Biografia di Pablo Neruda | Figura chiave della poesia spagnola del XX

Figura chiave della poesia spagnola del XX secolo, il premio Nobel cileno è entrato nel suo lavoro creativo dell'innovazione e impegno politico.

Diffuso in migliaia di versi è stato per i posteri Biografia, intimo e pubblico, segreto e militante, del grande poeta cileno Pablo Neruda. Ci ha dato anche la cronaca delle loro giornate frenetiche e particolarmente nelle poche memorie di testi dal titolo che confesso che ho vissutoe la sua figura scritti dai numerosi amici dello scrittore, la sua appassionata vedova Matilde Urrutia e centinaia di critici e storici.
La personalità travolgente di quest'uomo del credo comunista, determinata e testarda a sacrificare tutto per ciò in cui credeva, irrompe nel suo lavoro con un soffio vitale che a malapena intravisto molte tribolazioni e le ore desolante che c'era trasversale. Per alcuni che conosceva lui, soprattutto per coloro che hanno condiviso con lui la lotta contro la miseria e l'oppressione dei popoli, Pablo Neruda goduto carisma eccezionale di quelli eletti che si adatta come un guanto nella parola esemplare; ma per la maggior parte dei lettori che hanno goduto di nessuna fortuna del suo abbraccio, il poeta è sempre quel personaggio tozzo, invisibile e timido che si nascondeva dietro le sbarre orizzontali e ciuffi delle sue canzoni d'amore bellissima.

Pablo Neruda
Nato a Parral nel 1904 con il nome di Ricardo Eliecer Neftalí Reyes Basoalto, Neruda è stato sentito per tutta la vita profondamente radicata nella sua patria cilena nonostante hanno condotto un'esistenza di viaggiatore instancabile. Sua madre, Rosa Basoalto, morì di tubercolosi poco dopo il parto, e suo padre, conduttore di un treno che trasportava pietra, José de el Carmen Reyes Morales, sposò due anni dopo Trinidad cambia Marverde, quali Neruda avrebbe scritto: "era una donna premurosa e dolce, umorismo e una bontà attiva e instancabile, ha fatto il senso del contadino". Per le piccole e Neftali era sua madre nuova come la fata buona; Egli supervisionò intraprese il ragazzo con una richiesta ancora più grande di suo padre reale, con la quale, nella sua adolescenza, presto sarebbe attesa gravi controversie.
Residente a Temuco, entrò la high school nella città nel 1910 e quando ancora fuori di questa istituzione, il 18 luglio 1917, poteva leggere eccitato in un giornale locale, la mattina, il primo dei suoi articoli pubblicati, che ha intitolato "Entusiasmo e perseveranza". Da allora era stato la fortuna di incontrare una donna splendida, "alta, con abiti molto lunghi", che non era un altro ma il famoso poeta Gabriela Mistral, che gli aveva dato alcuni libri di Tolstoj, Dostoevskij e Cechov, decisivo nella sua prima educazione letteraria.
Tuttavia, suo padre era apertamente contrario a seguire questa vocazione, in modo che quando il 28 novembre 1920 ha vinto il premio per la festa di primavera di Temuco, il giovane poeta già firmato le sue poesie sotto pseudonimo, uno stratagemma per ingannare suo padre. Il nome scelto, Neruda, lui aveva trovato per caso in una rivista ed era di origine ceca; non sapevo che fosse stai rubando un collega, uno scrittore distante che composto ballate melodiche e ha eretto un monumento nel quartiere di Mala Strana a Praga.
Quando conclude i suoi studi presso il Liceo va a Santiago per seguire la carriera di insegnante di francese presso l'Istituto pedagogico, ma continua a preparare libri di versi. Presto è collegato alla rivista gioventù della Federazione di studenti, che mette in contatto con il movimento anarchico e, in particolare, uno dei leader del gruppo, formidabile e coraggioso, chiamato Juan Gandulfo. Nel 1922, dopo aver bloccato una buona amicizia, che potrebbe rivelarsi ad esso fertile e durevole, con l'editor della rivista chiarezza, si unisce a loro formulazione e così inizia a scrivere poesie fino a cinque ogni giorno come un pazzo. L'anno successivo il suo primo libro di poesie, Crepusculario modificare a loro spese.
Per essere in grado di pagare per questa pubblicazione, Pablo Neruda, da allora un giovane avido lettura e vita, vestito stravagante e sottile, per il poeta boemo del diciannovesimo secolo con un abito nero, deve vendere i vostri mobili, impegnando l'orologio che suo padre gli ha dato e ricevere supporto in extremis da un generoso critico. Quest'ultimo, un tale Allone, provvide a pagare il debito quando l'editor si rifiutò di consegnare una sola copia prima che Bill è stato pienamente soddisfatto.

Neruda e Nicolás Guillén nell'Aula Magna
all'Università dell'Avana (1960)
Crepusculario era in realtà una miscellanea di altri progetti, un affrettato riordinamento delle poesie che immediatamente lasciato insoddisfatto all'autore. Da allora in poi Neruda è stato consegnato, più se possibile, alla preparazione di un altro libro, questo sì, organici e non solo, finale pubblicato nel 1924 con il titolo poesie venti d'amore e una canzone disperata.

Diplomatico per l'Asia

Da questo tempo la politicizzazione della poesia di Neruda sarà progressivamente aumentata e, allo stesso tempo, la vita sarà di fronte a circostanze economiche negative. Per il momento, per abbandonare gli studi, suo padre rimosso è tutto l'aiuto materiale, per la quale abbraccia spera di ottenere qualsiasi rappresentanza diplomatica. Tuttavia, tutte ottenute nel 1927 che un destino oscuro e remoto consolare a Rangoon, Birmania.
Lì, in quelle terre fantastiche, "tra gli uomini che adorano il cobra e la mucca", incontrato Pablo Neruda per la così bella come pericoloso Josie Bliss, un nativo che tuttavia ha indossato lo stile inglese. Dopo la visita nella vostra azienda angoli più esotici di quelle terre, che si trasferisce a vivere a casa, ma presto la ragazza ha cambiato la sua dolcezza in gelosia, e la vita della coppia è diventato intollerabile. "Mi sentivo tenerezza verso i suoi piedi nudi", ha scritto lo scrittore, ma ha anche detto come Josie nascondendo le sue lettere e come, una volta svegliato spaventato e trovato il suo vestito di bianco, al lato opposto della zanzariera, buio, brandendo un coltello mortale e non determinato a sferrare il colpo mortale: "si muore quando si concluderà le mie paure", balbettato con amarezza l'inferma.
Sorpreso, che Pablo Neruda non ha esitato a fuggire quella situazione sempre più è diventato più minacciosa, e quando ha ricevuto un telegramma che in cui ha comunicato che il suo trasferimento a Ceylon, ha preparato il viaggio nel segreto più assoluto e lasciato senza dire addio, lasciando a casa desolata Josie i suoi vestiti e i suoi libri.
Ha lavorato per un anno del console a Colombo (Ceylon, attuale Sri Lanka) e nel 1929 fu trasferito a Singapore. Suo interesse indostanies culture e politica lo ha portato a partecipare alla conferenza di Panhindu, tenutasi a Calcutta nel 1929. Nel 1930, Pablo Neruda sposò María Antonieta Hagenaar, una giovane donna olandese ritornò in Cile due anni più tardi e chi gli ha dato una figlia, Malva Marina, il 4 ottobre 1934. Nello stesso anno, e dopo aver incontrato Federico García Lorca a Buenos Aires, si trasferisce in Spagna per prendere in carico il Consolato cileno a Barcellona. In Spagna ha sviluppato un'intensa attività cultura e la generazione di 27 poeti come Miguel Hernández, Luis Cernuda, Vicente Aleixandre e Manuel Altolaguirre incontrato.

Neruda in Spagna

Loro integrazione in quanto le passioni politiche di intensa Madrid è cresciuto l'anno successivo, quindi nel febbraio 1935 si occupò del Consolato del Cile nella capitale spagnola. Il cavallo rivista letterario verde per la poesia, diretto dal poeta è apparso quell'anno a Madrid. Ci ha anche dato alla stampa una delle sue opere più famose, residenza sulla terra, e incontrò la sua seconda moglie, Delia del Carril.
La storia spagnola di Neruda ha preso drammatica coloranti quando il 18 luglio 1936 era la terribile guerra civile che ha opposto "due Spagne". Uno dei primi eventi sanguinosi di quella battaglia fu l'esecuzione di Federico García Lorca. Lasciò la penisola iberica nel conflitto e si recò a Parigi, dove ha partecipato attivamente in atti di solidarietà con il popolo spagnolo e la Repubblica. Dopo il suo ritorno in Cile, nel 1937, ha continuato la sua attività combattiva con la pubblicazione della Spagna nel cuore.
Nel 1938, Ediciones Ercilla ha dato alla luce una collezione delle sue opere. Quell'anno morì suo padre a Temuco e poco dopo, la sua matrigna. Nel mese di ottobre ha trionfato nelle elezioni generali cilene del fronte popolare. Nel frattempo, in Catalogna, la Spagna nel cuore è modificato.
La guerra civile spagnola terminò nel 1939 con la sconfitta dei repubblicani. Neruda chiesto e ottenuto, la nomina del console per l'immigrazione spagnola. Con l'idea di aiutare per quanto possibile per gli sconfitti, si recò a Parigi e da lì organizzò una spedizione degli spagnoli a bordo il piroscafo Winnipeg che sono arrivati a Valparaíso alla fine dell'anno. Il poeta tornò in Cile in 1940, quando egli aveva già iniziato la seconda guerra mondiale, ma è rimasto poco tempo nel suo paese, come è entrato un nuovo obiettivo diplomatico, il Consolato generale del Cile in Messico nel mese di agosto. Da lì si recò a Cuba. Nel 1942 pubblicò America, non invocano il tuo nome invano, che fu poi inglobata nella generalità di Canto; quell'anno ha sofferto la perdita di sua figlia, Malva Marina, che morirono in Europa.

Politica, esilio e riconoscimento

Dal 1946, la sua attività politica è stato sviluppato nella loro patria, dove fu eletto senatore della Repubblica per le province di Tarapacá e Antofagasta. Nello stesso anno ha vinto anche in Cile il premio nazionale per la letteratura, ma non vorrei prendere complicati si cose quando reso pubblico suo forte protesta della persecuzione scatenata contro i sindacati dal Presidente González Videla. Lettura prima del Senato della sua allegazione accuso motivati è al suo arresto e solo grazie al rifugio offerto dai loro parenti è riusciti a Neruda evitare esso e lasciare il paese il 24 febbraio 1949.
Durante il tempo in cui era nascosto, preparò un'altra delle sue opere maggiori, generalità di Canto, che, a parte distribuito clandestinamente in Cile, sarà pubblicato in Messico nel 1950, con illustrazioni dei grandi muralisti Diego Rivera e Siqueiros, poco prima che fosse concesso, insieme a Picasso e il poeta turco Nazim Hikmet, il premio internazionale per la pace. Inizia quindi un doloroso esilio, cui tristezza può difficilmente essere enjugada dai numerosi tributi, calda accoglienza e importanti riconoscimenti che riconosce i suoi meriti come poeta e come un uomo di integrità. Nel 1951 partì per un viaggio attraverso l'Italia, paese in cui si stabilirono l'anno seguente. A Capri, scrisse le uve e il vento. Dopo un viaggio attraverso l'Europa, per essere revocato l'ordine di detenzione in Cile, fu in grado di tornare a casa in agosto del 1952. Suo ritorno è stato oggetto di molteplici tributi pubblici. In questo difficile periodo in esilio era venuto a loro sostegno una donna che sarebbe stato il suo compagno fino alla sua morte: Matilde Urrutia.

In Italia con Matilde Urrutia
I seguenti anni sono stati spesi in Cile. Organizzato a Santiago il Congresso continentale di cultura, frequentato da personaggi importanti come Diego Rivera, Jorge Amado e Nicolás Guillén. Ha tenuto conferenze presso l'Università del Cile, che ha fatto la donazione della sua biblioteca personale. Questo rapporto con l'Università ha dato luogo alla creazione della Fondazione per lo sviluppo della Poesia Neruda. Nella loro vita privata non erano fisse volte, poi si è rotto nel 1956 di Delia del Carril a unirsi sentimentalmente con Matilde Urrutia, fu trasferita nella sua nuova casa, La Chascona. Le sue opere apparivano a buon ritmo, con pubblicazioni intermittente, in Buenos Aires di Losada e Santiago da Nascimento: viaggie nuove odi elementari Ode alla tipografia, tra gli altri. Nel 1957 Losada pubblicato sue opere complete in carta Bibbia e, in anni successivi, Cento sonetti di amore, terzo libro delle odi e navigazioni e ritorni. Uno dei suoi lavori più noti, un poeta preferito, "estravagario"viene modificato nel 1958. "Dalla sua irriverenza (Neruda ha scritto) è il mio libro più intima".
Il viaggiatore instancabile nuovamente sentì la chiamata del Europa e spostato verso il continente, dove ha ricevuto nuovi onori nel 1965. Oxford University lo ha nominato dottore honoris causa in lettere e filosofia. In Ungheria ha incontrato Miguel Ángel Asturias. Nel 1966 si recò in Stati Uniti, invitato alla riunione del Pen Club. Quell'anno ha fatto un'interessante incursione nell'arte drammatica con il suo lavoro brillantezza e morte di Joaquín Murieta, che è stato rilasciato a Santiago nel 1967 dall'Istituto di Teatro dell'Università del Cile.
Neruda collegamento politica ebbe il suo culmine nell'anno 1970, quando il partito comunista lo ha nominato candidato per la presidenza del Cile, ma il poeta non ha esitato a dare per dare loro pieno supporto a Salvador Allende, che hanno fortemente sostenuto nella sua campagna elettorale. Venire al potere il governo di unità popolare nel 1970, ricevette la nomina di ambasciatore a Parigi.

Neruda Salvador Allende e la sua
biografo, Volodia Teitelboim
Nel 1971, Pablo Neruda è diventato il terzo scrittore latino-americano e nel secondo cileno che ha ottenuto il premio Nobel per la letteratura, ma la sua ascesa letteraria non fermarlo attivamente continuare nella difesa degli interessi cileni. A New York, approfittando della riunione Pen Club, egli denunciò il blocco US contro il Cile. Dopo rinunciare al suo incarico di ambasciatore in Francia, è tornato a Santiago, dove è stato pubblico e dato Honoree al National Stadium.
Al culmine della fama e il riconoscimento anche in attesa di lui amaro ore. Nel 1973, 11 settembre, è stato sorpreso dal colpo di stato militare contro il presidente Salvador Allende. Profondamente colpita dalla nuova situazione, egli non poteva resistere alla tragedia e morì a Santiago il 23 settembre. Il mondo ha imparato presto, tra stupore, indignazione e impotenza, che le loro case a Valparaiso e Santiago erano stato brutalmente saccheggiato e distrutto. I funerali sono stati sviluppati nel mezzo di grande tensione politica. Dopo la sua morte le poesie che aveva scritto prima la sua morte ha visto la luce: giardino d'inverno, 2000, cuore giallo, libro di domande, Elegia e difetti selezionati, tutti loro pubblicato da Losada a Buenos Aires nel 1974. Barcellona è apparso il suo ultimo lavoro, l'autobiografia confesso che ho vissuto.

Pablo Neruda

1904Nato a Parral.
1910-20Studiò presso il Lycée de Temuco.
1921Si trasferisce a Santiago, dove studiò per insegnante di francese presso l'Istituto pedagogico.
1923Ha pubblicato il suo primo volume di versi, Crepusculario.
1924Pubblicò la sua più famosa collezione di poesie, poesie d'amore di venti e una canzone disperata.
1927Ha iniziato la sua carriera diplomatica a Rangoon (Birmania). Incontra Josie Bliss.
1928Viene nominato console a Colombo (Sri Lanka).
1930María Antonieta Hagenaar che si sposa.
1932Ritorno in Cile.
1934Si trasferisce in Spagna per prendere in carico il Consolato cileno, prima a Barcellona e poi a Madrid. Amicizia con i poeti di Federico García Lorca e spagnolo della generazione del 27.
1935Gestisce la rivista Green Horse per la poesia. Pubblica residenza sulla terra. Egli incontra Delia del Carril.
1936La guerra civile spagnola ha scoppiato. Omicidio di Lorca. Neruda, ardente difensore della Repubblica, si trasferì a Parigi. Dopo la sconfitta, collabora nel trasferimento degli esuli spagnoli in Cile.
1940Fu nominato console del Cile in Messico.
1946Ha ricevuto il premio nazionale di letteratura. Attivamente partecipa cileno politica e fu eletto senatore.
1949Egli è costretto all'esilio per la sua opposizione alla politica del Presidente González Videla, che aveva ordinato il suo arresto.
1950Pubblicato Canto General.
1952Ritorno in Cile.
1956È separato da Delia del Carril aderito Matilde Urrutia, sua compagna fino alla fine dei suoi giorni.
1957Le sue opere complete sono pubblicate per la prima volta.
1967Sua brillantezza e morte di Joaquín Murieta giocare debutta a Santiago.
1970Il partito comunista lo ha nominato come candidato per la presidenza, ma Neruda si dimette e supportato Salvador Allende. Allende vince le elezioni. Neruda è nominato ambasciatore a Parigi.
1971Ha ricevuto il premio Nobel per la letteratura.
1973Morì il 23 settembre, dodici giorni dopo il colpo di stato che ha rovesciato Salvador Allende.

Opere di Pablo Neruda


Quelle che sono le obiezioni che possono derivare dalla sua posizione politica e l'effetto sul suo lavoro, Neruda è, senza dubbio, il più prestigioso al poeta in America Latina e uno dei valori di eccezionale del continentale poesia americana. La sua poesia ha esercitato un'enorme influenza che è stato particolarmente evidente nella poesia cilena moderna, già nel suo aspetto sociale (Efraín Barquero, Gonzalo Rojas) per ora approfondire il poetici posti scoperti da Neruda (Juvencio Valle e Miguel Arteche). Ma l'importanza di Neruda nella poesia americana è simile a che a suo tempo era Rubén Dario; come il nicaraguense, Neruda ha anche influenzato profondamente tutta la sfera di ispanico, tra cui la poesia spagnola contemporanea.

Gli inizi

Come una caratteristica del set, l'opera di Pablo Neruda è caratterizzata da un punto di vista stilistico di originalità e audacia verbale. Il libro, Crepusculario (1923) rappresenta principalmente le forme simboliste e moderniste. Ma presto la sua poesia ha cominciato ad essere di eccezionale valore e forme emergenti che devono essere genuine in opere come il fromboliere entusiastico (scritto intorno al 1923, ma non pubblicato fino al 1933), il tentativo dell'uomo infinito (1925) e venti amore poesie e una canzone disperata (1924). C'è un atteggiamento sentimentale in queste poesie. Il poeta esalta le donne, di angoscia, di tristezza, di assenza e di memoria.

Pablo Neruda
Sono poesie ancora autobiografici e invasa da una grande malinconia: "Posso scrivere i versi più tristi stanotte"; il poeta canta accompagnato solo dalle sue parole, fino a riempirlo di solitudine la memoria dell'amato: "piuttosto che la solitudine che si occupano si popolato / e vengono utilizzati più di voi al mio duolo"; disperazione: "io sono disperata, la parola senza echi, / che ha perso tutto e che tutto fosse"; tristezza: "Ho detto che devi cantare nel vento / come pini e alberi." / Come sono alti e sbrigativo. "/ E piangere improvvisamente, come un viaggio".
Ma oltre a quell'accento di infinita malinconia, in queste opere Neruda dare una dimensione cosmica, eccessiva, i termini di confronto: "corpo di donna, bianche colline, cosce bianche, / tu sembri il mondo nel tuo atteggiamento di consegna". Qualsiasi sensazione è sempre collegata ad un elemento, un evento cosmico. Spazzato via dalla sua irruenza, il poeta cercherà il confronto con tutto ciò che è grande: montagne, fiumi, vento, mare, fuoco, notte. L'amico trovato in Twilight manterrà il fuoco del giorno che ha appena fenecer ("pieno di vita di fuoco, / pura erede del giorno distrutto"), o le radici della notte crescerà improvvisamente dalla sua anima.
Accanto a questi grandi immagini troviamo altri con elementi concreti e materiali, come se il poeta dovrebbe evitare a tutti i costi l'idealizzazione nel tentativo di rimanere entro le elementari: "per sopravvivere mi hai falsificato come un'arma, / come una freccia nel mio arco, come una pietra nella mia fionda", "corpo di pelle, di muschio", "armi di pietra", ecc. Questa forza elementare e cosmica è ciò che fornisce l'interesse per questa poesia. Amato diventa confuso, nella passione del poeta, con la terra: "il mio corpo di selvatico labriego Mina si / e soffia verso il figlio delle profondità della terra", "ti fiumi cantare e la mia anima fugge". Così, Neruda cerca sempre la materializzazione dei loro sentimenti, o in cose molto concrete, o in immagini giganti: l'amato avrà gli occhi oceano; giocare con la luce dell'universo; amore si svolgerà sotto il vento ("cuore di innumerevoli vento / battendo sul nostro silenzio innamorato"). Ma allo stesso tempo che le parole saranno come l'edera, baci come un abito, un cluster di testa, ecc.
E con tutto questo, l'immagine frizzante, chiara origine modernista: "frecce battendo gli uccelli", la adelgazadas parole "come tracce dei gabbiani sulle spiagge", notte "blu Shanks" che si è sparso sul campo, confrontando l'amato con un bianco "Ape", la gioia della canzone come "un Campanile nelle mani di un pazzo" , i crepuscoli come "Gigante tifosi", "Croce blu", "alberi di luce", "sorriso dell'acqua". Tutta questa poesia romantica radice è caratterizzato da profondità e disperazione. Nulla in essa già annunciato per del poeta residenza sulla terra: costante angoscia, violenza, salti di un concetto a altro, la mancanza di transizione tra le situazioni. Anche ciò che è stato chiamato "uglyism" è già annunciato in queste poesie.

Residenza sulla terra

Con l'emersione di residenza sulla terra cambia completamente l'immagine della poesia di Pablo Neruda: diventa duro e stretto. Il filologo Amado Alonso chiarito i problemi di residenza sulla terra nel suo lavoro di poesia e lo stile di Pablo Neruda. Interpretazione di una poesia ermetica (1940). Secondo Amado Alonso, e contrariamente a quanto sopra, residenza sulla terra è un libro di obiettivo di poesia, nel senso che, anche se il poeta ci offre la sua visione del mondo, lo fa senza miscela di situazioni personali, senza fare alcuna autobiografia.
Solitudine, disperazione, angoscia, danno risalto a queste poesie; L'autore vede il mondo come un relitto totale, come una costante distruzione, come un inarrestabile disgregazione. La retina del poeta ("come una palpebra atrocemente rialzato forza") vede come tutto scorre ("mordere feroce e acqua dal suono") verso la morte e decomposizione: fare le cose più eterogenee, nella loro eterogeneità stessa, ma rappresentare l'universo: "come ceneri, come popolamento, mari / immersa in lento, nell'informe, / o come può essere sentito dall'alto delle strade / cross i rintocchi sulla traversa" ", /... e il profumo di prugne rotolamento a terra / verde rot in tempo, infinitamente".
"Non c'è nessuna residenza sulla terra pagina (dice Amado Alonso) mancano dove questa terribile visione di ciò che scioglie..." Pablo Neruda occhi sono gli unici nel mondo fatto di percepire l'invisibile ed incessante opera di autodesintegracion con tanto specificità che vengono consegnati a tutti gli esseri viventi e tutte le cose inerti, sotto e all'interno del suo movimento o la sua quiete. "Sono condannati a vedere il dramma da solo"dal fiume tale durata è distrutta", splendido versetto che è racchiusa l'immagine finale di questa visione dolorosa della realtà".
Le cose si spingono e il poeta cerca di esprimere e descrivere questo caos; Quindi questa immagine multipla costantemente trovato nelle sue composizioni. Poesia affonda sullo stesso argomento e viene lasciato per strappare per lei: "o sogni che provengono dal mio cuore sgorga, / dusty sogna che Esegui come cavalieri neri / sogni pieni di atrocità e disgrazie". Così presenta questa poesia tumultuosa, allucinazione, urgenza e alluvioni. Questi materiali, inoltre, sono già rotti, polveroso, sporco, traballante. Per questo motivo che è descritta come "luminoso" per questa poesia.
Residenza sulla terra è una visione della realtà e del mondo molto simile a certe forme di pittura d'avanguardia. Amado Alonso giustamente notare che in questo periodo della poesia di Pablo Neruda c'è una predominanza del sentimento della realtà, cioè, che la sensazione del poeta stentano a trovare un'immagine o un confronto nel mondo reale, un confronto che spesso ottenere frammentato, barajada o caotico. Per questo motivo la sua poesia è piena di incongruenze "razionale e obiettive".
Il poeta è costretto a ripetere, per chiarire, perché egli è consapevole che la rappresentazione del sentimento non è come dovrebbe essere: vedere come cerca di esprimere un sentimento basato su due, tre e fino a quattro immagini, alla ricerca di una rappresentanza di precisione, sempre adeguata. Sue poesie sono entrambi bozze e ultime lezioni che ci illustrano circa la sua opera poetica e come la parola è penetrare nella realtà. Il poeta stesso dice: "ma in modo diverso", "Non so se ho capito", "ma non è che," quando si rende conto che non è corretto. Ora, questa incoerenza, queste immagini"testate" (come chiamato Amado Alonso) costituiscono la visione che il mondo è Neruda, costituiscono l'essenza della sua poesia. Il poeta non poteva essere espressa altrimenti: è necessario soddisfare il tumulto caotico delle cose, per le sensazioni simultanee.
Lo stile tecnico di Pablo Neruda ha le sue origini nel surrealismo: illogici immagini, simboli scuri, enumerazione caotica, libere associazioni. Tutto questo combinato con la sua peculiare visione del mondo e la sua sintassi questo fa funzionare un caso degno di maggiore attenzione. Essi possono distinguersi dalla residenza sulla terra poesie "Galoppo morto", "Arte poetica", "Sepoltura in Oriente", "Il fantasma della nave cargo", "Barcarola", "Malattie in casa mia", "Oda con un lamento", "Ingresso al legno", "Periodo di massimo splendore di sedano", "Statuto del vino", "Ode a Federico Garcia Lorca" e "Guardare stock nel mare". Residenza sulla terra è un libro essenzialmente materialistico (come il titolo suggerisce). Il poeta, come ha fatto nei precedenti lavori, previene sempre idealizzare e loro confronti o hanno un carattere enorme, enorme e mostruoso o riferirsi a cose ogni giorno, volgare, che all'interno la quantità di moto che trasporta questa poesia acquista un valore simbolico strano e ci immergono in un'atmosfera angosciante. Molte delle poesie di residenza sulla terra hanno un carattere eminentemente sociale, e la sua preferenza per le cose ordinarie, quotidiane già prefigurato il poeta delle odi elementari. Potremmo dire che Neruda canto, in questo libro, le cose volgari con tono epico.

Canto General

Questa funzionalità continuerà alle prime poesie del volume dal titolo terza residenza. Ma nelle poesie "le furie e le sanzioni", "Incontro sotto nuove bandiere", in Spagna nel cuore e che allude alle poesie di seconda guerra mondiale incluse nella terza residenza, Neruda trova la materia per la sua canzone epica: da questo momento in poi, il poeta sarà il cantante del movimento comunista. Le loro canzoni hanno la grandezza di lotta, il fuoco e il fervore incondizionato. Questa poesia impegnata fluisce direttamente, senza le esitazioni di residenza sulla terra, pieno di esclamazioni e immagini abbagliante. L'universo di Pablo Neruda ha già un senso, la sua poesia offre un ideale.
Ma dove Pablo Neruda raggiungere il possesso totale del bersaglio sotto forma di un ideale è il lungo poema Canto General, finito di scrivere nel 1949. Il poema è diviso in quindici parti. Nel primo, "Lampada on Earth", canta la nascita della vegetazione del suolo americano: il jacaranda, l'araucaria, larici, il ceibo, tabacco ("tabacco selvatico rosa / il tuo immaginario air rose"), mais ("come una lancia si è conclusa nel fuoco, / apparso mais"); l'emersione delle bestie, uccelli; la formazione di fiumi ("amato di fiumi, gocce combattute / trasparente e blu acqua / erano tatuati da fiumi"), sali minerali e gli uomini.
Questa prima parte è la canzone della formazione di America e ha tutta la grandezza che è il problema. Il tono epico appare costantemente percorsa da modi di un lirismo squisito. Rendendo tali lo sviluppo, la seconda parte, "Altezze di Macchu Picchu", esaltazione del già formato, ma la natura ancora vergine di America amata dal poeta: "qui sotto, in geologia, oro / come una spada avvolto in Meteor / immerse la mano travagliata e dolce / in più genitale del terrestre". Queste altezze sono un simbolo della purezza perduta, sono i più rappresentativi del continente: "mettere la parte anteriore tra le onde profonde, / è andato giù come una goccia tra solforico pace, / e, come un cieco, restituito al gelsomino / consumata primavera umana". Il tema della Vergine e intatta America si ripeterà nelle odi elementari.
La terza parte è intitolata "Los Conquistadores": questa America pura e intatta è distrutta dai conquistadores. Il poeta li accusa duramente e li insulta: Cortés, Alvarado, Ximenez de Quesada o Valdivia, perché a suo parere hanno tuffato le terre americane in una profonda agonia. Poi arriva l'esaltazione dei "Liberatori", titolo della quarta parte. Neruda medita l'azione del primo (Cuauthémoc, Caupolicán e Lautaro), gli indiani degli insorti del XIX secolo (o ' Higgins, San Martin, Sucre, Marti) e il leader del partito comunista. "La sabbia tradita" quinto, è un'accusa contro tutti coloro che, a giudizio del poeta, hanno tentato di corrompere America: dittatori, poeti, scrittori, diplomatici, esploratori o società anonime. Il sesto, intitolato "America, non invocano il tuo nome invano" sviluppa temi precedenti simile a un canto.
"Canto generale del Cile" è il titolo del settimo e costituisce un'evocazione della patria, gli amici e lotte, mentre l'ottavo, "la terra è chiamata John", contiene brani dedicati per i rivoluzionari, che simboleggia il poeta, nel poema finale, a John, il dipendente anonimo. Nel nono, "che il taglialegna risvegliare", Neruda è pronunciata contro i dittatori e influenza americana mentore. Il decimo, "Il fuggitivo", occupa la messa al bando e il pellegrinaggio del poeta. "Il fiore di Punitaqui", undicesima parte, tratta i problemi concentrati dal punto di vista sociale; il dodicesimo, "Fiumi di canzone", contiene lettere e memoriali e la tredicesima, il "Capodanno di corallo per la patria nel buio", è allo stesso conteggio tempo di lotte e invito a combattere.
Parte XIV, "Grande oceano", il poeta prende la canzone America, la sua grandezza, la vegetazione e la geografia, e nel quindicesimo, 'io sono', dà fede stessa e delle sue attività. Chiudere questa canzone e il libro su testamenti ("lasciare i sindacati / rame, carbone e nitrato / casa mia di mare di Isla Negra"), regime ("compagni, bury me a Isla Negra, / fronte mare so") e un "esplicito" dichiara dove la causa del canto e la data in cui è stato completato.

Ultima tappa

Generalità di canto è un libro complesso, con tutto il fasto che ha la poesia di Neruda, ma contemporaneamente con tutti i ballast portando sempre poesia impegnata. Da cantare l'opera di Neruda si affaccia su un nuovo corso. Da tutto l'amore (1953), poema puramente amorevole, uve e il vento (1954), che ha sollevato polemiche (egli ha scritto a Capri e canta "la libertà del vento, la pace tra le uve", con assoluta semplicità e senza dimenticare la sua ardente allusioni politiche), sembrava in cerca di un nuovo tono che è stato specificato nelle odi elementari (1954) e nuove odi elementari (1955) , le opere che ha iniziato una sorta di terza epoca nella poesia di Neruda, in una lingua perfettamente accessibile, Neruda diventa un poeta semplice e affabile, che ha celebrato le umili esseri e oggetti di uso quotidiano. Come indicano i loro titoli, l'autore canta le cose semplici ed essenziali: il carciofo, il rame, la cipolla, caldillo de congrio, filo, legno, povertà, pomodoro, costume, olio, calzini, SOAP, la lucertola, il Papa.
Sembra come se le cose traballante, polverose, in uno stato di disintegrazione, che è comparso in residenza sulla terra, addebitato improvvisamente la sua personalità completa, ha affermato il suo essere, la sua necessità di esistere. Neruda è disponibile in queste odi alla totale conquista dell'obiettivo. Il poeta il cantare a seconda delle necessità per l'uomo li e, di conseguenza, questi odi sono vera poesia sociale. Les è ancora qualcosa la terza residenza e generalità di Cantopoeta Marziale aria. E successivamente impostare indietro temi sviluppati trovare altri che sembrava inaspettato: aria, amore, fiore, chiarezza, il giorno felice, gioia, speranza, autunno, poesia, semplicità, tranquillità, estate, vita, stelle, la luna.
Uno delle odi che spiegano meglio questa trasformazione del poeta è intitolato "Ode alla gioia": "disprezzato te, gioia. Mi è stato consigliato male. / Luna / mi ha portato sulle loro strade. / Gli antichi poeti / mi ha prestato occhiali / e accanto a ogni cosa / un Nimbus scuro / put /... era sbagliato i miei passi / e oggi io ti chiamo, gioia. /... Con te tutto il mondo! / Con la mia canzone! / ... Nessuno non stupitevi perché voglio / dare agli uomini / i doni della terra / perché imparato a combattere / è il mio dovere di terra / diffondere la gioia. "/ E compiere il mio destino con la mia canzone". Alcuni di questi odi sono giochi di pure, altri sono esaltazioni della natura americana (soprattutto quelli dedicati agli uccelli).
Neruda ha cominciato a raccontare un piccolo fatto ascendere attraverso un'espressione semplice e poche fermate di metropolitana, abbagliante confronti; Così in "Ode al libro" (II): "libro / beautiful, / libro / minimo forest / foglio / dopo foglio, / smells / il vostro ruolo / elemento, / tu sei / mattina e sera, / cereali, / oceano...". Alcuni di questi odi sono dedicati ai poeti: César Vallejo, Jorge Manrique, Rimbaud e Walt Whitman. Ecco come gioca Jorge Manrique: "più tardi, gli ho detto: / ed è entrato il buon cavaliere / della morte." / Era verde argento / armatura / e gli occhi erano / come l'acqua marina. / Le mani e il viso / erano frumento. /... tuoi versi. "/ Di ferro e ombra erano / diamond / dark / taglio / erano / freddo / ponte della Spagna, in pietra, nell'acqua, / nel linguaggio". E contrasti di Neruda il suo stile al classico, che dicono che se ora canta ancora, "non per la morte / sarebbe / mia parola"..."è il momento / vita". L'atteggiamento di residenza sulla terra, odi elementari sono un'affermazione di vita e di speranza e ci sono tra le più pregevoli opere del grande poeta cileno. Alla fine del 1957 apparve a Buenos Aires, il terzo libro delle Odi elementari, che continua il trend che ha caratterizzato il precedente.
Con la tendenza a superare la segretezza dei suoi primi libri e incline alla semplificazione, ma rifuggire da questioni politiche, le sue opere ha continuato essere arricchita con nuovi titoli: nuova residenza sulla terra (1956), "estravagario" (1959), navigazioni e ritorni (1959) e amore Cento sonetti (1959) dedicato a Matilde Urrutia. Già era stato pubblicato nel 1957 in Santiago de Cile sue opere complete, in un lussuoso volume del 1265 pagine che, secondo Homer Castle, è stato considerato "l'evento editoria dell'anno".
Ad esso seguì, nel decennio successivo, Chanson de Geste (1960), Pietre del Cile (1961), piena potenza (1962), Memorial de Isla Negra (1964), arti degli uccelli (1966), una casa sulla sabbia (1966) mani del giorno (1968) e La Barcarola (1967). 1967 è il teatrale brillantezza e morte di Joaquín Murieta. Suoi ultimi volumi pubblicati erano la fine del mondo (1971), la spada di fuoco (1971), le pietre del cielo (1971) e l'incitamento al nixonicidio e lode per la rivoluzione cilena (1973). Tra i suoi postumi opere vale la pena di menzionare le sue memorie, confesso che ho vissuto, che sono stati pubblicati nel 1974.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici