RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Biografia di fratelli Lumière | Il direttore della fotografia

ADS

L'invenzione del cinematografo nel 1895 ha provocato la forma d'arte e di intrattenimento più influente nel mondo contemporaneo.
Quando i fratelli Lumière ha lavorato nella progettazione del suo direttore della fotografia, la maggior parte dei problemi tecnici che coinvolgono le riprese e la rassegna di film già sono stata determinata. Senza tuffarsi invenzioni meno conosciuti, è ben noto che l'americano Thomas Alva Edison Kinetoscope già consentita da tale visualizzazione tempo di immagini in movimento. Inventori francesi, fondamentalmente, progettato un sistema che permetteva la proiezione dei film in grandi spazi. Ma proprio per questo motivo che hanno preso il primo passo per la creazione delle moderne sale cinematografiche, centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo hanno partecipato oggi al giorno per ammirare i loro film preferiti, attori e registi. È giusto dire, quindi, che con l'invenzione della Lumiere nacque una delle industrie più influente ha avuto sulla cultura e la società contemporanea.
I fratelli Auguste e Louis Lumière erano Nato a Besançon il 19 ottobre 1862 e il 5 ottobre 1864, rispettivamente, nel seno di una famiglia di piccoli industriali, in un'epoca in cui la borghesia capitalista ha celebrato le prime vittorie. Auguste era un ragazzo timido e introverso, più simile a sua madre, Jeanne Josephine Costille Parisian; Louis, d'altra parte, era determinato e rimbalzante. Senza dubbio questo era tranquillamente prendere l'iniziativa e l'azione, mentre Auguste era destinato al ruolo di comparsa sottomesso e obbediente. Essi sono stati sempre tenuti molto vicini, almeno fino alla nascita del cinema; poi, ognuno vorrebbe percorso diverso.

Bambini di Lumiere
Suo padre, Antoine Lumière, nativo di Ormoy, Haute Saône, aveva lavorato nella sua gioventù come un pittore di segni per negozi. Si trasferisce poi a Besançon, disposti a dedicarsi alla fotografia. Nel 1870 andò con la sua famiglia a Lione e aprì uno Studio fotografico; quindi egli infine abbandonò la pittura, che coltivano solo come un passatempo casual. Ha inviato i loro figli a studiare presso la scuola industriale di Martinière di quella città. Louis salute era fragile; Essi si affliggono frequenti emicranie che impedivano di frequentare regolarmente le lezioni. Questo lo ha costretto a trascorrere lunghi periodi a casa, dove ben presto è diventato al corrente con le attività di suo padre e coltivato il suo hobby preferito: musica, disegno e scultura, che era molto ben attrezzata. Egli più tardi sarebbe frequentare il Conservatorio di musica a Lione per studiare pianoforte e composizione.
Verso il 1880, quando fecero la loro apparizione di bromuro di argento asciugare piatti, che erano un significativo passo in avanti nelle tecniche fotografiche, Antoine Lumière ha sollevato la possibilità di produrle in serie. Vendette il suo Studio e impiantare una fabbrica nel sobborgo di Montplaisir Lyons. Tuttavia, si è precipitato nei suoi calcoli. Non è stato correttamente calibrato molti inconvenienti che ha presentato la preparazione di quei piatti e senza quasi accorgersene, è stato coinvolto in una serie di problemi che sono stati seriamente minacciando la continuità dell'azienda.
Erano i suoi figli, in particolare Louis, che guai nel 1882, quando sono riusciti a preparare una nuova formula, che della placche étiquette bleue, che erano meglio adattati alla produzione su larga scala. La Usines Lumière non sono state salvate solo, ma conobbe grande crescita, con una produzione annua di oltre 1 milione di piastre alla fine di tre anni. Encarrilada la situazione economica, i fratelli Lumière hanno contratto matrimonio. Suoi futuri consorti sarebbe, come, due sorelle: Marguerite e Rose Wincler, mogli rispettivamente di Auguste e Louis.

Il direttore della fotografia

Interesse dei fratelli di Lumière «immagini animate» svegliato quando, nel 1894, suo padre ha portato da Parigi il kinetoscopio di Edison, scomodo dispositivo che era necessario applicare l'occhio a un visualizzatore per essere in grado di guardare un film. Entrambi i fratelli pensiero immediatamente negli enormi benefici che sarebbe un dispositivo in grado di proiettare immagini su uno schermo. Dubbio non influenzato loro successo a Parigi dal "teatro ottico» in cui Emile Reynaud proiettata visualizzazioni di vivace, anche se nelle bande disegnate a mano.

Auguste e Louis Lumière nel 1895
Per immagini animate su uno schermo, è stato necessario passare la striscia di immagini a una lanterna magica. La difficoltà maggiore era escogitare un meccanismo che, ogni volta che un frame per accadere prima dell'obiettivo, inmovilizase e così si potrebbe essere proiettato. Come la persistenza retinica di un decimo di secondo, avrebbe dovuto proiettare almeno dieci immagini al secondo per ottenere l'illusione del movimento. Il Lumière conosciuto questo, focalizzata sulla ricerca di un meccanismo che caratteristiche sedici immagini al secondo. La sua idea era che, ogni secondo, il meccanismo dovrebbe tirare la band sedici volte e immobilizzare e molti altri e, allo stesso tempo, aprire o chiudere la lente, consentire o impedire il passaggio della luce, a seconda che l'immagine sia fisso o animato.
Il problema era abbastanza complesso, e i fratelli testato numerosi meccanismi, nessuno di loro soddisfacente. Infine, Louis ha trovato la soluzione in una notte di insonnia. Ma era Auguste che ha detto quando e come. "Era la fine dell'anno 1894. Una mattina entrato nella stanza di mio fratello, che non stava bene e mantenuto il letto. Mi ha detto che non aveva dormito e che, nel silenzio della notte, aveva delineato le condizioni che ci permetterebbe di raggiungere l'obiettivo che abbiamo perseguito, immaginando un meccanismo in grado di risolvere il problema. Ha spiegato che era necessario stampare una capsula dell'ago un movimento alternato, simile al meccanismo di una macchina da cucire. Gli aghi penetrano nei fori i margini del film e rendono una Spinta; Infine rimosso e ancora lasciare il film, mentre si fa scorrere il sistema ritorna alla posizione originale. È stata una rivelazione. In una sola notte, mio fratello aveva inventato il cinema».

Uno dei primi direttori della fotografia
costruito dalla Lumière
Disegnando i piani dell'apparecchio, Louis ordinò la sua costruzione a Eugène Moisson, capo meccanico della Usines Lumière. Il primo cinematografo, che era allo stesso tempo tomavistas e proiettore, venne brevettato il 13 febbraio 1895. Louis ha cominciato a rotolare con lui le prime pellicole, una lunghezza di 17 metri (quasi un minuto di proiezione) che era la capacità massima permettendo la macchina.
In questo nuovo lavoro, la sua preparazione artistica servita così tanto. La selezione dell'approccio richiesto, la ricerca per la migliore esposizione e l'elezione delle fasi del movimento presto cessò di essere un segreto per lui. Non esitò ad applicare questa conoscenza per le riprese di cui doveva essere il primo film nella storia del cinema: l'uscita degli operai di fabbrica Lumière.

L'uscita degli operai di fabbrica Lumière
Con questo film, il cinema è stato presentato il 22 marzo 1895 ai partecipanti a una conferenza sulla nuova invenzione, organizzato per questo scopo in d'Encouregement la Société à l'Industrie Nationale di Parigi. Due mesi più tardi, il 10 giugno, Louis è stato un successo di sogno nelle società fotografica congresso tenuto a Lione da proiettare l'arrivo dei delegati a Neuville-sur-Saône, film girato il giorno prima e che è considerato il primo cinegiornale filmato. Perfezione tecnica e la novità sensazionale di Louis film realizzati il cinematografo è necessaria su tutti i sistemi alternativi. Era ora di confrontarsi direttamente con il pubblico, aprendo il primo teatro di film.

Il primo cinema

I fratelli Lumière affittato un locale grande e arioso, il Salon Indien, situato nel seminterrato del Grand Café, molto vicino all'Opera di Parigi. La sessione inaugurale si è svolta il 28 dicembre 1895. L'ingresso costa un franco e lo spettacolo è durato mezz'ora. L'arrivo di un treno alla stazione e lo spruzzatore abbeverato, i due migliori film di Louis e altri dieci film vengono proiettati ci. Il successo fu clamoroso. La notizia rapidamente girato la città, e tre settimane più tardi, la presenza ha raggiunto tre mila persone.

Manifesto del cinematografo Lumière
Anche se Louis Lumière girato molti altri film, rimase sempre fedele al documentario e temi storici e brevi episodi «fumetto», un famigerato ingenuità. Loro richieste non sono mai sono maggiori. Tuttavia, riuscì a svegliarsi autentiche passioni e vocazioni, come del abile mago francese Georges Méliès, che dalla loro partecipazione alla sessione inaugurale del Salon Indien, completamente dedicato alla cinematografia, ma con un molto diverso per il Louis spirito. Méliès in fuga sia la vera storia e il banale e collocato il nuovo strumento al servizio dell'arte e fantasia.
Nel 1903, dopo diversi anni di sessioni presso il Salon Indien, fratelli Lumière separati e hanno preso strade molto diverse. Louis è rimasto davanti alla fabbrica di Montplaisir. E testato per colore e rilievo sia nella fotografia e nel cinema. Egli fu il primo a testare il 'grande schermo' e il 'circolare' o panoramico, anticipando in quasi sessant'anni per la «circorama» del regista e produttore cinematografico Walt Disney. Durante la prima guerra mondiale che ha preparato un nuovo mix per evitare olio congelerà in motori di aviazione. Ha dedicato la sua inventiva per ortopedia, produzione un tipi molto ingegnoso di mano artificiale. Nel 1944, quando egli risiedeva a Bandol in attesa per la morte, che sarebbe venuto quattro anni più tardi (il 6 di giugno 1948), ha detto: "Sono felice di trovare ancora al lavoro il modo migliore per sostenere la durezza e l'angoscia dei tempi in cui viviamo".

I fratelli Lumière
Auguste, d'altra parte, finalmente abbandonato la fotografia e il cinema e si dedicò alla coltivazione di biologia e fisiologia, discipline che ha sempre mostrato una particolare inclinazione. Nel 1914 ha aperto un centro di ricerca grande a Lione, i Laboratoires Lumière, incluso, in stretta collaborazione con un team di prestigiosi medici clinica. Ha effettuato studi su varie malattie: cancro, tetano e tubercolosi notevolmente ha sostenuto la sua attenzione. Il suo lavoro ben più di venti volumi. Le sue opere includono La vie, mort et muladie, in cui rosa la teoria ippocratica di umori e averlo di medicina. Loro punti di vista, molto poco ortodosso, sono state respinte dalla maggioranza della classe medica, che lo ha gettato in faccia suo autodidatta e il suo status di upstart. Tuttavia, medicina dell'Accademia ha finito per accettarla come uno dei suoi membri. Ha vissuto fino a un'età molto avanzata, sorprendente lui morte a Lione il 10 aprile 1954.
La storia del film è la storia dei pionieri e creatori, ma anche degli imperi cinematografici. Dal 1900 la pellicola ha cominciato a diventare un'industria competitiva, con guerre commerciali duro, come la guerra di brevetti scatenata da Edison a monopolizzare il mercato. In questi anni è stato creato il prima grande fiducia, il Motion Pictures Patents Company, come Universal, Paramount, Warner, Fox e Metro Goldwyn Mayer, germe, con la Columbia e artisti universali, stava per essere negli Stati Uniti la Major o grandi produttori. Poi nacque anche Hollywood, sulla costa occidentale, lontano dal potere di Edison. Divenne presto evidente che Kinetoscope sale teatri e varietà non erano adatti per canali di distribuzione di film e nel 1905 fu aperto il primo nickelodeon camera a Pittsburgh. L'ingresso costa cinque centesimi per ogni film: fu l'inizio di una nuova era.

Cronologia dei fratelli Lumière

1862Nasce Auguste Lumière a Besançon.
1864Louis Lumière era nato nella stessa città.
1870Si trasferirono a Lione, dove suo padre montato uno Studio fotografico.
1880Suo padre aprì una fabbrica per produrre in piastre asciutto di bromuro di argento di serie, ma ha difficoltà tecniche.
1882Grazie a una nuova formula che ottengono produrre lastre asciutti su larga scala. Prosperità economica.
1894Sanno che il kinetoscopio di Edison e cominciano ad essere interessato a «immagini animate», alla ricerca di un modo di proiettarli su uno schermo. Louis vede la soluzione ai problemi tecnici durante una notte di insonnia e progettato il cinematografo.
1895Hanno brevettato il cinematografo e creare il primo teatro di film del mondo nel Salon Indien del Grand Café de Paris. Essi sono il film l'arrivo di un treno alla stazione e l'irrigatore innaffiato, tra molti altri.
1903Dopo diversi anni di proiezioni nel Salon Indien, separare e prendere direzioni diverse. Louis segue con fabbrica di materiale per la fotografia e Auguste coltiva biologia e fisiologia.
1948Morte di Louis Lumière a Bandol.
1954Auguste Lumière morì a Lione.

Fratelli Lumière e il cinema

Anche se è preso come data della nascita del cinema il 28 dicembre 1895, quando i fratelli Louis e Auguste Lumière offerto la prima esposizione pubblica del suo direttore della fotografia, è noto che a quel tempo che altri molti pionieri già sono state proiettando anche immagini di altri sistemi che forse ancora non ha avuto la perfezione del francese, ma che cercano lo stesso obiettivo. I precursori erano fondamentalmente fotografi che hanno avuti un'infrastruttura minima per essere in grado di elaborare le immagini ottenute nei loro laboratori. La prima proiezione di Lumière si offrì nel rinomato Salon Indien del Gran Café, situato al numero 14 di Boulevard des Capucines a Parigi. Il clueless che sono stati disegnati per la locandina dello spettacolo erano più cospicue rispetto a chi aveva ricevuto un invito personale dalla Lumière. I commenti del tempo indicano che gli spettatori sono stati stupiti a quelle immagini che passati davanti ai suoi occhi.

I fratelli Lumière
Per rendere una idea di cabal dell'impressione ricevuta dal pubblico è necessario posizionare in quel mondo per più di un secolo fa, in cui c'era l'immagine in movimento. Stampe, immagini e Foto: giocare il mondo significava per fermarlo, trasformarlo in qualcosa stazionario, in memoria di un gesto. L'autunno immagine di una strada, un gruppo di famiglia contro un tranquillo giardino Borghese, un vuoto tramonto d'estate sul bordo del mare. Appena cinquanta anni prima l'uomo aveva imparato a riprodurre meccanicamente la realtà come la vediamo attraverso le fotografie. La nascita della fotografia era stata una vera rivoluzione per gli occhi dell'umanità: una persona aveva visto in un paese molto lontano, poteva vedere con assoluta precisione e accuratezza, senza muoversi da casa.
Il 28 dicembre 1895 i fratelli Lumière ha dato un ulteriore passo avanti. Nel lussuoso viale nella capitale francese un piccolo gruppo di persone quel pomeriggio era concentrato sulla porta di una camera dove ha annunciato la presentazione di una nuova invenzione. Il suo breve annuncio ha detto: "cinematografo Lumière." Ingresso 1 franco". Tra tutti i camminatori, trenta-tre sono state le persone che hanno lasciato trascinare dal segno enigmatico. Quando si sono seduti giù in camera (qualche vecchia piscina riempita con posti a sedere, presiedute da un muto rettangolo di tessuto bianco), le luci si spensero. Qualcosa faceva le fusa in silenzio e apparve un'immagine sul tessuto. Una proiezione. L'immagine tremolante di una stazione ferroviaria.
Per alcuni brevi momenti, a quanto pare niente era innovativo agli occhi del pubblico: negli ultimi anni sono noti da lanterne magiche in grado di proiettare fotografie alle pareti. Ma questa nuova magia nasconde un'altra magia. Improvvisamente, davanti agli occhi attoniti del pubblico, tutte le figure che hanno popolato la stazione non solo tremavano nel candore dello schermo, ma anche spostato. Quelle figure fotografate visto destro e sinistro in attesa per l'arrivo del treno. Poi è venuto il suo momento culminante. Una locomotiva, avanza lentamente verso il presente è emerso dallo sfondo dell'immagine. Che era già troppo: alcuni di loro, davvero spaventato, saltato dai loro posti e si precipitò verso l'uscita. Non tornare a loro fino a quando si era assicurato loro che aveva fermato il treno alla stazione. La realtà di quelle immagini breve stampa era stato così forte che ha lasciato i locali prigionieri di una nuova eccitazione: aveva assistito alla nascita di qualcosa di mai visto prima, uno spettacolo unico che ha continuato ad affascinare i suoi seguaci dal giorno della sua nascita. Presto correva giù tutte le notizie di Parigi, e il Salon Indien rimasto piccolo.

Telaio dell'arrivo di un treno alla stazione
Tutto ciò che non ha preso posto, tra l'altro, nella prima sessione di proiezione (l'arrivo di un treno alla stazione è un film dopo tale data), ma anche per i fratelli Auguste e Louis Lumière, che non visualizza sarebbe una miscela di esperimento scientifico e numero della fiera, di grande successo che ha avuto. L'inventore americano Thomas Alva Edison aveva già sviluppato, prima della proiezione di Lumiere, un film che presenta le immagini in movimento. La differenza era che loro Kinetoscope era per un singolo spettatore, un piccolo oggetto rotante cui interno potrebbe contemplare il viaggio fiere visitatori dopo aver inserito una moneta. La Lumière, tuttavia, ha avuto l'intuizione pensando che che doveva essere qualcosa di collettivo, una cerimonia pubblica. Se si tratta di aspetti tecnici dell'invenzione, che è stato senza dubbio il suo più grande contributo. E questo è come il film è rimasto da allora.
I primi film dei Lumière (già citato l'arrivo di un treno alla stazionee altri come l'uscita degli operai di fabbrica Lumière, uscita Porto, gioco di carte, la colazione con il bambino, l'arrivo dei delegati a Neuville-sur-Saône o Fabbri) aveva una durata molto breve (meno di un minuto) e una grande semplicità formale : una presa di corrente da un unico punto di vista già servito per suscitare l'interesse e l'immaginazione del pubblico. Nel modo stesso che era accaduto con la fotografia, presto è stato pensato per inviare agli operatori in parti remote del mondo, per catturare insolita realtà agli occhi del pubblico. Scenari esotici, persone lontane, eventi di scene di vita o sport politiche e sociale: piccoli documentari sul movimento che incontrato simili missione che immagini fotografiche, ma con più spettacolare.

Fiction: Méliès e Porter

Il primo a realizzare che il film è servita non solo per catturare la realtà era, curiosamente, un mago chiamato Georges Méliès, che era stato uno dei primi spettatori della proiezione della Lumière. Secondo la leggenda, trasformato rapidamente ai fratelli a comprarli uno dei loro dispositivi tomavistas. A quanto pare, hanno cercato di dissuaderlo dal suo proposito, perché erano convinti che documentari moda in movimento sarebbe di breve durate e che sarebbe successo, non appena esaurita la capacità di sorprendere il pubblico: il film, secondo i fratelli Lumière, non aveva intenzione di passare dall'essere una curiosità.

Georges Méliès
Tuttavia, Melies non si arrende nei suoi sforzi. Ha costruito la propria macchina fotografica e ha cominciato a rotolare. Durante le riprese di un blando scene nella Place de l'Opéra de Paris, la sua macchina fotografica è stata bloccata per più di un minuto. Dopo tale periodo di tempo, veicoli e persone che hanno gremito la strada aveva cambiato, ovviamente, posizione. Quando Méliès successivamente mostrato frammento girato, ha trovato con grande stupore che "un tram era diventato un carro funebre, e gli uomini erano ormai le donne". È stato sopportato a quel tempo il film falsità e con essa la capacità immensa di cinema di fanno sognare lo spettatore.
Méliès presto applicate le proprietà di illusorio ed evocativo di potenziamento per creare piccoli frammenti di romanzi immaginari, abitati da esseri impossibili, con stravagante decorate dipinte a mano in cui sono stati sviluppati completamente irreale situazioni: viaggio sulla luna, l'uomo alla testa di gomma, viaggio attraverso l'impossibile... Ha ricreato anche con attori di teatro, la notizia che parodiava la serietà del film documentario del suo tempo: Méliès ha introdotto la fiction nel cuore di quell'invenzione fino ad allora così attaccato era stato immediato a realtà. Accanto a quella di Méliès in Francia, sarà cruciale per i contributi di Edwin Stratton Porter in America. Film come salvataggio in un incendio o il primo western, assalto e una rapina al treno (1903), introduce importanti innovazioni, come azioni parallele, primo piano e di suspense, che permette di creare linee lunghe più narrative in cui l'azione è spostata da una scena a altra.

Cornici di l'uomo alla testa di gomma (1901)
e un viaggio sulla luna (1902), di Georges Méliès
Anche se il kinetoscopio di Edison era già noto, il trigger per la nascita dell'industria cinematografica negli Stati Uniti erano fiere offerti dal rappresentante dei fratelli francesi. Imprenditori locali presto decisero di fare un fronte comune per lo sviluppo di una propria industria, e così i primi produttori stavano emergendo: (1897) Biograph e Vitagraph (1898) si unirono i già affermati Edison Co. (1892). Il mercato è stato promettente, e per soddisfare le vostre esigenze non erano solo i film su tutti i tipi di argomenti che ogni azienda ha prodotto, anche loro erano commercializzati altri film che arrivano dall'Europa senza alcun controllo.
Nel resto del mondo le prime immagini che vengono visualizzate dal 1895 sono fondamentalmente dalla fabbrica Lumière. In ogni paese i rappresentanti della ditta rotolo anche cortometraggi di problemi convenzionali ed eventi poco importanti, che forniscono immagini native per la programmazione in teatri locali al fine di interesse pubblico nel nuovo spettacolo. In Inghilterra ha evidenziato il gruppo di fotografi a Brighton: James Williamson, George Albert Smith e Alfred Collins ha approfittato dei contributi del suo contemporaneo Robert William Paul per girare le scene che differivano poco dal girato dai francesi e americani.

Lo sviluppo dell'industria

Tra il 1895 e il 1902, il pessimismo di Lumiere sulla pellicola come business fondamentalmente è stato compensato da produzione Méliès ed Edison. Edison ha voluto controllare il business del film dal primo momento come se fosse il suo proprio brevetto. Loro sforzi tenaci di rivendicare i loro diritti di brevetto lo porta ad essere permanentemente per anni in tribunale per sorvegliare diverse centinaia di denunce contro chi voleva usurpare i loro diritti. Questa prima guerra terminò nel 1908, con l'implementazione del Motion Pictures Patents Company o MPPC, gruppo davanti alla quale sarebbe stata la stessa Edison.
Durante quei primi anni sono stati progettati i primi pilastri dell'industria cinematografica del mondo, in alcuni paesi con più forza e intenzione rispetto agli altri. Produzione è stato consolidato da alcune aziende che sarebbero incontestabile motori di business in questi anni; parla francese Pathé e la Gaumont firme, il danese Nordisk Film e i suddetti mezzi americani parlando di qualità e successo. Il settore espositivo ha cominciato a frantumarsi: da un lato ha continuato molti imprenditori con i loro programmi mobili, mentre nelle grandi città la caserma ha dato strada tra 1903 e 1906 a stable aree e nelle arene di prime. Distribuzione, d'altra parte, mancava ancora la protuberanza che alla fine avrebbe. I film erano già più lunghi e i produttori non potrebbero essere responsabili per la commercializzazione dei suoi titoli; Questo è emerso a questo intermediari di primo tempo.
Nel frattempo, nel seno dei maggiori produttori ha cominciato ad emergere un roster di amministratori, operatori e attori, generando una corrente professionale che dovrebbe essere in espansione in termini di sue sfaccettature come la produzione di film erano complicati. Insieme a Edwin S. Porter e i francesi Louis Feuillade e Ferdinand Zecca, in tutti i paesi sono stati molti registi che è venuto al cinema per caso e che maturato il proprio apprendimento. Già parlando di cinema come cinema (dal manifesto di sette arti rese pubbliche da Ricciotto Canudo nel 1911), sorgono le prime stelle dello schermo, promozione sviluppa, consolida il linguaggio cinematografico e si applica il formato del film come una misura standard per i film.
In Europa, cinema italiano ricerca spettacolare nelle loro storie (gli ultimi giorni di Pompei, 1907) e ruota epica classica sontuoso come Quo Vadis? (1913), Enrico Guazzoni, o Cabiria (1914), de Giovanni Pastrone. Cinema francese restituisce il suo sguardo sulla qualità dei testi dei grandi autori e l'interpretazione dei loro attori più acclamati. Spinta questi progetti che il produttore sarà responsabile Film d'Art, fondata da un banchieri parigini, che il film dovrebbero essere come l'assassinio del duca di Guisa (1908). In questa stessa direzione si muove il cinema spagnolo, basando la sua produzione in commedie e drammi della grande tradizione letteraria, sorprendente che in un cinema con scarse risorse economiche, tematicamente alla ricerca di se stessa, aveva osato di partecipare la vita di Cristoforo Colombo e la sua scoperta dell'America (1916), una coproduzione con la Francia di bilancio eccessivi (1 milione di pesetas del tempo).
Come nel vecchio continente più della produzione che guardò verso il teatro, gli americani ha rinforzato la redditività dei loro sforzi economici, che istituisce un programma di animazione che ha superato le cinematografie del resto del mondo opere. Fin dai primi anni del XX secolo, lo sviluppo dell'industria cinematografica conferma la vita effimera di molte imprese e la crescita di chi crede seriamente nel presente e nel futuro. I produttori americani ha optato per la terra di California roll molti dei suoi film (Hollywood inizia a decorrere dal 1907) e finalmente liberarsi del controllo di Edison.

Consolidamento e creatività

Si può dire che al 1915 il cinema pioneer scena sinistra sopra ed è già entrare pienamente un altro creativo e industria, che svilupperebbe i fondamenti della pellicola come arte e spettacolo. Che in principio era un lavoro intuitivo di sforzi individuali, diventati poi un sforzo di business in cui gli interessi commerciali avrebbe il ruolo di primo piano da aspettarselo in un business che stava aumentando.
Gli anni che vanno dal 1915 al 1927, da D. W. Griffith la nascita di una nazione fino a quando il cantante di jazz, il primo film sonoro, costituiscono un periodo straordinariamente fecondo e decisivo per la storia del cinema. Negli Stati Uniti, derivano i film Western di Thomas Harper Ince, il film comico di Mack Sennett con loro torte volanti, le grandi epopee di Cecil B. de Mille, le indimenticabili figure di Harold Lloyd e Charlot e uno dei maestri della cinematografia mondiale, David W. Griffith. Sequenze, azioni parallele, varietà di piani, uso della luce con effetti drammatici: Griffith raccoglie scoperte precedenti e crea un linguaggio che rappresenta l'inizio di una nuova fase, quella del cinema come spettacolo.
Contemporaneamente, il film diventa uno della più coltivata dalle avanguardie artistiche mezzi di espressione artistica europea. In Germania, la scuola espressionista, crea un film completamente fuori il realismo del cinema americano, con opere di tema fantastico e un linguaggio visivo molto particolare caratterizzata da un paesaggio strano (angoli e piani, pareti inclinate e architetture insolite), un gesti ed esagerato trucco e violenti contrasti di illuminazione, che trova il suo paradigma Il gabinetto del dottor Caligari Robert Wiene (1919) e il tedesche opere di due grandi registi, F. W. Murnau Nosferatu, il vampiro (1922) e Fritz Lang, i Nibelunghi (1923-1924) e Metropolis (1926).

Metropolis (1926) di Fritz Lang
ed Eisenstein la corazzata Potëmkin (1925)
Dopo il trionfo della rivoluzione sovietica, l'avanguardia artistica russa utilizza nuovi modi espressivi come la pellicola per diffondere la nuova ideologia. Dopo una fase iniziale caratterizzata da produzione di Dziga Vertov (creatore di "Cine-occhio", cui opere dispensare con lo script, l'interpretazione e l'arredamento) e documentari di estetica realistica, dal 1921 registi russi ricostruito rivoluzionari episodi di grande complessità. Il più grande contributo del cinema sovietico si verifica nel campo dell'Assemblea, con la creazione di nuovi spazi, tempi, relazioni e significati attraverso l'audace accostamento di aerei. Devono essere citati almeno due grandi nomi: Ilariónovich Pudovkin Vsiévolod e Sergei Mijáilovich Eisenstein, quest'ultimo autore di un film mitico, La corazzata Potëmkin (1925), in cui spicca la sequenza della scala di Odessa, girato con 170 aerei e sapiente uso di primo piano e Monte.
Con il rilascio del cantante di jazz Alan Crossland (6 ottobre 1927) inizia l'era del suono nel cinema. Questo film cantata lasciato il pubblico senza parole e ha provocato una rivoluzione nella modalità espressive cinematografico: i giocatori devono imparare a parlare correttamente, e una grave crisi è caduto sulle figure del cinema muto. Keaton, Von Stroheim, Griffith e Chaplin, tra gli altri, firmato Scritture denunciando il nuovo sistema. Presto, tuttavia, resi conto che non potrebbe opporsi al progresso: Charles Chaplin e Sergei Eisenstein suonerebbe film, mentre Keaton e Von Stroheim è passato all'interpretazione. Per questa prima grande rivoluzione seguita l'emersione di colore, cinemascope e la separazione tra la fotocamera microfono tomavistas (consentendo a ricomporre un suono diverso dalle riprese dello studio), che getta le basi del cinema del nostro tempo.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata