Biografia di Luis Figo | Giocatore di gioco del calcio.

(Lisbona, 1972) Giocatore di gioco del calcio portoghese, considerato come uno dei migliori interni del calcio mondiale. Luis Filipe Madeira Caeiro, conosciuta nei media sport con il soprannome di Figo, era Nato il 4 novembre 1972 all'Ospedale Sao Jorge do Arroio a Lisbona, come l'unico figlio del matrimonio umile formata da António Caeiro, che gestiva un negozio di alimentari di negozio modesto a Almada e Maria Joana Madeira.
Egli era un buon studente che si è dato molto buona matematica, ma ben presto dovette abbandonare la scuola per dedicarsi completamente alla realizzazione del suo sogno: essere un calciatore di fama mondiale. Ha iniziato a dare la palla a otto anni nel barocco B, un modesto club dal quartiere dei lavoratori dove era nato. All'età di dieci è diventato Os Pastilhas, dove già catturato l'attenzione degli esploratori del Sporting di Lisbona, il fiore all'occhiello del suo ambiente.

Luis Figo
All'età di dodici anni piccolo Luis superato le prove ed è stato integrato in più bassi livelli del club di Lisbona. Ha evidenziato il resto dei suoi compagni e ha debuttato con la selezione under-16, che nel 1989 è diventato campione d'Europa. Era emersa una generazione di giocatori portoghesi che presto ha fatto ricordare il tempo della grande Eusebio e Figo era la stella più brillante. Questa progressione ha permesso che il 1° aprile 1990 debuttò con la prima squadra dello Sporting in un match competitivo prima della maritime. Aveva solo diciassette anni.
L'anno seguente fu proclamato campione del mondo di Portogallo della gioventù. La sua performance in questo torneo e suo ruolo dello Sporting valso al debutto con la prima squadra nel 1992, per mano di Carlos Queirós, che era il suo allenatore allo Sporting Lisbona.
L'idolo FC Barcellona
Suo grande gioco con la squadra di Lisbona contro il Real Madrid nella Coppa UEFA 1994 fatto le due squadre di calcio spagnole leader saranno pubblicato su di esso. Jorge Valdano, Real Madrid, ha insistito sulle assunzioni, ma solo offerto 40 milioni di pesetas. Nessun accordo è stato raggiunto e poi la F. C. Barcelona spinto per lui.
Tuttavia, la sua assunzione non era facile, perché fino a quando la barca chiamato alle loro porte, Figo aveva avviato trattative con due squadre italiane, Juventus e Parma, cosa che avrebbe potuto proporre una pena di due anni lasciando sporting. Luisito, pertanto si unì alla squadra FC quasi involontariamente. E ' stata una scommessa di Johan Cruyff, l'allenatore di Barca, che, per 230 milioni di pesetas - niente di moderato tempo-, impegnati i servizi emergenti portoghese per cancellare le tracce del finora Idol delle cule fan, Michael Laudrup, che era andato al Real Madrid a causa delle differenze con l'allenatore olandese.
Figo è stato presto fatto un buco nel camerino e un posto privilegiato nel cuore dei tifosi catalani, che è diventato il portabandiera di un nome e la parte fondamentale della squadra vince. Nella F. C. Barcelona sempre dimostrato la qualità pur essendo sotto il comando di tre allenatori con stili molto diversi: Cruyff, Bobby Robson e Louis van Gaal. Con loro, il portoghese ha mostrato la sua capacità di adattarsi a qualsiasi sistema di gioco. Stadio di Barcellona, Figo ha vinto una Supercoppa di Spagna, due Copas del Rey, due campionati, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa UEFA.
Nel 2000 Figo evidenziato notevolmente grazie alle sue eccellenti prestazioni in Euro delle Nazioni, dove alla fine Portogallo è caduto ingiustamente in Francia, con un gol da calcio di rigore segnato da Zinedine Zidane, che avrebbe potuto competere con i portoghesi in voti per l'elezione del miglior calciatore del mondo durante l'anno.
Eroe o cattivo?
Il nome del punto di Figo, l'estate di quell'anno, superato le prime pagine dei giornali nel calore delle campagne elettorali per le presidenze del Real Madrid e F. C. Barcelona. Il candidato del Real Madrid, Florentino Perez, ha giocato la scheda del briscola decisiva della firma dei portoghesi, simbolo del denominato sconfiggendo Lorenzo Sanz, che, nonostante il fallimento economico, aveva un equilibrio abbagliante nello sport: un campionato e due Coppe europee in tre anni. Perez ha firmato un pre-contratto con il rappresentante del giocatore, José Veiga, per cui il Figo, previo pagamento del tuo favolosa clausola di cessazione - 10000 milioni di pesetas, era per il Real Madrid se il candidato del Real Madrid è stato eletto Presidente.
L'accordo era una clausola aggiuntiva che era, almeno, curiosa: se una delle parti non conformi quanto è stato concordato, deve risarcire gli altri 5 miliardi di pesetas. Questa circostanza ha permesso di Florentino prestano un ordago durante la campagna: se io sono il Presidente e Figo non venire quest'anno al Real Madrid, cambiale [con i soldi che mi darà Figo, dovrebbe pensare] fertilizzanti la seguente stagione a tutti i partner. A Barcellona, i membri del team catalano strofinato le mani, perché tutti i candidati alla presidenza della squadra ha sostenuto, senza fornire prove, che la stella portoghese non si muoverà dal Camp Nou.
Tuttavia, è stato scelto Florentino, adempiuto il suo contratto e Figo, che Joan Gaspart ha rifiutato di dare 5 miliardi per compensare il Real Madrid, anche. I portoghesi, affiancato da Alfredo di Stefano e dal nuovo Presidente, posato in piena ondata di caldo con la sua nuova maglia, che è andato da eroe a traditore e disprezzato a idolatrato, secondo i colori della squadra da cui contemplano sono quella operazione complessa che ha segnato una pietra miliare nel mondo dei trasferimenti, perché era il più costoso nella storia.
L'esplosione monumentale che Figo è stato ricevuto dopo il suo ritorno al Camp Nou con il rosso dell'arco rivale servita a Madrid ha aumentato l'affetto verso la stella umiliata e per accelerare l'integrazione dell'ex barcelonista sulla sua nuova squadra, Raúl González. Dopo quello sfortunato show cast un hobby che si sono sentiti tradito nei loro sentimenti più sacri, l'argomento che figo stava svanendo, ma la ferita non cicatrizaría mai del tutto.
L'atleta premiato
Nel gennaio 2001, mentre l'anno precedente Figo aveva non ha vinto alcun trofeo, o con il vostro club o la selezione portoghese, ha ottenuto il pallone d'oro in riconoscimento della sua carriera fenomenale. Aveva già ventotto anni e i francesi, mentre un altro candidato preferito era Zidane (del mondo e campione europeo con la selezione), lasciato da parte la loro proverbiale sciovinismo e hanno optato per il giocatore portoghese, che ha raccolto così la testimonianza di Eusebio, premiato Trofeo identico nel 1965.
Poco dopo, Figo è stato distinto, a Londra, con il premio assegnato dalla prestigiosa rivista Mondo Sport al miglior giocatore dell'anno nelle votazioni con Internet. Il calciatore portoghese ha guadagnato altri premi: miglior giocatore del campionato 1999-2000, secondo gli allenatori di prima divisione in Spagna; miglior giocatore del Portogallo (1995 e 1996); secondo miglior giocatore del mondo, alle spalle di Zidane (2000); miglior calciatore portoghese nel mondo assegnato dal giornale portoghese una Bola (2001) e la personalità dell'anno 2001, secondo l'associazione della stampa estera in Portogallo, considerando che era che avevano contribuito a migliorare l'immagine del paese all'estero. In Portogallo non voleva che nessuno indifferente, e premio Nobel José Saramago, a lusingare lui, ha detto: «io sono la letteratura Figo».
Con scheda unica di ricavi che nel 2001 hanno superato il 1 miliardo di pesetas netti all'anno e con un contratto fino al 2006, potevano permettersi di tutti. Stava guidando una Porsche nera con iscrizione di Madrid e nel 2001 acquistata una casa a urbanizzazione Conde Orgaz Park. Figo raccoglie orologi e altri oggetti di valore, ma la maggior parte dei loro investimenti loro dedicato al settore immobiliare a Vilamoura (Algarve). Egli vive con Helene Swedin, un modello svedese che hanno sposati nel 2001 e con il quale ha una figlia di due anni, Daniela. È un cinefilo incallito, per lo più di film d'azione, commedie di entanglement o qualsiasi film che loro attori preferiti cast: Michael Douglas, Dustin Hoffman, Michelle Pfeiffer e Carri Ottis.
Figo non dimentica le sue radici. È un uomo solidale che si sente impegnata a problemi sociali, odia i farmaci e le guerre. In 2001, ha salvato la sua squadra prima della scomparsa attraverso l'acquisto di un edificio con il quale l'entità potrebbe approvare un milionario di credito. E di non rinunciare ai suoi principi: uno dei suoi migliori amici è ancora l'ex giocatore di F. C. Barcellona Josep Guardiola. A Cesare ciò che è di Cesare e a Figo di Figo. Anche quando si trasferì da Sporting Lisbona, fan chiamavano traditore, ma egli rimane un sostenitore del club.
Idolatrato dai tifosi del Real Madrid e odiato dal la F. C. Barcelona, esso tuttavia è ammirato da tutti gli amanti del calcio allo stato puro, a causa della sua forza, dribbling, visione di gioco e offre assoluta. Timida, risposte monosillabiche, ma famoso destinati a subire un logorio fisico sulle stelle nel campo, ha abbagliato i fan di tutto il mondo con la sua capacità di aggirare il nemico e dalla sua precisione passa dall'ala destra, che consentono di creare molte occasioni di gol in ogni partita.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici