Biografia di Hans Lippershey | Ottica olandese.

(Wesel, 1570 - Middleburgh,-1619) Ottica olandese che è accreditato con l'invenzione del telescopio. In pochi documenti che hanno il tuo nome appare anche come Jan Lippershelm, Hans Lippershelm e Johan Lipperhey. Ho usato per fare il giro le corti europee all'inizio del XVII secolo con uno spettacolo che includeva una lente d'ingrandimento immagine tubo, chiamato in olandese trzpień ("ispettore").

Hans Lippershey
Nel 1608 provato a brevettare un telescopio con un paio di occhiali da sole, una concava e l'altra convessa, che chiamato perspicillum: nasce il primo rifrattore di telescopio astronomico. Il produttore di lenti progettato con l'idea di osservare oggetti distanti sulla superficie della terra, gli oggetti non lontani nel cielo. Nello stesso anno ha offerto al governo olandese per l'uso sul campo di battaglia. Stato concesso un bonus di 900 fiorini e modificato il suo dispositivo a binocolo. Questi dispositivi presto varcato i confini nazionali e divennero generalizzati in tutta Europa.
In realtà, l'invenzione del telescopio, dotato di due o più periferiche di lenti che consente di visualizzare gli oggetti distanti, probabilmente ha avvenuto alla fine del XVI secolo. Il filosofo Roger Bacon, l'astronomo Leonard Digges e studioso Giambattista della Porta sono stati identificati come i primi progettisti dello strumento, che forse fu costruito per la prima volta in Italia nel 1590. Tuttavia, fino al primo decennio del XVII secolo, non c'è nessuna prova effettiva della nascita del telescopio, che si è tenuto nella città olandese di Middelburg, nelle mani di Hans Lippershey e Zacharias Janssen.
Un astronomo francese, Jacques Bovedere, ha detto le possibili applicazioni del tubo lente di ingrandimento nel campo astronomico nella lettera a Galileo Galilei, e nel 1609 Galileo costruì diversi bicchieri senza aver visto modelli olandese, usando una lente convessa per l'obiettivo e l'altro, divergenti o convergenti all'oculare. Grazie a loro, ha fatto importanti scoperte astronomiche, descritti nel suo libro Sidereus Nuncius (1610). Il nuovo strumento consentirebbe Galileo a rivoluzionare l'astronomia scoprendo i crateri della luna e le lune di Giove, identificare le macchie solari e corroborare la teoria eliocentrica di Nicolás Copérnico, secondo cui i pianeti ruotavano attorno al sole.
I problemi di questi primi occhiali rudimentali, per rifrazione, operativo sono stati superati con lo sviluppo successivo di riflettori o catoptricos, occhiali di protezione correttamente chiamato telescopi. Sono stati introdotti diversi lente nell'oculare affinché le immagini visualizzate non invertita, ma per lo più evitato perdita di luce e una maggiore chiarezza e il campo delle immagini con l'inserimento di specchi concavoesfericos o parabolica. Il telescopio della Monaco francescano Marin Mersenne 1636, basato su queste innovazioni in grado di superare le aberrazioni cromatiche che ha generato i rifrangente lenti di occhiali. Nel 1668, Isaac Newton costruì un cannocchiale con l'oculare posto lateralmente sulla parte esterna del tubo e nel 1672 Cassegrain perfezionata inserendo un iperboloide di specchio che ha facilitato l'osservazione.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici