Biografia di Garcilaso de la Vega | Poeta del Rinascimento.

(Fare Toledo, 1501?-bella, 1536) Poeta del Rinascimento spagnolo. Appartenente ad una nobile famiglia castigliana, Garcilaso de la Vega ha partecipato già in giovane età in intrighi politici di Castilla. Nel 1510 entrò la Corte dell'imperatore Carlos I e hanno preso parte a molte battaglie politiche e militari. Egli partecipò alla spedizione a Rodi (1522) insieme a Boscan e nel 1523 fu nominato cavaliere di Santiago.
Nel 1530 Garcilaso viaggiato con Carlos io a Bologna, dove questo è stato incoronato. Rimase lì un anno, fino a quando, a causa di una questione personale tenuta segreta, fu esiliato a Isola di Schut, sul Danubio e poi a Napoli, dove ha vissuto da allora in poi. Mortalmente ferito in combattimento, durante l'assalto alla Fortezza di molto, in Provenza, Garcilaso è stato trasferito a Nizza, dove morì.
Suo piccolo lavoro conservato, scritto tra il 1526 ed il 1535, fu pubblicato postumo con Boscan, a Barcellona, sotto il titolo delle opere di Boscán con alcuni di Garcilaso de la Vega (1543), libro che ha aperto la rinascita letteraria in lettere ispaniche. Tuttavia, è probabile che in precedenza aveva scritto poesia della Corte tradizionale, e che lui era già un noto poeta.
Garcilaso rapidamente si è iscritto nella proposta del suo amico Juan Boscán adattare il leader italiano per la metrica castigliana, compito svolto con risultati migliori, dal momento che esso ha adottato un spagnolo più adatto per l'accento italiano e l'espressione del nuovo contenuto poetico, neoplatonica tono, tipico della poesia italiana rinascimentale.
Molte delle sue composizioni riflettono la passione di Garcilaso da Portoghese Lady Isabel Freyre, il poeta che ha incontrato presso la Corte nel 1526 e la cui morte nel 1533, lo colpì profondamente. 40 Sonetti e le 3 egloghe ha scritto mossa entro il dilemma tra passione e ragione che caratterizza la poesia petrarquista e in loro gli usi di autore, come il Petrarca stesso, il paesaggio naturale come un correlativo dei loro sentimenti, mentre immagini che viene servito e il tipo di vocabolario usato lascia tradire l'influenza di Ausiàs March. Ha scritto cinque canzoni, due Elegie, un'elegia per Boscan e tre Latino odas, ispirato alla poesia horaciana e virgiliana.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici