Passa ai contenuti principali

Biografia di Pablo Picasso | Il grande pittore spagnolo del XX secolo

Biografia di Pablo Picasso

Il grande pittore spagnolo ha rivoluzionato tutte le forme di arte del XX secolo ed era in grado di mantenere il suo impegno storico e sociale.

Figura di spicco come artista e come uomo, Picasso è stato attore e creatore inimitabile delle varie correnti che ha rivoluzionato l'arte del XX secolo, dal cubismo al neofigurativa scultura, incisione o acquaforte di ceramiche artigianali o lo scenario per i balletti. Sua vasta opera in numero, varietà e talento, si estende più di settantacinque anni di attività creativa, che il pittore ha sapientemente combinato con amore, politica, amicizia e un esultante e contagiosa gioia di vivere.

Pablo Picasso
Famoso fin dalla giovinezza, ammirato e richiesto dal famoso e potente, era essenzialmente un spagnolo facile, sano e generoso, dotato di una formidabile capacità di lavorare, in amore con i quartieri bohemien di Parigi, il sole del Mediterraneo, i tori, la gente comune e belle donne, hobby che è cresciuto senza svenarsi.
Pablo Diego José Ruiz Picasso, allora conosciuta con il suo nome da nubile, nacque il 25 ottobre 1881, nel n. 36 della plaza de la Merced a Malaga, come figlio primogenito del matrimonio formata dal pittore basco José Ruiz Blasco e andalusa María Picasso López. Il padre era un professore di disegno alla scuola provinciale di arti e mestieri, conosciuta come scuola di San Telmo. Prima infanzia di Pablo passati tra le difficoltà economiche della famiglia e una stretta relazione tra padre e figlio, entrambi cresciuti con devozione. Il bambino era una scuola meno rispetto discreto, molto pigro e molto distratto, ma con precoce abilità per il disegno, che ha stimolato don José.
Nel 1891 la famiglia si trasferì alla Coruña, presso l'Instituto da Guarda è necessaria i servizi del padre come insegnante. Paul ha iniziato i suoi saggi pittorici, e tre anni più tardi suo padre e primo insegnante dà proprio pennelli e cavalletti, ammirati il talento di suo figlio. Nel 1895, Ruiz Blasco ottiene un come insegnante presso la Escola d'Arts ho Oficis de la Llotja di Barcellona. Paul si risolve in un giorno prova esercizi previsti per un mese ed è ammesso alla scuola. Nel 1896, solo quindici anni, installato il suo primo seminario in Silver Street di Barcellona.
Due anni più tardi, ottenuto una menzione d'onore alla grande esposizione a Madrid per il suo lavoro scienza e carità, ancora un realismo accademico, in cui il padre ha servito come modello per la figura di un medico. La distinzione stimola per eseguire il rendering di opposizione per il corso in anticipo presso l'Academia de San Fernando, mentre le sue opere, influenzati da El Greco e Toulouse-Lautrec, guadagnano nuove medaglie a Madrid e Malaga.
Nel 1898 fatto la sua prima esposizione individuale a Els Quatre Gats di Barcellona. Infine, nell'autunno dell'anno 1900 fa una visita a Parigi per vedere l'esposizione universale. Ci vende tre disegni al commerciante di arte Petrus Mañach, che offre 150 franchi mensili per tutto il suo lavoro per un anno. Paul è un artista professionista e decide di firmare solo con il cognome materno. Nel 1901 egli co-modifica a Madrid la rivista giovane arte effimera e nel mese di marzo ha viaggiato ancora a Parigi, dove conobbe Max Jacob e inizia quello che sarà poi chiamato suo 'periodo blu'. L'anno seguente espose la sua prima mostra parigina alla Galleria Berthe Weill e nel 1904 decide di trasferirsi definitivamente nella capitale francese.

Picasso e Miró nel padiglione spagnolo
la fiera internazionale di Parigi (1917)
Picasso è installato presso il famoso Bateau-Lavoir, numero 13 della strada Ravignan (oggi plaza Hodeau), variamente condiviso l'alloggio per gli artisti senza bianco, tra gli altri l'anche spagnolo Juan Gris. Lì, Paul serrature amicizia con Braque, Apollinaire e cade nell'amore con Fernanda Olivier. Tre anni dipinge e disegna senza sosta, ha reso all'influenza di Cézanne, mentre realizzati con linee guida di Braque del cubismo analitico, la cui grande lavoro sperimentale, le signorine di Avignone, è dipinto da Picasso nel 1907.
Presto ne deriva lo stupore e lo scandalo prima uno stile deforme che rompe tutti i canoni e sta guadagnando nuovi aderenti, mentre ha esibito il suo inventore grassetto a Monaco di Baviera (1909) e New York (1911). Paul ha trovato un nuovo partner in Marcelle Humbert e sempre seguita da Braque, gettato per inventare il "cubismo sintetico", che li porta al bordo di astrazione (nella sua opera ampia e diversificata, la Picasso mai avrebbe lasciato la figurazione). Poco dopo, si muove da Montmartre a Montparnasse e apre le sue mostre a Londra e Barcellona.
Nel 1914, con la guerra, diventano tragedie: Braque e Apollinaire sono mobilitate e Marcelle morì improvvisamente questo autunno. Paul lascia praticamente cubismo e cerca altri percorsi artistici. Si trovano nel 1917, quando da Jean Cocteau incontrato Diaghilev, lui affida le decorazioni del balletto Parade di Eric Satie. Alla fine della guerra si porta un nuovo amore, il ballerino Olga Clochlova e anche una nuova cefalea: la morte di Apollinaire ha provocato da una grave ferita alla testa. Sposò Olga nel 1918, e fino al 1925 lavora in vari balletti quella pista alla sua evoluzione pittorica.
Un vecchio ritratto di sua madre, dipinta nel 1918, varrà a lui il premio milionario Carnegie del 1930, che permette di acquistare una villa di campagna in Boisgelup e passato più di un anno di viaggio in Spagna. Poi tornò alla scultura e ha una relazione con Teresa Walter, nacque la loro prima figlia, Maya. Il Clochlova inizia uno scandaloso per ottenere il divorzio, che il giudice si rifiuta di concedere. Jilted, Picasso si innamora di Dora Maar.
Allo scoppio della guerra civile, Picasso sostiene fermamente il lato repubblicano e simbolicamente accettò la direzione del Museo del Prado, mentre nel 1937 pittura Guernica a Parigi. Due anni più tardi è una grande mostra antologica al Museo d'arte moderna di New York. Depresso per il trionfo della nazionale e la successiva occupazione della Francia da parte dei nazisti, passa la maggior parte della seconda guerra mondiale, lavorando sulla loro rifugio di Royan.
Nel 1944, aderì al partito comunista francese e svela nuove 77 opere nel Salon d'Automne. Dopo si ottiene eccitato da Litografia e il pittore giovane e bello Françoise Guillot, conviverci fino al 1946. Così inizia la loro fase di Vallauris, dove lavora nel suo magnifico ceramiche. Con Françoise hanno due figli: Claude, Nato nel 1947 e Paloma nel 1949.
Nel 1954, l'instancabile uomo vecchio è affascinato da una misteriosa ragazza adolescente di profilo delicato e capelli biondi lunghi denominato Sylvette D., che accetta di posare per lui in cambio di uno dei ritratti, a vostra scelta. Il trattamento è conforme e suo risultato produce alcune delle opere più note e riprodotto il pittore, come il famoso profilo di Sylvette in poltrona verde.
Se il fascino con l'eterea Sylvette era stato platonico, non hanno la stessa carnagione loro attrazione di Jacqueline Roqué, giovane di straordinaria bellezza che ha preso come un partner nel 1957, un anno prima di dipingere il gigantesco murale per l'UNESCO. Fertile miracolo di arte e vita, Picasso continua creazione, amare, lavorare e vivere intensamente alla morte nel 1973. Ha lasciato dopo del lavoro artistico personale più grande e più ricco del nostro secolo ed un favoloso patrimonio che ha portato ad aspre contese sia un essere di nome Pacifico: colomba, sua figlia.

Timeline di Pablo Picasso

1881Nato a Malaga.
1895Si trasferisce con la famiglia a Barcellona.
1898Prima Mostra personale presso Els Quatre Gats, a Barcellona.
1900Primo viaggio a Parigi.
1901Inizia il periodo blu, così chiamato dalla predominanza delle tonalità di blu e caratterizzata dal suo tema segno pessimista: miseria e l'emarginazione sono rappresentati con figure leggermente allungate.
1904Si stabilì definitivamente a Parigi. Il periodo rosa, più vitale, che in cui predomina il circo del mondo inizia.
1907PT di Les demoiselles d'Avignon, così rivoluzionaria concezione che la casella è respinto anche da pittori e critici d'arte.
1908Primi dipinti cubisti.
1912Prima Papiers collés o collage.
1925Anche se mai si unì al movimento surrealista, ci sono i primi segni dell'influenza di questa corrente nelle sue opere.
1931Lavora sulle sue prime sculture.
1937Il dipinto di Guernica, murala ispirato dal bombardamento di questa città basca, per il quale delineato più di 60 disegni preparatori.
1944Si unisce al partito comunista francese.
1946Ha iniziato una fase dedicata alla ceramica.
1958Dipinge il murale la caduta di Icaro per la costruzione dell'Unesco, a Parigi.
1961Installato a Mougins.
1973Morì a Mougins.

Opere di Pablo Picasso

Il pittore spagnolo Pablo Picasso sono riepilogate tutte le modifiche e i significati scientifici, sociali e simbolici dell'arte pittorica del XX secolo. È la chiave alla pittura e in generale dell'arte del nostro tempo. Sono contributi morfologici evidenti, la rivoluzione delle forme nel suo lavoro, ma più significativo è il suo rapporto con la società e la data in cui hanno vissuto. Il primo aspetto, è la figura rappresentativa dal cubismo; nel seconda, una delle vette dell'espressionismo, mentre essa non apparirà mai tra i loro gruppi e agirà in modo indipendente.

Ritratto di Picasso (1906)
Sua evoluzione stilistico e tematico disegna un itinerario entusiasmante, che stupisce la diversità dei record, più possibilità ha il linguaggio pittorico a descrivere alla società o i problemi di un'epoca.

Fasi di Blue e rosa

Sue fasi iniziali corrispondono all'arte figurativa. Nel cosiddetto periodo blu domina un sentimento patetico, espresso con un unico colore che è stato probabilmente ispirato da idee discusse nella tertulia modernista Barcellona di "Els Quatre Gats". Installato a Parigi, ha appoggiato decisamente da monochrome blu per evidenziare le linee di melodia in un campione di caratteri di persone in lutto. Il Picasso di vent'anni sembra spostato dalla sofferenza e ritrae un mondo di mendicanti e cieco del corpo emaciato e testa di causa.
Nella prossima tappa, il periodo rosa, gradualmente combina i toni più amichevoli per catturare il mondo del circo con i suoi giocolieri e acrobati. Se si confronta il frugale pasto dei ritratti periodo blu o scene da circo al Rose periodo, sono percepite, oltre le differenze tra tristezza simpatico e una certa serenità accettato, approfondimento nell'osservazione dell'uomo e l'ambiente sociale. Sua vita nel parigino "Bateau Lavoir" aveva la stessa intensità come i cenacoli modernisti di Barcellona, e quelle esperienze sono state trasportate al tessuto.

Cubismo

Picasso sarebbe accaduto pochi anni di forme espressive a livello di forme simboliche. La rivoluzione iniziò con Les demoiselles d'Avignon (1907), manifesto dell'arte del XX secolo, cui gestazione Picasso ha richiesto un periodo di mesi di lavoro. Diversi taccuini di appunti e cambiamenti nella composizione e le figure hanno portato al gruppo femminile, dove la corporeità umana e le facce sono state intensificate attraverso deformazione.
L'influenza dell'arte africana e l'eredità di arte iberica ha portato Picasso per provare questa nuova anatomia piena di presagi terribili, come se si buceara non ancora esplorato i livelli della realtà umana. Era il manifesto del cubismo, in esecuzione che occuperebbe l'attività di pittore durante dieci anni, anche se sue conquiste geometriche scomparendo in tutta la produzione successiva.

Classicismo, Surrealismo, Espressionismo

Il dramma delle figure cubista suonavano perfettamente con i disastri della guerra. Alla fine della guerra, Picasso, senza abbandonare il cubismo (come visto in tre musicisti del Metropolitan Museum di New York, dal 1923), inizia la fase chiamata classicista, caratterizzata dalla rappresentazione del movimento nei set per i balletti russi di Diaghilev.

Tre musicisti
1925 ha cambiato il tema e alcuni autori parlano di fase surrealista. Infatti, in alcune opere sembrano avvicinarsi prove della rappresentazione onirica. Non nascondendo la sua pupilla analitica minacciando di fenomeni, tra cui l'ascesa del fascismo, ma d'altra parte in che sapevo che la maggior parte degli abitanti delle città viveva degradato ambienti. Per esprimere le esperienze di paura o insicurezza verso il futuro inizia deformazioni che hanno caratterizzato l'espressionismo. È il periodo della metamorfosi, basate in primo luogo in curve ed ellissi calmante, poi angoli e colpi energetici che traducono uno spirito tormentato.
Il culmine della tensione espressionista sarà raggiunto durante la guerra civile spagnola. Guernica è, piuttosto che una scena specifica, un simbolo, che rinuncia al colore e la gamma cromatica è ridotta a una sorta di grisaglia. Le fiamme, il guerriero morto con il fiore in mano, il cavallo ferito, sono simboli del dolore della guerra. Sab figure esprimono il dolore come un ringhio. E un urlo, più di una parola articolata, vengono a testimoniare questo lavoro.
Durante la seconda guerra mondiale insiste questioni drammatiche, come il cranio del manzo (1942), che unisce il dolore della guerra in Francia occupata e che l'artista si sente per la morte del suo amico, lo scultore Julio González. Dopo la guerra comincia un periodo di calma nell'arte di Picasso. È tempo che i piccioni e i balconi aperti al blu del Mediterraneo. Anche se la guerra di Corea ha messo una parentesi per questi scenari idilliaci con nuove testimonianze circa la crudeltà e la sofferenza.

All'altezza della situazione

Chiara è la dimensione storica nell'opera del grande pittore spagnolo; perché il suo obiettivo non è codificato in cerca di bellezza ma nel testimoniare e chiarire i principali processi sociali. Ben detto una volta: "l'artista lavora su se stesso e il suo tempo, lavorando per dare chiarezza alla sua coscienza e i suoi contemporanei di se stesso e del suo tempo". La forma armoniosa di altri secoli di arte riflette una concezione armonica dell'uomo; forma di Picasso strappato si traduce la sofferenza delle persone del nostro tempo.
In mezzo a loro simboli e il loro rinnovamento incessante, è possibile rilevare che una costante, la sensibilità per la volta, riflette in alternando periodi di calma e drammatico. Ma sempre mantenuto vivo Picasso sua ossessione dolorosa con l'uomo che soffre. Dal buio blu alle grida dei dipinti espressionisti è costante meditazione compassionevole dell'artista sui suoi contemporanei.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…