Passa ai contenuti principali

Biografia di John Dalton | Inglese fisico e chimico.

(Eaglesfield, Bretagna, 1766 - Manchester, 1844) Inglese fisico e chimico a cui la prima formulazione moderna della teoria atomica. Nonostante avesse ricevuto una scarsa istruzione a causa di ristrettezze economiche, un'inesauribile curiosità e desiderio di conoscenza che gli ha permesso di completare la sua formazione e ottenere alcuni prestige con il suo primo lavoro scientifico, incentrata sui gas e una malattia visiva che ha sofferto, più tardi chiamato daltonismo.

John Dalton
Già riconosciuto come uno scienziato e un forte posizionamento accademico, Dalton scoprì la cosiddetta legge delle proporzioni multiple, che disciplinano il peso degli elementi coinvolti in una reazione chimica e propose una teoria tutta sulla costituzione della materia che ripreso atomismo greco come interpretazione di esso: è il cosiddetto modello atomico di Dalton, a valido per tutto il XIX secolo, consentirebbe importanti progressi scientifici.
Biografia
Membro di una famiglia molto umile, ha aiutato sua infanzia con suo fratello di suo padre nel lavoro sul campo e la famiglia piccola negozio dove si tessevano abiti, mentre sua sorella Mary aiutò la madre nelle faccende domestiche e venduto penne, inchiostro e carta. Anche se la loro situazione economica era precaria, i fratelli hanno ricevuto qualche istruzione a scuola Quaker più vicino, a differenza degli altri bambini della stessa condizione.
Pardshow Hall Quaker scuola insegnante John Dalton fornito una buona base e trasmesso a lui il desiderio dell'instancabile ricerca di nuove conoscenze. Un quacchero ricco, Elihu Robinson, è diventato suo mentore e un'altra fonte di stimolo verso la matematica e scienze (soprattutto meteorologia). Con solo dodici anni di età, John Dalton aprì una scuola nella sua città natale, Eaglesfield. Anche se egli sapeva come gestire i problemi con gli studenti più vecchi di lui, dopo due anni fu costretto ad abbandonare il progetto a causa del basso salario e ha dovuto tornare al campo di lavoro per uno zio.
Nel 1781 John Dalton raggiunge il fratello come un assistente di George Bewley nella sua scuola di Kendall. Quando George Bewley si ritirò, suo fratello e ha aperto la propria scuola, che offriva lezioni in inglese, Latino, greco e francese, oltre a ventuno soggetti relazionati alla matematica ed alle scienze. Sua sorella, si trasferì con loro per aiutarli nella casa. Pur avendo circa sessanta studenti, a volte essi sono stati costretti a lavorare in compiti ausiliari per mantenere.

John Dalton
John Gough, il cieco, figlio di un ricco mercante, divenne amico di John Dalton e divenne il suo nuovo mentore. Ha insegnato lingue, matematica e ottica, nonché condividere la libreria con Dalton. Dalton interesse esteso a pneumatica, astronomia e geografia e nel 1787 iniziò a guadagnare dando lezioni di proventi straordinari. Ha girato anche un museo che offre di vendere classificati undici volumi della sua collezione botanica. Ha raccolto le farfalle e studiando le lumache, zecche e vermi; Inoltre misurata la loro assunzione di cibi e confrontato con i rifiuti prodotti dall'organismo. Allo stesso tempo preparando la sua entrata in scuola di medicina, ma la sua famiglia scoraggiato e per mancanza di soldi e di fiducia in lui.
All'età di 26 anni, Dalton ha scoperto che né lui né suo fratello sono stati in grado di distinguere i colori. Egli ha dato la sua calze madre (che egli credeva blu) e ha chiesto sorpreso perché aveva dato un medio colore viola, che non era adatto per una donna quacchera. Due anni più tardi, nel suo primo articolo scientifico importante, fatti straordinari relativi alla visione dei colori (1794), John Dalton fornirebbe una descrizione scientifica su questo fenomeno, che più tardi sarebbe diventato famoso con il nome di daltonismo.
Un anno prima, nel 1793, Dalton aveva pubblicato il suo primo libro, osservazioni e meteorologiche saggi, dove ha difeso la tesi che l'aria non è una combinazione chimica, ma una miscela meramente fisica di gas. Nello stesso anno si trasferì a Manchester come tutor e docente di fisica e matematica dal New College in questa città, fondata da presbiteriani, e la cui reputazione quindi rivaleggiava con quella delle Università di Oxford e Cambridge. Si iscrive immediatamente nella biblioteca di Manchester e la società letteraria e filosofica che sarebbe diventato segretario e Presidente.
Professore e ricercatore
Quei due articoli scientifici lui avevano fornito una certa notorietà e, già con una situazione economica più allentata, potrebbero si alternano insegnamento con la ricerca in laboratorio. Nel 1802, intitolato memoria assorbimento dei gas dall'acqua e altri liquidi, stabilì sua legge delle pressioni parziali (legge di Dalton), secondo la quale la pressione di una miscela di gas è uguale alla somma delle pressioni di ogni componente. Ha anche stabilito un rapporto tra la pressione di vapore e la temperatura. Suo interesse per il gas è stato derivato dalla loro propensione agli studi meteorologici: sempre indossando i loro apparecchi del tempo dove vuoi essere facendo più di duecento mila osservazioni segnando nel suo diario durante la sua vita. Grazie a queste osservazioni, la sua mente analitica potrebbe trovare rapporti numerici tra i dati.
Nel 1803 iniziò a formulare il suo più grande contributo alla scienza. Stava studiando la reazione di ossido di azoto con ossigeno quando ha scoperto che la reazione può avvenire con due diverse proporzioni: a volte 1:1, 7 e altri 1; 3.4 (in peso). Ciò ha condotto a Dalton per stabilire la legge delle proporzioni multiple, secondo la quale, in una reazione chimica, i pesi di due elementi sempre combinano insieme in rapporti di piccoli numeri interi; alla ricerca di un'interpretazione a questo fenomeno, ha iniziato a disegnare i principi della sua teoria atomica.
I risultati erano comunicati oralmente nello stesso anno e pubblicati nel 1808 in un libro che è la sua opera più famosa: nuovo sistema di filosofia chimica. Esso adotta il concetto di atomo e stabilito i postulati della teoria costitutiva della materia che conosciamo oggi come la teoria atomica di Dalton; ha disegnato diverse particelle per illustrare le reazioni chimiche e pubblicato la prima lista dei pesi atomici e simboli.

John Dalton (Ritratto di Thomas Phillips, 1835)
Non tutti accettano la nuova teoria; nel 1810 pubblicò la seconda parte del nuovo sistema di filosofia chimica, fornendo nuove prove empiriche. Il terzo avrebbe visto la luce nel 1827. Nonostante fosse un membro della Royal Society dal 1822 e nel 1825 ricevette la medaglia di questa società scientifica per il suo lavoro sulla teoria atomica, Dalton ha sempre considerava se stesso come un insegnante e guadagnato la vita dà e tenne lezioni fino al 1833, quando ha ricevuto una pensione annuale di civile.
Il 27 luglio 1844 morì di un attacco di cuore. Secondo il suo desiderio, dopo la sua morte fu praticata sua autopsia per determinare la causa di ciò che sarebbe più tardi chiamato daltonismo. Ha mostrato che il daltonismo non è un problema dell'occhio, ma è stato causato da una carenza del potere sensoriale. Fu sepolto con gli onori da monarca, a un funerale seguito da più di 400.000 persone, contraria ai principi dei quaccheri secondo coloro che avevano vissuto.
Teoria atomica di Dalton
Il concetto di atomo Torna alle discussioni fra i filosofi greci hanno sviluppati intorno al VI secolo A.c. Una delle domande che interessati questi pensatori era la natura della materia in oggetto. Mi chiedevo se era continuo o discontinuo, vale a dire: se possibile, da un pezzo di gesso come molte volte come si vorrebbe, sarebbe una particella che già non si poteva continuare dividere o, al contrario, questo processo potrebbe continuare all'infinito?
Fautore del concetto di ultima particella fu il filosofo Democrito che tali particelle chiamate atomi. Atomi in greco, significa "indivisibile". Tale ultima discussione di particelle è stato mai risolto; i filosofi greci non generati è quello di testare le loro idee con gli esperimenti. Per oltre venti secoli, il concetto di Democrito è stato presentato come qualcosa di interesse secondario tra gli scienziati, fino a quando l'idea è rinata nel primo decennio del XIX secolo, per mano di John Dalton.
John Dalton non aveva deciso di formulare una teoria sulla costituzione della materia; Lei è diventato come risultato della sua ricerca sui gas, e il suo obiettivo non era altro che spiegano le scoperte fatte nella stessa. In sua memoria, assorbimento dei gas dall'acqua e altri liquidi (1802), aveva stabilito la sua ben nota legge delle pressioni parziali: la pressione totale esercitata da una miscela gassosa è uguale alla somma delle pressioni di parziale di ciascuno dei suoi componenti.
La naturale continuazione di questi studi era di studiare la composizione dei gas stesso (e soprattutto degli ossidi di azoto, i composti di ossigeno di zolfo e carbonio, metano, ecc.). Ripetute esperienze lo porteranno a scoprire la legge delle proporzioni multiple: se due o più elementi si combinano in una reazione chimica e il peso di uno di loro rimane costante, il peso degli altri varia secondo rapporto semplice espresso in valore integer multipli. Detto in altro modo, sostanze sempre reagiscono con l'altro mantenendo un rapporto costante tra i rispettivi pesi; Essi possono essere combinati in piccole o grandi quantità, ma quello stesso rapporto viene sempre mantenuta.
Per spiegare queste relazioni aritmetiche, John Dalton era che ogni elemento deve essere composto di importi specifici della materia, che ha reso l'esistenza di multipli di quelli comprensibile e ci hanno spiegato che solo determinati valori dei loro pesi intervengano in una reazione. Tornò così alla teoria atomica di Democrito, che consideravano la materia costituita da particelle indivisibili. L'esistenza di spazi interatomici, d'altra parte, ha giustificato la comprimibilità dei gas, cambiamenti di stato e il fenomeno della dilatazione, fatti inspiegabili se non nota la discontinuità della materia.
21 ottobre 1803, Dalton prima esposto la sua teoria atomica in una conferenza a Manchester, organizzata dalla società letteraria e filosofica davanti ad un pubblico di sette persone. La mancanza di pubblico, non è sorprendente perché Dalton non aveva nessuna reputazione di buon oratore. Ma la sua teoria ha ottenuto più divulgazione di pubblicarlo, nel 1808, la prima parte del suo lavoro nuovo sistema di filosofia chimica.
Teoria atomica di Dalton fondò una serie di postulati fondamentali: gli elementi sono composti da atomi, particelle molto piccole di materiale che non possono essere create, distrutto o divisa; tutti gli atomi di un dato elemento sono identici in massa e altre proprietà; gli atomi sono combinati in proporzioni espresse in numeri interi, semplici formare "atomi composti" (quello che oggi chiamiamo molecole, concetto che sarebbe stato introdotto da Amadeo Avogadro); tutti gli "atomi composti" della stessa sostanza sono identici, sia la massa e altre proprietà.
La legge delle proporzioni multiple e ipotesi atomica ha portato al Dalton stesso al primo tentativo di fare uno strumento di base per strumento di chimica: una tabella delle masse atomiche, che già apparso nella prima parte del nuovo sistema di filosofia chimica. Dalton ha scelto di idrogeno come un modello per la tabella delle masse atomiche e ha dato una massa di 1 atomo di quell'elemento. Naturalmente, avrebbe potuto scegliere qualsiasi altro elemento e qualsiasi altro valore per massa atomica, ma idrogeno è l'elemento più leggero e 1 è il numero che ti permette di fare confronti più facile.
Tavolo preparato da Dalton era errato per due motivi principali: primo, ignaro del rapporto corretto di combinazione degli atomi in una reazione chimica, e in secondo luogo, l'attrezzatura utilizzata al momento di determinare le relazioni delle masse non era molto accurata. Di conseguenza, i valori stabiliti erano significativamente inferiori a quella reale. Tuttavia, il suo tavolo era un primo passo importante nel determinare le masse atomiche, e solo venti anni più tardi, il chimico svedese Jöns Jacob Berzelius era già in grado di stabilire un elenco delle masse atomiche con molto simili a quelli attualmente accettati valori.
Considerato come uno dei fondamenti della scienza moderna, la teoria atomica di Dalton sarebbe rivelata come un'ipotesi estremamente feconda per la fisica e chimica e rimase in vigore per quasi un secolo. Abbiamo dovuto aspettare per la scoperta delle particelle subatomiche (che si è conclusa con il dogma dell'indivisibilità dell'atomo) per vedere cambiamenti sostanziali nel modello, che si riflette nelle teorie atomica successivamente perfezionato di Joseph John Thomson, Ernest Rutherford e Niels Bohr, già all'inizio del XX secolo.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…