Passa ai contenuti principali

Biografia di Juan Pablo Duarte | Liberator domenicano.

(Santo Domingo, gli spagnoli, 1813 - Caracas, Venezuela, 1876) Liberator domenicano. La Trinitaria società fondatore e ideologo capo di indipendenza, due volte visto Juan Pablo Duarte trionfare la causa che ha combattuto tutta la sua vita: nel 1844, quando il paese ha raggiunto l'indipendenza da Haiti, e nel 1865, quando, dopo l'annessione spagnola, la Repubblica Dominicana è stata ristabilita. In nessuno di loro, tuttavia, ha accettato di Duarte di potere, né ha vinto il riconoscimento più rispetto l'esilio e l'oblio. Dopo la sua morte, ha dovuto aspettare otto anni prima che i suoi resti sono stati rimpatriati e solo allora è pagato lui onori che meritava un padre della nazione.
Biografia
Nato in una famiglia spagnola di umili origini, all'età di quindici anni fu inviato dai suoi genitori per l'Inghilterra attraverso New York per completare i loro studi; da lì si recò in Francia e poi in Spagna.

Juan Pablo Duarte
In Europa, sconvolta in quei tempi dal romanticismo, liberalismo, nazionalismo e socialismo utopistico, è permeata di ambienti rivoluzionari del tempo. Juan Pablo Duarte fu testimone di nuovi regimi di libertà e diritti sorti dopo la rivoluzione francese; Ha mostrato particolare interesse nelle modifiche prodotte in Germania e in Francia, ma soprattutto dagli eventi in Spagna e le riforme che avevano tentato di entrare nella Corte di Cadice. Stage in Spagna è noto che ha vissuto a Barcellona, dove è possibile studiare legge.
Fu allora che iniziò ad affinare la sua ideologia politica, in cui il nazionalismo e liberalismo sciolto su uno sfondo romantico: Juan Pablo Duarte ha capito che il popolo dominicano aveva una propria identità e aveva il diritto di indipendenza politica. Raggiunto questo e secondo il pensiero liberale, la nazione dovrebbe organizzare sulla base l'istituzionalismo della democrazia rappresentativa. Nel 1833, è tornato al suo paese disposto a mettere in pratica queste idee.
L'antica isola di Hispaniola, attualmente all'isola di Santo Domingo, era stata colonizzata dagli spagnoli, che, poco interessato in esso, hanno dato alla fine del XVII secolo il Western metà dell'isola (l'attuale Haiti) ai francesi. Il movimento indipendentista, iniziato con il XIX secolo, aveva sofferto numerosi alti e bassi. Nel 1821, quando Duarte era ancora un ragazzo, José Núñez de Cáceres proclamò l'indipendenza della eastern metà dell'isola (oggi Repubblica Dominicana Repubblica). Ma il nuovo stato fu occupato e un anno più tardi da Jean-Pierre Boyer, Presidente di Haiti, che aveva raggiunto l'indipendenza in Francia molti anni prima.
La Trinitaria
A differenza, quindi, altri liberatori, Juan Pablo Duarte non c' non era nessuna lotta contro una metropoli europea per raggiungere l'indipendenza della ex parte spagnola dell'isola, ma la dominazione haitiana. E ' stato nel cuore della classe media urbana, dove gli approcci di Duarte trovano maggiore eco. Ma, allora, quasi tutti l'aristocrazia e altri leader di gruppo erano compatibili con il regime haitiano, motivo per cui era impossibile da ottenere, nei primi anni, la loro cooperazione.
Come il movimento era ampliando, Duarte capito che era essenziale per creare un'organizzazione che, seguendo il modello delle società europee dei sanculotti, assunti la responsabilità di condurre le attività. Così nacque la società La Trinitaria (1838), il cui scopo era quello di liberare il paese del dominio di Haiti. "Dio, patria e libertà" è stato il tema di questa società. Poi è arrivata la società filantropica, che era un'importante opera di propaganda mediante la rappresentazione di opere teatrali.

Riunione della Trinitaria
Nel frattempo, il Presidente Jean-Pierre Boyer era diventata enormemente impopolare dall'elevazione delle tasse, il cui destino è stato un pagamento richiesto dalla Francia ad accettare l'indipendenza di Haiti. Nel 1843 Juan Pablo Duarte ha sostenuto la rivoluzione che è riuscito a rovesciare Boyer. Ma l'obiettivo di Duarte era l'indipendenza della parte spagnola dell'isola, così ha continuato la sua lotta dopo la caduta del Presidente. Perseguito dal nuovo governo di Haiti, il 2 agosto 1843 ha dovuto andare in esilio a Caracas.
La prima Repubblica
Ciò nonostante, Duarte pro-indipendenza idee avevano permeato e continuato guadagnando popolarità, e il 27 febbraio 1844 suoi seguaci dichiararono l'indipendenza del paese. Sotto la Guida di Francisco de el Rosario Sánchez e dopo il raccordi haitiana capitolo nella capitale e altre città, ha trionfato la causa indipendentista; i haitiani sono stati espulsi alla vecchia parte francese dell'isola e a forma l'attuale confine tra Haiti e Repubblica Dominicana.
Il 14 marzo 1844, Juan Pablo Duarte è stato ricevuto dal nuovo governo ad interim (Consiglio direttivo centrale) come un eroe nazionale e nominato generale dell'esercito. Il trionfo del movimento indipendentista richiesto il nuovo presidente haitiano, Charles Hérard (1843-1844) di invadere la Repubblica Dominicana appena creata con un esercito diviso in due corpi, di cui uno penetrato da nord e l'altra a sud. Il volto di quest'ultimo e ottenere una vittoria in Azua, 19 marzo corrispondeva a Pedro Santana.

Juan Pablo Duarte
Così le cose, il comitato direttivo centrale ordinato Duarte che diretto a Bani, con una forza militare organizzata da Pedro Alejandrino ananas, al fine di raggiungere un accordo con Pedro Santana sulla strategia da seguire contro Haiti. Non essere possibile che questo accordo, Duarte, richiesto il Consiglio l'autorità necessaria per agire per vostro conto. Ma il Consiglio è stato dominato da Tomás Bobadilla, rappresentante insieme a Santana in colonialista chiamato settore, una Repubblica indipendente considerato impraticabile ed è stato oggetto di una metropoli europea.
Il Consiglio ha risposto ordinando a Juan Pablo Duarte a tornare con le sue truppe nella capitale: disaccordo tra il colonial conservatore liberale duartismo e indipendenza era evidente e si è conclusa con il trionfo del primo. Pedro Santana fu nominato primo presidente della Repubblica Dominicana (1844-1848) ed eliminato la fazione rivale dichiarati traditori ed esiliati a Juan Pablo Duarte e i suoi seguaci più significati, tra cui Francisco de el Rosario Sánchez e Ramón Mella.
Dall'esilio per ripristinare
Dopo un primo esilio ad Amburgo, Juan Pablo Duarte ha lasciato per l'isola caraibica di Saint Thomas; Esso seguì intestazione in Venezuela, un paese dove ha trascorso dodici anni. Poco si sa della vita di Juan Pablo Duarte durante questo periodo. È molto probabile che aveva notizie del decreto di amnistia che, per conto di lui e dei suoi compagni, promulgate all'inizio di settembre 1848 il governo di Manuel Jimenes (1848-1849), successore di Santana.
Durante la prima Repubblica, gli haitiani provato numerose volte a riprendere il controllo sul lato domenicano dell'isola, ma furono nuovamente sconfitti. Potere politico è passata al gruppo conservatore di allevatori e di ex funzionari boyeristas francisées, grazie al controllo della presidenza del Consiglio di amministrazione centrale di Tomás Bobadilla e l'esercito liberatore di generale Pedro Santana, che governava dittatorialmente diversi periodi. L'alternanza al potere di Pedro Santana e Buenaventura Báez, allevatore di bestiame e taglierina di legno nel sud-ovest del paese, più astuzia e annessione non meno rispetto al primo, caratterizzato questa fase.
Pedro Santana servito come altre due volte: tra il 1853 e il 1856 e il 1858 e il 1861. Alla fine di quest'ultimo termine, Presidente Santana ha deciso di annettere il paese alla Spagna, mettendo fine alla prima Repubblica Dominicana. Destinato a questo porre fine alla minaccia haitiana e perpetua in potenza, poiché accettato per cambiare la posizione del primo governatore della provincia spagnola di Santo Domingo.
Guerra di restaurazione (1863-1865) scoppiò quindi chiamare fra i sostenitori di mantenere l'annessione alla Spagna e separatisti, il cui obiettivo era quello di ripristinare la Repubblica e che ha avuto il suo leader militare più abili a Gregorio Luperón. Juan Pablo Duarte ritornò in patria il 25 marzo 1864 ed era responsabile per visitare il Sud America in cerca di aiuto per la causa di indipendenza.
Nel mese di novembre è stato in Venezuela, dove avrebbe ricevuto la notizia del trionfo del ripristino di governo e la nascita della seconda Repubblica Dominicana. Ma dopo parecchi presidenti di breve durate, generale José María Cabral si occupò del nuovo governo, e Juan Pablo Duarte è di nuovo condannato al confino, questa volta dai suoi propri sostenitori, che non è riuscito a riconoscere il suo contributo alla causa dell'indipendenza. Malato di corpo e anima, la sua vita è stato estinto nel suo forzato ritiro da Caracas, dove morì il 15 luglio 1876.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…