venerdì, aprile 10, 2015

Epilessia: Malattia neurologica cronica > Salute e Benessere.

ADS

Che cosa è l'epilessia

L'epilessia è una delle più importanti malattie neurologiche croniche e prevalente, causata da uno o più disturbi che predispongono il cervello per generare convulsioni ricorrenti, che ha conseguenze non solo neurobiologici, ma anche cognitive e psicologiche. Letteratura sull'epilessia è stato, storicamente, tormentato da errori che hanno alimentato la sua leggenda nera e sono motivati pazienti epilettici soffrono di stigma sociale ingiustificato.
Considerare che una persona soffre di epilessia come malattia, l'organizzazione mondiale della sanità (OMS) e la Lega internazionale contro l'epilessia (ILAE), richiedono cronica ricorrenza di crisi epilettiche, cioè l'epilessia è diagnosticata quando il paziente ha avuto due o più crisi spontanea per tutta la vita.
L'epilessia è il terzo più comune disordine neurologico dopo ictus (incidente vascolare cerebrale) e demenza, e si stima per interessare il 5-1, 0, 5% della popolazione. In Spagna da solo ci sono più di 400.000 colpite, secondo le stime della Federazione spagnola di epilessia (FEDE).
La maggior parte dei casi si verifica in persone oltre i 65 e i bambini sotto i 10 anni. Essi sono più comuni nei paesi sottosviluppati e tra le classi socio-economiche svantaggiate.

Sequestro

Crisi epilettiche sono causati da una scarica anomala ed esagerata di certi gruppi neuronali nel cervello. Modo anormale scariche neuronali innescano i grippaggi epilettici un certo numero di processi dovrebbe avvenire: tempismo, amplificazione e propagazione degli scarichi.
La scarica epilettica si verifica come conseguenza di uno squilibrio tra meccanismi inibitori ed eccitatori che i neuroni sono esposti. Epilettogenesi sono il processo mediante il quale una struttura normale del nervo diventa hiperexcitable, per generare convulsioni spontanee.
Per determinare se ha un sequestro dovrebbe tener conto che:
  • Non tutte le scarico parossistico del cervello, anche se è rilevabile nell'elettroencefalogramma (EEG), è un sequestro se produce non clinici.
  • Disfunzione parossistica del cervello che non si sono verificati a seguito di una scarica neuronale hipersincrona, ma in caso contrario, non essere considerato crisi epilettiche, anche se possono causare manifestazioni cliniche simili.
  • Download di altri gruppi neuronali di fuori della corteccia cerebrale, per esempio del tronco cerebrale o del midollo, danno luogo a manifestazioni parossistiche, quali spasmi muscolari, quali i grippaggi non-epilettici, ma rispondono ai farmaci stessi.

Tipi di crisi epilettiche

Ci sono due gruppi principali di crisi epilettiche: convulsioni focali (o parziale) e grippaggi generalizzati.

Prima di una crisi

  • Sintomi prodromal: sono sensazioni aspecifici quali cambiamenti di umore, irritabilità, disturbi del sonno, appetito o da ore a giorni prima il sequestro, il comportamento, soprattutto.
  • Aura epilettica: è la sensazione immediatamente prima della crisi. Si applica a psichico come paura, angoscia, inquietudine indefinibile o nervosismo o sensazioni epigastriche.

Grippaggi generalizzati

Essi sono coloro cui il primo sintomo evidente dipende l'infortunio di entrambi gli emisferi cerebrali. Perdita di coscienza si verifica dal primo momento dell'attacco e manifestazioni motore influenzano le quattro estremità.
Grippaggi generalizzati
Tonico-cloniche o "grande male"
La fase tonica inizia con la contrazione dei muscoli in flessione o estensione. Durata da 10 a 30 secondi. Respirazione viene interrotta. I malati possono emettere un urlo tagliente di spasmo della laringe e la mascella stretta. La fase clonica comincia con molto breve shock leggero e piccolo che diventano progressivamente più ampie, violento e spaziati, sincronizzato e simmetrico in tutte e quattro le estremità. Dura circa 1 minuto. Il paziente suda e sbavando. La respirazione è discontinua. Ci può essere un aumento della pressione sanguigna e tachicardia. È frequente che i malati farsi male cadendo e si urinare. La lingua può essere mordace. Al risveglio della crisi, il paziente è confuso e non ricorda cosa è successo, ha mal di testa e dolore muscolare. Si può essere stanchi e parecchie ore di sonno.
Crisi toniche
Essi producono uno spasmo muscolare prolungata. La contrazione muscolare è aumentata e gradualmente si estende sopra il tronco e le estremità. È comune all'inizio della crisi il paziente ha aperto gli occhi e bocca ed emettono rumore. Piegare le braccia e le gambe e tronco si estende. Queste crisi sono molto breve, meno di 1 minuto e spesso causano la caduta del paziente.
Crisi miocloniche
Essi sono muscolo breve cretini, come scosse elettriche. Essi appaiono spontaneamente o causato da stimoli sensitivi o sensoriali (fasci di luce lampeggiante) e facilitato dalla stanchezza, stress, alcol o privazione di sonno.
Grippaggi atonici
C'è una perdita del tono posturale, cioè, muscoli "perdono la loro forza". Causano la caduta del paziente. Essi possono durare da pochi secondi a diversi minuti.
Grippaggi generalizzati
Assenze tipiche o "Petit mal"
Si manifesta con un'improvvisa perdita di coscienza senza perdita del tono posturale. L'inizio e la fine della crisi è brusco. La maggior parte della durata di meno di dieci secondi. La crisi si manifesta come una sconnessione del paziente con il loro ambiente. Il malato interrompe l'attività è stata effettuata in quel momento e continua a fissare, volto inespressivo e palpebre socchiuse. Quando egli riacquista coscienza riprende l'attività interrotta e il più delle volte non ricordo cosa sia successo. Possono essere frequenti svegliarsi o essere forniti da stanchezza, sonno e la fotostimolazione intermittente. Essi sono sensibili all'iperventilazione (respirazione molto veloce).
Assenze atipiche
Sono caratterizzate dalla perdita improvvisa di coscienza. L'inizio è più graduale e sono più lunghi. Il paziente può soffrire un parziale incoscienza e vagare durante la crisi. Essi tendono ad essere accompagnato da basso livello intellettuale o disturbi di apprendimento.

Grippaggi focali

Essi sono quelli in cui lo scarico ha origine in un'area relativamente limitata della corteccia cerebrale e durante il quale il paziente avverte una combinazione di motore, sensoriali, sensoriale, psichici e vegetativi, segni e sintomi di cui è parzialmente o completamente consapevoli.
  • Vegetativi segni e sintomi: includono colore modifiche (pallore o rossore) della pelle, aumento della pressione sanguigna, tachicardia o bradicardia, piloerezione, dilatazione della pupilla... Essi sono a volte gravi e anche mortali, perché producono l'arresto respiratorio, svenimento, anossia (mancanza di ossigeno) e l'edema polmonare (liquido nel polmone).
  • Sintomi sensitivi: può essere elementari, quali formicolio, bruciore, dolore e altre sensazioni sgradevoli; o più elaborati.
  • Sintomi visivi semplici: costituiti da allucinazioni sotto forma di luci o colori. Possono anche essere più complessi allucinazioni o illusioni.
  • Motore di segni e sintomi: si verificano in un segmento di dato corpo e non l'intero corpo. Essi tendono ad essere comportamenti ripetitivi.
  • Disabilità discorso: discorso o vocalizzazione può essere interrotto in alcuni casi. In altri casi, il paziente ripetere frasi senza senso, o non adeguatamente risposto all'osservatore.
  • Sintomi psichici: il paziente avverte una sensazione di irrealtà e la mancanza di familiarità con l'ambiente che lo circonda, come se tutto era sconosciuto e ti sei preso in un posto strano (jamais vu); al contrario, avvisi a familiare sensazione o partecipare ad un evento di famiglia (déjà vu).
  • Allucinazioni: oltre che visivi, olfattivi e uditivi c'è. In ogni caso può essere semplice (un odore sgradevole, un ronzio, un segnale acustico...) o complesso (odori elaborati, sentendo musica, voci o i messaggi). Essi possono anche avere esperienze di felicità accanto a stati mistici con sensazione di grandiosità, spazio di levitazione o apparizioni celesti.
  • Automazione: più semplici sono il chupeteo, deglutizione, apertura e chiusura di una mano o un cambiamento nell'espressione del viso (gioia, sorpresa e paura). Altri più complessi si fregano le mani insieme, vestiti o genitali.
  • Crisi Gelasticas: sono quelli in cui le esperienze del soggetto una sensazione di gioia risate incontrollabili spontaneamente e automatica.

Crisi continue, epilepticus di condizione o stato di male epilettico

Quando la crisi dura almeno 30 minuti, o quando la sua ripetizione è così prevalente che non non c'è nessun recupero del paziente da un episodio al successivo, è considerato un epilepticus di condizione. Possono essere divisi in due gruppi: il male convulsivo e il male degli Stati non-convulsivo (hanno la stessa clinica come descritto sopra ma durevole almeno 30 minuti o crisi si sovrappongono senza recupero tra loro). La causa più frequente è l'abbandono del farmaco nei pazienti trattati con farmaci antiepilettici, ma si verifica anche con l'abuso di alcool, febbre, alcuni farmaci e a causa di alterazioni metaboliche. È più comune nei bambini che negli adulti.
Si chiama stato epilettico refrattario al trattamento quando la crisi durano più di 60 minuti, mentre il paziente seguire un trattamento con farmaci antiepilettici.

Cause dell'epilessia

L'epilessia può avere varie cause:
Cause ereditarie
Essi sono geneticamente determinato epilessie.
Cause congenite
  • Tumori cerebrali.
  • Lesioni intrauterine.
  • Malformazioni vascolari.
  • (Neurofibromatosi, sclerosi tuberosa, Sturge-Weber) le sindromi Neurocutanee.
  • Anomalie cromosomiche (sindrome di Down, sindrome di Angelman).
  • Disordini congeniti del metabolismo (aminoacidurias, leucodistrofie).
  • Miopatie congenite.
  • Epilessie miocloniche.
Cause acquisite
  • Traumi.
  • Lesioni post-chirurgica.
  • Lesioni postinfecciosas (sequel del virus di meningite batterica o encefalite).
  • Infarto ed emorragia cerebrale.
  • Tumori (astrocitomi, oligodendrogliomi e meningiomi).
  • Sclerosi dell'ippocampo (del lobo temporale).
  • Tossico (alcool e droghe).
  • Malattie degenerative (demenza e altri).
  • Malattie metaboliche acquisite.

Classificazione

Secondo la causa dell'epilessia , è classificata in:
  • Sintomaticas: è quella che ha una storia provata, in cui è nota la causa che lo produce.
  • Cryptogenic: è uno a cui il contesto clinico o immagine presuppone un'origine causa o lesione, che non può essere sicuro. Cioè, sentivate la causa, ma non è stato dimostrato.
  • Idiopatica: è quello che ha causa conosciuta e in cui l'influenza genetica è maggiore.

Sintomi di epilessia

Epilettico sintomo per eccellenza e uno che definisce la malattia, è il sequestro, poiché sono necessarie due o più spontanei crisi sorgono che diagnosticare questa patologia, poiché si può avere una crisi isolata e non significa che si soffre di epilessia. Altri sintomi di epilessia, comprendono vertigini, difficoltà a parlare, sensazione di distacco con l'ambiente, convulsioni, rigidità muscolare, ecc.
D'altra parte, la sindrome epilettica è chiamata l'insieme di segni e sintomi che definiscono un epilettico di processo dal tipo di crisi, la sua storia naturale, che comprende una o più cause note, predisposizione ereditaria, un certo tipo di crisi e le anomalie nell'EEG, la risposta al trattamento e prognosi.
Le manifestazioni cliniche di un grippaggio si verificano improvvisamente e la sua durata è breve. Possono essere mentali, vegetativo, sensibile, motore con o senza diminuzione della coscienza. I sintomi dipendono dalla zona del cervello in cui proviene è il download e la sua estensione o non tutto il cervello. Un sequestro è considerato un sintomo e carattere isolato, non dimostrano l'esistenza di una sindrome o malattia epilettica; Infatti, dal 2 al 3% della popolazione soffre un sequestro ad un certo punto nelle loro vite.

Trigger

Convulsioni possono insorgere in risposta a stimoli diversi e secondo la natura di essi sono classificati come:
  • Ha provocato crisi: è quella che appare in immediato rapporto temporale con una lesione acuta del cervello come un ictus, trauma, anossia (mancanza di ossigeno), encefalite o alterazione acuta tossico-metabolica.
  • Crisi precipitato: è ciò che accade a seguito di un fattore non specifico come la mancanza di sonno, stress o eccessivo consumo di alcol in una persona con o senza precedenti crisi spontanee.
  • Crisi Reflects: è ciò che accade a una stimolazione sensitiva o sensoriale.

Attività e remissione

L'epilessia è in attività quando il paziente ha sofferto una crisi negli ultimi due anni. L'epilessia è in remissione se la crisi non si è verificato in due anni. Questa distinzione è importante per determinare se il paziente deve continuare o non in trattamento farmacologico.

Diagnosi di epilessia

La diagnosi di epilessia è clinica e si basa sull'interrogatorio. È necessario ottenere informazioni da un membro della famiglia o un caro amico che ha assistito gli attacchi, perché il paziente non è in grado di descriverli come un intero.
Dobbiamo cercare di sapere tutto quello che è successo prima, durante e dopo la crisi. È molto importante avere un impatto sulla storia personale (trauma perinatale, alterazioni dello sviluppo psicomotorio, convulsioni febbrili, meningoencefalite, traumi cerebrali o storia familiare di epilessia). Analisi del sangue e delle urine, un elettrocardiogramma (ECG), radiografia del torace e un elettroencefalogramma (EEG) deve sempre essere eseguita.
Il neuroimaging di TAC-NMR permette di identificare la maggior parte di loro lesioni del cervello causando di epilessia (lesioni anatomiche visibile), ma non è possibile eseguire per tutti quei pazienti. Utilizzato in quelle epilessie di causa sconosciuta, soprattutto se è di recente insorgenza, se l'esame neurologico è anormale o se ci sono segni di focale cerebrali soffrendo nel EEG.

Trattamento dell'epilessia

Il trattamento dell'epilessia è principalmente farmacologica. 50-60% dei pazienti, il trattamento farmacologico è semplice, efficace al primo tentativo e richiede poca supervisione; 20% dei pazienti hanno bisogno di impostazioni o combinazioni di farmaci, e un altro 20% dei pazienti sono incontrollabili con i farmaci attuali. Una minoranza di pazienti sono suscettibili di trattamento chirurgico.
Antiepilettici farmaci (FAEs) sono destinati a completare il controllo delle crisi epilettiche, senza effetti negativi. In generale, essi inibiscono i circuiti neurali del cervello e sono efficaci se sono correttamente prescritti.
Il FAEs dovrebbe essere introdotto lentamente e progressivamente. In generale la dose aumentano di 4-6 settimane. Stretta aderenza al trattamento è importante e l'improvviso abbandono dello stesso è molto grave. Se era necessario un cambio di trattamento, questo è sarà di forma gradualmente. Se un farmaco è inefficace, altro introduce progressivamente, e la seconda o terza settimana, ritira il primo.
Solo la tossicità prodotta dal FAEs è motivo sufficiente per sospendere un trattamento antiepilettico. Se il trattamento è efficace e senza effetti collaterali non modificare per alcun motivo. Tuttavia, considerato che la sospensione del trattamento (in genere 2-5 anni) possa insorgere dopo un periodo di diversi anni senza crisi. Questa decisione deve essere individualizzata e consigliato da un neurologo.
Il trattamento chirurgico dell'epilessia è fatto ad un paziente portatore di una lesione benigna e statico, per liberarla dalla crisi. Essi devono soddisfare il requisito di sviluppare un'epilessia farmaco-resistente. Inoltre prende in considerazione il numero e il tipo di crisi e il suo impatto sulla qualità della vita del paziente. Un prima dell'intervento chirurgico dovrebbe essere fatto per individuare l'area che ha origine la crisi e possibile rimuovere senza causa difetti neurologici.

Prognosi dell'epilessia

La prognosi di una persona con epilessia è molto variabile. Ci sono sindromi benigne che inoltra completamente; altri che, senza scomparire, può essere adeguatamente controllata con i farmaci e permettono al malato di condurre una vita normale; e altri, infine, sono ribelli al trattamento. Può essere solo una prognosi per quanto riguarda la sindrome epilettica specifica che ha un paziente.
In generale, la prognosi dell'epilessia dipende da fattori come la causa, il tipo di crisi, l'età di esordio e la rapida istituzione del trattamento. Essi sono generalmente più gravi se cominciano nell'infanzia, quando ci sono lesioni cerebrali organiche, se il livello intellettuale è basso, se il paziente soffre di diversi tipi di crisi e la maggiore lunghezza della malattia.
Se il paziente risponde al trattamento primo e crisi-libero durante 1-2 anni, hai una probabilità del 95% di remissione.

Consigli per i pazienti con epilessia

I pazienti epilettici dovrebbero prendere due precauzioni fondamentali: astenersi dall'uso di alcool e droghe e mantenere sonno una normale notte di.
La maggior parte dei pazienti non richiedono restrizioni sulla sua dieta abituale né cambiamenti nella vita del suo regime.
Essi possono sport considerato sport di massimo rischio e sia eseguita solo una moderata sotto supervisione, ad eccezione di quelle, o sarebbe molto pericoloso nel caso in cui il paziente soffre di una crisi durante la pratica di loro, alpinismo, pesca subacquea o quelli che richiedono l'uso di veicoli a motore.
L'unico uso di televisione, computer o videogiochi e assistenza Club sono limitate in caso di epilessia innescato dagli stimoli leggeri.
Pubblicato per scopi didattici
Salute e Benessere

Contenuto consigliato