Ionia > L'origine e la storia.

Ionia: Definizione e origine

di Cristian Violatti
clip_image023
Ionia è il nome dato in epoca antica la regione della costa egea di Anatolia centrale in Asia minore, attuale Turchia, uno dei centri più importanti del mondo greco. Qui i greci fondate una dozzina mini-stati, due di loro sulle isole al largo di Chios e Samos, il resto di loro che si estende lungo la striscia di costa montuosa. Durante il vi secolo A.C., Ionia divenne il centro della vita intellettuale della Grecia, un periodo conosciuto come il "risveglio ionico", un nome per la fase iniziale della civiltà greca classica.
Utilizzando il mare come un'autostrada, che era molto più economico, più veloce e più efficiente di trasporto via terra, i greci ampliato e sviluppato in un modo tale che il conflitto con una grande potenza è diventato inevitabile. La rotta commerciale Greco-Italiano-siciliano che controllava i greci più gareggiato con Oriental Indo-persiano-fenicio e questa rivalità commerciale ha regolato la fase per guerra. Ionia era l'impostazione iniziale delle guerre Greco-persiane.

Origine della Ionia

Ionia fu colonizzata dai greci intorno al 1000 A.C. la regione di Atene. L'attività commerciale in Ionia era in concorrenza con i Fenici, che erano i leader del commercio marittimo a quel tempo. Tuttavia, alcune importanti modifiche hanno avvenuto sulla sponda orientale del Mediterraneo durante il VIII secolo A.C.: Assiria rinnovato la loro forza come mai prima, e le città-stato fenicie furono conquistate. Il mare-commercio fenicio appassiti, e la città-stato greche hanno approfittato della Fenicia soggezione all'Assiria e gradualmente trasformano in mare-commercianti e navigatori leader. Alcune colonie fenicie in Occidente è rimasto indipendente, e il concorso unico serio che i greci sono imbattuto è stato dal potere d'espansione di Cartagine.
Ionici intellettuali erano non pesantemente influenzati dalla religione né limitati da antichi libri sostenendo la verità o rivelazione divina.
Nei secoli successivi, città ionica ha subito importanti cambiamenti. Potere politico ed economico, che doveva essere concentrata nelle mani dell'aristocrazia terriera, gradualmente spostato alla classe mercantile. Ionici mercanti stabilirono colonie come empori in Egitto, Italia e lungo il Mar Nero. Mileto da solo, la città più meridionale ionica, aveva circa 80 colonie e divenne la città più ricca del mondo greco. La ricchezza e il lusso della città era proverbiale in tutta la Grecia. Milesia mercanti avevano tali livelli di profitti che hanno prestato denaro a un numero di imprese e anche per il comune stesso.

Vita intellettuale ionica

Ad est delle città-stato Ionio posare il Regno di Lidia. Ioni e lidi rimasero in rapporti pacifici, con molto stretti rapporti culturali e commerciali. La città capitale di Sardi, Lydia, era un centro importante per il traffico di merci e di idee tra la Mesopotamia e gli insediamenti ionici greci. Credenze, abitudini e conoscenze, oltre ai beni commerciali, circolavano continuamente a Sardi.
clip_image025
Con il tempo, quando la città ionica divenne il leader intellettuale della Grecia nel VI secolo A.C., la città di Mileto divenne il centro di una rivoluzione intellettuale. In questa città il potere era nelle mani dei mercanti e il sacerdozio ha avuto alcun impatto sociale significativo. Ionici intellettuali erano non pesantemente influenzati dalla religione né limitati da antichi libri sostenendo la verità o rivelazione divina. Poemi omerici anche difficilmente avevano ancora preso alcuna forma definita. Milesi sono stati utilizzati per viaggiare in regioni lontane e ricevuto l'input delle civiltà di Lydia, Babilonia, Fenicia ed Egitto. Conoscenza matematica, tecniche straniere commercio e geografia, astronomia, navigazione, tutte queste nozioni ha contribuite ad arricchire di Mileto. Nel frattempo, ricchezza aveva creato per il tempo libero e la libertà di pensiero è stata ampiamente accettata. Tutti questi fattori possono aiutare a capire come un certo numero di menti ioniche ha sviluppato l'idea che il mondo potrebbe essere inteso in termini di fenomeni fisici, senza riferimento a miti o superstizioni. L'idea rivoluzionaria di sostituire spiegazioni soprannaturali con il concetto di un universo che è governato dalle leggi della natura ha cominciato a Mileto, con un uomo chiamato Thales.
Talete di Mileto è accreditato come autore di una rivoluzionaria ipotesi riguardante la struttura fondamentale dell'universo sostenendo che l'acqua era la sostanza originale dell'universo. Egli è famoso per la sua conoscenza astronomica che gli ha permesso di predire un'eclisse totale di sole e anche per la sua conoscenza sulla geometria, che ha portato dalla sua visita in Egitto. Questa nuova comprensione razionale influenzato altri pensatori di ioni quali Anassimandro e Anassimene, che inoltre hanno continuato questa tradizione razionalistica. In molti casi loro idee ha portato a conclusioni sorprendentemente simile a quello che ci hanno portato i nostri metodi più sofisticati per credere oggi. Nella Ionia troviamo le radici della tradizione scientifica occidentale.
clip_image026

Rivolta & controllo persiano

Mappa politica di questa regione ha iniziato a cambiare intorno al 612 A.C.. L'impero assiro giunse alla fine come risultato la distruzione di Ninive, la capitale, la città più potente del mondo a quel tempo. Un esercito alleato dei persiani, medi, caldei e babilonesi assediò e saccheggiò il centro del potere assiro. Questa sinistra Babilonia come centro imperiale di Mesopotamia e Lydia era ora libero di trasformare la sua attenzione ad ovest. Le città ioniche erano ormai dominate da Lydia, ma lidie governanti ammirato i greci e trattata la città ionica indulgenza. Creso, ultimo re lidio, pagato anche per la costruzione del tempio di Artemide, che divenne una delle sette meraviglie del mondo antico. Presto dopo, la Persia divenne la potenza dominante della Mesopotamia, mettendo fine alla supremazia babilonese. Nel 546 A.C., il re persiano Cyrus II sconfisse Croesus e Lydia, che insieme alla città ionica, divenne controllata dai Persiani.
Circa 500 A.C., la città ionica sotto controllo persiano ha respinto l'autorità persiana e dichiararono la loro indipendenza, scatenando la rivolta ionica, il primo dei numerosi conflitti militari tra greci e persiani. Mileto era stato leader e Atene inviò una flotta di 20 navi per sostenere la rivolta. Ogni stato ribelle ionica generato le proprie truppe, ma li teneva sotto comando separato. L'esercito di Mileto marciò su sardi e bruciato alla terra.
Nel 494 A.C., la città ionica organizzata una flotta unita che ha impegnato la Marina persiana a Lade in una delle più importanti battaglie della storia mare. Appena prima che iniziasse la battaglia, circa 50 navi appartenenti alla Marina della città ionica di Samos navigato via a causa di un gemellaggio segreta che avevano con i persiani. Molti altri contingenti seguendo il loro esempio sleale. La sconfitta dello Ionio era completa e civiltà ionica non riuscì mai a recuperare pienamente da questo disastro.
I persiani catturarono Mileto, tutti i maschi furono uccisi, donne e bambini ridotti in schiavitù, e da quel giorno la città divenne una città minore. Controllo persiano è stato ristabilito in tutto Ionia fino alla decisiva vittoria greca alla battaglia di Salamina (480 A.C.), quando la città ionica ha riguadagnato la loro indipendenza e hanno contribuito a formare la lega Delio-Attica con Atene.
clip_image027

Periodo ellenistico, controllo seleucide & controllo romano

Intorno al 334 A.C., Alessandro Magno marciò verso il basso nella Ionia, offrendo l'autogoverno democratico città greche sotto il suo protettorato. Maggior parte delle città ha aperto i loro cancelli senza resistenza e goduto di una nuova era di prosperità durante il periodo ellenistico, ma nessuno di loro restaurato loro splendore precedente. Mileto ha rifiutato l'offerta di Alexander e infine è stato livellato dopo un lungo assedio e mai è stato ristabilito alla relativa condizione precedente come città principali. La regione divenne poi parte dei seleucidi e successivamente di attalide, Unito.
Circa 130 A.C. Ionia passò sotto il controllo romano e divenne parte della provincia romana dell'Asia. Questo nuovo periodo consentito molte delle città ionica per recuperare alcuni di loro successo perduto. La documentazione archeologica in Mileto suggerisce che la popolazione ha raggiunto un nuovo picco, che è difficile da stimare, anche se alcuni studiosi suggeriscono una cifra di 7000 o 8000. Smirne e Chio inoltre sono stati considerati importanti città. Principali monumenti sono state ristrutturate costoso nella città di Efeso durante l'IV secolo D.C., tra cui lo stadio, il teatro e le Terme del porto. Oggi, il sito di Efeso è considerato un validissimo esempio di urbanistica classica.
Estratti dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.