Spartacus | L'origine e la storia

di Donald L. Wasson
clip_image023
Nel corso della storia - antica e moderna - quelli legati in catene hanno combattuto per liberarsi dai loro oppressori. Come con la maggior parte delle civiltà - assiri, greci e anche americani - schiavi nell'antica Roma non sono stati considerati cittadini, ma la proprietà, fornendo manodopera, qualificato e non qualificato, per il resto della società. Ovviamente, sommosse slave, se a Roma o altrove, fornito un pericolo per tutti i cittadini, e mentre la maggior parte di queste rivolte furono soppresse rapidamente, una rivolta nei secolo A.C. causato abbastanza preoccupazione per il Senate romano che decisero di chiamare su di due dei loro più grandi generali di schiacciarlo. Per un periodo di due anni, questa "piccola" rivolta, guidata da un gladiatore una tantum, ha avviato quello che sarebbe diventato noto come la terza guerra Servile. Nome di questo uomo era Spartacus.
Mentre si sa poco della sua vita in anticipo, Spartaco era originario di una zona a nord-est della Macedonia, Tracia e potrebbe essere stato un soldato romano. Lo storico Plutarco lo descrive come colta e intelligente, "più greco che Trace". Come egli è andato da essere un soldato per essere catturato (insieme a sua moglie) e reso un gladiatore è sconosciuto; Tuttavia, a causa del suo fisico unico e forza, ha catturato l'attenzione di un allenatore di nome Lentulus Batiatus e fu mandato a una scuola di gladiatori a Capua, una città a sud di Roma. La vita in una scuola dei gladiatori era crudele e dura. Così, nel 73 A.C., usando coltelli da cucina, lui e 78 di suoi compagni schiavi si ribellata. Dopo la loro fuga, sono venuti su di una piccola carovana di carri che trasportano armi e afferrò, fuggendo verso la vicina Mt Vesuvius. Presto, schiavi, mandriani e pastori locali si unirono a lui, gonfiore il suo piccolo esercito di oltre 70.000. Per sopravvivere hanno cominciato a saccheggiare in tutta l'Italia centrale. Nella sua 'vita di Marcus Lucinius Crassus', Plutarco scrisse della loro fuga,
Duecento di questi formano un piano per fuggire, ma la loro trama di essere stato scoperto, quelli di loro che sono diventato consapevole di esso in tempo per anticipare il loro padrone, essendo settantotto, uscito dal negozio di un cuoco tagliatori e sputi e fatto il loro senso attraverso la città e a proposito di illuminazione su diversi carri che trasportavano armi gladiatore in un'altra città, hanno sequestrato su di loro e armati.
Sconfitta di Spartaco di due eserciti romani notevolmente allarmato il Senate romano.
Anche se ha avuto un notevole successo iniziale, anche sconfiggendo gli eserciti dei due pretori e governatore della Gallia Cisalpina e cogliendo le loro armi, Spartacus capì di Roma alla fine avrebbe vinto e dunque aveva intenzione di recarsi verso nord le Alpi e la casa. Nel 72 A.C. divise le sue forze in due parti. Metà di loro - i Galli e i tedeschi - andò con compagni gladiatore Crixus, mentre il resto - per lo più Traci - Spartacus. Anche se il suo intento era quello di restituire alla Tracia, molti dei suoi seguaci rifiutò di lasciare l'Italia, trasformando verso sud invece in Italia meridionale. Plutarco ha scritto,
... ha marciato il suo esercito verso le Alpi, con l'intenzione, quando egli era passato a loro, che ogni uomo dovrebbe andare alla sua casa, proprio alcuni di Tracia, alcuni in Gallia. Ma, cresciuto fiducioso nei loro numeri e soffiato dal loro successo, non darebbe nessuna obbedienza a lui, ma andava in giro e devastato l'Italia; così che ora il Senato non era solo spostato all'oltraggio e bassezza, sia del nemico e dell'insurrezione, ma guardando su di essa come una questione di allarme e di conseguenza pericoloso.
Mentre egli aveva rapidamente abbandonato qualsiasi pensiero di attacca Roma, successo 'Sparatcus contro gli eserciti dei due consoli allarmati il Senato abbastanza che hanno chiamati una sola volta seguace di Silla, Marcus Licinius Crassus, a condurre un esercito contro di lui. Sperando di aggiungere alle sue forze, l'assediato Spartacus assunto Cilicium pirati a portarlo in Sicilia. Purtroppo, egli non ha fatto sull'isola, ma ha fatto il suo denaro. Crasso intrappolati gli schiavi ribelli presso Bruttium dove 6.000 dei ribelli sono stati uccisi, ma Spartacus è stato finalmente in grado di sfondare (seppur con un terzo della sua forza) e sfuggire ancora una volta, muovendosi verso sud, sconfiggendo due dei luogotenenti di Crasso nel processo.
clip_image024
Marcus Licinius Crassus
In definitiva, tuttavia, fu accerchiato e sconfitto in Lucania e ucciso (anche se il suo corpo non fu mai trovato). Plutarco osservò su ultimi momenti Spartaco,
... .pushing il suo cammino verso lo stesso Crasso attraverso molte armi volanti e uomini feriti, non ha infatti arrivare a lui, ma uccise due centurioni che cadde su di lui insieme. Infine, dopo che i suoi compagni avevano preso al volo, egli si trovava da solo, circondato dai suoi nemici ed era ancora difendersi quando egli fu abbattuto.
Oltre 6.000 ribelli catturati furono crocifissi; i loro corpi furono esposti lungo la via Appia da Capua a Roma.
Crasso aveva sperato sconfiggere Spartacus prima del ritorno di Pompeo dalla Spagna. Purtroppo, Pompeo tornò in tempo per sconfiggere 5.000 seguaci di Spartaco e così ha rubato la maggior parte della gloria per se stesso. Mentre entrambi sono stati eletti a un consolato nel 70 A.C., ha provocato un conflitto profondo. Plutarco ha scritto,
Crasso ha avuto fortuna e non solo ha fatto la parte di un buon generale, ma valorosamente esposta sua persona, eppure Pompeo aveva gran parte del merito del ricorso. Per ha incontrato molti dei fuggitivi e li uccise e ha scritto al Senato che Crasso infatti aveva sgominato gli schiavi in una battaglia campale, ma che egli aveva posto fine alla guerra.
La guerra e il ruolo di Spartaco in esso ha avuto un effetto durevole. Julius Caesar, prima di diventare dittatore a vita, ricordato la ribellione e divenne determinato a impedire a un altro. Attraverso una serie di leggi, ha sperato di ridurre la dipendenza da schiavi incoraggiando l'assunzione di lavoratori liberi. Storia ha opinioni divergenti di Spartaco - per alcuni egli è un eroe e un portavoce per gli oppressi, mentre gli altri lo vedono come un ribelle crudele e senza cuore. Tuttavia si è visto, è ricordato per aver guidato la rivolta degli schiavi più celebrata nella storia dell'antica Roma.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.