Passa ai contenuti principali

Albero arrampicata capre del Marocco | Immagini impressionanti.

Nel sud del Marocco, si potrebbe effettivamente essere perdonato per chiedere daft domande come "capre crescono sugli alberi?". Ovunque che si guardi, troverete decine di capre appesi pigramente le cime degli alberi, sgranocchiando distrattamente come corvi ricoperto di vegetazione. Capre sono abili arrampicatori e sono noti per scalare le ripide pareti rocciose e montagne in cerca di cibo. Quelli in Marocco arrampicano sugli alberi per lo stesso motivo – cibo, che altrimenti è scarso in questa regione di siccità-cavalcato. Le capre sono disegnate per il frutto dell'albero di Argan, che matura nel mese di giugno di ogni anno. L'Argan cresce fino a 8-10 metri alto e vivere fino a 150 – 200 anni. Sono spinosi, con tronchi nodosi, ma le capre, che sono state salendo questi alberi per secoli, hanno imparato ad adattarsi all'attività.
goats-argan-trees-7
Crediti fotografici
Le capre native di questa regione hanno i piedi biforcuti. Ogni zoccolo ha due dita che si può stendere, fornire equilibrio e potenza d'una leva, mentre le suole dei loro piedi sono morbida e cedevole, aiutandoli a impugnare la corteccia. Gli animali hanno anche due vestigial dita dei piedi più in alto le gambe, chiamate speroni. Questi si trovano su molte specie tra cui cani e gatti, ma speroni le capre sono molto più solida e molto aiutano il pull di creature succursali e si abbassano giù strapiombi.
L'Argan è endemica nella valle di Sous semi-deserto del Marocco sud-occidentale e nella regione algerina di Tindouf nella regione mediterranea occidentale. Il frutto è anche una preziosa fonte di olio e un'importante fonte di economia per le popolazioni berbere del Marocco. Il frutto, che è circa 2 – 4 cm di lunghezza, ha un osso duro molto circondato dalla parte carnosa che le capre mangiano. All'interno il dado contiene uno o due, piccoli semi ricchi di olio. Il frutto prende più di un anno per maturare, maturazione in giugno al luglio dell'anno successivo. Fino a quando questo accade, le capre sono tenute fuori i boschi di Argan, perché gli animali sarebbero spesso mangiare la frutta prima è matura, come pure le foglie delle stupende la crescita degli alberi.
goats-argan-trees-5
Crediti fotografici
Tradizionalmente, le capre erano una parte dell'olio di produzione aziendale. Le popolazioni berbere locali permetterebbe le capre a mangiare la frutta, ma il dado duro sarebbe passare attraverso il sistema digestivo dell'animale illeso. Espellere la capra sarebbe poi raccolti, i semi rimossi e grinded o premuto per estrarre l'olio, che viene utilizzato nel condimento dell'insalata e cosmetici. Rimuovere la polpa morbida è la parte più laborioso del processo di estrazione dell'olio ed è per questo che le capre sono state impiegate. Metodi moderni, tuttavia, hanno ignorato questa fase perché un odore "ircino" può a volte essere rilevato nell'olio.
Durante le due decadi scorse, l'olio di argan è salito in popolarità e prezzo per diventare olio più costoso del mondo (circa $300/ litro). È venduto in Europa e Nord America dove è diventato un prodotto di moda.
Ironia della sorte, popolarità di olio di argan ha minacciato la sopravvivenza di questo albero. Il denaro extra acquisito dalla vendita dell'olio ha permesso la gente del posto comprare più capre, con conseguente più arrampicata e danni agli alberi. Gli alberi vengono abbattuti anche per il loro legno o per far posto ad altre colture. Attraverso gli anni settanta e anni ottanta circa 600 ettari di foresta di argan annuo è stato perso.
goats-argan-trees-2
Crediti fotografici
goats-argan-trees-4
Crediti fotografici
goats-argan-trees-6
Crediti fotografici
goats-argan-trees-3
Crediti fotografici
argan-oil-1
Il frutto di argan. Photo credit
argan-oil-2
Macinazione di semi di argan in una pasta. Photo credit
argan-oil-3
Donne l'ordinamento semi di argan. Photo credit
Fonti: Financial Times / Daily Mail / scoperta / Wikipedia
Pubblicato per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…