Passa ai contenuti principali

Chi è Azerbaijani-born Jafar Jabbarly | Biografia e vita.

Noto anche come: Джаббарлы, Джафар Кафар оглы


Jafar Jabbarly era un rinomato direttore Azerbaijani, sceneggiatore e drammaturgo. Il fatto che sue commedie sono ancora drammatizzati in spettacoli e le sue storie sono adattate in film è la prova del suo lavoro esemplare. La sua passione per far emergere i caratteri di vita lo aiutavano a creare una nicchia per se stesso nel mondo teatrale. Tuttavia, il suo interesse non era solo limitato a teatrali. Egli forayed in sceneggiatura e divenne il primo sceneggiatore di Azerbaijan. Questa personalità multi-talento ha continuato ad per eccellere nelle tre direzioni del cinema – drammaturgia, sceneggiatura e regia. Poiché il teatro era sempre il suo primo amore, egli era incline ugualmente verso Teatro com'era verso il cinema, lottando e lavorando allo sviluppo di entrambe le zone dell'arte. Alcune sue opere acclamate includono 'Guerra di Baku', 'Sposa di fuoco', 'Sevil', 'Almaz' e 'Shah Hasreddin', che sono stati apprezzati dai lettori e gli spettatori ugualmente. Sotto la sua direzione, ha incoraggiato e ha permesso la sua squadra a portare i loro pensieri creativi e infondere loro con produzione di filmati. Durante la sua breve vita, ha scritto circa 20 poesie, racconti e articoli, gioca con i giochi più significativi essendo 'Sevil' e 'Almaz', non dimenticare la sua traduzione azera dell'epica di Shakespeare 'Amleto'

Infanzia & adolescenza

  • Jafar Jabbarly nasce come Jafar Gafar oglu Jabbarly il 20 marzo 1899, in Xizi, Impero russo (oggi Azerbaigian).
  • Dopo la morte improvvisa di suo padre nel 1902, la famiglia si trasferì a Baku, dove lui e i suoi tre fratelli erano cresciuti dalla madre.
  • Ha concluso gli studi superiori nel 1915 e andò a Baku laureatisi a perseguire elettromeccanica.
  • Nel 1920, si iscrisse in un programma di medicina applicata presso l'Università di stato di Azerbaijan, ma cambiato il suo corso di studi orientali poiché egli non ha trovato interessante la medicina.
  • Con un sogno di renderlo grande in dramatics, andò in un teatro locale per lezioni di dramma, nel 1923.

Carriera

  • Poiché egli era incline verso la letteratura fin dall'inizio, egli iniziò a scrivere poesie come un adolescente. Suo primo volume di poesie pubblicato nel 1911 in Belen Hagigat-i, un quotidiano azero.
  • Nel 1920, egli ha preso il lavoro di un lavoratore letterario e traduttore nel giornale 'Kommunist'. Successivamente, divenne il capo della sezione letteraria al Teatro Drammatico Nazionale, nel 1929.
  • Egli forayed in direzione di riprese la sua commedia 'Sevil' nel 1929, che fu pubblicato dal Cinema statale dell'Azerbaigian. Era altamente apprezzata e ben accolta, soprattutto dalle donne.
  • Nel 1934, ha scritto una sceneggiatura per il suo gioco 'Almas' e ha iniziato le riprese nel villaggio di Dedegunesh, nel distretto di Shemakha. Il film è stato completato dai suoi amici e colleghi, dopo la sua morte prematura e pubblicato nel 1936.
  • A parte 'Amleto', ha anche tradotto di Shakespeare 'Othello', di Alexander Afinogenov 'Paura' e Pierre Beaumarchais s 'Le nozze di Figaro'.
  • Alcuni dei suoi drammi che sono stati filmati in teatrali includono 'Sevil', '' Almas, sposa di fuoco', 'Fiori Fading' e 'Aydin'.
  • Un paio di suoi drammi furono realizzati in film di successo di vari produttori. Alcuni di loro erano 'Pablo', 'nel 1905', 'The Turn', 'Sevil', 'Aydin' e Ogtay Eloglu'.
  • Si dice che hanno creato oltre 20 giochi durante la sua vita, insieme a numerosi racconti, poesie, saggi e articoli. A causa della sua morte improvvisa, due delle sue commedie – 'Afqanistan' e 'Ince' furono lasciati incompleti.

Principali opere

  • Ha sperimentato nel portare drammi europei sul palco azera con sua traduzione di Shakespeare 'Amleto' in azero nel 1925, seguita da dirigere il suo spettacolo teatrale presso il teatro di dramma di Azerbaijan nel 1926.
  • Come il primo sceneggiatore in Azerbaigian, scrisse il primo script per la versione di schermo di 'Haji Gara' il titolo di «Sona», finendo alla fine quasi un nuovo gioco di scrittura.
  • 'Sevil' e 'Almaz' sono considerati essere i suoi lavori migliori, entrambo concentrandosi sull'oppressione e le lotte delle donne a mantenere il ritmo di vita e alla fine combattendo per la giustizia e libertà.

Eredità & vita personale

  • Sposò Sona Khanim.
  • Proprio come egli ha raggiunto il picco della sua carriera, ha sofferto un infarto e morì il 31 dicembre 1935, a Baku, Unione Sovietica, in giovane età di 35, lasciando il mondo intero cinema in stato di shock. Fu sepolto presso il vicolo d'onore.
  • Una stazione della metropolitana, una strada e lo studio cinematografico nazionale, Azerbaijanfilm, sono chiamati dopo lui.
  • Suo melodramma 'Sevil' è stato adattato nel film-opera prima nella storia del cinema azero nel 1970 e divenne la prima opera cinematografica mai nella storia del cinema sovietico, disegnata da un tema moderno.
  • Sua vita e le opere hanno servito come una trama per un numero di azeri documentari realizzati nel corso degli anni, postumo, come 1979 'An Unfading primavera'.
  • Nel 1980, è stato costruito un monumento di Jafar Jabbarly nei locali dello studio Azerbaijanfilm, in suo onore
Pubblicato per scopi didattici
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…