Passa ai contenuti principali

Viaggiare con gli animali all'estero

clip_image016
È probabile che in occasione e per circostanze diverse, si pone la necessità di viaggiare all'estero con la nostra mascotte. Questo tipo di viaggio spesso necessaria elaborazione supplementare, quindi sarebbe conveniente, fornirgli abbastanza tempo per evitare problemi di ultimo minuto.
Fortunatamente, quasi tutti i paesi permettono la libera circolazione degli animali da compagnia più comuni, la condizione è che siano in perfetto stato di salute e la conformità con i regolamenti specifici di ciascun paese di destinazione.
Essi si capiscono come animali domestici:
• Cani
• Gatti
• Piccoli mammiferi
• Gli uccelli (tranne pollame)
Anfibi e rettili di piccola •
• Pesce
• Invertebrati (eccetto API e crostacei)

Requisiti internazionali

La prima cosa che dovete sapere prima del viaggio saranno che i requisiti richiesti dalla dogana del paese che in movimento. Sarebbe una visita all'ambasciata o al consolato dove consigliare dettagliatamente in merito, per evitare spiacevoli sorprese in seguito.
Se viaggiamo attraverso Europa, requisiti non variano ampiamente da paese a un altro. Paesi dell'Unione europea sia la maggior parte dei rimanenti "passaporto per animali da compagnia" è unificato. Questo documento è valido per cani, gatti e furetti, essa contiene, ben aggiornato, tutta la storia di salute dell'animale e tutti i loro dettagli, di quest'ultimo, anche facendo riferimento al proprietario.
Dobbiamo affrontare il passaporto tramite il nostro veterinario. Si deve tener presente che, in generale, non è consentito viaggiare con animali sotto i tre mesi.

Viaggiare con cani, gatti e furetti

clip_image017
Queste sono le condizioni sanitarie per la circolazione di cani, gatti e furetti tra paesi della Comunità europea e l'ambiente (Andorra, Islanda, Liechtenstein, Monaco, Norvegia, San Marino, Svizzera e Vaticano):
• Passaporto per animali domestici, un giorno nella vaccinazione e sverminazione
• Identificazione tramite tatuaggio o microchip
• Vaccinazione antirabbica
In generale, questi sono anche base e requisiti sono essenziali per i viaggi con il nostro animale domestico in qualsiasi paese, ma in funzione dove muoversi, abbiamo bisogno di introdurre altri certificati sanitari complementari, qui avete una lista delle più frequenti:
• Trattamento contro la tenia
• Trattamento contro le zecche
• Vaccino di controllo contro la rabbia, la valutazione degli anticorpi neutralizzati
• 3 o 6 mesi prima del viaggio
• 120 giorni dopo la vaccinazione
• Vaccino contro la leptospirosi e il cimurro
• Certificato di buona salute a seconda del modello, rilasciato da un veterinario ufficiale o vistati dalle autorità competenti del paese di origine.

Viaggiare con altre specie

Per altre specie dovranno prendere in considerazione requisiti di ogni paese, anche se è normalmente sufficiente per un certificato veterinario attestante la buona salute dell'animale.
In generale, se si tratta di piccolo animali come uccelli e rettili, sono solitamente permettono un massimo di 5 animali per persona.

Evitare problemi all'arrivo

È estremamente importante che conosciamo e rispettare meticolosamente tutti i regolamenti del paese di cui a muoversi, se non, possiamo essere con una vasta gamma di situazioni spiacevoli in arrivo:
• Immobilizzazione degli animali impianti di quarantena per diversi periodi (5-40 giorni)
• Ritorno al paese d'origine
• Prima di regole severe, l'animale potrebbe essere sacrificato.

Viaggiare via terra, mare o aria

clip_image018

Quando si prenota il nostro viaggio anche abbiamo bisogno di fornire l'azienda con cui viaggiamo, per accettare il nostro animale domestico. Come regola generale, essi ci chiamerà accreditamento salute tramite il passaporto per animali da compagnia o da un certificato sanitario rilasciato da un veterinario.
Il viaggio con mezzi terrestri, treno o pullman, tende ad essere abbastanza restrittiva. In treno, a seconda del paese, animali di piccole taglia (meno di 6 Kg) sono accettati purché siano in un contenitore ben condizionato. Allenatore, tuttavia, è difficile trovare una società internazionale che permette di viaggiare con animali domestici.
Non così con le società mare e aria dove, accesso animali domestici, è consentito e standardizzato.
La barca solitamente offrono diverse alternative per rimanere agli animali durante il viaggio:
• In cantina, in appositi contenitori o all'interno della nostra auto
• Sul ponte, accanto a altri animali in gabbie con scomparti
• In cabina, con noi, in un contenitore adatto
L'aereo è più limitata, il nostro animale può viaggiare nella stiva, come bagaglio, o in cabina con noi.
In entrambi i casi, ci sono un certo numero di requisiti per viaggio in cabina:
• Previa autorizzazione da parte della società, dal momento che è usuale che c'è un limite al numero di cani ammessi. Nostra richiesta può essere negata se c'erano già altre prenotazioni previa
• Piccolo animale, meno di 6 kg di peso.
• Contenitore adatto per sicurezza e comfort, sia l'animale e il resto dei passeggeri
In entrambi i casi che dobbiamo prevedere il costo dagli animali deve pagare anche la tassa corrispondente. Questo sarà anche a seconda della compagnia che si utilizza, solitamente le compagnie di navigazione sono più economiche, abbiamo trovato uno che permette anche ai nostri animali domestico viaggiano gratis. Rispetto ai vettori aerei, è normale per applicare un prezzo al Kg (prezzo di massa, animale + gabbia) che può variare tra 20 / 25 €, cioè, se il cane pesa kg. 4 paga circa € 90.
Come eccezione, i cani guidano di persone non vedenti possono viaggiare con qualsiasi mezzo di trasporto e sono esentati da qualsiasi pagamento, che sì, deve essere munito di museruola, cintura e collare.
Pubblicato per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…