Passa ai contenuti principali

Come osservare gli anfibi e rettili (strategie più appropriati) | Animali Domestici.

Con l'eccezione di alcune specie antropofilas, può essere un osservatore inesperto molto difficile trovare anfibi e rettili nel loro primi campo viaggi. Il motivo è che questi animali tendono ad essere criptico, discreto e piuttosto timido e oltre a lasciare poche tracce. Va senza dicendo che bird watching è solitamente è incomparabilmente più fruttuoso in qualsiasi naturalista della spedizione. Come consolazione, possiamo dire che i mammiferi sono ancora più difficili da vedere.
clip_image012
Tuttavia, con un numero di buone raccomandazioni circa tempi e luoghi appropriati e sulle strategie per l'avvicinamento di questi animali, il dilettante noterà immediatamente un aumento molto notevole e soddisfacente delle osservazioni. Per l'osservazione degli anfibi e dei rettili può essere detto inconveniente noi possiamo causare loro popolazioni tendono ad essere molto inferiore nel caso di uccelli, poiché essi possono perdere la loro covata di un semplice approccio inadeguato. I nostri personaggi principali, invece, nelle stesse circostanze sono esconderían rapidamente nei loro rifugi senza maggiori conseguenze. Ciò fornisce il naturalista grande pace della mente e la facilità di azione.
Con grande stealth, senza fretta e, soprattutto, evitando di proiettare la nostra ombra su di loro, più che altro per non rovinare l'osservazione dovrebbe essere l'approccio a questi animali. La distanza che l'animale ci lascerà approccio varia notevolmente a seconda del periodo dell'anno, ora del giorno e le specie, tra gli altri fattori. Così, ad esempio, la rana temporaria, grandi lucertole, i serpenti e le tartarughe acquatiche solitamente intraprese volo precedenti di altri rettili e anfibi. In casi eccezionali, tuttavia, qualche grande lucertola maschio può rimanere alla piantagione che affrontiamo con la bocca aperta, per difendere il suo territorio. Analogamente, vipere e serpenti grandi aggredibile anche quando essi sono spalle al muro.
A differenza di questi rettili sfuggenti, possiamo trovare specie lenta e criptico come comuni e marmorato rospi e, soprattutto, il camaleonte, che sono sorpresi per la facilità con cui sono più vicini.
clip_image014
D'altra parte, l'esplorazione di un luogo dovrebbe essere evitando facendo rumori e prestando attenzione, perché la maggior parte degli anfibi e dei rettili è criptica e può passare inosservata a guardare un po' più vicino. Prospezione può essere utile l'uso di binocoli con distanza corta focale minima, per poter mettere a fuoco più vicino come possibile - ma pochi aumenti - che sarà in vigore una spazzata sistematica dell'area.
Molto spesso passano da un animale stazionario e realizzare la loro presenza quando, spaventato da un nostro battistrada su una foglia secca o un ramo morto, questo fugge per affrettarsi verso loro cache. In questi casi, l'osservazione è spesso frustrato, perché l'animale non ci dà una seconda possibilità. Al contrario, vale la pena di indagare eventuali screpolature o movimento nella vegetazione, dal momento che è spesso a causa di un rettile che fugge (anfibi tendono ad essere più tranquille).
Implementazioni e larve di anfibi tendono ad essere altamente visibile in stagni, laghetti e altri punti acqua appropriati, così come i tritoni adulti nella fase acquatica. Alcuni anuri, come la rana temporaria, sono molto cospicue in acqua o vicino ad essa anche fuori fuori del periodo riproduttivo. D'altra parte, in questo periodo che abbiamo noi possiamo guidare dai canti dei maschi di anuri, che spesso sono sentiti lontano dal punto di emissione, anche se la sua identificazione vocale non è sempre facile se non hai qualche pratica.
Pubblicato per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…