Passa ai contenuti principali

Punti notevoli di 1 Samuele 10-13 > Scuola di Ministero Teocratico

Scuola di Ministero Teocratico: Informazioni per studio personale

Lettura della Bibbia: 1 Samuele 10-13 (8 min)


1 SAMUELE 10:1


“Samuele prese quindi l’ampolla dell’olio e glielo versò sulla testa e lo baciò e disse: “Non è perché Geova ti ha unto come condottiero sulla sua eredità?”

*** w11 1/1 p. 27 Perseverò nonostante le delusioni ***
In che modo ubbidì Samuele? In modo risentito, svogliato? Permise forse alla delusione di avvelenare il suo cuore e all’amarezza di mettervi radice? Molti avrebbero reagito così in una situazione del genere, ma non Samuele! Unse Saul e riconobbe che era stato Geova a sceglierlo. Accolse il nuovo re con un bacio, a dimostrargli anche la sua sottomissione.

1 SAMUELE 10:2


“Andando via da me oggi troverai certamente due uomini presso la tomba di Rachele nel territorio di Beniamino a Zelza, e certamente ti diranno: ‘Le asine che sei andato a cercare sono state trovate, ma ora tuo padre ha messo da parte la faccenda delle asine ed è divenuto ansioso per voi, dicendo: “Che farò riguardo a mio figlio?”’”

*** it-2 p. 698 Rachele ***
La tomba di Rachele “nel territorio di Beniamino a Zelza” era conosciuta ancora ai giorni di Samuele, circa sei secoli dopo. (1Sa 10:2) Il sito tradizionale della tomba si trova circa 1,5 km a N di Betleem. Questo però la porrebbe nel territorio di Giuda, non di Beniamino. Perciò altri ipotizzano una collocazione più a N, benché oggi non si possa essere precisi al riguardo.

1 SAMUELE 10:21


“Quindi fece avvicinare la tribù di Beniamino secondo le sue famiglie, e fu designata la famiglia dei matriti. Infine fu designato Saul figlio di Chis. E si misero a cercarlo, e non si trovò.”

*** it-1 p. 27 Abiel ***
(Per esempio, mentre in 1 Samuele 10:21 è menzionata “la famiglia dei matriti” di cui facevano parte Chis e Saul, il nome Matri non compare nei brani che stiamo esaminando e neanche nel resto della Bibbia).

1 SAMUELE 11:1


“E Naas l’ammonita saliva e si accampava contro Iabes di Galaad. Allora tutti gli uomini di Iabes dissero a Naas: “Concludi un patto con noi affinché ti serviamo”.”

*** it-1 p. 115 Ammoniti ***
Secondo la Settanta greca, circa un mese dopo che Saul era stato designato re d’Israele, Naas re di Ammon assediò la città di Iabes in Galaad, chiedendone la resa, e per fare la pace impose la crudele condizione che gli uomini si facessero cavare l’occhio destro. (Vedi NAAS n. 1). Informato dell’assedio, il re Saul, alla testa delle forze israelite, dimostrò il suo valore sbaragliando gli ammoniti. (1Sa 11:1-4, 11-15) Le successive parole di Samuele rivelano che era stata la crescente minaccia degli ammoniti al comando di Naas a spingere gli israeliti a chiedere un re. — 1Sa 12:12.

*** it-2 p. 353 Naas ***
In uno dei Rotoli del Mar Morto (4QSama), ritenuto del I secolo a.E.V., subito prima di 1 Samuele 11:1 è inserito il seguente brano: “[Na]as, re dei figli di Ammon, opprimeva duramente i figli di Gad e i figli di Ruben, e cavò a t[utti] l’occhio destro e seminò ter[rore e spavento] in Israele. Non fu lasciato nessuno tra i figli d’Israele o[ltre il Giordano il c]ui occhio destro no[n fosse stato cava]to da Naa[s re] dei figli di Ammon; se non che settemila uomini [fuggirono dai] figli di [A]mmon ed entrarono a [I]abes-Galaad. Circa un mese dopo . . .” (Bible Review, 1985, vol. 1, n. 3, p. 28) Giuseppe Flavio dà all’incirca la stessa versione. — Antichità giudaiche, VI, 68-70 (v, 1).

1 SAMUELE 11:2


“Quindi Naas l’ammonita disse loro: “Lo concluderò con voi a questa condizione, alla condizione di cavare a ognuno di voi l’occhio destro, e lo devo mettere come un biasimo su tutto Israele”.”

*** w95 15/12 pp. 9-10 Gli ammoniti: Un popolo che ricambiò la benignità con l’ostilità ***
Il re Naas attaccò di sorpresa la città israelita di Iabes-Galaad. Quando gli uomini della città proposero di concludere un patto di pace, l’ammonita Naas fece questa crudele richiesta: “Lo concluderò con voi a questa condizione, alla condizione di cavare a ognuno di voi l’occhio destro”. Lo storico Giuseppe Flavio afferma che questa richiesta aveva anche una motivazione difensiva, in quanto, ‘una volta che l’occhio sinistro fosse stato nascosto dallo scudo, sarebbero stati del tutto impotenti in guerra’. Nondimeno il vero scopo dello spietato ultimatum era quello di infliggere un’esemplare umiliazione agli israeliti. — 1 Samuele 11:1, 2.

*** it-2 p. 415 Occhio ***
Per umiliare e infrangere il potere dei nemici, alcune nazioni dell’antichità seguivano la crudele usanza di accecare gli uomini preminenti fatti prigionieri. — Gdc 16:21; 1Sa 11:2; 2Re 25:7.

1 SAMUELE 11:7


“Prese dunque un paio di tori e li tagliò a pezzi e mandò questi in tutto il territorio d’Israele per mano dei messaggeri, dicendo: “Chiunque di noi non uscirà come seguace di Saul e di Samuele, in questo modo si farà ai suoi bovini!” E il terrore di Geova cadeva sul popolo così che uscirono come un sol uomo.”

*** it-2 p. 1102 Terrore ***
Anche una dimostrazione di forza e coraggio infusi da Dio può determinare un sano terrore e un’ubbidiente risposta. Per esempio, quando il re Saul fece energicamente appello agli israeliti perché prendessero parte alla difesa di Iabes-Galaad, il “terrore di Geova” cadde su di loro ed essi risposero “come un sol uomo”. — 1Sa 11:7.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…