Che cosa è Gestalt | Concetti di Psicologia

La psicologia è stato consolidato, nel corso del XIX secolo, come un aspetto filosofico; Durante questo periodo ha studiato solo il comportamento, emozioni e percezione. Poi applicate l'atomismo – ha cercato di capire il tutto attraverso la conoscenza delle parti, essendo possibile percepire un'immagine solo mediante i suoi elementi. In opposizione a questo processo, è nato il Gestalt -termine tedesco intraducibile, con un senso approssimativo di figura, forma, aspetto.
Intorno al 1870, alcuni studiosi tedeschi cominciarono ricercando la percezione umana, soprattutto la visione. Per raggiungere questo fine, essi erano soprattutto di opere d'arte, mentre cercava di capire come hai ottenuto alcuni effetti pittorici. Questa ricerca ha dato origine alla psicologia della Gestalt o psicologia della buona forma. I suoi praticanti più famosi erano Kurt Koffka, Wolfgang Köhler e Max Werteimer, che ha sviluppato le leggi della Gestalt, valido fino ai nostri giorni. Con il suo sviluppo teorico, la Gestalt ha ampliato la propria gamma di recitazione e divenne una solida linea filosofica.
Questa dottrina si porta la concezione che essa non può soddisfare tutti attraverso le parti, ma le parti attraverso il set. Questo ha le proprie leggi, che coordinano i suoi elementi. Solo in questo modo il cervello percepisce, interpreta e incorpora un'immagine o un'idea. Secondo lo psicologo austriaco Christian von Ehrenfels, che, nel 1890, di cui i semi di future ricerche sulla psicologia della Gestalt, ci sono due caratteristiche di forma – il sensibile, inerente all'oggetto e il formale, che comprendono le nostre opinioni sulla questione, che impregna i nostri ideali e le nostre visioni del mondo. L'Unione di queste sensazioni genera la percezione. È molto importante in questa teoria l'idea che il tutto è più della somma dei suoi elementi; così si deve immaginare che un terzo fattore è cresciuto in questa sintesi.

Leggi della Gestalt

Osservando il comportamento spontaneo del cervello durante il processo di percezione, è venuto alla stesura delle leggi che disciplinano questo collegio per soddisfare gli oggetti. Tali norme possono essere riassunti come:
  • Somiglianza: oggetti simili tendono a rimanere insieme, nei colori, la texture o stampe di questi elementi di massa. Questa caratteristica può essere utilizzata come fattore di armonia o disarmonia visual.
  • Prossimità: più pezzi uno accanto a altro, in un certo luogo, magra per essere visto come un gruppo.
  • Buona continuazione: allineamento armonico di forme.
  • Pregnância: questo è il postulato della semplicità naturale di percezione, per una migliore assimilazione dell'immagine. È praticamente la legge più importante.
  • Clausura: forma corretta si chiude su se stesso, formando una figura che ha confini ben marcati.
  • Esperienza chiusa: questa legge è relativo all'atomismo, pensato prima la Gestalt. Se sappiamo precedentemente determinato modo, sicuramente il migliore capire, attraverso le associazioni del qui e ora, con una precedente esperienza.

Terapia della Gestalt

La Terapia della Gestalt è sorto per mano del medico tedesco Fritz Perls (1893-1970), che ha avuto grande interesse in neurologia e psichiatria successivamente. In questo modo è diventato uno psicoanalista. Elaborare nuove idee psicoanalitiche, fu espulso dalla società di psicanalisi. Dopo un incontro con Freud, ha rotto definitivamente con questo campo di ricerca. Nel 1946, Fritz emigrato in America, stabilendosi definitivamente a New York, dove incontrò il suo grande collaboratore, Paul Goodman. Insieme hanno introdotto il concetto di Gestalt Therapy, sempre dopo il supporto e l'assistenza della moglie di Fritz, Lore e altri autori. Sono stati ispirati da diverse catene, come l'esistenzialismo, psicologia della Gestalt, fenomenologia, teoria organismica di Goldstein, teoria del campo di Lewin, l'olismo di Smuts, lo psicodramma di Moreno, Reich, Buber e, infine, la filosofia orientale.

Il Gestaltpedagogia

Nel campo della pedagogia, la Gestalt ha anche trovato un terreno fertile. Il russo Hilarion Petzold, vivono in Germania, è stato il primo ad introdurre questa possibilità nel settore educativo. Nel 1977, egli crea il Gestaltpedagogia, un trasferimento dei principi terapeutici della filosofia di Gestalt per il contesto dell'educazione, con l'obiettivo di risolvere i principali problemi dell'insegnamento di oggi.
Più di 50 anni dopo la creazione della terapia della Gestalt, questi principi filosofici conquistarono il suo posto nel panorama psicoterapeutico, come pure nell'educazione e nell'area delle risorse umane aziendali.

Fonti:

http://www.gestaltsp.com.br/o-que-e-Gestalt/
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza