Biografia di Karl Marx | Pensatore socialista e attivista.

(Trier, il Prussia ad ovest, 1818 - Londra, 1883) Pensatore socialista e attivista rivoluzionario di origine tedesca. L'opera di un filosofo ha raramente avuto così vaste e tangibili conseguenze storiche come quella di Karl Marx: la rivoluzione russa del 1917 e dalla caduta del muro di Berlino nel 1989, metà dell'umanità ha vissuto sotto regimi politici che sono stati dichiarati eredi del suo pensiero. Contro quello che potrebbe sembrare, il fallimento e crollo del comunista blocco non parla contro Marx, ma contro certe interpretazioni del suo lavoro e la prassi rivoluzionaria del leader che il filosofo non sapevo, e che un po' profeticamente dissociato affermando che egli non era marxista.

Karl Marx
Certamente fallito le sue previsioni circa l'inevitabile crollo del sistema capitalista, ma contro i socialisti utopistici, solo che lei si interessò di aveva come società organizzata. Invece, Marx proposto di sviluppare un socialismo scientifico che è stato basato su uno studio dettagliato del capitalismo dal punto di vista economico e ha rivelato le perversioni e inerente ingiustizie del sistema capitalista; in tale analisi, fecondo dagli sviluppi successivi e attuali sotto molti aspetti, è il vero valore della sua eredità. In ogni caso, innegabilmente l'altezza dei suoi ideali; mai bramato niente tranne "lavorare per l'umanità", nelle sue proprie parole. E, riferendosi al suo libro capitale, ha detto: "Dubito che chiunque ha scritto molto di soldi avendo così poco".
Biografia
Karl Marx è venuto da una borghesia famiglia ebrea; suo padre era un avvocato recentemente convertito al luteranesimo. Ha studiato presso le Università di Bonn, Berlino e Jena, studente di dottorato in filosofia da quest'ultimo nel 1841. Da quel momento il pensiero di Marx si sieda sulla dialettica di Hegel, ma sostituito l'idealismo hegeliano per una concezione materialista, secondo la quale le forze economiche costituiscono l'infrastruttura sottostante che, in ultima analisi, determina fenomeni di «superestructurales» come l'ordine sociale, politico e cultura.
Nel 1843 sposò Jenny von Westphalen, cui il padre ha cominciato a Marx nell'interesse nelle dottrine razionalistiche della rivoluzione francese e primi pensatori socialisti. Diventare una carbossimetilazione radicale, Marx ha funzionato per un po ' come insegnante e giornalista; ma le sue idee politiche fu costretto a lasciare la Germania e si stabilì a Parigi (1843).
Poi ha stabilito una duratura amicizia con Friedrich Engels, che si rifletterebbe nella stretta collaborazione intellettuale e politica di entrambi. Egli fu espulso dalla Francia nel 1845 e si rifugiò a Bruxelles; Infine, dopo un breve soggiorno a Colonia per sostenere le tendenze radicali presenti nella rivoluzione tedesca del 1848, si recò a condurre una vita più stabile a Londra, dove la maggior parte del suo lavoro scritto sviluppata dal 1849. Sua dedizione alla causa del socialismo ha sofferto grande materiale difficoltà superate grazie all'aiuto finanziario di Engels.

Engels e Marx
Marx ha lasciato la critica di ex socialisti, a cui hanno descritto come 'utopica', anche se ci sono voluti molti elementi del suo pensiero (in particolare, da autori come Robert Owen, Saint-Simon e Charles Fourier). Tali pensatori erano state limitate a immaginare come potrebbe essere la società perfetta del futuro e spero che la sua attuazione sarebbe la convinzione generale e l'esempio di alcune comunità esemplare.
D'altra parte, Marx ed Engels hanno voluto fare un "socialismo scientifico", basato sulla critica sistematica dell'ordine stabilito e scoperta oggettiva delle leggi che porterebbe al loro superamento; la forza della rivoluzione (e non la tranquilla convinzione o riforme graduali) sarebbe il modo per porre fine alla civiltà borghese. Nel 1848, su richiesta di un rivoluzionario clandestino lega formata da emigranti tedeschi, Marx ed Engels utilizzato tali idee nel Manifesto del partito comunista, un pamphlet di retorica incendiaria nel contesto delle rivoluzioni europee del 1848.
La capitale
Più tardi, durante il suo soggiorno in Inghilterra, Marx approfondito lo studio dell'economia politica classica e basandosi principalmente sul modello di David Ricardo, costruito la propria dottrina economica, che ha modellato nella capitale; Quest'opera monumentale è venuto solo a pubblicare il primo volume (1867), mentre le restanti due sarebbe modificarli dopo la sua morte suo amico Engels, mettendo in ordine i manoscritti preparati da Marx.
Sulla base della dottrina classica, secondo cui solo lavoro umano produce valore, Marx ha detto lo sfruttamento del lavoratore, di brevetto nell'estrazione di plusvalore, cioè, il parte di lavoro non retribuito al lavoratore e appropriati per il capitalista, da dove proviene l'accumulazione del capitale. È stato asserito che l'essenza ingiusta, illegittima e violento del sistema economico capitalistico, che si basava sulla dominazione del genere esercitato dalla borghesia.

Karl Marx
Tuttavia, la sua analisi ha sostenuto che il capitalismo ha avuto carattere storico, come qualsiasi altro sistema e non ha risposto a un ordine naturale immutabile e aveva cercato i classici: come egli era emerso da un processo storico da cui sostituito feudalesimo, capitalismo era destinato al lavabo by le proprie contraddizioni interne, dando il via al socialismo. La tendenza inevitabile per i tassi di declino di guadagno che potrebbe tradursi in crisi periodiche di intensità aumentata per raggiungere il crollo virtuale della società borghese; quindi, la logica del sistema sarebbe hanno polarizzato la società in due classi in conflitto di interessi inconciliabili, in modo tale che le masse proletarizadas, consapevole del suo sfruttamento, finirebbe per protagonisti della rivoluzione che sarebbe inaugurare nel socialismo.
In altre opere, Marx ha completato la base economica del loro ragionamento con altre considerazioni storiche e politiche: sottolineato la logica della lotta di classe che, a suo parere, si trova nella storia dell'umanità e che rende questo advance balzi in dialettica, risultato della rivoluzionaria shock tra sfruttatori e sfruttati, come trascrizione della inevitabile contraddizione tra lo sviluppo delle forze produttive e la camicia di forza che sottoposto rapporti sociali di produzione.
Marx ha anche detto l'obiettivo finale della rivoluzione socialista che si aspettava: l'emancipazione globale e definitivo dell'uomo (di abolire la proprietà privata dei mezzi di produzione, che era la causa dell'alienazione degli operai), completando così l'emancipazione puramente giuridico e politico dalla rivoluzione borghese (che identificati con il modello francese). Su tale base, Marx aveva puntato verso un futuro, socialista intesa come la piena realizzazione delle idee di libertà, uguaglianza e fraternità, a seguito di un'autentica democrazia; la ' dittatura del proletariato "avrebbe un carattere puramente strumentale e transitoria, l'obiettivo era il rafforzamento del potere statale con la nazionalizzazione dei mezzi di produzione, ma il passo (il più presto possibile) la fase comunista in cui contraddizioni di classe mancante, non sarebbe più necessario il potere coercitivo dello stato.
La prima internazionale
Marx era anche un instancabile attivista della rivoluzione dei lavoratori. Dopo la sua militanza nella minuscola lega dei comunisti (disciolto nel 1852), si trasferì negli ambienti dell'esiliati rivoluzionari cospiratori finché, nel 1864, la creazione degli operai internazionali associazione (AIT) ha dato la possibilità di impregnare il movimento operaio mondiale delle sue idee socialiste.
Nel cuore della prima internazionale, gran parte delle loro energie assorbite loro lotta contro il sindacalismo moderato dei lavoratori britannici e tendenze anarchiche continentale rappresentate da Pierre Joseph Proudhon e Mijaíl Bakunin. Marx ha trionfato e impose la sua dottrina come ufficiale della linea internazionale, anche se ciò finirebbe affondando come un effetto combinato di divisioni interne e la repressione scatenata dai governi europei come conseguenza della rivoluzione della comune di Parigi (1870).
Si ritirò dall'attività politica poi, Marx ha continuato a esercitare la sua influenza attraverso i suoi discepoli tedeschi, ad esempio agosto Bebel e Wilhelm Liebknecht; Sin dal suo inizio nel 1875, entrambi erano figure di peso nel partito democratico sociale tedesco, gruppo dominante della seconda internazionale che, sotto ispirazione decisamente marxista, è stata fondata nel 1889. Già morto Marx, Engels ha preso la leadership morale di questo movimento e l'influenza ideologica di entrambi ha continuato ad essere decisivo per un secolo.
Tuttavia, gli sforzi vitali di Marx erano stato il criticare l'ordine sociale borghese e preparano loro distruzione rivoluzionaria, evitando l'idealistiche sogni ad occhi aperti dell'imputato per il visionario utopico; Perché non ha detto nulla circa il modo in cui stato socialista ed economia erano a organizzare una volta conquistato potere, dando origine a molto differenti fra loro interpretazioni di seguaci. Questi seguaci si staccarono tra un ramo democratico sempre più più orientata per la lotta parlamentare e la difesa dei miglioramenti graduali che tutela le libertà politiche individuali (Eduard Bernstein, Karl Kautsky, Friedrich Ebert) e un ramo comunista che ha dato origine alla rivoluzione bolscevica in Russia e l'istituzione del socialista dichiara con economia pianificata e la dittatura del partito unico (Lenin e Stalin in URSS e Mao Tse-Tung in Cina).
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici