Biografia di Gustavo Adolfo Bécquer | Poeta spagnolo.

(Gustavo Adolfo Domínguez Bastida; Poeta spagnolo Sevilla, 1836-1870, Madrid). Insieme a Rosalía de Castro, è il capo della poesia post-romantica, tendenza che ha avuto problemi intimi caratteristiche distintive e apparente semplicità espressiva, lontano la veemenza retorica del romanticismo. Lavoro di Bécquer hanno esercitato una forte influenza sui compositori successivi come Dario Rubén, Antonio Machado, Juan Ramón Jiménez e i poeti della generazione del 27, e critica è giudicato dall'iniziatore della poesia spagnola contemporanea. Ma più che un grande nome della storia letteraria, Bécquer è soprattutto un poeta vivo, popolare in ogni senso della parola, cui versi, spostato voce e alato bellezza, hanno goduto e continuare a godere il preferito di milioni di lettori.

Gustavo Adolfo Bécquer (dettaglio di un ritratto
eseguita da suo fratello Valeriano, c. 1862)
Figlio e fratello di pittori, rimase orfano all'età di dieci anni e ha vissuto l'infanzia e l'adolescenza a Siviglia, dove ha studiato pittura e discipline umanistiche. Nel 1854 si trasferì a Madrid, con l'intenzione di fare carriera letteraria. Ma successo sorrise non lui; l'ambizioso progetto di scrivere una storia dei templi in Spagna è stato un fallimento e solo è riuscito a pubblicare un libro, anni più tardi. Per vivere doveva dedicarsi al giornalismo e fare adattamenti teatrali estere, principalmente dal francese, in collaborazione con il suo amico Luis García Luna, entrambi che adotta lo pseudonimo di «Adolfo García».
Durante un soggiorno a Siviglia nel 1858, era nove mesi a letto a causa della malattia; probabilmente era TB, anche se alcuni biografi sono decantati da sifilide. Durante la convalescenza, che è stato curato dal fratello Valeriano, che ha pubblicato il suo primo mito, il leader delle mani rossee incontrato Julia Espín, secondo alcuni critici la musa per alcune delle sue rime, anche se per lungo tempo erroneamente creduto era Elisa Guillén, con cui il poeta avrebbe rapporti sessuali fino a quando lei lo ha lasciato nel 1860 , e che avrebbe ispirato le composizioni più amare del poeta.
Nel 1861, ha sposato Casta Esteban, figlia di un medico, dalla quale ebbe tre figli. Il matrimonio non è mai stato felice, e il poeta si rifugiò nel loro lavoro o in compagnia di suo fratello Valeriano, nelle scappatelle di questo a Toledo per dipingere.
La fase più feconda della sua carriera fu dal 1861 al 1865, anni in cui ha composto la maggior parte delle sue leggende, ha scritto articoli di giornale e ha scritto letterario grafici una donna, dove espone le sue teorie sulla poesia e amore. Una stagione che abbiamo trascorso nel monastero di Veruela nel 1864 ha ispirato lui lettere dalla mia cella, un insieme di descrizioni del paesaggio.
Economicamente le cose migliorate per il poeta dal 1866, anno in cui ha ottenuto l'uso del censore ufficiale dei romanzi, che gli ha permesso di lasciare i suoi giornali e concentrarsi su sue leggende e le sue rime, pubblicate in parte nel museo universale. Ma con la rivoluzione del 1868, il poeta ha perso il lavoro, e sua moglie lo ha lasciato nello stesso anno.
Egli quindi si trasferì a Toledo con suo fratello Valeriano e lì finalmente ricostruire il manoscritto di rime, cui originale prima era scomparso quando la sua casa fu saccheggiata durante i giorni della rivoluzione. Tornato a Madrid, è nominato direttore della rivista l'illustrazione di Madrid, che serviva anche suo fratello come disegnatore.
La morte, nel settembre 1870, estremamente depressa per il poeta, che, prevedendo la sua morte, ha consegnato il suo amico Narciso Campillo loro originale quindi assumersi la responsabilità per loro dopo la sua morte, che avrebbe avuto luogo tre mesi dopo la valeriana.
Il lavoro Gustavo Adolfo Bécquer
Bécquer immensa fama letteraria è basata sulle sue rime, che ha avviato la corrente romantica poesia intima ispirato da Heine e contrari alla retorica e pomposità dei poeti romantici precedente. La critica letteraria del momento, tuttavia, non ha ospitato bene le sue poesie, anche se la sua fama non sarebbe cresciuto negli anni successivi.
Rime, come essi sono giunti fino a noi, un totale di ottantasei composizioni. Di questi, settantasei sono stati pubblicati per la prima volta nel 1871 incaricato amici del poeta, che ha introdotto alcune correzioni nel testo, rimosso alcune poesie e alterato l'ordine del manoscritto originale (il cosiddetto libro di passeri, oggi conservato nella Biblioteca nazionale di Madrid).
Il contenuto della rima è stato diviso in quattro gruppi: il primo (fa rima a XI) è una riflessione sulla poesia e la creazione letteraria; la seconda (12 ° al 29), è l'amore e i suoi effetti sull'anima del poeta; il terzo (XXX Li) passa per l'inganno e la delusione causata dall'amore nell'anima del poeta; e la quarta (LII al LXXXVI) Mostra che il poeta di fronte morte, amore deluso e il mondo. Le rime sono solitamente precedute da "Introduzione Sinfonica" che, probabilmente, Bécquer preparato come un prologo per tutto il suo lavoro.
La sua prosa si distingue, così come la sua poesia, per la grande musicalità e la semplicità di espressione, piena di sensibilità; seguendo le orme di Poe e Hoffmann, ricreare sue leggende avvolto in un'atmosfera misteriosa e soprannaturale e ambienti fantastici. Si distinguono per l'atmosfera di irrealtà, del mistero, che si trova sempre su un aereo reale che si deforma e sconvolge. Così, in La Corza blanca, dove il protagonista si trasforma di notte in animali citati; o in monte de las ánimas, che trasforma lo stesso scenario di un'amorevole passeggiata nel campo di orribile orrore e terrore provenienti da letto migliore difeso e addorno; o, infine, gli occhi verdi e, soprattutto, Ray Moon, dove la realtà irreale, di fronte, rende i giocatori optare per dormire, dalla follia che vuole vivere quella realtà negato. Sono compiute descrizioni degli ambienti: il rumore dell'ingresso nella Cattedrale in Maese Pérez, l'organista, il silenzio del chiostro nel raggio della luna o le processioni spettrale del braccialetto d'oro e Il Miserere.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici