Chi era: Adad Nirari I | Sua Origine e storia.

di Joshua J. Mark
clip_image027
Adad Nirari I (regnò dal 1307-1275 A.C.) fu il re dell'Impero assiro, che ha avviato la prima grande espansione del Regno assiro dalla città di Ashur in tutta la regione della Mesopotamia. Egli istituì anche quella che sarebbe diventata la procedura standard Assiro: riassegnando i grandi segmenti della popolazione nelle regioni conquistate. Adad Nirari regnò durante il periodo noto agli studiosi moderni, come l'impero di mezzo e ampliato notevolmente i confini. Egli è meglio conosciuto come il re che conquistò il Mitanni e stabilito l'impero assiro come entità nazionale uguale per le altre grandi potenze nella regione.

Regno & campagne militari

Il Regno di Mitanni era salito dalla terra dei Hurriti in Anatolia orientale ed era abbastanza potente per sopprimere assire speranze di autonomia. Quando il re di ittita Suppiluliuma I (1344-1322 A.C.) ha rotto il potere di Mitanni, gli assiri videro un'opportunità per lanciare le proprie iniziative e tentai di prenderlo. Essi sono stati bloccati, tuttavia, da Suppiluliuma I tattica di immissione governanti ittiti sul trono Mitanni e tenendo la regione saldamente sotto controllo ittita. Il re assiro Assur-Uballit I (1318-1353 A.C.) sconfisse gli Ittiti ed espanse il Regno assiro verso l'esterno dalla loro capitale della città di Ashur, ma i due re non ha fatto nulla per capitalizzare questi successi e gli Ittiti ha preso di nuovo la terra. Adad Nirari riuscii a suo padre, Arik-Den-Ili, che aveva mantenuto il Regno assiro, ma non aveva fatto nulla per espandere o svilupparlo. Adad Nirari mostrò un sovrano ambizioso fin dall'inizio del suo regno rivitalizzando le campagne militari e lancio che vuoi gettare le basi per la futura grandezza dello stato Assiro. Assiria non era neanche considerato un'entità politica seria dalle altre nazioni della regione prima di Adad Nirari I, poiché Ashur ha avuto per tanto tempo stati soggetti alla regola del Mitanni super-potenza e quindi soggetti a dominazione dagli ittiti.
Adad Nirari iniziato quella che sarebbe diventata la procedura standard per l'Impero Assiro: la deportazione di grandi segmenti della popolazione.
Adad Nirari ho battuto ampiamente alla testa del suo esercito e voleva assicurarsi che le generazioni future si sapevano dei suoi trionfi. Egli è il primo re assiro di cui nulla è noto con certezza a causa della sua abitudine di fare le iscrizioni che dettagliano le sue vittorie militari e le realizzazioni. Legge sua stele commemorativa, in parte:
Adad Nirari, illustre principe, onorato della divinità, Signore, viceré della divinità, fondatore di città, distruttore del possente eserciti dei Cassiti, Kuti, Lulumi, Shubari, che distrugge tutti i nemici, Nord e sud, che calpesta giù loro terre da Lubdu e Rapiku a Eluhat, che conquista l'intera regione di Kashiaeri (Luckenbill, 27).
Oltre ai popoli e aree che accenna sopra, ha completamente conquistato la regione una volta tenuto da i Mitanni e portato saldamente sotto il controllo assiro di rapire il re, costringendolo a giurare fedeltà e poi liberarlo a regola Mitanni come uno stato vassallo assiro. Ha poi iniziato quello che sarebbe poi diventato la procedura standard per l'Impero Assiro: la deportazione di grandi segmenti della popolazione. Questo non era solo una punizione inflitta a un popolo conquistato ma un mezzo di aggiunta per la crescita e la stabilità dell'Impero, in quanto coloro che sono stati ri-trova sono stati assimilati nella comunità pre-esistente, che ha profittato di dal loro lavoro o la zona di competenza. Se gli scribi erano necessari in una certa città poi persone alfabetizzate sono stati ricollocati lì mentre se il lavoro manuale era necessaria sulla creazione di progetti in un'altra città, operai sono stati inviati in quella posizione. La rilocazione della popolazione autoctona certamente aveva anche l'effetto di diminuire la probabilità di una rivolta, ma sembra sono stati principalmente orientati verso il miglioramento complessivo dell'impero nel suo complesso. Lo storico Karen Radner commenti su questo, scrivere,
I deportati, loro lavoro e le loro capacità erano estremamente prezioso per lo stato Assiro, e loro delocalizzazione è stato attentamente pianificato e organizzato. Non dobbiamo immaginare trekking dei fuggitivi indigenti che furono facile preda per carestia e malattie: i deportati erano destinato a viaggiare più comodamente e tranquillamente come possibile al fine di raggiungere la loro destinazione in buona forma fisica. Ogni volta che le espulsioni sono raffigurate nell'arte imperiale assira, uomini, donne e bambini sono mostrati che viaggiano in gruppi, spesso a cavallo su veicoli o animali e mai in obbligazioni. Non non c'è alcun motivo di dubitare di queste rappresentazioni come arte narrativa assiro non altrimenti fa timido dal display grafico di estrema violenza (1).
Dopo il suo trionfo sopra Mitanni, Adad Nirari ho esteso i confini del suo sud Unito attraverso Babilonia, sconfiggendo il re Cassita di Babilonia e richiedendo il tributo dalle regioni che erano state sotto il suo controllo.
clip_image029
Stele del re assiro Adad-Nirari III

Il grande re

Ora dopo aver conquistato le regioni che una volta avevano dominato Assiria, Adad Nirari sentivo che egli aveva il diritto per gli stessi diritti e privilegi come gli altri re della regione. I grandi re dell'Egitto, gli Ittiti, e quelli precedentemente di Mitanni, tutti affrontati vicenda come 'fratello' in corrispondenza e, di conseguenza, Adad Nirari ho non visto alcuna ragione perché egli non dovrebbe ora fare lo stesso. Tuttavia, come lo storico Trevor Bryce osserva,
Il semplice fatto di raggiungere lo status di grande re non ha automaticamente trasportato con esso il diritto di affrontare i propri coetanei come 'fratello'. Né ha fatto assicurare il diritto di affrontare un grande re come fratello automaticamente conferire al beneficiario il diritto di affrontare tutti i grandi re in questo modo. Urhi-Teshub chiarito questo abbondantemente, nel corso della sua relativamente breve occupazione del trono ittita, al re assiro Adad Nirari I (76).
Mitanni era, ovviamente, stato sotto controllo ittita e quando Adad Nirari I conquistò la regione, ha voluto garantire relazioni pacifiche con gli Ittiti a nord e a ovest. Ha quindi scritto l'ittita re Urhi-Teshub (noto anche come Mursilli III), rivolgendosi a lui come 'fratello' e invitando lo stesso a visitare il re ittita, affinché le relazioni cordiali tra di loro due potrebbero iniziare ora (anche se è stato suggerito che Adad Nirari io stavo realmente minaccioso Urhi-Teshub e suggerita 'visita' significato un'azione militare). Urhi-Teshub, ha risposto, scrivendo,
Perché si continua a parlare di fratellanza? Per quale motivo dovrei scrivere voi sulla fratellanza? Coloro che non sono in buoni rapporti abitualmente scrivo uno a altro sulla fratellanza? Su quale conto dovrei scrivo a voi di fratellanza? Erano e te nato da una madre? Come mio nonno e mio padre non ha fatto scrivere il re di Assiria di fratellanza, deve non continuare a scrivere a me sulla fratellanza e grande Kingship. Non è mio desiderio (Bryce, 76-77).
Questo insulto non sembra preoccuparsi Adad Nirari I che ha continuato a comport se stesso come un grande re degno del rispetto dei suoi pari fino a che divenne evidente per altri sovrani della regione che egli era, infatti, uno di loro e meritato gli onori della stessi.
Urhi-Teshub venne rovesciata da Hattusili III, che rapidamente ha fatto ogni sforzo per rispettare gli inviati del re assiro e scrivere chiedendogli aiuto nella gestione di un problema con la città di Turira, sull'alto Eufrate (precedentemente un Mitanni village, ora sul confine tra le terre degli Ittiti e quelli degli assiri) che stava molestando la gente della città ittita di Carchemish. Sembra non esserci nessun record che indica Adad Nirari inviato alcun aiuto a Carchemish e il resto della lettera di Hattusilli III può spiegare il perché. Il re ittita si scusa per il modo suo predecessore trattati Adad Nirari I envoys e fa menzione delle loro esperienze di"triste" presso la Corte di Hittite. Hattusilli III quindi piuttosto petulantly lamenta che Adad Nirari non ho inviato lo regali alla sua incoronazione, che si aspettava da un grande re a altro. Potrebbe essere che Adad Nirari I, ora in una posizione sicura di potere, non più sentito costretto a cercare relazioni amichevoli con i re degli ittiti. Non aveva bisogno li piu '.
Quando aveva conquistato Mitanni, Adad Nirari ho preso il Shattuara re mi torna alla Ashur in catene, lo fece giurare la sua fedeltà all'Assiria e poi lui ha rilasciato a regola come un vassallo assiro. Quando Shattuara morì, suo figlio Wasashatta montato una rivolta e si appellò agli Ittiti per aiuto. Gli Ittiti accettano regali di Wasashatta (che avrebbe significato che avrebbe concesso la sua richiesta di assistenza), ma al momento erano impegnati nel loro rapporto con l'Egitto e, presumibilmente, per questo motivo, mai inviata al supporto. È del tutto possibile che, riconoscendo Adad Nirari I forza e contando le sue vittorie nella regione, gli Ittiti semplicemente pensiero che più prudente non richiede un'azione assira contro di loro e lasciare Wasashatta al suo destino. Adad Nirari marciai le sue truppe nell'ex Regno dei Mitanni, sconfisse le forze di Wasashatta presso il villaggio di Irrite (più tardi conosciuto come Ordi) e poi ha continuato attraverso la regione saccheggiandola e saccheggiando le città che avevano sostenuto la ribellione. Ha portato la famiglia reale torna a Ashur come schiavi.

Eredità & progetti di costruzione

Adad Nirari I governò per 33 anni e, in quel tempo, non solo una campagna ampiamente con il suo esercito ma ha avviato progetti di costruzione impressionante. Dopo la sua distruzione delle città nella regione di Mitanni, egli ordinò loro ri-costruito su una scala più grande. Ha esteso e ampliato le mura della sua città capitale di Assur, avevano più grandi e più canali scavati e migliorato i metodi di irrigazione nella regione. Templi che erano caduti in rovina o erano stati danneggiati da impegni militari sono stati ristabiliti e strade furono costruite o migliorati (principalmente al fine di spostare il suo esercito più rapidamente attraverso le regioni che ha conquistato). Trasferendo alcuni segmenti della popolazione, fu in grado di massimizzare l'efficienza delle Comunità nella produzione di materie prime necessarie, che ha aumentato la loro ricchezza individuale e la ricchezza dell'impero attraverso il commercio.
Dopo la sua morte, suo figlio Salmanassar I (1274-1245 A.C.) assunse il trono e continuò le politiche di suo padre. Figlio I Shalmaneser, Tikulti Ninurta (1244-1208 A.C.), vorrei espandere su queste politiche e campagna con il suo esercito oltre anche Adad Nirari mi aveva fatto. Adad Nirari I successi fornito questi sovrani successivi con le risorse per espandere ulteriormente l'impero e, soprattutto, per sostenerlo attraverso il periodo che è venuto essere conosciuto come il collasso dell'età del bronzo (c. 1200 A.C.). Mentre altre civiltà è crollato, l'impero assiro è rimasta relativamente intatta e, con l'aumento del grande Tiglath Pileser I (1115-1076 A.C.), avrebbe continuato a diventare il più grande impero del vicino Oriente antico.
Pubblicato per scopi didattici