Chi erano: Patrizio | Sua Origine e storia.

di Donald L. Wasson
clip_image017
L'IV secolo A.C. greco filosofo Aristotele una volta scrisse nel suo saggio politica, "se libertà e uguaglianza... sono principalmente da ricercarsi nella democrazia, essi saranno migliori raggiunto quando tutte le persone allo stesso modo condividono nel governo al massimo." Purtroppo per Roma, quando il re etrusco fu infine spodestato nel 509 A.C., famiglie aristocratiche della città - i patrizi - presero il controllo del governo e creato una Repubblica, ma una Repubblica solo di nome. I nobili patrizi si consideravano privilegiati e meglio capace di sentenza; certe persone sono nate per condurre e gli altri erano destinati a seguire. La maggior parte dei cittadini, la plebians, è stata negata qualsiasi parte in quanto, o da chi, essi erano governati.
Durante il dominio dei re Etruschi, i patrizi (la parola deriva dal latino patres significato "padri") la maggior parte dei terreni di proprietà, e mentre ci sono stati molti facoltosi plebians (una parola che significa "molti"), una manciata di famiglie patrizie salito a diventare consulenti e signori della guerra al re, anche se alcuni storici sostengono che anche il re non può essere sempre stato un patrizio. Per decenni a venire, tutte le famiglie patrizie potrebbero risalire la loro ascendenza a questi clan originali. Tra questi sono stati i Claudii, il Julii o i Cornelii. Questo naturale nato proprio, il diritto di governare, divenne ereditario e quindi ammessi i patrizi di distinguersi da quelli hanno considerato una classe inferiore. Con l'avvento della Repubblica, i patrizi cercati di mantenere questo hold potere governativo.
I patrizi realizzato che avevano bisogno i plebians oltre la plebians bisogno di loro e ha deciso di rinunciare ad alcuni, ma non tutti, autorità.
Questo nuovo governo era davvero unico e, in tutte le apparizioni, rappresentante. C'era un'Assemblea centuriate o Comitia Centuriate, un Senato e due co-consoli. Quest'ultimo sono stati eletti dall'Assemblea per un periodo di un anno, ma aveva il potere di un re. Tutto questo è stato aperto solo per i patrizi e riguarda solo il loro benessere. Questa estrema autorità ha permesso loro di sostenere sia la loro condizione economica e politica, ma questo non era l'unico metodo usato per sopprimere le plebians. Un altro modo era attraverso il sacerdozio - qualcosa che avrebbe il controllo per gli anni a venire. Religione era sempre stato parte integrante della vita di un cittadino romano, e un metodo di sopprimere qualsiasi possibile ribellione tra i plebians era per i patrizi mantenere il loro ruolo di "portieri agli dèi." Hanno dominato sia il Collegio dei sacerdoti e la posizione del pontefice massimo. I patrizi semplicemente sostenevano di avere particolari conoscenze degli dèi e quindi servita come custodi della legge religiosa con l'autorità per punire i trasgressori.
Purtroppo per i patrizi, questa dominanza avrebbe e potrebbe non durare. C'era sempre stato poco, se del caso, del rapporto tra le due classi - dalla legge era anche proibito a si sposano. I patrizi ha cominciato gradualmente a perdere il controllo quando molti dei plebians più ricchi ha voluto garantire qualche voce nel governo, minacciando, più di una volta, di lasciare Roma. Come la maggior parte della cittadinanza romana, i plebians erano un gruppo eterogeneo. Erano i contadini urbani poveri, ricchi, artigiani, così come il nucleo dell'esercito repubblicano. Le posizioni umili del commerciante o artigiano non erano mai considerate un lavoro per un patrizio; Egli credeva di essere meglio adatto per posizioni di leadership in politica, legge o l'esercito. Tuttavia, i patrizi realizzato che avevano bisogno i plebians oltre la plebians bisogno di loro e ha deciso di rinunciare ad alcuni, ma non tutti, autorità. Purtroppo, questa battaglia tra le due classi sarebbe continuato per decenni a venire.
Questa minaccia di abbandonare la città che ha portata alla fine un compromesso: il conflitto o la lotta di ordini, un accordo tra le due classi che ha permesso la plebians avere una voce nel governo. Il Concilium Plebis o Consiglio della plebe, un'assemblea legislativa che renderebbe le leggi relative alle preoccupazioni della plebians, fu creato nel 494 A.C.. Oltre due secoli più tardi, nel 287 A.C., la Lex Hortensia è stato superato, rendendo tutte le leggi emanate dall'Assemblea plebian vincolanti per tutti i cittadini, patrizi inclusi. Inizialmente, due funzionari o tribuni erano eletti dal Consiglio ad agire per conto del plebians, ma questo numero è stato successivamente aumentato a dieci. Tuttavia, la creazione del Consiglio non era sufficiente. Senza alcun codice legge, la plebians temeva possibili abusi dei patrizi, quindi una serie di leggi, le dodici tavole, è stata emanata nel 450 A.C.. Queste leggi si è rivelato per essere il fondamento della giustizia romana; una legge che rimase e fu poi scartato, era il divieto di matrimoni misti tra le due classi.
L'autore romano e lo storico Tito Livio ha scritto nella sua Storia di Roma di preoccupazione le patrizie per mantenere la purezza della loro classe:
... un tribuno della plebe, ha introdotto una legge per quanto riguarda i matrimoni misti di patrizi e plebei. I patrizi considerato che il loro sangue sarebbe essere contaminati da ed i diritti speciali delle case gettate in confusione. Poi la plebe... portato in una misura che abilita il popolo di eleggere i consoli dalla plebe o patrizi come hanno scelto. I patrizi credevano che, se questo sono stato trasportato, il potere supremo non sarebbe solo essere degradato... ma sarebbe interamente passare lontano da uomini capo dello stato nelle mani della plebe.
Questa preoccupazione di quest'ultima non è stato così facilmente respinto da entrambi i lati. Gradualmente, col tempo, le leggi erano rilassate, permettendo plebians diventare consoli, quello primo eletto nel 367 A.C..
Come il plebians ha cominciato a ottenere di più e più controllo del loro governo, molti di loro è aumentato al livello di un dittatore, una posizione che ha permesso un individuo ad assumere il potere supremo in tempi di emergenza. Tiberio Gracco, una tribuna di II secolo A.C. la cui madre era un patrizio, proposto a terra dovrebbe essere dato liberamente agli agricoltori poveri e disoccupati, un'idea non molto popolare per molti dei ricchi patrizi in Senato. Tiberio fu ucciso, insieme a 300 dei suoi seguaci. No meglio sarebbe Fiera di suo fratello Gaio. Nell'81 A.C., Silla, un'altra tribuna, salì al potere, assumendo anche il titolo di dittatore. Una delle sue prime mosse era quello di eliminare tutte le opposizioni, l'esecuzione di oltre 1500 patrizi, anche se alcuni hanno scelto di suicidarsi per permettere alle loro famiglie mantenere la loro ricchezza; un individuo giustiziato avrebbe hanno ceduto tutta la ricchezza di Silla.
Col passare del tempo la classe patrizia mantenuto ancora qualche influenza all'interno del governo, in gran parte a causa della loro ricchezza e terreni di proprietà. Purtroppo, la vecchia idea di primogenitura cambiato; identità con i vecchi clan non era più valido. Julius Caesar ha stabilito nuovi patrizi dalla classe plebian al fine di rafforzare il suo potere. Imperatore Augustus denominato anche nuove famiglie patrizie nel tentativo di creare un rivitalizzato senso di moralità all'interno dell'Impero, insieme con lealtà ai culti dello stato. Egli ristabilì il vecchi collegi sacerdotali (denominazione stesso pontefice massimo) e ricostruita vecchi templi e santuari. E, mentre la classe patrizia esisterebbe lungo nell'impero bizantino, non era lo stesso come il piccolo gruppo di famiglie che ha stabilito la Repubblica. Imperatore Constantine userebbe il termine "patrizio" solo come un titolo. Tentativo l'originale patrizie a controllare il potere all'interno della Repubblica era stata di breve durata, per la plebians ha scelto di alzarsi e chiedere una voce. Come Aristotele ha affermato, in una democrazia o una Repubblica solo veramente può esistere quando tutte le persone che partecipano.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.