Chi è Ľudovít Štúr | Biografia e vita

Noto anche come: Ludovit Stur

Ľudovít Štúr è stato un politico slovacco, poeta e filosofo che ha servito come leader della rinascita nazionale slovacco nel XIX secolo. Fu anche autore di lingua slovacca standard che ha dato origine alla lingua slovacca letteraria contemporanea. Nato in una famiglia di insegnamento, ricevette la sua educazione di base da suo padre e successivamente ha frequentato il prestigioso liceo luterano. Durante questo periodo, anche divenne un membro della società letteraria cecoslovacco e più tardi fu eletto alla carica di Presidente che ha condotto ad un aumento costante dei membri della società. Dopo aver completato gli studi teologici, rimase al liceo, insegnare la storia della letteratura slava e scrivere poesia. Ha sottolineato il fatto che gli slovacchi erano una nazione e che pertanto avevano il diritto alla propria lingua, cultura, scuole e autonomia particolarmente politico in Ungheria. Successivamente, egli e i suoi amici decisi di codificare lo standard di lingua slovacca, basato su dialetti slovacchi centrali, che viene utilizzato ancora oggi. Verso la fine della sua vita, ha incontrato parecchie tragedie personali e vissuto a Modra sotto la sorveglianza di polizia dove ha concentrato su letterari, accademici e attività di pubblicista.

Infanzia & adolescenza

  • Ľudovít Štúr è nato il 28 ottobre 1815, in Uhrovec nel Regno d'Ungheria, a Samuel Štúr, un insegnante e sua moglie, Anna Štúr. Egli era il secondo figlio della famiglia.
  • Ricevette la sua educazione di base e la conoscenza del latino da suo padre. Tra il 1827 and1829, ha studiato storia, insieme al tedesco, greco e ungherese lingue da una scuola di grammatica inferiore a Győr.
  • 1829-1836, venne iscritto presso il prestigioso liceo luterano in Presburgo e anche divenne un membro della società ceca-slava e sviluppato un interesse per tutti i popoli slavi.
  • Egli rimase attivo nel cerchio storico e letterario della società ceca-slava e stabiliti contatti con importanti studiosi stranieri e cechi. Nel dicembre 1834, fu eletto come segretario della società ceca-slava presso il liceo.

Carriera

  • Nel maggio 1835, fu nominato co-redattore dell'almanacco 'Plody' ("frutti"), una compilation dei migliori lavori dei membri della società ceca-slava. Più tardi, fu nominato come vicepresidente della società ceca-slava e ha insegnato la storia di slavi e loro letterature agli studenti più anziani al liceo.
  • Nel 1836, Ľudovít Štúr ha proposto la creazione di una lingua cecoslovacca unificata ma il ceco non si approvava. Così, lui ei suoi amici decisero di introdurre invece un completamente nuovo standard di lingua slovacca.
  • In aprile 1836, come vicepresidente della società ceca-slava, ha condotto il famoso viaggio al castello di Devín intraprese dai membri del movimento nazionale slovacco.
  • Tra il 1836 e il 1838, L'udovit Stur servito come assistente nel dipartimento di lingua cecoslovacca e letteratura al liceo non togati e ha insegnato storia della letteratura slava.
  • La sua prima poesia intitolata ' Óda na Hronku' ("un'ode al Hronka") è stata pubblicata in forma cartacea per la prima volta nel 1837. Successivamente, ha fondato l'Istituto della letteratura che ha ripreso l'attività della società ceca-slava e lingua cecoslovacca.
  • Poi si recò in Germania, dove ha studiato linguistica, storia e filosofia all'Università di Halle (protestante) dal 1838 al 1840. Durante questo tempo, la sua poetica ciclo 'Dumky večerní' ('sera pensieri') è stato pubblicato sulla rivista ceca 'Květy'.
  • Nel 1840, tornò a Bratislava e iniziato a lavorare al liceo evangelica luterana, insegnando corsi di grammatica e storia slava. A fianco, rimase anche attivamente coinvolto con la lingua del Istituto di cecoslovacca.
  • Tra il 1841 e il 1844, fu il co-redattore della rivista letteraria di Palkovič, 'Tatranka'. Dal 1845 al 1848, Stur L'udovit pubblicato un supplemento letterario, 'Orol tatrański' 'Slovenskje narodňje Vecherni' e il primo giornale politico slovacco.
  • Nella fine degli anni 1840, divenne deputato nella dieta ungherese e prese parte nella rivolta di Praga del 1848. Štúr e i suoi colleghi formano il Congresso slavo di Praga e ha condotto la lotta degli slovacchi per la liberazione nazionale della rivoluzione del 1848-49.
  • Una delle sue opera successive su letteratura ed estetica era 'Su canti e storie di tribù slave' (1853). Alcune delle altre sue opere letterarie furono la raccolta di poesie 'Testi e canzoni' (1853) e i poemi narrativi, 'Sviatoboj' (1853) e 'Matúš da Trenčin' (1853).

Principali opere

  • Ľudovít Štúr ha dato cinque importanti discorsi alla dieta ungherese, in cui ha sottolineato l'abolizione della servitù della gleba in Ungheria, l'introduzione dei diritti civili e l'uso della lingua slovacca per l'insegnamento nelle scuole elementari.

Eredità & vita personale

  • Ľudovít Štúr affrontato parecchie tragedie personali nella sua successiva inizio vita con la morte di suo fratello, Karol, nel 1851. Successivamente, Stur ha assunto la responsabilità per le sette figli di Karol e visse in casa di Karol a Modra sotto la supervisione di polizia.
  • Nel marzo 1853, la sua fidanzata, Adela, morì a Vienna. Si prese cura della madre malata in Trenčín, prima che lei troppo scomparso nell'agosto 1853.
  • Nel dicembre 1855, ha accidentalmente sparato e ferito durante una battuta di caccia nei pressi di Modra. Ľudovít Štúr morì il 12 gennaio 1856, a Modra, all'età di 40
Pubblicato per scopi didattici
Biografie di personaggi famosi e storici