Biografia di Jose Maria Cordoba | militare colombiana.

(José María Córdova o Córdoba Muñoz; La Concepción, 1799 - El Santuario, 1829) militare colombiana. Conosciuto come l'eroe di Ayacucho per il suo importante ruolo nella battaglia decisiva, è stato uno dei militari più importanti delle guerre di emancipazione dell'America Latina (1810-1826), durante la quale servì nelle truppe di José Antonio Páez, Simón Bolívar e Antonio José de Sucre. Tramite la relativa partecipazione attiva nelle successive battaglie della guerra di indipendenza della Colombia (1810-1819) è considerato uno dei padri fondatori dell'indipendenza del paese.
José María Córdoba nasce a La Concepción, Antioquia, il 8 settembre 1799, presso Casa costituito il sindaco del luogo, Crisanto de Cordova e tabella e Pascuala Muñoz Castrillon. Nel 1802, la famiglia si trasferì a città mineraria di San Vicente, dove Maria José ha ricevuto tutte le istruzioni dottrina o catechismo dei sabati. Nel 1808, il padre ha deciso per il bene loro imprese e i loro figli stabilirsi in Rionegro; Là ha imparato José Maria per leggere e scrivere. Come altri patrioti prominente, loro formazione era, soprattutto, un autodidatta. Tre anni più tardi, nel 1811, accompagnò il padre in viaggio d'affari a Cartagena, quando esso aveva già decretato l'indipendenza assoluta della Spagna.

Jose Maria Cordoba
Nel 1814, Francisco José de Caldas Sage organizzò corpi di ingegneri della Repubblica di Antioquia, che José Maria entrò a Medellin. Era l'inizio della sua carriera militare, che ha continuato con generale Emmanuel Serviez quando esso marciò verso sud per sostenere l'esercito patriottico combattendo in Cauca. La prima lotta che ha partecipato è stata quella di Río Palo, un battaglione comandato da José María Cabal; Egli era una brillante performance e fino a allora secondo luogotenente è stato promosso nello stesso campo di battaglia tenente efficace. Dopo la sconfitta della lama di Tambo, nel 1816, un piccolo numero di uomini guidati da Serviez e Francisco de Paula Santander si rifugiò nelle pianure dell'est; José María Córdoba aderito a questo contingente.
In Casanare, il giovane tenente ha mostrato un comportamento esemplare e dominato il cavallo come qualsiasi Ranger, che ha catturato l'attenzione, perché quasi nessuno dei membri dell'esercito sconfitto sapeva ben attrezzata. Córdoba ha preso parte alla battaglia del Apure inferiore, progettato da José Antonio Páez per grippare i cavalli dei padroni di casa realistici. Là il Leone di Apure ha vinto la prima vittoria di patriota dopo la riconquista spagnola. Dopo la battaglia, Serviez venne assassinato nel novembre 1816, a un bohio di fronte la città di Achaguas, presumibilmente per ordine del Papa. Cordoba, che stima il Serviez (era stato suo maestro d'armi e aveva imparato tutto quello che sapeva), ha cercato di fuggire dall'accampamento, ma fu arrestato e accusato di diserzione. Quando un Consiglio lo condannò a morte, un gruppo di ufficiali guidati da casanareño caudillo Juan Nepomuceno Moreno interceduto per lui. Córdoba fu perdonato e costretto a unirsi nuovamente alla squadra prima.
Cordoba ha marciato alla Guiana nel 1817 e il liberatore Simon Bolivar incorporandola al suo personale in giugno dello stesso anno. Ha partecipato nel settore dell'assunzione di Angostura e assistito, il 16 ottobre, l'esecuzione del ribelle generale Manuel Carlos Piar. Il 14 novembre fu promosso a capitano di cavalleria e divenne aiutante di campo di Carlos Soublette, capo dei generali personale. 31 dicembre 1817 generale Bolívar percorsa dal fiume Orinoco al fine di soddisfare con Páez, incontro che ha avuto luogo a Canafistula il 30 gennaio 1818. In quell'incontro è stato concordato che il Leone di Apure dovrebbe cogliere il punto molto importante di Calabozo, azione che ha avuto luogo il 12 febbraio; Là il liberatore potrebbe annientare le forze di Morillo, ma non lo hanno fatto e realisti parapetaron presso El Sombrero. C'era il combattimento nel liquido seminale e i patrioti furono sconfitti; Dopo raggruppamento truppe sparse, tornarono ad per affrontare gli spagnoli nel campo di Ortiz, non che sarebbe stato un chiaro vincitore. In tutte queste azioni, il capitano di Cordoba ha mostrato grande coraggio e grandi doti di stratega e guerriero.
Mentre Bolívar fu eletto a Angostura, 15 febbraio 1819, come Presidente, ha deciso di consegnare il primo Nuova Granada; Incontrò con Paez e Santander a Mantecal e avviato, il 15 giugno, la traversata delle Ande, con l'intento di prendere Santafé de Bogotá. Il 25 luglio 1819, nella battaglia di palude di Vargas, dopo la famosa carica dei 14 Lancieri guidati dal colonnello Juan José Rondón e sei ore di duri combattimenti, le truppe patrioti sconfissero gli spagnoli e praticamente sigillato l'indipendenza. Cordoba era parte del battaglione comandato dal generale José Antonio Anzoátegui. Il trionfo finale degli eserciti repubblicani ha avuto luogo, 7 agosto, Boyacá bridge.
Il battaglione del generale Anzoátegui, che faceva parte di Córdoba, è stato commissionato 10 agosto 1819 a perseguire il viceré Juan Sámano. Arrivati il distacco alla Honda, Cordoba separati il 20 agosto con una piccola truppa di 100 uomini e marciò ad Antiochia, dove Bolívar aveva dato per rimuovere definitivamente gli ultimi resti dell'esercito realista nella provincia e sulla costa atlantica. Una volta che è venuto al territorio di Antioquia, il giovane capitano ha organizzato politicamente e militare: chiamato sulle righe per gli ufficiali e soldati che avevano collaborato con la Repubblica di cui sopra e con l'aiuto del capitano Carlos Robledo ha preso Medellin, denominato José Manuel Restrepo, il 31 agosto, come governatore politico e spedito, il 9 settembre, Juan María Gómez a Chocó , con ordine sfrattando dalla regione agli spagnoli.
Gli spagnoli di pressioni su Antiochia era fantastico. Tuttavia, Cordoba è stato in grado di far fronte alla situazione; Non ha esitato a sparare a chi si oppose la Repubblica, sequestrati beni ed espulso per ordine del liberatore sospettata realisti. Nel campo amministrativo era anche molto attivo: riorganizzata la stampa e la fabbrica di polvere da sparo e rafforzato il tesoro dal reddito di tabacchi da regolamento di tabacco e liquori. La vittoria definitiva dei patrioti il royalists in Antioquia territorio Cordoba ha condotto quando, il 12 febbraio 1820, si scontrarono presso il sito di Chorros-Blancos spagnolo colonnelli Francisco Warleta e Carlos Tolrá, che ha battuto in una battaglia di solo un'ora.
Dopo il trionfo, Bolívar ha chiesto di recuperare Mompos e il rio Magdalena, arteria fluviale di fondamentale importanza per l'economia del paese. Lo nominò comandante delle colonne delle operazioni di Cauca e Magdalena. Cordoba marciò rapidamente a rispettare l'ordine del liberatore e il 3 giugno 1820 ha tenuto Magangue, 20 giugno Mompos recuperato e alla fine del mese il tenente-colonnello Hermogenes Maza, vice comandante di Cordoba, Tenerife ha preso: così il fiume Magdalena era pulito di stemmi.
Tuttavia, era gratuita la città di Cartagena e le savane di Corozal; a tal fine è stata prevista un'azione comune a cui partecipa il colonnello Mariano Montilla, ammiraglio Luis Brión, comandante José Prudencio Padilla e capitano Cordoba. Nel agosto 1821, Padilla e José María Carreño riuscì a prendere possesso di Santa Marta. Una volta presa la piazza principale degli spagnoli sulla costa atlantica, i Patriots, comandata da José María Córdoba, proceduto a prendere Cartagena, che ha avuto luogo il 10 ottobre 1821, così espellendo i realisti del territorio della nuova Granada. Dopo la resa della città, Cordoba si unì la beneficenza di loggia massonica.
Una volta confermato come presidente della Gran Colombia, Bolívar ha cominciato la campagna nel sud e ordinato di José María Córdoba che, insieme al battaglione Hermogenes Maza e Magdalena Alto, verrà spostato, via Panama, a Guayaquil, dove deve incontrarsi con il generale Antonio José de Sucre. Dopo molte difficoltà, Córdoba e i suoi uomini riuscirono a unire le forze di Sucre. Questo confermato come capo del battaglione Alto Magdalena e Maza è stato commissionato a perseguire i guerriglieri che operano in quella zona.
Nella battaglia di Pichincha, Sucre e suoi padroni di casa hanno sconfitto il pastore comandante spagnolo di Aymerich. Cordoba ha avuto un ruolo molto importante in quanto Battaglia. Sei mesi dopo il trionfo, fu promosso a generale di brigata. Ha inoltre contribuito all'indebolimento delle forze pastusas realistico, comandate dal leader indigeni Agustín Agualongo; a seguito di un ordine di Sucre, si effettua un movimento avvolgente, mentre il battaglione di fucili attaccò frontalmente, in una mossa che eseguite perfettamente e riuscito a disperdere l'esercito nemico.
Córdoba chiese il permesso di visitare la sua famiglia e passare a Antioquia, intervistato a Bogotà vicepresidente Santander, che lo nominò temporaneamente al comando delle armi di Cundinamarca, in sostituzione di Nariño, con cui Santander mantenne un duro scontro. Inoltre, Cordoba è stato nominato Presidente della Commissione della proprietà di ghisa, mossa politica che Vice Presidente ideato per avere il loro lato brillante generale; ma Cordoba non è stato fatto per avvolgere l'astuzia di Santander e le relazioni tra i due che si è deteriorati. Cordoba ha scelto di tornare al sud, la guerra del Perù.
A Popayán, passo per il Perù, il comandante generale della provincia, José María Ortega, ha ordinato di mettere di fronte l'esercito che stava affrontando il nuovo insurgent Agustín Agualongo, distaccato da Estanislao Mecharcano. Cordoba ha obbedito il mandato ma ha avuto difficoltà, perché i ribelli erano riusciti a prendere possesso di erba, e Popayán era in pericolo di cadere nel nemico di mani. Inoltre, è stato accusato della morte del sergente José de el Carmen Valdés. Ha lasciato Popayan (senza essere riuscita ad allegare al ribelle anacronistico) 10 gennaio 1824, diretti a Pasto, la città ha raggiunto il giorno 22 e che immediatamente partì per il Perù, dove Bolivar urgentemente richiesto i loro servizi.
Per quanto riguarda la vita sentimentale di Cordoba dovrebbe essere precisata che, durante la sua vita negli accampamenti militari, la sua figura e il suo coraggio aveva reso molto attraente per il sesso opposto. Ha conquistato le donne con la stessa facilità con cui si muoveva quindi lontano da loro e sembrava che mai riempito il loro desiderio di amore. Sua fase sentimentale passato molte signore di tutte le guarnizioni. In tempi di rilascio del dipartimento di Antioquia, quando ha ricoperto la carica di comandante generale della provincia, era come un amante Manuela Morales y Leiva.
Arrivando a il Perù è stato nominato capo del personale. A Junin riuscito 6 agosto 1824 i patrioti circa il comandante spagnolo che José de Canteras truppe. Ayacucho, o "angolo dei morti", 9 dicembre 1824, la partecipazione di Cordoba nella battaglia è stato breve. Con il famoso grido "divisione, dalla parte anteriore. Armi a discrezione. Passo di vincitori! ', ha intrapreso un inserto diabolico che distrusse le forze realistiche, comandate dal viceré del Perù, José de la Serna. " Con questa vittoria enfatica è stata decisa per l'indipendenza del Perù ed è stata definitivamente liquidata l'impero coloniale spagnolo in Sud America. L'Alto Perù si è trasformato in Bolivia, e le potenze europee, Francia e Inghilterra, come pure negli Stati Uniti, ha riconosciuto le nuove nazioni.
Córdoba, siamo arrivati a Cochabamba in ottobre 1825, dove rimase per un anno come comandante della seconda divisione. Il 12 marzo 1827 ha rassegnato le dimissioni e tornò a Lima il giorno 27. Nel mese di aprile si imbarcò per Bogotà, su una barca dove ha anche viaggiato Manuelita Saenz; Non si sa se amare autoidentificazione, multiculturalismo o rifiuto di Córdoba padrona del Libertador, il caso è che tra loro nacque un odio profondo che danneggerebbe il generale. 11 settembre è arrivato a Bogotà ed è stato provato per la morte di Valdés, accusa da cui è assolto.
Quando la cospirazione del 25 settembre 1828, Córdoba sostenuto senza riserve il Bolivar, ma un incidente (l'abbraccio di uno dei cospiratori, Pedro Carujo) ha fatto Manuela Saenz a emponzoñara le relazioni tra il liberatore ed eroe di Ayacucho. Tuttavia, Bolivar ha continuato a sostenere lui e lui come il Cauca e poi Neiva per combattere la ribellione del generale José Hilario López e José María Obando, che aveva sconfitto Tomás Cipriano de Mosquera e ostacolato i piani di liberatore a trattare con il generale che Lamar peruviano truppe, che avevano preso Ecuador.
Cordoba e Bolivar ha tenuto una riunione a Popayan, 29 gennaio 1829; Lì il generale consigliato il liberatore che fermare la dittatura e perdonare i ribelli López e Obando. Bolivar era arrabbiato con suggerimenti di Cordoba, ma ha accettato di negoziare con i ribelli e potrebbe continuare a l'Ecuador. Córdoba fu comandante generale della provincia di Pasto, carica molto più bassa di quella occupata dal generale Tomás Cipriano de Mosquera, che molto male: ha avuto maggiore merito rispetto alzato, anche se non era come intrigante come quello.
Deluso, Cordoba si dimise dai loro incarichi il 21 giugno 1829. Bolívar si rifiutò di accettare le dimissioni e lo nominò come Ministro Segretario di stato, il dipartimento della Marina, una posizione di rilievo in cui, tuttavia, non ha avuto molto da fare. Prima una cosiddetta monarchia di Bolivar, Cordoba sicuramente si ribellò, loro post a sinistra e arrivati a Rionegro su 8 settembre 1829. Ha organizzato un "esercito della libertà" e lanciato diversi proclami sostenere la costituzione di Cúcuta, che si diffuse in Nuova Granada, Venezuela e Quito indifferenza generale. Tuttavia, pur non avendo trovato molti seguaci delle sue idee, ha lanciato l'insurrezione.
Per schiacciare la ribellione di Cordoba, a Bogotà Daniel Florencio O'Leary organizzò un esercito di Ottocento uomini, con parecchi ufficiali stranieri, sotto il comando del generale di brigata. Cartagena è andato un altro contingente sotto il comando del generale Montilla e tenente colonnello Gregorio Urueta. Il generale Cordoba organizzato la difesa, ma la vile denuncia di uno dei suoi subalterni, Miguel Ramírez, ammessi O'Leary truppe anticipo sull'assicurazione.
Il confronto finale ha avuto luogo il 17 ottobre 1829 nella pianura del Santuario; l'equilibrio delle forze era completamente sfavorevole all'eroe di Ayacucho, aveva solo trecento uomini e quindici piloti. Dopo una sanguinosa battaglia, Cordoba è stato trovato ferito e indifeso. O ' Leary ha ordinato il colonnello di tenente di origine irlandese Rupert Hand che a Cordoba, e subordinato aveva rispettato l'ordine criminale, meschinamente assassinando sablazos all'eroe di Ayacucho.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici