Biografia di James Dewey Watson | Genetista e biochimico.

(Chicago, 1928) Genetista americano e biochimico. Il premiato premio Nobel per la fisiologia e medicina nel 1962 dalla scoperta della struttura molecolare a doppia elica di acido desossiribonucleico (DNA) e il suo significato come trasmettitore di molecola dell'eredità biologica. Ha diretto il progetto genoma umano dal 1988 al 1992, anno in cui si dimise in segno di protesta la possibilità dei geni di essere brevettata. È considerato uno dei padri della biologia molecolare.

Watson
Ha studiato nella sua città natale e in Indiana. Nel 1947, fu l'equivalente di una laurea in zoologia e nel 1950 ha conseguito un dottorato in zoologia dalla Indiana University. Presso questa università ha incontrato i genetisti e microbiologi che ha suscitato il suo interesse in genetica e microbiologia; la sua tesi, che è stato diretto dal biologo italiano Salvatore E. Luria, già preoccupati per gli effetti dei raggi X sulla moltiplicazione dei batteriofagi.
Successivamente completò gli studi con una borsa post-dottorato presso il Consiglio nazionale ricerche di Copenaghen, dove sta svolgendo ricerche sulle strutture di grandi molecole biologiche; Ci si interessò alla chimica strutturale degli acidi nucleici e ha lavorato nel DNA di particelle virali infettive. Ha incontrato, in un simposio tenuto a Napoli, il lavoro del ricercatore Maurice Wilkins e lo ha reso concentrerà il corso delle loro indagini nella scoperta della chimica strutturale delle molecole biologiche.
Ha lavorato presso l'Università di Cambridge, dove studiato, insieme a Francis Crick, la struttura del DNA, notando le componenti essenziali di questo acido: quattro basi organiche che dovevano essere collegati da coppie (adenina con timina) e guanina con citosina. Lo zucchero desossiribosio catene apparso Uniti queste basi organiche e gruppi fosfato. Componenti di base delle informazioni del DNA erano già stati forniti da scienziati come Chargaff e la biofisica Rosalind Franklin e Mauricie Wilkins, che era già stato tecniche cristallografiche di raggi x usato per fotografare la molecola di DNA.
Con queste informazioni e animata dalle tecniche di lavoro di Franklin e Wilkins, Watson e Crick discernere la struttura elicoidale di una molecola di DNA, che era costituito da due catene di basi nucleotidiche collegati sotto forma di una doppia elica; la doppia elica presentato verso l'esterno le molecole di zucchero e fosfato e le basi dell'entroterra accoppiati su base complementare. Questo modello molecolare della molecola di DNA a doppia elica ammessi raddoppiato, da quando i due filamenti dell'elica erano complementari e costituirono la base dei meccanismi di trasferimento di informazioni biologiche. Con questo, si potrebbe capire che il materiale ereditario di poche generazioni viene trasmesso agli altri. Questa scoperta è considerata come uno dei principali eventi scientifici del XX secolo, che ha cambiato il corso di biochimica e ha inaugurato una nuova disciplina, la biologia molecolare.
Più tardi, Watson ha lavorato presso il California Institute of technology di Pasadena e all'Università di Harvard, dove ha insegnato biochimica e biologia molecolare. Ha infine contribuito a decifrare il codice genetico contenuto in sequenze di DNA e scoperto che il messaggero che RNA era responsabile del trasferimento il codice genetico del DNA (da cui era stato sintetizzato) formando strutture cellulari delle proteine, mediante un processo denominato traduzione. Nel 1962 ricevette il premio Nobel in fisiologia o medicina, ha condiviso con Francis Crick e Mauricie Wilkins. Nel 1968 dirige il laboratorio di biologia quantitativa al Cold Spring Harbor a New York. Dal 1988 al 1992 ha guidato il progetto genoma umano, in cui esso ha mappato la sequenza completa del DNA umano, ma Watson lo ha lasciato per essere contraria agli interessi economici di tentare di brevettare geni, che è considerato un patrimonio dell'umanità.
Le sue opere includono Biologia molecolare del Gene (1965) e la doppia elica (1968). Ha al suo attivo diversi premi e riconoscimenti di varie università e istituzioni ed è americano membro onorario di molte associazioni, società e accademie scientifiche, come l'Accademia delle arti e delle scienze e dell'Accademia nazionale delle scienze.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici