Biografia di Nelson Mandela | Attivista e politico.

(Nelson Rolihlahla Mandela;) Mvezo, Transkei, 1918 - Johannesburg, 2013) dell'africano del sud e attivista politico che ha portato i movimenti contro l'apartheid e che, dopo una lunga lotta e 27 anni in prigione, ha presieduto il primo governo che ha messo fine al regime razzista nel 1994. Il XX secolo sinistra due guerre mondiali, campi di concentramento e terrore atomico, ma anche grandi campioni della lotta contro l'ingiustizia, come Mahatma Gandhi o Martin Luther King. L'ultimo e più carismatico di loro fu Nelson Mandela.

Nelson Mandela
Come quella di qualsiasi bambino africano nelle zone rurali, l'infanzia di Nelson Mandela è stato speso tra giochi e a stretto contatto con le tradizioni del suo popolo. Figlio del capo di una tribù, che si trovava il nome Rolihlahla, che significa cattivo, ma all'età di sette anni, così poté assistere alla scuola metodista, fu battezzato con il nome di Nelson nella Chiesa Transkei; ormai famoso, suoi compatrioti chiamano Madiba, il suo nome di clan. Due anni più tardi, a causa della morte di suo padre, il piccolo Nelson è stato lasciato alle cure di suo cugino, il grande Capo Jongintaba; con quello che è dedicata all'ascolto dei capi tribali e divenne consapevole del senso della giustizia.
Età di sedici anni, entrò a far parte del Consiglio tribale; tre anni dopo, nel 1937, entrò nella scuola di imbarco per i neri di Ford lepre per proseguire gli studi superiori. Ma nel 1941 quando hanno appreso che Capo Jongintaba avesse organizzato un matrimonio per lui, Mandela ha deciso di lasciare il loro villaggio e lasciato per Johannesburg. Scarsamente stabilito nel quartiere affollato di Alexandra, poco dopo il suo arrivo ha incontrato Walter Sisulu, che hanno bloccato un'amicizia che sarebbe stato decisiva in tutte le aree: ha influenzato le sue idee politiche, lo aiutò a trovare un lavoro e finire i suoi studi di legge e lo presentò a suo cugino Evelyn Mase, a contrarre matrimonio nel 1944.
Un leader Nato
Sia Walter Sisulu e la miriade di persone che hanno avevano contatti con Mandela durante la sua vita d'accordo la straordinaria personalità. Il potere di seduzione, la fiducia in se stessi, la capacità di lavorare, coraggio ed integrità sono tra le virtù che brillava di là di dove dovrebbero essere. Sisulu immediatamente catturato la sua innata abilità come leader e introdotta in African National Congress (ANC), un movimento di lotta contro l'oppressione che per decenni sofferenza è venuto dai sudafricani neri. Presto le sue qualità sarebbe localizzato in posizioni di rilievo dell'organizzazione. Nel 1944, Mandela è stato uno dei principali fondatori della lega di congresso della gioventù, che costituiscono il gruppo dominante del Congresso nazionale africano; sua ideologia era un socialismo africano: nazionalista, antirazzista e anti-imperialista.
Nel 1948 egli è salito al potere il partito nazionale, che ha istituzionalizzato la segregazione razziale creando il regime dell'apartheidin Sud Africa. Infatti, il razzismo istituzionale è tornato in Sud Africa almeno al 1911, data di una disposizione discriminatoria che vieta i neri di posti di lavoro qualificati. Molte misure emanate nei decenni successivi (36 in totale) erano stato già, ad esempio solo, ad esclusione dei neri e meticci dalle liste elettorali.
La vittoria del partito nazionale di Afrikaaners (bianchi discendenti dei boeri olandesi hanno colonizzato il paese) è venuto a confermare ed estendere ciò che già esiste senza eufemismi: il governo di Daniel Malan (1948-1954) è aumentato di un completo sistema di segregazione e discriminazione sociale, economica, culturale, politico e territoriale contro la maggioranza nera; Si chiamava apartheid o "separare lo sviluppo di ogni gara nella zona geografica che è assegnata ad esso", secondo la definizione ufficiale. I seguenti governi, presieduti da Strijdom e Verwoerd, ha continuato la politica identico. Un decreto del 1949 ha proibito i matrimoni misti; altre normative e regolamenti successivi finito di configurare il sistema segregazionista: riconoscimento ufficiale delle gare, segregazione al momento dell'uso dei servizi (compreso lo spazio delle spiagge) e separazione nelle fabbriche e sui mezzi pubblici.
Sotto l'ispirazione di Gandhi, l'African National Congress ha sostenuto non violenti metodi di lotta: la lega della gioventù del Congresso (presieduto da Mandela nel 1951-1952) organizzato campagne di disobbedienza civile contro le leggi segregazionista. Nel 1952, Mandela è andato a presiedere la Federazione del Congresso nazionale africano della provincia sudafricana del Transvaal, al tempo guidato da volontari che ha sfidato il regime; Infatti era diventato il leader del movimento.

Mandela e Winnie il giorno del vostro matrimonio (1958)
Repressione prodotte 8.000 arresti, tra cui quella di Mandela, che è stata limitata a Johannesburg. Ci ha fondato il primo studio legale Sud Africa nero. Era stato gradualmente abbandonando sua posizione africanista e adottato l'ideologia dell'umanesimo internazionalista che potrebbe contenere tutta la sua vita. Nel 1955, soddisfatte le loro frasi, riapparso in pubblico, promuovendo l'adozione di una carta delle libertà, che è incarnato l'aspirazione di uno stato multirazziale, egualitario e democratico, riforma agraria e una politica di giustizia sociale nella distribuzione della ricchezza. In quegli anni un'altra donna ha scoppiato con forza nella sua vita: l'assistente sociale Nomzano Winnie Madikizela, meglio conosciuto come Winnie Mandela, che sposò nel 1958.
L'esacerbazione dell' apartheid
L'indurimento del regime razzista raggiunse il suo culmine nel 1956, con il piano del governo per creare le prenotazioni di sette o bantustan, presumibilmente indipendente territori marginali in cui si intendeva limitare alla maggioranza nera, che rappresenta oltre il settanta per cento della popolazione. Come ha comportato condannando i neri non solo alla emarginazione, ma anche alla miseria: quelle terre non potevano offrire un mezzo di vita perché essi sarebbero troppo popolate affinché l'agricoltura potrebbe dar loro da mangiare, o che loro industrie dovrebbero dare lavoro a tutti. Inoltre, il potere bianco non sarebbe mai interessato nella creazione di qualsiasi industrie importanti in tali riserve dal pericolo che sarebbe competitivo per quanto riguarda le aree bianche della Repubblica.
L'ANC ha risposto con dimostrazioni e boicottaggi che ha portato all'arresto della maggior parte dei loro capi; Mandela venne accusato di alto tradimento, processato e rilasciato per mancanza di prove nel 1961. L'uccisione di Sharpeville, in cui polizia aprì il fuoco su una folla disarmata per protestare contro le leggi razziste, uccidendo 69 manifestanti (1960) ha avuto luogo durante il lungo processo. L'uccisione consigliato al governo di dichiarare lo stato di emergenza, in virtù della quale i leader dell'opposizione nera arrestato: Mandela è stato arrestato diversi mesi senza processo.
Quegli eventi ha finito per convincere i leader dell'incapacità dell'African National Congress continuare la lotta per i metodi non violenti, che fare non indebolito il regime e che ha suscitato un'altrettanto sanguinosa repressione. Nel 1961, Mandela fu eletto segretario onorario del Congresso di azione nazionali in tutta l'Africa, un nuovo movimento sotterraneo adottato il sabotaggio come strumento di lotta contro il regime di recente proclamata Repubblica del Sud Africa; È stato anche responsabile di dirigere il braccio armato dell'African National Congress (la lancia della nazione). Sua strategia focalizzata sulla attaccando strutture di rilevanza economica o di valore simbolico, escluse minacciano la vita umana.

Mandela in prigione, poco prima della sua uscita
Nel 1962 si recò in vari paesi africani, la raccolta di fondi, ricevendo l'addestramento militare e fare propaganda della causa dell'africano del sud; al suo ritorno, Mandela fu arrestato e condannato a cinque anni in prigione. Mentre era ancora in prigione, fu uno dei otto leader del germoglio della nazione dichiarata colpevole di sabotaggio, tradimento e violento cospirazione per rovesciare il governo nel processo di Rivonia (1963-1964), cui distretto è andato a giudica un famoso appello finale, pieno di forza e di dramma, che non ha impedito che sono stati condannati all'ergastolo. Nonostante che si trovano in cattività, nello stesso anno è stato nominato Presidente del Congresso nazionale africano.
Dal carcere alla presidenza
Prigioniero per 27 anni (1963-1990) in condizioni spaventose, il governo del Sud Africa ha respinto tutte le richieste che suo rilascio. Nelson Mandela è diventato un simbolo della lotta contro l' apartheid all'interno e all'esterno del paese, in una figura leggendaria che ha rappresentato la sofferenza e la mancanza di libertà per tutti i sudafricani neri.
Nel 1984 il governo cercò di porre fine a tale mito scomodo, offrendogli la libertà se accettò di stabilirsi in una delle patrie a cui il regime aveva ricevuto una finzione di indipendenza; Mandela ha rifiutato l'offerta. Durante quegli anni sua moglie Winnie simboleggiava la continuità della lotta, raggiungendo posizioni importanti nel Congresso nazionale africano. Il fervente attivismo, Winnie non era senza scandali; anni dopo, già negli anni novanta, esso sarebbe stato avvolto in un processo controverso dove fu accusato di omicidio, anche se lei è stato assolto.
Infine, Frederik De Klerk, Presidente della Repubblica per il partito nazionale, ha dovuto cedere alle prove e aprendo la strada a smantellare la segregazione razziale. Nel febbraio 1990, legalizzato l'African National Congress e liberato Mandela, che divenne il suo principale interlocutore per negoziare lo smantellamento dell'apartheid e la transizione verso una democrazia multirazziale; Nonostante la complessità del processo, entrambi erano in grado di completare con successo i negoziati. Mandela e De Klerk ha condiviso il premio di pace Nobel in 1993.

Mandela e Frederik De Klerk nella consegna del Nobel
Le elezioni del 1994 a Mandela divennero il primo presidente nero del Sud Africa (1994-1999); da tale ufficio ha lanciato una politica di riconciliazione nazionale, mantenendo come Vice Presidente De Klerk e cercando di attirare nella partecipazione democratica alla maggioranza zulù del partito Inkhata ribelle. Un film diretto dal regista americano Clint Eastwood, Invictus (2009), rifletterebbe piuttosto fedelmente il Mandela di quegli anni; suo sostegno per una squadra nazionale formata dai bianchi durante la Coppa del mondo di Rugby nel 1995, tenuta in Sud Africa, dimostra il suo impegno per l'integrazione della minoranza bianca e la maggioranza nera di quell'evento sportivo e la sua determinazione a costruire una nazione per tutti i sudafricani, indipendentemente dalla razza.
Mandela ha cominciato la ricostruzione e il piano di sviluppo, che ha attribuito grandi quantità di denaro per migliorare il tenore di vita dei sudafricani neri su questioni quali istruzione, alloggio, assistenza sanitaria o di lavoro e anche richiesto la stesura di una nuova Costituzione per il paese, che finalmente è stato approvato dal Parlamento nel 1996. Un anno più successivamente ha consegnato la leadership dell'africano nazionale Congresso Thabo Mbeki, destinato a diventare il suo successore alla presidenza. Nel 1998, due anni dopo aver divorziato Winnie, sposò Graça Machel, vedova dell'ex presidente di Mozambico Samora Machel.
Insieme con l'arcivescovo Desmond Tutu, che ha presieduto la Commissione di verità e riconciliazione, Nelson Mandela ha presentato la relazione con le conclusioni della Commissione nel giugno 1998. La dimensione del leader africano è diventato chiara ancora una volta quando, contro il parere del Congresso nazionale africano, ha approvato le conclusioni della relazione, che indica non solo gli abusi e i crimini del regime segregazionista, ma anche quelli commessi dai vari gruppi di movimenti di liberazione, tra cui l'African National Congress. Tre mesi prima della scadenza del suo mandato, Mandela ha annunciato che non volevo essere rieletti. Gli succedette nella presidenza Thabo Mbeki, Victor nelle elezioni del giugno 1999.
Lontano dalla vita politica da quell'anno, ha ricevuto diversi premi, anche se i loro problemi di salute è diventato sempre più sporadiche apparizioni pubbliche. Nonostante il ritiro, il fervore che Mandela si svegliò suoi compatrioti seguita in diretta: nel 2010 era presente alle cerimonie della Coppa del mondo del Sud Africa e ha ricevuto il caloroso sostegno dalla folla; nel luglio 2013, essendo il leader gravemente malato, che gli africani sono andato per le strade a festeggiare il suo novantacinquesimo anniversario. Elevato alla categoria di uno dei più carismatici e influenti del XX secolo, la sua figura è entrato nella storia come l'incarnazione della lotta per la libertà e la giustizia e come simbolo di un'intera nazione.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici