RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Biografia di Octavio Augusto | Primo imperatore romano.

ADS

(Gaius Julius Caesar Octavio) Primo imperatore romano (?, 63 a. C. - Nola, Napoli, 14 d. C.). Proveniva da una ricca famiglia dell'ordine equestre Veletri (suo nonno era un banchiere e suo padre, Pretore di Macedonia). La madre era nipote di Julio César, che lo adottò nel 45 A.C. e lo nominò suo erede.
Dopo la morte di Cesare (44), impegnata nella lotta contro ciò che era stato suo luogotenente, Mark Antony; così hanno avuto il sostegno di Cicerone e i repubblicani del Senato, che ha sperato di dividere la cesaristas di fronte a loro C'era anche il sostegno di grandi finanziario (come sponsor), permettendogli di permettersi un proprio esercito.

Statua di Augusto
Dopo aver sconfitto Mark Antony nella battaglia di Modena, il Senato ha richiesto la nomina del console; rifiutata dalla sua giovane età (aveva solo 20 anni), Egli marciò su Roma e ha preso il potere senza combattere, poiché le legioni inviate contro di lui ha scelto di sostenerlo.
Dall'anno 43 A.C., Octavio Augusto fu console e fu concesso poteri straordinari. Di fronte alla resistenza dei repubblicani Bruto e Cassio, forte in Oriente, Octavio ha deciso di allearsi con i loro ex nemici, Marco Antonio e Marco Emilio Lepido (Bologna, 43 intervista) e con loro formano un triumvirato. Quindi iniziò la persecuzione dei repubblicani (che Cicerone è morto), che culminò nella battaglia di Filippi in Macedonia (42).
Reietto Lepido, Octavio diviso è potere infatti con Marco Antonio, lasciando a questi ultimi la parte orientale, mentre rimase a Roma e controllato la parte occidentale. Il confronto tra i due portarono alla guerra di Perugia (41), in cui il capo militare di Octavio Augusto, Lisa, sconfitto il Anthony. La conferenza di Brindisi (40) stabilito una nuova divisione delle sfere di influenza tra i triumviri: Octavio dominato in Occidente; Marco Antonio in una limitata est, raggiungendo solo fino al fiume Drin (in Albania); Lepido in Africa; (e) l'Italia è stata considerata neutralizzato sotto il governo congiunto dei Triumviri. Il matrimonio tra la sorella di Ottaviano e Antonio sigillato la pace, che è rimasto per quattro anni.
Inoltre, ha ricevuto 39 Sesto Pompeo Sicilia, Sardegna, Corsica e Acaia, con l'impegno di tenere grano Roma fornito; ma in 36 Octavio avuto a che fare con Sextus Pompey, che sconfisse nella battaglia di Nauloque (Sicilia). Octavio Augusto governo divenne popolare in Occidente sotto la sua spinta all'agricoltura e all'integrazione delle province con Roma.
Nel frattempo, Marco Antonio aveva ceduto all'influenza di Cleopatra VII d'Egitto e praticato una politica orientalizzante, poco favorevole agli interessi romani; Octavio esplose in suo favore questa circostanza, dichiarando guerra Cleopatra in 32 (tolemaica ' guerra'). Dopo la vittoria navale di Azio (31), è venuto ad Alessandria, dove Antonio e Cleopatra si suicidò (30). Con l'annessione dell'Egitto, Octavio ha dato Roma il controllo di tutto il Mediterraneo.
Approfittando del suo prestigio, Octavio trasformato il regime politico della Repubblica romana in una sorta di monarchia che riceve i nomi di Principato o Impero; il nuovo regime ha consistito di un equilibrio di potere tra il Senato e il popolo romano, da un lato e l'imperatore e la sua casa, da altro.
Inizialmente, è stato rinnovato ogni anno il termine come consul in solo, che era l'aggiunta di nuovi titoli che hanno riaffermato il loro potere; Princeps senatus (il primo dei senatori) in C. a. 28; Augustus (titolo religioso che riflette la sua missione divina) e imperator proconsulare di Gallia, Hispania e Siria (che gli diede il comando militare) 27; durata Tribune (con potere di veto sulle decisioni dei giudici) 23; permanente console e prefetto della morale nel XIX secolo; grande sommo sacerdote (testa religiosa dell'Impero) a 12; e "padre della patria" durante l'anno 14
Anche se ha rifiutato la sua divinizzazione in vita, Octavio Augusto ha preso a suo favore il culto del genio, favorendo un culto all'imperatore che divenne un ulteriore collegamento tra gli abitanti dell'Impero. Allo stesso tempo, riformato le istituzioni romane, adattandoli alle necessità di gestire un vasto impero: creato il Consiglio del Principe, organo di governo composto da uomini di sua fiducia (Lisa, mecenate delle arti); E divisa in Province Senatorial (affidate a un governatore senza un comandante nominato dal Senato) e imperiale (un'eredità dell'imperatore-guidato); Egli riorganizzò la tassazione, sottoponendola a gestione diretta e rendendolo meno gravose; protetto il culto; Egli favorì l'ordine equestre contro l'aristocrazia senatoriale; Ha detto che i confini dell'Impero contro i parti e i tedeschi; e continua espansione nella zona del Danubio e del Mar Nero. Tra i punti deboli del loro potere è non avere successore (non ebbe figli dai suoi tre matrimoni); alla fine adottare suo genero Tiberius, quale si associò al potere dal 13 d. C. e che accada senza difficoltà dopo la sua morte.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata