Definizione: Agricoltura antica | Sua Origine e storia.

da Wikipedia
clip_image025
Identificare un'origine esatta dell'agricoltura rimane problematico perché la transizione dalle società di cacciatori-raccoglitori cominciarono a migliaia di anni prima dell'invenzione della scrittura. Non è fino a dopo il 9.500 A.C., che appaiono le otto colture cosiddetto fondatore dell'agricoltura: primo farro e grano farro, poi orzo mondato, piselli, lenticchie, veccia amara, ceci e lino. Questi otto colture si verificano più o meno contemporaneamente su siti nel Levante, anche se il consenso è che il grano era il primo ad essere seminato e raccolto su una scala significativa.
7000 a.c., semina e raccolta raggiunto Mesopotamia e lì, nel fertile terreno appena a nord del Golfo Persico, sumeri e sistematizzato e lo scalato. 6000 a.c. l'agricoltura era radicata sulle rive del fiume Nilo.
In Europa, c'è evidenza di grano farro e farro, orzo, pecore, capre e maiali che suggeriscono un economia in Grecia e nell'Egeo dal 7000 A.C. da produzione alimentare. Testimonianze archeologiche da vari siti della penisola iberica suggeriscono l'addomesticamento di piante e animali tra 4500 e 6000 A.C.. Céide Fields in Irlanda, costituito da vaste distese di terra racchiuso da mura di pietra, risalenti al 5500 A.C. e sono i più antichi sistemi di campo noto nel mondo.
Pubblicato per scopi didattici