domenica, maggio 17, 2015

Assiria: Sua Origine e storia

ADS

Assiria

di Joshua J. Mark
clip_image034
Assiria era la regione del vicino Oriente che, sotto l'Impero Neo-assiro, raggiunto dalla Mesopotamia (attuale Iraq) attraverso l'Asia minore (attuale Turchia) e giù attraverso l'Egitto. L'impero ha cominciato modestamente presso la città di Ashur (conosciuto come Subartu ai sumeri), situata nella Mesopotamia nord-est di Babilonia, dove mercanti che commerciavano in Anatolia divennero sempre più ricchi, e che permise di ricchezza per la crescita e la prosperità della città. Secondo un'interpretazione di passaggi nel libro biblico della Genesi, Ashur è stata fondata da un uomo di nome Ashur figli di Shem, figlio di Noè, dopo il diluvio universale, che poi è andato a trovare altre importanti città assira. Un conto più probabile è che la città fu nominata Ashur dopo la divinità di quel nome, a volte nel 3 ° millennio A.C.; il nome stesso di Dio è l'origine per 'Assiria'. La versione biblica dell'origine di Ashur apparsa successivamente nel record storico dopo gli Assiri avevano accettato il cristianesimo, e così si è pensato per essere una re-interpretazione della loro storia antica che era più in sintonia con il loro sistema di credenze. Gli Assiri erano un popolo semitico che originariamente ha parlato e scritto accadico prima il più facile da usare lingua aramaica è diventato più popolare. Gli storici hanno diviso l'ascesa e la caduta dell'Impero assiro in tre periodi: l'antico Regno, l'impero di mezzo e il tardo Impero (anche conosciuto come l'Impero Neo-assiro), anche se dovrebbe essere notato che storia assira continuò su oltre quel punto e ci sono ancora degli assiri che vivono nelle regioni dell'Iran e Iraq e altrove, al giorno d'oggi. L'impero assiro è considerato il più grande degli imperi mesopotamici a causa sua distesa e lo sviluppo delle strategie militari che ha permesso di crescere e fiorire e burocrazia.

L'antico Regno

Anche se la città di Ashur ha esistito dal terzo millennio A.C., i resti ancora esistenti di quella città risalgono al 1900 A.C., che ora è considerato la data che fu fondata la città. Secondo le prime iscrizioni, il primo re fu Tudiya, e quelli che lo seguivano erano conosciuti come "re che viveva in tende" suggerendo una comunità pastorale, piuttosto che urbana,. Ashur era certamente un importante centro di commercio anche in questo momento, tuttavia, anche se la sua forma precisa e la struttura è poco chiaro. Il re
La distruzione delle grandi città assira era così completa che, nell'arco di due generazioni della caduta dell'Impero, nessuno sapeva dove era stata la città.
Erishum costruito il tempio di Assur sul sito in c. 1900/1905 A.C. e questo è venuto per essere la data accettata per la Fondazione di una città reale sul sito, anche se, ovviamente, qualche forma di città deve avere esisteva prima di tale data. Lo storico scrive Wolfram von Soden,
A causa della scarsità di fonti, si sa molto poco di Assiria nel terzo millennio... Assiria ha appartenuto al Impero di Akkad a volte, anche per quanto riguarda la terza dinastia di tuo. Le nostre fonti principali per questo periodo sono i molti mille lettere assire e documenti dalle colonie commerciali in Cappadocia, della quale era Kanesh (Kultepe moderna) (49-50).
La colonia commerciale di Karum Kanesh (il porto di Kanesh) fu tra i centri più redditizi per il commercio nell'antico vicino Oriente e sicuramente il più importante per la città di Ashur. Mercanti da Ashur ha viaggiato a Kanesh, attività, e poi, dopo immissione attendibili collaboratori (solitamente familiari) in carica, tornò a Ashur e supervisionato i loro rapporti d'affari da lì. Lo storico che Paul Kriwaczek osserva:
Per diverse generazioni le case commerciali di Karum Kanesh fiorirono, e alcuni sono diventati estremamente ricchi – antiche milionari. Tuttavia non tutte le imprese è stato mantenuto all'interno della famiglia. Ashur ha avuto un sistema bancario sofisticato e alcuni della capitale che ha finanziato il commercio anatolico provenivano da investimenti a lungo termine, fatti da speculatori indipendenti in cambio di una percentuale contrattualmente specificato dei profitti. Non c'è molto sui mercati delle materie prime di oggi che un vecchio assiro non riconoscerebbe rapidamente (214-215).

L'ascesa di Ashur

La ricchezza generata dagli scambi di Karum Kanesh fornito il popolo di Ashur con stabilità e sicurezza necessario per l'espansione della città e così gettato le basi per l'ascesa dell'Impero. Commercio con l'Anatolia fu altrettanto importante nel fornire gli assiri con materie prime da cui sono stati in grado di perfezionare l'arte della lavorazione del ferro. Le armi di ferro dei militari assire dimostrerebbe un vantaggio decisivo nelle campagne che avrebbe conquistato tutta la regione del vicino Oriente. Prima che potesse accadere, tuttavia, il panorama politico necessario per cambiare. La gente conosciuta come i hurriti e il Hatti ha tenuto la posizione dominante nella regione a nord della Mesopotamia, dell'Anatolia e Ashur, rimase all'ombra di queste civiltà più potente. Oltre il Hatti, c'erano il popolo noto come gli Amorei che erano costantemente stabilirsi nella zona e acquisendo più terra e risorse. Il re assiro Shamashi Adad I (1813-1791 A.C.) ha spinto gli Amorei fuori e fissato i confini dell'Assiria, sostenendo Ashur come capitale del suo regno. Il Hatti continuò a rimanere dominante nella regione fino a quando furono invase e assimilati dagli ittiti nel 1700 circa. Molto tempo prima di quel tempo, tuttavia, cessarono di dimostrare come una preoccupazione le principali come la città a sud-ovest che stava lentamente guadagnando potere: Babilonia. Gli amorriti erano un crescente potere di Babilonia per almeno 100 anni, quando il re amorreo denominato Sin Muballit salì al trono e, in c. 1792 A.C., figlio di re Hammurabi ascese alla regola e soggiogato le terre degli assiri. Essa è intorno a questo tempo stesso che il commercio tra Ashur e Karum Kanesh finito, come Babylon ora aumentato alla protuberanza nella regione e prese il controllo del commercio con l'Assiria.
clip_image035
Re Hammurapi al culto
Subito dopo la morte di Hammurabi nel 1750 A.C., l'Impero babilonese è crollato. Assiria tentò nuovamente di affermare il controllo sulla regione circostante Ashur, ma sembra che i re di questo periodo non sono stati all'altezza del compito. Scoppiò la guerra civile nella regione, e la stabilità non è stato ritrovato fino al Regno del re assiro Adasi (c. 1726-1691 A.C.). Adasi è stato in grado di garantire la regione e i suoi successori ha continuato la sua politica ma erano incapaci o poco disposti a impegnarsi nell'espansione del Regno.

L'impero di mezzo

Il vasto regno di Mitanni è aumentato dalla zona dell'Anatolia orientale e ora deteneva il potere nella regione della Mesopotamia; Assiria cadde sotto il loro controllo. Invasioni dagli Ittiti sotto re Suppiluliuma mi sono rotto il potere di Mitanni e sostituito i re di Mitanni con governanti ittiti allo stesso tempo che il re assiro Eriba Adad sono riuscito a guadagnare influenza presso i Mitanni (ora principalmente ittite) Corte. Gli assiri ora videro un'opportunità per affermare la propria autonomia e ha cominciato ad espandere il loro Regno verso l'esterno da Ashur alle regioni precedentemente detenuto da il Mitanni. Gli Ittiti ha colpito indietro e sono stati in grado di tenere gli assiri a bada fino a quando il re di Assur-Uballit I (c.1353-1318 A.C.) sconfisse le forze restanti del Mitanni sotto i comandanti ittita e preso porzioni significative della regione. Gli successe due re che ha mantenuto ciò che era stata vinta, ma nessun ulteriore espansione è stata realizzata fino all'arrivo dei re Adad Nirari I (c. 1307-1275 A.C.) che espanso l'impero assiro a nord e a sud, cacciando gli Ittiti e conquistare le loro roccaforti principali. Adad Nirari è il primo re assiro, circa quale niente è conosciuto con certezza, perché ha lasciato iscrizioni dei suoi successi che sono sopravvissuti per lo più intatti. Ulteriormente, lettere tra il re assiro e i governanti ittiti sono anche sopravvissuti e chiarire che, inizialmente, i governatori assiri non sono state prese sul serio da quelli delle altre nazioni della regione fino a quando essi stessi si dimostrò troppo potente per resistere. Lo storico che Will Durant commenti sull'aumento della scrittura Impero Assiro:
Se dovremmo ammettere il principio imperiale – che è bene, per il bene di diffondere la legge, sicurezza, commercio e pace, che molti Stati dovrebbero essere portato, di persuasione o forza, sotto l'autorità di un governo – poi dovremmo concedere all'Assiria la distinzione di avere stabilito in Asia occidentale, una misura più grande e la zona di ordine e prosperità di quella regione della terra aveva mai , a nostra conoscenza, goduto prima (270).

La politica di deportazione assira

Adad Nirari I completamente conquistato il Mitanni e iniziò quella che sarebbe diventata la politica standard sotto l'Impero Assiro: la deportazione di grandi segmenti della popolazione. Con Mitanni sotto il controllo assiro, Adad Nirari ho deciso che il modo migliore per prevenire eventuali futuro rivolta era per rimuovere i precedenti occupanti della terra e sostituirli con gli Assiri. Questo dovrebbe non essere capito, tuttavia, come un trattamento crudele di prigionieri. Scrivendo su questo, lo storico degli Stati Karen Radner,
I deportati, loro lavoro e le loro capacità erano estremamente prezioso per lo stato Assiro, e loro delocalizzazione è stato attentamente pianificato e organizzato. Non dobbiamo immaginare trekking dei fuggitivi indigenti che furono facile preda per carestia e malattie: i deportati erano destinato a viaggiare più comodamente e tranquillamente come possibile al fine di raggiungere la loro destinazione in buona forma fisica. Ogni volta che le espulsioni sono raffigurate nell'arte imperiale assira, uomini, donne e bambini sono mostrati che viaggiano in gruppi, spesso a cavallo su veicoli o animali e mai in obbligazioni. Non non c'è alcun motivo di dubitare di queste rappresentazioni come arte narrativa assiro non altrimenti fa timido dal display grafico di estrema violenza (1).
Deportati furono accuratamente scelti per le loro abilità e alle regioni che potrebbero fare la maggior parte dei loro talenti. Non tutti nel popolo conquistato è stato scelto per la deportazione e le famiglie non erano mai separate. Quei segmenti della popolazione che aveva resistito attivamente gli assiri furono uccisi o venduti come schiavi, ma il generale populaces divenne assorbito il crescente impero e sono stati pensati come gli Assiri. Lo storico Gwendolyn Leick scrive di Adad Nirari I che, "la prosperità e la stabilità del suo regno gli permise di impegnarsi in ambiziosi progetti di costruzione, costruzione di mura e canali e restaurare templi" (3). Ha anche fornito un fondamento per Impero su cui vuoi costruire i suoi successori.
clip_image036
Arcieri assiri

Conquista assira di Mitanni e gli Ittiti

Suo figlio e successore Salmanassar ho completato la distruzione del Mitanni e assorbito la loro cultura. Shalmaneser continuai generali di suo padre, tra cui la rilocazione delle popolazioni, ma suo figlio, Tukulti-Ninurta I (c. 1244-1208 A.C.), è andato anche oltre. Secondo Leick, Tukulti-Ninurta "ero uno dei più famosi re soldato assiro che una campagna incessantemente per mantenere i possedimenti assiri e influenza. Ha reagito con crudeltà spettacolare a qualsiasi segno di rivolta"(177). Era anche molto interessato acquisire e preservare le conoscenze e le culture dei popoli ha conquistato e ha sviluppato un metodo più sofisticato di scegliere quale sorta di singoli o comunità, vuoi essere trasferito e in quale posizione specifica. Gli scribi e gli studiosi, ad esempio, furono scelti con cura e centri urbani dove potrebbero aiutare catalogo opere scritte e aiutare con la burocrazia dell'Impero. Un uomo letterato, compose il poema epico che racconta la sua vittoria contro il re Cassita di Babilonia e la sottomissione di quella città e le zone sotto la sua influenza e un altro ha scritto sulla sua vittoria contro gli Elamiti. Sconfisse gli Ittiti alla battaglia di Nihriya nel c. 1245 A.C., conclusosi efficacemente ittita di potenza nella regione e iniziò il declino della loro civiltà. Quando Babilonia fece incursioni in territorio assiro, Tukulti-Ninurta punito la città gravemente di saccheggio, saccheggiare i templi sacri, e portando il re e una porzione della popolazione torna ad Assur come schiavi. Con le sue ricchezze saccheggiate, ha rinnovato il suo Gran Palazzo della città che aveva costruito di fronte al Assur, che chiamò Kar-Tukulti-Ninurta, a cui egli sembra avere ritirato una volta che la marea dell'opinione popolare si sono rivoltati contro di lui. Sua dissacrazione dei templi di Babilonia era visto come un'offesa contro i dèi (come degli assiri e babilonesi condiviso molte delle stesse divinità) e i suoi figli e funzionari di Corte si ribellarono contro di lui per mettere la sua mano sui beni degli dèi. Fu assassinato nel suo palazzo, probabilmente da uno dei suoi figli, Assur-Nadin-Apli, che poi salì al trono.

Tiglath Pileser & rivitalizzazione

Dopo la morte di Tukulti-Ninurta I, l'impero assiro cadde in un periodo di stasi in cui espanse né rifiutato. Mentre tutto il vicino Oriente cadde in una 'dark age', dopo il crollo di età Bronze cosiddetto di c. 1200 A.C., Ashur e relativo impero rimasto relativamente intatti. A differenza di altre civiltà della regione che ha subito un completo collasso, assiri sembrano avere sperimentato qualcosa di più vicino a semplicemente una perdita di slancio in avanti. L'impero certamente non può dirsi per avere 'ristagnano', perché la cultura, tra cui l'enfasi sulla campagna militare e il valore della conquista, continuò; Comunque, non c'era alcuna significativa espansione dell'Impero e civiltà fu sotto Tukulti-Ninurta I.
Tutto questo è cambiato con l'ascesa di Tiglath Pileser I al trono (regnò c. 1115-1076 A.C.). Secondo Leick:
Fu uno dei più importanti re assiri di questo periodo, in gran parte a causa delle sue campagne militari ad ampio raggio, il suo entusiasmo per i progetti di costruzione e il suo interesse nelle collezioni tavoletta cuneiforme. Ha battuto ampiamente in Anatolia, dove soggiogati popoli numerosi e si avventurò fino al mare Mediterraneo. Nella capitale, Assur, ha costruito un nuovo palazzo e stabilito una biblioteca, che ha tenuto numerose tavolette su tutti i tipi di materie accademiche. Ha anche un legale decreto, le cosiddette leggi Medio Assiro e ha scritto i primi royal annali. Fu anche uno dei primi re assiri a Commissione parchi e giardini, riforniti con stranieri e nativi di alberi e piante (171).
clip_image037
Tiglath Pileser io
Tiglath Pileser rivitalizzato l'economia e i militari attraverso le sue campagne, aggiungendo ulteriori risorse e popolazioni abili all'impero assiro. L'alfabetizzazione e le arti fiorirono, e l'iniziativa di conservazione che il re prese per quanto riguarda le tavolette cuneiformi sarebbe servito come modello per il successivo sovrano, Ashurbanipal, famosa biblioteca di Ninive. Tiglath Pileser I dopo la morte, suo figlio, Asharid-apal-ekur, salì al trono e regnò per due anni durante i quali continuò le politiche di suo padre senza alterazione. Gli succedette il fratello Ashur-bel-Kala che inizialmente regnò con successo fino a quando sfidato da un usurpatore che gettò l'impero in guerra civile. Anche se la ribellione è stata schiacciata e i partecipanti hanno eseguito, il tumulto ha permesso alcune regioni che erano stati tenuti strettamente di Assiria a liberarsi e tra questi era la zona conosciuta come Eber Nari (odierna Siria, Libano e Israele), che era stato particolarmente importante per l'Impero a causa della consolidata porti lungo la costa. Gli Aramei ora tenuto Eber Nari e iniziarono a fare incursioni da lì nel resto dell'Impero. In questo stesso momento, amorriti di Babilonia e la città di Mari si affermò e tentato di rompere la stretta dell'Impero. I re che seguirono Ashur-bel-Kala (tra cui Shalmaneser II e Tiglath Pileser II) riuscirono a mantenere il nucleo dell'Impero intorno Ashur ma erano infruttuosi nella riconquista Eber Nari o guidando l'Aramei ed Amorrei completamente dai confini. L'impero si ridusse costantemente attraverso ripetuti attacchi dall'esterno e ribellioni all'interno, e con nessun re abbastanza forte per rivitalizzare i militari, Assiria nuovamente entrati in un periodo di stasi in cui hanno tenuto quello che potrebbero dell'Impero insieme ma potrebbe fare nient'altro.

L'Impero Neo-assiro

Il tardo Impero (anche conosciuto come l'Impero Neo-assiro) è quello più familiare agli studenti di storia antica, come è il periodo della più grande espansione dell'Impero. È anche l'epoca che dà più decisamente l'impero assiro la reputazione che ha per spietatezza e crudeltà. Lo storico Kriwaczek scrive:
Assiria sicuramente deve avere tra gli avvisi stampa peggiori di qualsiasi stato nella storia. Babylon può essere un epiteto per corruzione, decadenza e peccato ma degli assiri e loro famosi sovrani, con nomi terrificanti Shalmaneser, Tiglath-Pileser, Sennacherib, Esarhaddon e Sardanapalo, tasso nell'immaginazione popolare appena sotto Adolf Hitler e Gengis Khan per crudeltà, violenza e ferocia omicida pura (208).
Questa reputazione è ulteriormente notata lo storico Simon Anglim e altri. Anglim scrive:
Gli storici tendono a rifuggire da analogie, si è tentati di vedere l'impero assiro, che ha dominato il Medio Oriente da 900-612 A.C., come un antenato storico della Germania nazista: un regime aggressivo, mortalmente vendicativo, supportato da una macchina da guerra di magnifico e di successo. Come con l'esercito tedesco della seconda guerra mondiale, l'esercito assiro era più dottrinalmente e tecnologicamente avanzato nel suo giorno e fu un modello per gli altri per generazioni in seguito. Gli assiri furono i primi a fare ampio uso di armi di ferro [e] non solo erano armi di ferro superiore al bronzo, ma potrebbero essere prodotto in serie, consentendo l'equipaggiamento di molto grandi eserciti effetti (12).
Mentre la reputazione tattica decisiva, spietato, militare è comprensibile, il confronto con il regime nazista è meno. A differenza dei nazisti, gli assiri trattate le persone conquistate hanno trasferito bene (come già indirizzata di sopra) e li considerò assiri, una volta che essi avevano presentato all'autorità centrale. Non non c'era nessun concetto di una 'razza' nelle politiche assire; ognuno è stato considerato una risorsa per l'impero se essi sono nati assiro o sono stati assimilati nella cultura. Note di Kriwaczek, "In verità, guerra assira era no più selvaggia rispetto a quella degli altri stati contemporanei. Né, infatti, sono stati gli assiri in particolare più crudele che i Romani, che hanno fatto un punto della fodera loro strade con migliaia di vittime della crocifissione morire in agonia"(209). Il solo equo confronto tra Germania nella seconda guerra mondiale e gli assiri, poi, è l'efficienza delle forze armate e le dimensioni dell'esercito, e questo stesso paragone potrebbe essere fatto con Roma antica.
Questi enormi eserciti ancora laici in futuro, tuttavia, quando il primo re dell'Impero Neo-assiro giunse al potere. L'ascesa del re Adad Nirari II (c. 912-891 A.C.) portò il genere di revival Assiria necessario. Adad Nirari II conquistò le terre che erano state perdute, tra cui Eber Nari e fissati i confini. Gli Aramei sconfitti furono giustiziati o deportati alle regioni entro il heartland di Assiria. Inoltre conquistò Babilonia, ma imparare dagli errori del passato, si rifiutò di saccheggiare la città e, invece, stipulato un accordo di pace con il re in cui si sono sposati vicenda figlie e giurato fedeltà reciproca. Loro trattato avrebbe custodito Babilonia come un potente alleato, invece di un problema perenne, per i prossimi anni 80.
clip_image038
Soldati assiri

Espansione militare & la nuova visione del Dio

I re che seguirono Adad Nirari II continuarono le stesse politiche e l'espansione militare. Tukulti Ninurta II (891-884 A.C.) espanso l'Impero a nord e guadagnò ulteriore territorio verso il sud dell'Anatolia, mentre Assurnasirpal II (884-859 A.C.) regola consolidata nel Levante ed estese il dominio assiro attraverso Canaan. Il loro più comune metodo di conquista è stato attraverso la guerra d'assedio che avrebbe cominciato con un brutale assalto alla città. Anglim scrive:
Più che altro, l'esercito assiro eccelleva in guerra d'assedio e fu probabilmente la prima forza di portare un corpo separato degli ingegneri... Assalto fu loro tattica principale contro la città pesantemente fortificata del vicino Oriente. Hanno sviluppato una grande varietà di metodi per violare le mura nemiche: genieri sono stati impiegati per minare le mura o alla luce erano vomitati fuochi sotto le porte in legno e rampe per consentire gli uomini di andare oltre i bastioni o tentare una violazione sulla parte superiore del muro dove era il minimo spessore. Scale mobili ha permesso agli attaccanti di attraversare fossati e assalto velocemente qualsiasi punto di difese. Queste operazioni sono stati coperti da masse di arcieri, che erano il nucleo della fanteria. Ma l'orgoglio del treno assedio Assiri erano i loro motori. Questi erano multistoried le torri in legno con quattro ruote e una torretta sulla parte superiore e uno, o a volte due, arieti alla base (186).
Gli avanzamenti nella tecnologia militare non erano gli unici, o anche il contributo primario, degli assiri, in quanto, in questo stesso periodo, hanno fatto notevoli progressi in medicina, costruire sulle fondamenta di Sumeri e disegnando sulla conoscenza e talenti di chi era stato conquistato ed assimilato. Assurnasirpal II fatto prime sistematiche liste di piante e animali nell'impero e portato gli scribi con lui sulla campagna per registrare nuovi ritrovamenti. Scuole sono stati stabiliti in tutto l'Impero, ma erano solo per i figli dei ricchi e nobili. Le donne non potevano frequentare la scuola o tenere posizioni di autorità, anche se, all'inizio in Mesopotamia, le donne avevano goduto quasi uguali diritti. Il declino nei diritti delle donne è correlata all'aumento del monoteismo assiro. Come gli eserciti assiri una campagna in tutta la terra, il loro Dio Ashur è andato con loro ma, come Ashur era precedentemente collegato al tempio di quella città e aveva stato adorato solo lì, un nuovo modo di immaginare il Dio è diventato necessario per continuare quel culto in altri locali. Kriwaczek scrive:
Uno potrebbe pregare per Ashur non solo nel suo tempio nella sua città, ma ovunque. Come l'impero assiro ampliato i suoi confini, Ashur è stata rilevata nei luoghi anche più lontani. Dalla fede in un Dio onnipresente alla credenza in un Dio unico non è un passo lungo. Poiché era ovunque, gente venne a comprendere che, in un certo senso, divinità locali erano solo diverse manifestazioni della stessa Ashur (231).
Questa unità della visione di una divinità suprema, ha contribuita a unificare ulteriormente le regioni dell'Impero. Diversi dèi dei popoli conquistati e loro varie pratiche religiose, divennero assorbiti nel culto di Ashur, che fu riconosciuto come l'unico vero Dio che era stato chiamato nomi diversi da persone diverse in passato ma che ora era chiaramente conosciuta e potrebbe correttamente essere adorato come divinità universale. Per quanto riguarda questo, Kriwaczek scrive:
Credenza nella trascendenza anziché immanenza del divino ha avuto conseguenze importanti. Natura è venuto essere desacralizzata, sconsacrata. Poiché i dèi erano fuori e sopra la natura, l'umanità – secondo credenza mesopotamica creato a somiglianza degli dèi e come servo agli dèi – deve essere di fuori e sopra la natura troppo. Invece parte integrante della terra naturale, la razza umana era ormai suo superiore e il suo sovrano. Il nuovo atteggiamento è stato successivamente riassunta nella Genesi 01.26: ' e Dio disse: facciamo l'uomo a nostra immagine, dopo la nostra somiglianza: e fargli avere il dominio sui pesci del mare e sugli uccelli dell'aria e sul bestiame e su tutta la terra e sopra ogni cosa strisciante che striscia sulla terra ' che va bene per gli uomini , esplicitamente individuato in quel passaggio. Ma per le donne pone una Difficoltà insormontabile. Mentre i maschi possono ingannare se stessi e l'altro che sono di fuori, sopra, e superiore alla natura, le donne non possono così le distanze, per loro fisiologia li rende chiaramente e ovviamente parte del mondo naturale... Non è un caso che oggi anche quelle religioni che mettono più l'accento sulla assoluta trascendenza di Dio e l'impossibilità anche di immaginare la sua realtà dovrebbe relegare le donne a un gradino più basso dell'esistenza, la loro partecipazione al culto religioso pubblico consentito solo malvolentieri, se non del tutto (229-230).
La cultura assira divenne sempre più coesa con l'espansione dell'Impero, la nuova comprensione della divinità e l'assimilazione del popolo dalle regioni conquistate. Salmanassar III (859-824 A.C.) espanso l'impero fino attraverso la costa del Mediterraneo e riceveva tributi da ricchi città fenicia di tiro e Sidone. Ha anche sconfitto il Regno armeno di Urartu, che a lungo aveva dimostrato un significativo fastidio agli assiri. Dopo il suo regno, tuttavia, l'impero ha scoppiato nella guerra civile come il re Shamshi Adad V (811-824 A.C.) combattuta con suo fratello per controllo. Anche se la ribellione venne sedata, espansione dell'impero si fermò dopo Shalmaneser III. Il reggente Shammuramat (anche nota come Semiramis che divenne la mitica dea-Regina degli assiri nella tradizione successiva) ha tenuto il trono per il suo giovane figlio Adad Nirari III da c. 806-811 A.C. e, in quel tempo, garantiti i confini dell'Impero e organizzato campagne di successo a mettere giù il Medes ed altri fastidiosi populaces nel nord. Quando suo figlio è venuto dell'età, lei riuscì a portata di mano a lui un impero stabile e consistente che Adad Nirari III, poi ulteriormente ampliato. Seguendo il suo regno, tuttavia, ha preferito riposare sui successi degli altri suoi successori e l'impero entrò un altro periodo di stagnazione. Questo era particolarmente dannoso per i militari che languivano sotto i re come Ashur Dan III e Ashur Nirari V.

Il grande re dell'Impero Neo-assiro

L'impero è stato rivitalizzato da Tiglath Pileser III (745-727 A.C.) che riorganizzò l'esercito e ristrutturata la burocrazia del governo. Secondo Anglim, Tiglath Pileser III "svolte ampie riforme dell'esercito, ha riaffermato il controllo centrale sopra l'impero riconquistò la costa mediterranea e soggiogato anche Babilonia. Ha sostituito la coscrizione [nei militari] con un prelievo di manodopera imposto su ogni provincia e anche i contingenti richiesti di Stati vassalli"(14). Ha sconfitto il Regno di Uratu, che a lungo aveva turbato i governatori assiri e soggiogato la regione della Siria. Sotto il Regno di Tiglath Pileser III, l'esercito assiro divenne la forza militare più efficace nella storia fino a quel momento e fornirebbe un modello per futuri eserciti in organizzazione, tattiche, addestramento ed efficienza.
clip_image039
Re Tiglat-pileser III
Tiglath Pileser III è stata seguita da Salmanassar V (727-722 A.C.), che continuò le politiche del re, e il suo successore, Sargon II (722-705 A.C.) li migliorato e ampliato ulteriormente l'impero. Anche se la regola di Sargon II fu contestato dai nobili, che sosteneva che s'era impadronito del trono illegalmente, ha mantenuto la coesione dell'Impero. A seguito di piombo di Tiglath Pileser III, Sargon II fu in grado di riportare l'impero alla sua massima altezza. Fu seguito da Sennacherib (705-681 A.C.), che una campagna ampiamente e spietatamente, conquistando le province greche in Anatolia, Giuda e Israele. Suo sacco di Gerusalemme è dettagliato sul 'Prisma Taylor', un blocco cuneiforme descrivendo le gesta militari di Sennacherib, che fu scoperta nel 1830 CE da colonnello Taylor Gran Bretagna, in cui egli afferma di aver catturato 46 città e intrappolato il popolo di Gerusalemme all'interno della città, fino a che li ha travolti. Suo conto è contestata, tuttavia, la versione degli eventi descritti nel libro biblico dei re II, capitoli 18-19, dove si è sostenuto che Jerusalem è stato salvato da un intervento divino e dell'esercito di Sennacherib fu cacciato dal campo. Il racconto biblico riguardano la conquista assira della regione, tuttavia.
Vittorie militari di Sennacherib aumentato la ricchezza dell'Impero. Egli spostò la capitale a Ninive e costruito quello che era conosciuto come "il Palazzo senza un rivale". Ha abbellito e migliorato la struttura originaria della città, piantare giardini e frutteti. Scrive lo storico Christopher Scarre,
Palazzo di Sennacherib aveva tutte le solite accoutrements di un'importante residenza assira: figure colossali guardiano e rilievi in pietra intagliate impressionante (oltre 2.000 lastre scolpite in 71 camere). Suoi giardini, troppo, sono stati eccezionali. Recenti ricerche di British assirologo Stephanie Dalley ha suggerito che questi erano i famosi giardini pensili, una delle sette meraviglie del mondo antico. Scrittori successivi messi i giardini pensili a Babilonia, ma approfondite ricerche non è riuscito a trovare alcuna traccia di loro. Il conto orgoglioso di Sennacherib dei giardini del palazzo che ha creato a Ninive si inserisce quello di giardini pensili in diversi dettagli significativi (231).
Ignorando le lezioni del passato, tuttavia, e non contento con la sua grande ricchezza e il lusso della città, Sennacherib ha guidato il suo esercito contro Babilonia, saccheggiarono e saccheggiato i templi. Come precedenti nella storia, il saccheggio e la distruzione dei templi di Babilonia era vista come l'altezza di sacrilegio, dalla gente della regione e anche dai figli di Sennacherib che lui assassinato nel suo palazzo a Ninive per placare l'ira dei. Anche se certamente sarebbero stati motivati a uccidere il loro padre per il trono (dopo che egli ha scelto suo figlio più giovane, Esarhaddon, come erede nel 683 A.C., li snobbano) essi avrebbero avuto bisogno di un motivo legittimo per farlo; e la distruzione di Babilonia fornito loro uno.
clip_image040
Monumento di pietra di Esarhaddon
Suo figlio Esarhaddon (681-669 A.C.) salì al trono, e uno dei suoi primi progetti fu di ricostruire Babilonia. Emanò un proclama ufficiale che ha sostenuto che era stato distrutto Babilonia con la volontà degli dèi a causa della malvagità della città e mancanza di rispetto per il divino. Da nessuna parte nella sua proclamazione fa menzione Sennacherib o il suo ruolo nella distruzione della città, ma rende chiaro che i dèi hanno scelto Esarhaddon come mezzo divino per il restauro: "una volta durante il Regno del righello precedente c'erano cattivi presagi. La città ha insultato la sua divinità e fu distrutto al loro comando. Hanno scelto me, Esarhaddon, per ripristinare tutto al suo giusto posto, per calmare la loro rabbia e lenire la loro rabbia." L'impero fiorì sotto il suo regno. Con successo ha conquistato l'Egitto (che Sennacherib aveva provato e non è riuscito a fare) e stabilito i confini dell'Impero come estremo a nord come le montagne di Zagros (odierna Iran) e come estremo sud come Nubia (Sudan moderno) con una campata da ovest a est di Levante (giorno moderno Libano Israele) attraverso l'Anatolia (Turchia). Sue campagne di successo e un'attenta manutenzione del governo, fornito la stabilità per i progressi della medicina, alfabetizzazione, matematica, astronomia, architettura e le arti. Durant scrive:
Nel campo dell'arte, Assiria eguagliato il suo precettore di Babilonia e in bassorilievo superato lei. Stimolato dall'afflusso di ricchezza in Assur, Ninive e Kalakh, artisti e artigiani cominciarono a produrre – per i nobili e le loro Signore, per i re e palazzi, per sacerdoti e templi – gioielli di ogni descrizione, metallo fuso come sapientemente progettati e finemente battuto come il grande porte a Balawat e lussuosi mobili di legno riccamente intagliato e costose rinforzato con metallo e intarsiato con oro , argento, bronzo o pietre preziose (278).
Al fine di garantire la pace, madre di Esarhaddon, Zakutu (noto anche come Naqia-Zakutu) ha stipulato trattati di vassallo con i persiani e il Medes obbligandoli a presentare in anticipo al suo successore. Questo trattato, conosciuto come trattato di Naqia fedeltà-Zakutu, assicurato il facile passaggio di potere quando Esarhaddon morì preparando una campagna contro i Nubiani e regola passato all'ultimo grande re assiro, Assurbanipal (668-627 A.C.). Assurbanipal fu la più alfabetizzata dei sovrani assiri ed è probabilmente più conosciuto nel giorno moderno per la vasta biblioteca che ha raccolto nel suo palazzo a Ninive. Anche se un grande mecenate delle arti e della cultura, Ashurbanipal potrebbe essere senza scrupoli come i suoi predecessori nella protezione dell'Impero e intimidendo i suoi nemici. Kriwaczek scrive, «quali altri imperialista avrebbe, come Sardanapalo, ha commissionato una scultura per il suo palazzo con decorazione mostrando lui e sua moglie banchetti nel loro giardino, con la testa ha colpito fuori e mano mozzata del re di Elam penzolanti da alberi su entrambi i lati, come orribile bagattelle di Natale o frutta strana?» (208). decisamente sconfisse gli Elamiti e ampliato l'impero più a est e a nord. Riconoscendo l'importanza di preservare il passato, poi inviati emissari per ogni punto nelle terre sotto il suo controllo e li fece recuperare o copiare i libri di quella città o paese, portando tutti indietro a Ninive per la Biblioteca reale.
Assurbanipal governarono sull'impero per 42 anni e, in quel tempo, una campagna con successo e in modo efficiente. L'impero era diventato troppo grande, tuttavia, e le regioni sono stati tassati eccessivamente. Ulteriormente, la vastità del dominio assiro ha reso difficile difendere i confini. Grande numero come l'esercito è rimasto, ci non erano abbastanza uomini per mantenere presidiate a ogni significativo fort o avamposto. Quando Assurbanipal morì nel 627 A.C., l'impero iniziò a sfaldarsi. Suoi successori Ashur-etli-Ilani e Sin-Shar-Ishkun non erano in grado di tenere insieme i territori e le regioni hanno cominciato a staccarsi. La regola dell'Impero assiro era visto come eccessivamente dura dai suoi sudditi, nonostante qualunque avanzamenti e lussi, essendo un cittadino assiro possono hanno fornito e Stati vassalli ex rosa in rivolta.
clip_image041
Re Ashurbanipal
Nel 612 A.C. Ninive fu saccheggiato e bruciato da una coalizione di babilonesi, persiani, medi e Sciti, tra gli altri. La distruzione del Palazzo abbattuto le mura fiammeggianti sulla Biblioteca di Ashurbanipal e, anche se era lontano dall'intenzione, conservata la grande biblioteca e la storia degli assiri, di difficile cottura e seppellire i libri di tavoletta di argilla. Kriwaczek scrive, "quindi ha fatto i nemici di Assiria, infine, non riescono a raggiungere il loro scopo quando hanno raso al suolo Assur e Ninive nel 612 A.C., solo quindici anni dopo la morte di Ashurbanipal: il pulendo fuori luogo di Assiria nella storia" (255). Ancora, la distruzione delle grandi città assira era così completa che, nell'arco di due generazioni della caduta dell'Impero, nessuno sapeva dove era stata la città. Le rovine di Ninive sono stati coperti da sabbie e giaceva sepolte per 2.000 anni.

Eredità dell'Assiria

Grazie lo storico greco Erodoto, che consideravano tutta la Mesopotamia 'Assiria', eruditi lungamente hanno saputo che la cultura esisteva (rispetto ai Sumeri che erano sconosciuti alla borsa di studio fino al XIX secolo CE). Borsa di studio mesopotamica era tradizionalmente nota come Assiriologia fino a relativamente recentemente (anche se quel termine è certamente ancora in uso), perché gli Assiri erano così ben noti attraverso le fonti primarie degli scrittori greci e romani. Attraverso la distesa del loro impero, gli assiri diffondere cultura mesopotamica alle altre regioni del mondo, che hanno, a loro volta, influenzati culture in tutto il mondo fino ad oggi. Durant scrive:
Attraverso la conquista di Assiria di Babilonia, la sua appropriazione dell'antica cultura della città e la sua diffusione di quella cultura nel suo vasto impero; attraverso la lunga prigionia degli ebrei e la grande influenza su di loro di vita babilonese e pensiero; attraverso le conquiste persiane e greche che poi aperto con pienezza senza precedenti e libertà tutte le vie di comunicazione e scambi tra Babilonia e la nascente città della Ionia, Asia minore e Grecia – attraverso questi e molti altri modi che la civiltà della terra tra i fiumi tramandata in dotazione cultura della nostra razza. Alla fine, nulla è perduto; bene o male, ogni evento ha effetti per sempre (264).
Tiglath Pileser III aveva introdotto l'aramaico per sostituire accadico come lingua-franca dell'Impero e, come l'aramaico sopravvisse come lingua scritta, questo ha permesso di studiosi successivi a decifrare scritture accadiche e poi sumera. La conquista assira della Mesopotamia e l'espansione dell'impero in tutto il vicino Oriente, portato aramaico a regioni come vicino come Israele e per quanto riguarda la Grecia e, in questo modo, il pensiero mesopotamico divenne infuso con quelle culture e una parte del loro patrimonio letterario e cultura. In seguito il declino e la rottura dell'Impero assiro, Babilonia assunse la supremazia nella regione da 605-549 A.C.. Babilonia allora è caduto ai Persiani sotto Cyrus il grande, che ha fondato l'Impero achemenide (549-330 A.C.), che è sceso a Alexander il grande e, dopo la sua morte, era parte dell'Impero seleucide.
La regione della Mesopotamia, corrispondente all'odierno Iraq, Siria e parte della Turchia era la zona attualmente conosciuta come Assiria e, quando i Seleucidi furono scacciati dai parti, la sezione occidentale della regione, precedentemente nota come Eber Nari e poi Aramea, ha mantenuto il nome Siria. I parti ottenne il controllo della regione e lo tenne fino all'arrivo di Roma in 115 CE e poi l'Impero sasanide tenuto supremazia nella zona da 226-650 CE fino a quando, con l'ascesa dell'Islam e le conquiste arabe del VII secolo CE, Assiria cessò di esistere come entità nazionale. Tra i più grandi delle loro conquiste, tuttavia, era alfabeto aramaico, importato in governo assiro di Tiglat Pileser III dalla regione conquistata della Siria. Aramei era più facile scrivere di accadici e così vecchi documenti raccolti dai re come Ashurbanipal sono stati tradotti dall'accadico in aramaico, mentre quelli più recenti sono stati scritti in aramaico e ignorato l'accadico. Il risultato è stato che migliaia di anni di storia e cultura sono stati conservati per le generazioni future, e questo è il più grande dei lasciti di Assiria.
Pubblicato per scopi didattici

Contenuto consigliato