Biografia di Joseph John Thomson | Fisico britannico.

(Cheetham Hill, Regno Unito, 1856 - Cambridge, ID., 1940) Fisico britannico. Figlio di un libraio, Joseph John Thomson studiato all'Owens College e successivamente all'Università di Manchester e al Trinity College di Cambridge. Laurea in matematica nel 1880, titolare della cattedra di Cavendish, e successivamente, è stato nominato direttore del laboratorio Cavendish dell'Università di Cambridge.
Thomson studiato la natura dei raggi catodici e ha mostrato che i campi elettrici potrebbe causare la deviazione da questi. Ha svolto numerosi esperimenti sulla sua deviazione, sotto l'effetto combinato di campi elettrici e magnetici, per la relazione tra il carico e la massa delle particelle, proporzionalità mantenuta costante anche quando viene modificato il materiale del catodo.

Joseph John Thomson
Nel 1897 scoprì una nuova particella e ha mostrato che era circa mille volte più leggero dell'idrogeno. Questa particella dovrebbe essere battezzata con il nome di elettrone, denominazione proposta anni prima da irlandese George Johnstone Stoney, che aveva teorizzato sulla sua esistenza. Joseph John Thomson era, quindi, il primo che ha identificato le particelle subatomiche e arrivati a conclusioni importanti su questi negativamente particelle cariche: con l'apparecchio che è stato costruito è stato il rapporto tra carica elettrica e la massa dell'elettrone.
Thomson ha esaminato anche i raggi positivi, studiati in precedenza da Eugen Goldstein e nel 1912 scoprì la modalità utilizzata nella separazione degli atomi di massa differente. L'obiettivo è stato raggiunto positivo raggi in campi elettrici e magnetici, deviando metodo ora chiamato spettrometria di massa. Con questa tecnica ha scoperto che il neon ha due isotopi, il neon-20 e al neon-22.
Tutte queste opere servita a Thomson per stabilire un nuovo modello della struttura dell'atomo che non era corretto, poiché ha significato che positivamente particelle cariche sono state mescolate in modo omogeneo con il negativo.
Fisica di Thomson ricevette il premio Nobel nel 1906 per i suoi studi per il passaggio di energia elettrica attraverso i gas all'interno. Ha calcolato la quantità di energia trasportata da ogni atomo e determinato il numero di molecole per centimetro cubo. Ha scritto numerose opere, tra cui Il collettore dei gas di elettricità attraverso gas, Conduzione di elettricità attraverso il gas, La teoria corpuscolare della materia, L'elettrone in chimica e ricordi e riflessioni. Nel 1937, suo figlio George Paget Thomson ricevette anche il premio Nobel in fisica per la scoperta della diffrazione di elettroni.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici