Passa ai contenuti principali

Biografia di Pablo Escobar | Narcotrafficante.

(Pablo Emilio Escobar Gaviria; Rionegro, Antioquia, 1949 - Medellin, 1993) narcotrafficante colombiano. La violenza endemica che società colombiana stava soffrendo con scontri tra i vari guerriglieri rivoluzionari e l'esercito e i gruppi paramilitari, doveva essere aggiunto, dal 1980, l'aumento spettacolare dei cartelli della droga, le organizzazioni criminali focalizzate sul traffico di droga che accumulato fortune esorbitanti e che, nella sua ansia di egemonica, è venuto a scatenare una guerra contro lo stato. Il capo del cartello di Medellin, Pablo Escobar, era la figura iconica di questo periodo.
Biografia
Figlio di un amministratore di patrimoni e di un maestro di scuola rurale, Pablo Escobar ha lavorato dalla sua infanzia in vari mestieri, lavaggio auto o aiutando nei mercati; Egli era anche allevatore di mucche, per poi passare a prepotente a stipendio e ladro di automobili. La sua carriera criminale inizia con l'acquisto di oggetti rubati e contrabbando su piccola scala, fino a quando è entrato il traffico di marijuana e, infine, nella cocaina.

Pablo Escobar
Nel 1974 ha intrapreso la creazione di produzione di un business e distribuzione di cocaina che sarebbe cresciuta nel tempo a diventare una vasta organizzazione criminale dedicata principalmente al traffico di droga: il cartello di Medellín. Con Pablo Escobar come capo, il gruppo iniziò la sua attività verso il 1976, anno in cui Escobar è stato arrestato con 19 chili di cocaina, anche se il suo caso è stato respinto. L'organizzazione ha prosperato rapidamente e, all'inizio degli anni ottanta, Pablo Escobar era già proprietario di una fortuna considerevole.
Contro ciò che ci si aspetterebbe da un cappuccio impegnato in attività illecite, Escobar ha rifiutato di rimanere anonimo e assumendo il ruolo di uomo del popolo, finanziati piani di sviluppo per la periferia di Medellín: così è salito un quarto per disenfranchised chiamato Medellín senza baraccopoli o il quartiere di Pablo Escobar, un insieme di 780 Case unifamiliari costruiti con destinazione a persone nel bisogno. Questo gli permise di ottenere i voti che siete divennero Vice sindaco della città di Medellin.
Traffico di droga, nel suo desiderio di acquisire potere e gestione capacità avuto su più di una occasione ha contribuito soldi per le campagne presidenziale e parlamentari, stava cercando di ora penetrano nel cuore della società colombiana direttamente coinvolto nella politica. Pablo Escobar aveva formato un politico gruppo chiamato civico in corso, attribuita alla formazione del nuovo liberalismo e nel 1982 fu eletto deputato alternativo del parlamentare Antioqueño Jairo Ortega al Congresso della Repubblica. Non e ' stato un episodio isolato Escobar: un altro famoso narcotrafficante, Carlos Lehder Rivas, aveva creato un altro movimento simile a quello di Escobar, il movimento nazionale Latino.
Ma la nuova coalizione di liberalismo era guidata da un politico onesto, Luis Carlos Galán, che, avendo preavviso delle attività criminali di Escobar, riportato dal quotidiano El Espectador, lo espulse dal suo movimento. Questo ha messo una fine alla carriera di Escobar, anche se ancora promosso una serie di campagne di civiche e opere sociali con l'aiuto di sacerdoti Elias Loperas Cárdenas e Hernan Cuartas. Nel 1983 ritornò sotterraneo e per lungo tempo avrebbe avuto successo l'assedio periodica delle autorità colombiane e relative agenzie quali Interpol e la DEA.
Da quel momento, Luis Carlos Galán è diventato il grande nemico dei trafficanti di droga, che iniziò una persecuzione implacabile contro di lui e contro il suo movimento, sotto le istruzioni del proprio Escobar e Gonzalo Rodríguez Gacha. La classe politica, che fino ad allora aveva messo non esitano all'usufrutto di soldi di traffico di droga, sentito o fatto finta di essere offeso e minacciato dall'ascesa di Escobar e gli altri membri dei cartelli della droga. Il governo di Belisario Betancur (1982-1986) aveva cominciato nel 1983 riforma fiscale con il quale è voluto offrire legislazione dando la possibilità di incorporare i cosiddetti soldi "caldo" per l'economia del paese; Poi aveva discusso la possibilità di legalizzare le droghe e i suoi protagonisti principali. Tutto questo è stato messo in discussione.
La guerra dell'estradizione
Ma che più hanno protestato prima di un'eventuale incorporazione di trafficanti di droga alla vita politica del paese era gli Stati Uniti, un grande consumatore di droga che esportato Escobar; il governo americano ha cominciato a esercitare forti pressioni sulla politica colombiana attraverso la DEA (Drug Control Administration), ufficio del dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti dedicato all'inseguimento e controllo del traffico di droga.
L'ambasciatore americano in Colombia, Lewis Tamb, fu commissionato a rifiutare qualsiasi riavvicinamento con i trafficanti e formalmente chiesto la sua estradizione come una misura coercitiva, collegando già quindi il traffico di droga a guerrilla. Un grande dibattito è stato dato per e contro l'estradizione; i narcos, testa di Pablo Escobar, ha coniato una frase famosa: "Noi preferiamo una tomba in Colombia rispetto a una cella negli Stati Uniti".

Pablo Escobar con sua moglie, Victoria
Henao e suo figlio Juan Pablo
Carlos Jiménez Gómez avvocato e Presidente Betancur marciò contro l'estradizione di cittadini negli Stati Uniti, ma un fatto è venuto a cambiare la situazione: il 30 aprile 1984 al ministro della giustizia Rodrigo Lara Bonilla, sostenitore dell'estradizione e membro del nuovo liberalismo, è stato assassinato dalla mafia. Il governo Betancur dichiarò guerra contro il narcotraffico e molto particolare per il cartello di Medellin, che ha innescato un'ondata di omicidi che cadono i leader popolari e agraria, deputati e senatori, giornalisti e giudici, candidati per la presidenza e molti altri personaggi dalla vita nazionale come una risposta.
Nel frattempo, a capo del cartello di Medellin, Pablo Escobar era diventata praticamente monopolizzano la droga colombiani traffico, il controllo di gran parte delle rotte marittime tra il paese sudamericano con gli Stati Uniti. Il tuo impero di autentico business basato sulla cocaina era diventato uno degli uomini più ricchi del mondo. La situazione non migliorò sotto Presidente Virgilio Barco (1986-1990): pesava ancora la minaccia di estradizione di Pablo Escobar e altri boss mafiosi, che cominciò ad essere chiamato l'estradizione e seguita cadaveri riempiendo il paese, diventando un meccanismo di estorsione e di pressione contro l'azione criminale di stato.
Il cartello di Medellin ha causato panico collocando bombe auto nelle principali città per costringere il governo ad abolire l'estradizione dei colombiani negli Stati Uniti. Suoi scagnozzi hanno intrapreso numerosi attentati e omicidi, alcuni di loro massiccia, che ha scosso l'opinione pubblica mondiale. Nel 1989, in un attacco contro la sede del dipartimento amministrativo di sicurezza (DAS), hanno ucciso circa settanta persone. Direttore del giornale incorruttibile El Espectador, Guillermo Cano, è stato assassinato nel 1986. Lo stesso destino ha funzionato tre candidati nelle elezioni presidenziali del 1990: il citato Luis Carlos Galán nel 1989 e, un anno dopo, Carlos Pizarro Leongómez, leader di M-19 e Bernardo Jaramillo Ossa, capo dell'Unione Patriottica.
La Cattedrale
Infine, durante la presidenza di César Gaviria (1990-1994) ha approvato la costituzione del 1991, in cui era vietato l'estradizione di cittadini colombiani. L'inclusione di tale disposizione, che ha sconvolto gli Stati Uniti, significato una garanzia del massimo livello giuridico e ha dato luogo a che Pablo Escobar e altri membri del cartello di Medellin, come i Fratelli Ochoa, abbiamo deciso di arrendersi alla giustizia colombiano.
Nei precedenti negoziati, tuttavia, aveva accettato condizioni molto favorevoli per Escobar: non immettere una jail in esecuzione a fianco di altri criminali, ma uno nuovo che ha costruita la propria Escobar con i loro soldi per motivi di sua proprietà vicino la città di Envigado. Non soprannominata la Cattedrale, questa "prigione" dotata di tutti i lussi immaginabili ospitato più detenuti rispetto la propria Escobar e i suoi luogotenenti e collaboratori. Da lì ha seguito l'organizzazione senza scopo di lucro, sotto la protezione delle sue guardie del corpo dentro e fuori le forze di sicurezza colombiane di guida.
Questo scandalo ha causato una reazione arrabbiata negli Stati Uniti e corse la voce quel comando americano asaltarían la cattedrale sarebbe il capo. Sostenendo che la mancanza di sicurezza e l'influenza degli Stati Uniti interessi mettendo in pericolo la sua vita, e che garantisce che il governo aveva offerto era insufficiente, Pablo Escobar deciso, dopo tredici mesi di detenzione, lasciato il carcere, ha fatto qualcosa che senza troppe difficoltà il 22 luglio 1992. Tornò in clandestinità e l'ondata di sequestri di persona, ha approfondito le azioni di terrorismo ed estremista.
Ma questa nuova fase influenzata anche la famiglia del capo del traffico di droga, poiché era conforme le azioni violente del sedicente gruppo di Los Pepes (perseguitati da Pablo Escobar), che ha iniziato una campagna di attacchi contro la proprietà, famiglia, avvocati e collaboratori dell'autore del reato. In questa ondata di attacchi hanno eliminato molti dei suoi uomini di fiducia e la famiglia di Escobar ha iniziato una diaspora che ha tentato di trovare una nazione che desidera riceverli rifugiati come politici.
Il governo di César Gaviria, nel frattempo, offerto premi succosi per qualsiasi informazioni sulla sua sorte. Per più di un anno, riuscì a sottrarsi alla cattura, fino a quando finalmente il 2 dicembre 1993, quando egli aveva appena compiuto 44 anni, fu ucciso da blocco di quindici polizia ricerca (gruppo realizzata appositamente per la sua cattura) sul tetto della sua casa nel quartiere di America, Medellin, dopo aver fatto poche chiamate alla sua famiglia per essere posizionato. Si sposò con María Victoria Henao, che gli aveva partorito due figli: Juan Pablo e Manuela.
Così chiuso uno degli episodi più significativi della storia colombiana nella seconda metà del XX secolo. La caduta di Pablo Escobar ha condotto allo smantellamento di tutta la sua organizzazione, ma è stata sfruttata dal cartello di Cali (più moderno, discreto e influente negli ambienti politici e finanziari del paese) per assumere il controllo del traffico di droga in Colombia. Ha continuato l'infiltrazione della politica: nelle elezioni presidenziali del giugno 1994, i due candidati, Ernesto Samper e Andrés Pastrana, sono stati accusati di aver ricevuto finanziamenti dal cartello di Cali. È stato eletto Ernesto Samper (1994-1998), che, con noi aiutare, diede un definitivo per il colpo del cartello di Cali a sequestrare il loro leader, nel 1995 Gilberto Rodríguez Orejuela.
Un colpo così non era, naturalmente, alla fine del traffico di droga in Colombia, ma dal tempo dei grandi manifesti: da allora in poi, nessuna organizzazione di grandi dimensioni è venuto per copiare la maggior parte del mercato o per sfidare apertamente autorità nella misura di destabilizzare il paese. L'attività, secondo gli esperti, è atomizzata e specializzata, e i suoi leader di maggior peso, quando c'erano, erano meno potenti e sono rimasto in un piatto secondo discreto. Questo cambiamento ha contribuito per convertire a Pablo Escobar nell'emblema singolare di un momento storico unico e, insieme con il naturale fascino umano con l'epopea caratteristico del male, spiega l'appello risveglio ancora la sua figura, che era oggetto di libri, documentari, film e serie televisive dal.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…