in questa ultima campagna lo ha lasciata in grado di qualificarsi per la presidenza; Ma Congresso preferito Benito Juárez nel 1867 e rieletto nel 1871. Nel novembre dello stesso anno Porfirio Díaz ha lanciato il cosiddetto piano della ruota panoramica, che si era pronunciato contro il reeleccionismo e il potere personale e a favore della costituzione del 1857 e la libertà elettorale; la rivolta fallì e Diaz ha dovuto lasciare il paese.
Juárez morì nel 1872 e quindi concesse un'amnistia ammessi Diaz tornare in Messico. Dopo la morte di Juárez, la presidenza è caduto a Sebastián Lerdo de Tejada. Quando nel 1876 Lerdo de Tejada ha annunciato di voler essere rieletti, Porfirio Díaz è ancora rivoltato (piano Tuxtepec de); Questa volta riuscì a espellere Lerdo de Tejada e aderito alla presidenza.
Il Porfiriato (1876-1911)
Un anno dopo, nel 1877, Congresso lo proclamò Presidente. In questo primo periodo (1876-1880), Porfirio Díaz era coerente con le idee che avevano difeso: promosse una riforma della Costituzione che espressamente il diritto di veto è stato introdotto alla rielezione presidenza consecutiva, e il testimone ha concluso il suo periodo, Uniti generale Manuel González (1880-1884). Durante il governo di Gonzalez, fu ministro dei lavori pubblici e governatore di Oaxaca.
Completare il mandato di González, Porfirio Díaz nuovamente presentato la sua candidatura per la presidenza (Costituzione solo veto le rielezioni consecutive) e fu eletto. Ha assunto l'incarico il 1 ° dicembre, e tre anni più tardi promosso un emendamento, che è stato approvato dal Congresso, l'articolo 78 della Costituzione, che lui accreditato per una nuova rielezione; nel 1890 attuò una nuova riforma di tale articolo per permettere la rielezione indefinita, permettendogli di restare al potere fino al 1911.
Tutto questo è stato possibile perché Porfirio Díaz, esercitando il suo potere assoluto, era stato contrazione delle istituzioni politiche liberali a farsa democratica a soli: ordinato la rimozione di tutti i possibili avversari politici e la stampa è stato sottoposto o perseguita durante il tentativo di rimanere indipendente. Si può dire che, dal 1890, Porfirio Díaz governò a parte la costituzione e dispensato con la divisione dei poteri e della sovranità degli Stati. Il Congresso, sottomesso ai loro desideri, che modifica le leggi secondo i loro capricci e gli diede poteri straordinari a vostro piacimento; C'era un partito unico e i voti erano pura formalità.
Il popolo messicano era stanco della guerra e il disordine, e Diaz precisato per imporre la pace a tutti i costi. Messico non hanno fondi o avuto Punteggio di credito perché non aveva pagato i suoi debiti in modo tempestivo, così aveva per attrarre il capitale straniero; il problema era che nessuno investirebbe in Messico se non non c'era nessuna stabilità e pace. Con una politica autoritaria, Porfirio Díaz ha cercato di eliminare le differenze di opinioni sulla politica e si dedicò a migliorare il funzionamento del governo. "Piccolo politica e amministrazione molti" era lo slogan di quel tempo.

Porfirio Díaz
Pace non era totale, ma Diaz ha ottenuto di mantenere l'ordine attraverso l'uso di forza pubblica. Polizia e soldati hanno inseguito i banditi stessi che gli avversari. Grazie a questa nuova situazione di stabilità, aumento della domanda per lo sviluppo economico e del lavoro è stato reso possibile il paese ha avuto le risorse e i datori di lavoro potrebbero ottenere buoni profitti.
Tuttavia, con il passare del tempo, è diventato chiaro che la prosperità era solo per pochi. Malcontento si è sviluppato dalla povertà in cui viveva la maggior parte della popolazione, e ampi settori sociali resi conto che Diaz era stato troppo a lungo al potere. Ogni volta era più difficile mantenere l'ordine: negli ultimi anni il Porfiriato regnavano un clima di repressione in cui la forza delle armi è stata utilizzata con sempre maggiore violenza. Visualizza la goffaggine con cui sono stati negoziati e durezza che è represso gli scioperi di Cananea (1906), a Sonora, e Rio Blanco (1907), a Veracruz, come pure il modo in cui i giornalisti che ha criticato il regime e chiunque ha dichiarato una vista che non era il funzionario ha perseguito.
Successi e ingiustizie
Durante il lungo regno di Porfirio Díaz erano importanti opere in vari porti, e 20.000 chilometri delle ferrovie sono curati. Le linee ferroviarie sono state tracciate per i principali porti e verso il confine con gli Stati Uniti d'America a facilitare gli scambi. Inoltre servivano per facilitare la circolazione delle merci tra le diverse regioni del Messico e come mezzo di controllo politico e militare. Posta e telegrafi sparsi per gran parte del territorio nazionale. Alcune banche sono state fondate, le finanze del governo sono state organizzate, tassazione è stato regolamentato e, poco a poco, si pagavano i debiti. Di grande importanza è stato il recupero del credito nazionale in tutto il mondo; il tesoro ha registrato avanzo per la prima volta dall'indipendenza.
Promosso anche lo sfruttamento delle risorse del paese attraverso investimenti esteri inevitabili non avendo risorse economiche e tecnologiche per intraprendere la perforazione e l'installazione di raffinerie di olio. Esso ha ripreso e migliorato anche il lavoro delle miniere, e data mining ha vissuto un periodo d'oro: nel 1901, il Messico è stato il secondo maggior produttore di rame nel mondo. L'industria tessile è stata sviluppata con la capitale francese e spagnolo e ha favorito la creazione nel paese di potenti istituzioni finanziarie francesi; grandi fabbriche di filati e tessuti sono stati costruiti nel Stati di Puebla e Veracruz. Si può parlare anche di un'epoca di prosperità nel bestiame e l'agricoltura, che ha progredetto drammaticamente in Yucatan, Morelos e a La Laguna, con vasta produzione di henequen, canna da zucchero e cotone.

Porfirio Díaz in un'immagine del 1907
Messico ha avuto una crescita economica mai vista, ma, come poche persone hanno soldi da investire o si potrebbe ottenere esso prestato, lo sviluppo ha favorito solo alcuni messicani e stranieri. Capitali stranieri, principalmente americani, potrebbe raccogliere il debito estero, ma anche fatto con olio e controllo della nuova rete ferroviaria con i loro investimenti. La disuguaglianza tra i più ricchi, che erano molto pochi, e i più poveri, che erano molti, aprì un enorme divario nella società messicana. L'espropriazione delle terre ai contadini indigeni a favore di grandi proprietari terrieri nazionali ed esteri è stata sistematica; così formato enorme latifondo, gli indiani perso la loro terra, e la maggior parte dei abitanti del campo ha dovuto affrontare come pedine nelle tenute.
Tuttavia, grandi sforzi per estendere l'istruzione pubblica è diventato (se bene con più attenzione alle città che la campagna), permettendo che lei ha istruito più figli; i messicani più potrebbero seguire studi superiori e cominciarono a formarsi una classe media di professionisti e dipendenti pubblici in tutto il paese. Vita culturale arricchita con nuovi quotidiani, riviste e libri scritti e stampati in Messico; teatri presentato imprese e attori europei e diffondere il cinematografo. Vita intellettuale ha avuto importanti pietre miliari. Appena visto inaugurata l'Università nazionale. José María Velasco in splendide immagini riflette lo splendore del paesaggio messicano; Saturnino Herrán dipinto una serie straordinaria di immagini con la gente del paese e allegorie per la cultura messicana, e José Guadalupe Posada era vigorosa incisa con scene di vita quotidiana.
Della rivoluzione messicana Porfiriato
Nel 1908, Porfirio Díaz ha rilasciato un'intervista al giornalista americano James Creelman, in che ha dichiarato che il Messico era già pronta ad avere elezioni libere. La notizia era pieno di ottimismo per una nuova generazione che ha voluto partecipare alla vita politica della nazione. Così nacque diversi leader e partiti politici, e hanno scritto libri e articoli che hanno discusso della situazione nel paese e la soluzione dei loro problemi.
Uno di quei capi era Francisco. I. Madero. Egli aveva studiato e viaggiato di fuori del Messico, perché Egli proveniva da una famiglia di proprietari terrieri e imprenditori e aveva difficoltà finanziarie. Madero fondò il partito Antirreeleccionista, che era candidato postulato; Si dedicò quindi a viaggiare attraverso il paese per spiegare le loro idee politiche, qualcosa di non visto dai tempi di Juarez. Madero è diventato molto popolare e ha suscitato grandi speranze per il cambiamento.
Ma il successo della sua campagna lo ha reso un pericolo per il governo di Porfirio Díaz, e poco prima che l'elezione del 1910 fu arrestato a Monterrey e imprigionato a San Luis Potosí. Ci ricevette la notizia che Diaz, una volta di più, era stato ri-eletto alla presidenza. Dietro pagamento di un deposito cauzionale ha lasciato la prigione, anche se dovrebbe rimanere in città. Tuttavia, all'inizio di ottobre, Madero fuggì in Stati Uniti d'America, dove ha proclamato il Plan de San Luis.
In tale documento, Madero ha denunciato l'illegittimità delle elezioni e ignorato Porfirio Díaz come presidente. Lo dichiarò il Presidente ad interim fino alle nuove elezioni; di intraprendere Ha promesso che la terra a coloro che erano stati espropriati delle loro sarebbe tornato e chiesto era difeso il suffragio efficace e non ri-elezione dei presidenti. Inoltre ha fatto appello al popolo così che il 20 novembre 1910 rosa tra le braccia e arrojara il potere del dittatore.
L'esercito di Porfirio Díaz, che aveva mantenuto la pace per decenni, sembrava molto forte, ma in realtà era debole il malcontento generale. In soli sei mesi le forze Madero ha trionfato sopra il vecchio dittatore. L'azione finale fu la cattura di Ciudad Juárez dai rivoluzionari Pascual Orozco e Pancho Villa, che avevano aderito Madero. Nella stessa città, nel maggio 1911, fu firmata la pace tra il governo di Diaz e il Madero. Porfirio Díaz si dimise dalla presidenza (che divenne Francisco. I. Madero dopo aver vinto le elezioni) e lasciato il titolo di paese in Francia, dove morì nel 1915.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…