Passa ai contenuti principali

Biografia di Carl von Linné [Linnaeus] | Botanico svedese.

(Carolus Linnaeus in latino; Carlos Linneo in spagnolo; Rashult, Svezia, 1707 - Uppsala, ID., 1778) botanico svedese. Suoi interessi giovanili nelle piante che ero all'età di otto anni ad emergere è già con il soprannome di piccola botanica, anche se questo ha combinato con gli studi di medicina, che ha studiato presso l'Università di Uppsala e Lundt e vocazione con la relativa istituzione, nel 1738, in quest'ultima città come medico privato e professore di medicina presso l'Università (1741). Oltre alle spedizioni botaniche in Lapponia, per conto dell'Accademia delle scienze di Uppsala, ampliò i suoi studi di medicina nei Paesi Bassi e visitato altri paesi europei, come Francia e Gran Bretagna. Fu professore di botanica presso l'Università di Uppsala (1742).

Linneo
Considerato il creatore di classificazione degli esseri viventi o tassonomia, ha sviluppato un sistema di nomenclatura binomiale (1731) che diventano classico, basato sull'uso di un primo termine, scritto in lettere maiuscole, che indica il genere e la seconda parte, corrispondente al nome specifico della specie descritta, scritta in lettere minuscole. D'altra parte, esso raggruppati generi in famiglie, famiglie in classi, classi in tipi (riga) e in regni.
Tentativi di introdurre qualche ordine nella confusione apparente che coinvolgono l'enorme proliferazione di esseri viventi esisteva già prima del loro lavoro. J.-p. è stato il primo che ha cercato di stabilire una classificazione. de Tournefort (1656-1708) introducendo un sistema di classifica naturale basato su "realtà oggettiva della specie, generi e classi". Quasi contemporaneamente, John Ray ha scritto un'opera monumentale, Historia generalis plantarum (1686-1704), che ha provato a distribuire le piante in maniera razionale e definire con precisione, in sostanza, la nozione di specie attraverso l'instaurazione di rapporti con una comunità di origine.
Tournefort e lavoro di Ray avuto continuità delle indagini iniziali di Linné nel campo della botanica, che si è concentrata sullo studio di stami e il pistillo, e che lo ha portato a pensare che egli potrebbe introdurre una nuova e migliore classificazione delle piante, basata sullo studio del tratto riproduttivo (sistema sessuale). Tuttavia, prendendo in considerazione solo il carattere del fiore, il sistema, anche nell'opinione dell'autore, era troppo artificiale.
Questo problema è stato risolto con l'introduzione della cosiddetta classificazione binaria, che gli ha permesso di classificare oltre 8.000 specie animali e vegetali 6.000. Così, fu il primo scienziato che ha usato i simboli dello scudo e la lancia di Marte e lo specchio di Venere per indicare, rispettivamente, maschile e femminile. Il suo lavoro gli è valso la concessione di un titolo di nobiltà nel suo paese.
La pubblicazione della sua opera le specie vegetali (specie plantarum) nel 1753 è considerata l'inizio ufficiale dell'applicazione della moderna nomenclatura in biologia. Difensore dell'immutabilità delle specie - al contrario, di conseguenza, l'idea di evoluzione - considerato che tutti loro sono state create separatamente all'inizio del tempo. Dopo la sua morte, le sue collezioni sono state acquisite da un naturalista inglese, che li portò al Regno Unito, dove servì come il kernel unificante della famosa società Linneana.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…