Passa ai contenuti principali

Amore, sesso e matrimonio nell'antica Mesopotamia | L'origine e la storia.

da Joshua J. Mark
Testi medici dalla Mesopotamia antica forniscono prescrizioni e pratiche per curare ogni sorta di malattie, ferite e malattie. C'era una malattia, tuttavia, che non aveva alcuna cura: amore appassionato. Da un testo medico trovato nella biblioteca di Assurbanipal a Ninive arriva questo passaggio:
Quando il paziente è continuamente schiarisce la voce; spesso viene persa per parole; è sempre parlando a se stesso quando è abbastanza da solo e ridendo per nessun motivo negli angoli dei campi, è abitualmente depressa, la gola stretta, non trova nessun piacere nel mangiare o bere, ripetendo all'infinito, con grandi sospiri, 'Ah, il mio povero cuore!' – lui è affetto da mal d'amore. Per un uomo e una donna, è tutto uno stesso (Bottero, 102-103).
Matrimonio nell'antica Mesopotamia fu di vitale importanza per la società, letteralmente, perché ha assicurato la continuazione della linea famiglia e fornito stabilità sociale. Organizzare matrimoni erano la norma, in cui la coppia non aveva spesso mai incontrato, e c'erano anche nuziale aste dove le donne sono state vendute al miglior offerente, ma rapporti umani nell'antica Mesopotamia erano altrettanto complessa e stratificata come quelli oggi e parte di che la complessità è stata l'emozione dell'amore. Lo storico note di Karen Nemet-Nejat, "come persone di tutto il mondo e tutto il tempo, antichi abitanti della Mesopotamia sono profondamente innamorato" (132).
La popolarità di ciò che, oggi, sarebbe stata chiamata 'love songs' anche attesta la comunanza di attaccamento profondo romantico tra le coppie. Alcuni dei titoli di queste poesie illustrare questo concetto: ' dormire, vattene! Voglio tenere il mio tesoro tra le mie braccia!' 'Quando parli con me, fai il mio cuore gonfiarsi finche ' non potrei morire!' ' non ha chiuso i miei occhi ieri sera; Sì, sono stato sveglio tutta la notte, mia cara [pensando a te]' (Bottero, 106). Ci sono anche poesie, come una composizione accadica da c. 1750 A.C., che raffigura due amanti argomentando perché la donna si sente l'uomo è attratto da un altro e lui deve convincerla che lei è l'unica per lui. Alla fine, dopo hanno discusso il problema, la coppia riconcilia e sia reso chiaro che ora vivranno felici e contenti insieme.

Il Business del matrimonio

In contrasto con l'amore romantico e un paio condividendo le loro vite insieme, tuttavia, è il lato' business' di matrimonio e il sesso. Erodoto riporta che ogni donna, almeno una volta nella sua vita, aveva per sedersi fuori il Tempio di Ishtar (Inanna) e accetta di fare sesso con qualunque straniero ha scelto lei. Questa usanza è stata pensata per garantire la fertilità e la prosperità della Comunità. Come la verginità di una donna è stata considerata requisito per un matrimonio, sembra improbabile che le donne non sposate avrebbero preso parte a questo e ancora Erodoto afferma che era necessaria che 'ogni donna'. La pratica della prostituzione sacra, come Erodoto descrive, è stata contestata da molti studiosi di moderno-giorno, ma la sua descrizione dell'asta sposa non ha. Erodoto scrive:
Una volta all'anno in ogni villaggio le giovani donne ammissibili sposare sono raccolte tutti insieme in un unico luogo; mentre gli uomini si aggirava intorno a loro in un cerchio. Quindi un araldo chiamato le giovani donne uno ad uno e messi in vendita. Ha iniziato con la più bella. Quando è stata venduta per un prezzo elevato, ha offerto in vendita colui che ordinati successivamente in bellezza. Tutti loro sono stati poi venduti per essere mogli. Il più ricco dei Babilonesi che desideravano Mer offerta contro l'altro per le più belle giovani donne, mentre la gente comune, che non erano preoccupata per la bellezza, ha ricevuto le donne più brutta insieme a compensazione monetaria... Tutto quello che mi è piaciuto potrebbe venire anche da villaggi lontani e un'offerta per le donne. Questo era il migliore di tutti i loro costumi, ma ora è caduto in disuso (storie i: 196).
clip_image019
Così, mentre l'amore romantico ha giocato una parte in matrimoni mesopotamica, è vero che, secondo i costumi e le aspettative della società mesopotamica, il matrimonio era un contratto legale tra il padre di una ragazza e un altro uomo (come nel caso dell'asta sposa dove lo sposo pagato il padre della ragazza il prezzo della sposa, lo sposo) o, più comunemente, tra due famiglie , che ha funzionato come la Fondazione di una comunità. Lo storico Bertman scrive,
Nel linguaggio dei Sumeri, la parola per 'amore' è un verbo composto che, in senso letterale, significato ' per misurare la terra,' cioè ' per contrassegnare fuori terra'. Sia tra i Sumeri e babilonesi (e molto probabilmente tra gli Assiri pure) matrimonio era fondamentalmente un accordo di lavoro progettato per assicurare e perpetuare una società ordinata. Se c'era un'inevitabile componente emotiva al matrimonio, il suo intento primario agli occhi dello stato non era compagnia ma procreazione; felicità non personale nella continuità presente ma comuni per il futuro (275-276).
Questo è stato, senza dubbio, la vista 'ufficiale' del matrimonio e non non c'è nessuna prova per suggerire che un uomo e donna deciso semplicemente di sposarsi per conto proprio (anche se c'è evidenza di una coppia che vive insieme senza sposare). Bertman scrive, "ogni matrimonio è iniziato con un contratto legale. Infatti, come diritto mesopotamico dichiarato, se un uomo dovrebbe sposare senza aver prima redatto ed eseguito un contratto di matrimonio, la donna si 'sposa' non sarebbe sua moglie... ogni matrimonio ha cominciato non con una decisione congiunta di due persone innamorate ma con una negoziazione tra esponenti delle due famiglie"(276). Una volta firmato il contratto di matrimonio in presenza di testimoni, la cerimonia ha potuto essere progettata.
La cerimonia di nozze dovuto includere una festa al fine di essere considerato legittimo. Il corso del processo di matrimonio ha avuto cinque fasi che doveva essere osservato in ordine per la coppia ad essere legalmente sposata:
  1. Il contratto di fidanzamento/matrimonio;
  2. Pagamento delle famiglie della sposa e dello sposo a vicenda (la dote e il prezzo di bride);
  3. La cerimonia/festa;
  4. La sposa si spostano in casa di suo padre-in-law;
  5. Rapporto sessuale tra la coppia con la sposa dovrebbe essere Vergine durante la sua notte di nozze e di rimanere incinta.
Se uno qualsiasi di questi passaggi è non stata eseguito o eseguito non correttamente (ad esempio la sposa non rimanere incinta), il matrimonio potrebbe essere invalidato. Nel caso in cui la sposa si è rivelato non essere vergine, o non poteva concepire, lo sposo potrebbe farla tornare alla sua famiglia. Egli avrebbe dovuto restituire la dote alla sua famiglia, ma vorrei tornare la sua famiglia aveva pagato il prezzo di bride.

Il fidanzamento

Speciale attenzione è stata dedicata all'impegno. Bertman note:
Gli impegni sono stati seria in Babylonia, soprattutto per coloro che potrebbero avere un cambiamento del cuore. Secondo il codice di Hammurabi, un corteggiatore che ha cambiato la sua mente perderebbe il suo intero deposito (regalo di fidanzamento) e il prezzo della sposa. Se il futuro suocero ha cambiato idea, ha dovuto pagare il doppio di corteggiatore deluso il prezzo della sposa. Inoltre, se un pretendente rivale persuase il suocero per cambiare la sua mente, non solo il suocero ha dovuto pagare il doppio, ma il rivale non era permesso di sposare la figlia. Queste sanzioni legali ha agito come un potente deterrente contro i cambiamenti del cuore e un potente incentivo per sia responsabile del processo decisionale e comportamento sociale ordinato (276).
Questi incentivi e sanzioni erano particolarmente importanti perché giovani in Mesopotamia, come giovani al giorno d'oggi, non hanno sempre voluto rispettare i desideri dei genitori. Un giovane uomo o una donna potrebbe anche amare qualcuno diverso da 'l'accoppiamento migliore' scelto dai loro genitori. Una poesia con la dea Inanna, nota per la sua propensione per 'free love' e fare come voleva e il suo amante Dumuzi, è pensata per illustrare i genitori problemi aveva nel guidare i loro figli, figlie in particolare, nel corretto comportamento risultante in un matrimonio felice (anche se, come Inanna e Dumuzi erano una coppia molto popolare nella letteratura religiosa e laica, è dubbioso che giovani interpretato la poesia allo stesso modo i genitori possono avere). Lo studioso Jean Bottero descrive il lavoro, sottolineando come Inanna fu incoraggiato a sposare il Dio agricoltore di successo Enkimdu ma mi è piaciuto molto il Dio Pastore Dumuzi e così ho scelto lui. Bottero scrive:
Ha lasciato furtivamente la casa, come un adolescente amorose, per andare a incontrare il suo amato sotto le stelle, 'che brillavano come ha fatto lei', allora a dally sotto le sue carezze e improvvisamente mi chiedo, vedendo l'anticipo di notte, come stava per spiegare la sua assenza e ora tarda a sua madre: ' Lasciami andare! Devo andare a casa! Lasciami andare, Dumuzi! Devo andare! / Che bugia devo dire a mia madre? / Che bugia devo dire a mia madre Ningal?' E Dumuzi suggerisce una risposta: lei dirà che compagne della ragazza si convinse ad andare con loro per ascoltare musica e ballare (109).
clip_image020
Le sanzioni e incentivi, poi, avrebbero dovuto mantenere una giovane coppia sulla strada desiderata verso il matrimonio e impedire loro di impegnarsi in storie d'amore sotto le stelle. Una volta che la coppia era sposata correttamente, ci si aspettava che producono i bambini rapidamente. Sesso è stato considerato un altro aspetto della propria vita e non c'era nessuno del moderno-giorno imbarazzo, timidezza o tabù coinvolti nella vita sessuale dei mesopotamici. Bottero afferma che "amore omosessuale potrebbe essere goduto" senza paura dello stigma sociale e testi menzionano uomini "preferendo adottare il ruolo femminile" nel sesso. Inoltre, egli scrive, "potrebbero essere adottate varie posizioni insolite: 'in piedi'; 'su una sedia'; 'attraverso il letto o il partner'; portandola da dietro ' o anche 'sodomizzare lei' e sodomia, definito come rapporto anale, era una forma comune di contraccettivo (101). Più ulteriormente,
potrebbe succedere che un ambiente eccentrico è stato scelto... invece di mantenere per il tuo posto preferito, la camera da letto. Si potrebbe tener testa a ' fare l'amore sulla terrazza sul tetto della casa '; o 'sulla soglia della porta'; 'proprio nel mezzo di un campo o un frutteto', o 'in qualche luogo deserto'; o 'un no attraverso strada'; o anche 'in mezzo alla strada', una donna qualsiasi su cui avuto 'si avventa' o con una prostituta (Bottero, 100).
clip_image021
Bottero ulteriormente rileva che, "fare l'amore era un'attività naturale, come culturalmente nobilitata come cibo è stato elevato per tipo di cucina. Perché sulla terra dovrebbe sentire umiliate o diminuita, o colpevole agli occhi degli dèi, praticarla in qualunque modo una lieta, sempre purché nessun terzo è stato danneggiato o che uno non stava violando uno dei divieti di consuetudine che ha controllato la vita quotidiana"(97). Questo è non vuol dire che i mesopotamici mai avevano affari o non sono mai sono infedeli ai loro coniugi. C'è abbondanza di prove testuali che mostra che hanno fatto e sono stati. Tuttavia, come note di Bottero, "quando scoperto, questi crimini sono stati severamente puniti dai giudici, compreso l'uso della pena di morte: quelli degli uomini in quanto hanno fatto grave sbagliato a terzi; quelli delle donne perché, anche quando è segreto, potrebbe danneggiare la coesione della famiglia "(93). Bottero continua:
In Mesopotamia, impulsi amorosi e capacità aveva tradizionalmente stata incanalata da vincoli collettivi con l'obiettivo di garantire la sicurezza di quello che si tenne ad essere il nucleo stesso del corpo sociale – la famiglia – e quindi a fornire per la sua continuità. La vocazione fondamentale di ogni uomo e donna, il suo 'destino', come hanno detto, adire un desiderio radicale da parte i dèi, era quindi matrimonio. [Come è scritto in un antico testo] 'il giovane che ha dormito solitario... avendo non preso nessuna moglie, o ha sollevato i bambini e la giovane donna che ha non stata deflorata o impregnate, e dei quali nessun marito ha disfatto il fermaglio della veste e mettere da parte la vestaglia, per abbracciarla ed effettuare il suo piacere di godere, fino a quando i seni si gonfiano con il latte e lei è diventata una madre' erano considerati come marginale , condannata a languire in un'esistenza infelice (92).

Generazione, come l'obiettivo del matrimonio

I bambini erano il naturale e fortemente desiderato, conseguenza del matrimonio. Sterilità è stata considerata una grande sfortuna e un uomo poteva prendere una seconda moglie se la sposa si è rivelata infertile. Bottero scrive, "una volta depositato nel suo nuovo status, tutti la giurisprudenza ci mostra la moglie interamente sotto l'autorità del marito, e costrizioni sociali – dando il marito libero sfogo – non erano tipo a lei.
In primo luogo, anche se la monogamia era comune, ogni uomo – secondo i suoi capricci, bisogni e risorse – potrebbe aggiungere uno o più 'seconde mogli', o piuttosto, concubine, la prima moglie"(115). La prima moglie è stata spesso consultata nella scelta le seconde mogli, e che era sua responsabilità assicurarsi che hanno assolto puntualmente i compiti per i quali erano stati scelti. Se una concubina era stato aggiunto a casa perché la prima moglie non poteva avere figli, prole di concubina diventerebbe i figli della prima moglie e sarebbe in grado di ereditare e portare avanti il nome di famiglia.
Come lo scopo primario del matrimonio, per quanto riguardava la società, era di avere figli, un uomo potrebbe aggiungere quante concubine a casa sua come lui poteva permettersi. La continuazione della linea della famiglia era più importante e quindi erano abbastanza comune nei casi in cui la moglie era malata, generalmente cattive condizioni di salute, o infertili concubine. Un uomo potrebbe non divorziare da sua moglie a causa del suo stato di salute, tuttavia; avrebbe continuato a onorare lei come la prima moglie fino alla sua morte. In queste circostanze, la concubina sarebbe diventata la prima moglie dopo la morte della moglie e, se c'erano altre donne in casa, ognuno sarebbe spostare una posizione nella gerarchia della casa.
clip_image022

Divorzio e infedeltà

Divorzio ha trasportato un grave stigma sociale e non era comune. Maggior parte delle persone si sposò per la vita anche se che il matrimonio non fu felice. Iscrizioni record donne fuggendo da loro mariti a letto con altri uomini. Se colti in flagrante, la donna potrebbe essere gettata nel fiume di annegare, insieme al suo amante, o potrebbe essere impalata; entrambe le parti hanno dovuto essere risparmiato o eseguito. Codice di Hammurabi afferma, "Se, tuttavia, il proprietario della moglie vuole tenerla in vita, il re perdonerà altrettanto amante della donna."
Divorzio è stata comunemente iniziata dal marito, ma mogli erano ammessi al divorzio loro compagni se ci era prova di abuso o negligenza. Un marito potrebbe divorziare da sua moglie se ha dimostrato di essere infertile, ma, come poi avrebbe dovuto restituire la dote, era più probabile aggiungere una concubina alla famiglia. Non sembra mai si sono verificati al popolo del tempo che l'uomo potrebbe essere di incolpare di un matrimonio senza figli; la colpa è stata sempre attribuita alla donna. Un marito poteva anche divorziare da sua moglie per motivi di adulterio o di abbandono della casa ma, ancora una volta, avrebbe dovuto restituire la sua proprietà e anche soffrire lo stigma del divorzio. Entrambe le parti sembrano comunemente hanno scelto di rendere il meglio della situazione, anche se non era ottima. Bottero scrive,
Per quanto riguarda la donna sposata, fornito ha avuto un po 'coraggio' e sapeva come fare uso del suo fascino, impiegando tutte le sue guile, lei era non meno capace di fare il marito a rigare dritto. Un oracolo divinatorio menziona una donna messa incinta da un terzo che implora incessantemente la dea dell'amore, Ishtar, ripetendo: "Per favore lasciate il bambino simile a mio marito!" [e] ci dicono delle donne che hanno lasciato la loro casa e il marito per andare zonzo non solo una volta, ma due, tre... come molti come otto volte, alcuni ritornando successivamente, mortificato, o mai coming torna a tutti (120).
Donne, abbandonando le loro famiglie era rara ma abbastanza successo a sono state scritte circa. Una donna che viaggia da solo a un'altra regione o città per iniziare una nuova vita, a meno che non era una prostituta, era rara ma ha accaduto e sembra essere stato un'opzione assunta da donne che si sono trovarono in un matrimonio infelice che ha scelto di non soffrire la disgrazia di un divorzio. Poiché il divorzio ha favorito l'uomo, "Se una donna ha espresso il desiderio di divorziare, lei potrebbe essere gettata fuori dalla casa del marito senza un soldo e nudo" (Nemet-Nejat, 140). L'uomo era il capo della famiglia e l'autorità suprema, e una donna doveva dimostrare definitivamente che il marito non era riuscito a difendere suo fine del matrimonio contratto per ottenere il divorzio.
Anche così, si deve osservare che una maggioranza dei miti dell'antica Mesopotamia, soprattutto i miti più popolari (come La discesa di Inanna, Inanna e l'albero di Huluppu, Ereshkigal e Nergal) ritraggono donne in una luce molto lusinghiera e, spesso, come avere un vantaggio sugli uomini. Mentre i maschi sono stati riconosciuti come autorità in entrambi governo e in casa, le donne potevano possedere la propria terra e le imprese, comprare e vendere schiavi e avviare la procedura di divorzio. Bottero cita la prova (ad esempio i contratti di affari e accennato sopra miti) che mostrano donne in Sumer godendo di una maggiore libertà rispetto alle donne dopo l'ascesa dell'Impero accadico (c. 2334). Dopo l'influenza di Akkad, egli scrive, "se le donne nell'antica Mesopotamia, anche se considerato a tutti i livelli inferiori agli uomini e trattati come tali, tuttavia sembrano hanno goduto anche in considerazione dei diritti e delle libertà, è forse uno dei risultati distanti e vestigia della cultura sumera vecchia e misteriosa" (126). Questa coltura è rimasto abbastanza, prevalente in tutta la storia della Mesopotamia, per consentire una donna la libertà di fuggire da un infelice homelife e viaggiare in un'altra città o regione per iniziare una nuova.

Vivere felici e contenti

Nel corso di tutte le difficoltà e la legalità del matrimonio in Mesopotamia, tuttavia, allora come oggi, c'erano molte coppie felice che hanno vissuto insieme per la vita e goduto i loro figli e nipoti. Oltre i poems di amore menzionati sopra, lettere, iscrizioni, dipinti e scultura attestano a genuino affetto tra le coppie, non importa come sono state disposte il loro matrimonio. Le lettere tra Zimri-Lim, re di Mari e sua moglie Shiptu, sono particolarmente toccante in quanto è chiaro quanto curato, confidarono e invocata a vicenda. Nemet-Nejat scrive, "felici matrimoni fiorirono nei tempi antichi; un proverbio di sumeri menziona un marito che vanta che sua moglie gli aveva partorito otto figli ed era ancora pronta a fare l'amore "(132), e Bertman descrive una statua sumerica di una coppia seduta, dal 2700 A.C., questa convenzione:"un sit di coppia anziano sumera side by side fusi da scultura in un unico pezzo di roccia del gesso; braccio destro avvolto intorno alla sua spalla, mano sinistra stringe teneramente suo diritto, loro grandi occhi guardando dritto al futuro, i loro cuori invecchiato ricordando il passato"(280).
Anche se i costumi dei Mesopotamici possono sembrare strano, o addirittura crudele, con una mente occidentale di moderno-giorno, la gente del mondo antico erano non differente da quelli che vivono oggi. Molti matrimoni moderni, iniziati con grandi promesse, finiscono male, mentre molti altri, che inizialmente la lotta, sopportare per tutta la vita. Le pratiche che cominciano queste unioni non sono importante quanto quello che la marca di coinvolti gli individui del loro tempo insieme e, in Mesopotamia come il presente, matrimonio presentato molte sfide che una coppia sia superato o ceduto alla.
Estratti dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.
Storia antica

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…