Punti notevoli di 1 Samuele 1-4 - Scuola di Ministero Teocratico

Scuola di Ministero Teocratico: Informazioni per studio personale

Lettura della Bibbia: 1 Samuele 1-4 (8 min)


(1 Samuele 1:1)

Ora c’era un certo uomo di Ramataim-Zofim della regione montagnosa di Efraim, e il suo nome era Elcana, figlio di Ieroam, figlio di Eliu, figlio di Tohu, figlio di Zuf, efraimita.

*** w98 1/3 p. 16 par. 12 Apprezziamo le riunioni cristiane ***
Può darsi che la città di Samuele, Ramataim-Zofim, fosse situata vicino alla costa nel luogo in cui sorge l’odierna Rentis, ai piedi della “regione montagnosa di Efraim”. (1 Samuele 1:1)

*** it-1 p. 801 Elcana ***
4. Figlio di Ieoram e padre del profeta Samuele, come pure di altri figli e figlie. Elcana abitava a Rama nella regione montagnosa di Efraim. Perciò era chiamato efraimita pur essendo di discendenza levitica. (1Sa 1:1; 1Cr 6:27, 33, 34)

*** it-1 p. 809 Eliel ***
2. Levita della famiglia dei cheatiti e antenato del profeta Samuele. (1Cr 6:33, 34) A quanto pare è chiamato Eliu in 1 Samuele 1:1 ed Eliab in 1 Cronache 6:27.

*** it-1 p. 808 Eliab ***
3. Levita della famiglia dei cheatiti e antenato del profeta Samuele. (1Cr 6:22, 27, 28, 33, 34) È chiamato Eliel in 1 Cronache 6:34 ed Eliu in 1 Samuele 1:1.

*** it-1 p. 817 Eliu ***
2. Antenato del profeta Samuele; figlio di Tohu. (1Sa 1:1) Eliu è chiamato anche Eliab ed Eliel. — 1Cr 6:27, 34.

*** it-2 p. 701 Rama ***
5. Città natale del profeta Samuele e dei suoi genitori. In 1 Samuele 1:1 viene detto che Elcana padre di Samuele era un “uomo di Ramataim-Zofim della regione montagnosa di Efraim”. In tutto il resto del libro viene usata la forma abbreviata “Rama”. (1Sa 1:19) Forse il nome più lungo viene usato la prima volta per distinguere questa Rama da altre località omonime, come Rama di Beniamino. La versione a cura del Pontificio Istituto Biblico traduce: “uomo di Rama, un sufeo”. Secondo questa traduzione del testo masoretico, Elcana sarebbe stato discendente di Zuf (Suf o Zofai) oppure originario del paese di Zuf. — 1Cr 6:27, 28, 34, 35; 1Sa 9:5.
Un’antica tradizione ripresa da Eusebio identifica Rama con l’odierna Rentis (Rantis), località situata sulle colline di Efraim circa 35 km a NO di Gerusalemme. Quindi corrisponderebbe all’Arimatea (forma gr. dell’ebr. Ramàh) menzionata nelle Scritture Greche Cristiane. — Lu 23:50-53.

(1 Samuele 1:2)

E aveva due mogli: il nome dell’una era Anna e il nome dell’altra era Peninna. E Peninna aveva figli, ma Anna non aveva figli.

*** w07 15/3 p. 15 Anna ritrova la pace ***
Una famiglia sotto pressione
Anna è una delle due mogli di Elcana, un levita che abita nel territorio di Efraim. (1 Samuele 1:1, 2a; 1 Cronache 6:33, 34) La poligamia, benché non facesse parte del proposito originale di Dio per il genere umano, sotto la Legge mosaica è permessa e regolamentata. Nei matrimoni poligami ci sono spesso contrasti e la famiglia di Elcana, anche se adora Geova, non fa eccezione.
Anna è sterile mentre Peninna, l’altra moglie di Elcana, ha diversi figli. Peninna è rivale di Anna. — 1 Samuele 1:2b.
La sterilità è considerata un disonore fra le donne israelite e si pensa perfino che sia un segno di indegnità agli occhi di Dio. Non c’è però nessuna indicazione che l’incapacità di Anna di avere figli sia una prova del disfavore divino. Invece di cercare di confortare Anna, Peninna approfitta del fatto che può avere figli per rendere insopportabile la vita alla sua rivale.

(1 Samuele 1:3)

E quell’uomo saliva di anno in anno dalla sua città per prostrarsi e per sacrificare a Geova degli eserciti a Silo. E là i due figli di Eli, Ofni e Fineas, erano sacerdoti a Geova.

*** w10 1/7 p. 14 Aprì il suo cuore a Dio ***
ANNA si era data da fare nei preparativi del viaggio per tenere la mente occupata. In teoria doveva essere un’occasione felice; anche quell’anno, come d’abitudine, suo marito Elcana avrebbe portato tutta la famiglia al tabernacolo di Silo per l’adorazione. Geova voleva che quelle fossero occasioni gioiose. (Deuteronomio 16:15) E sicuramente Anna aveva amato sin dall’infanzia tali feste.

*** w10 1/7 p. 15 Aprì il suo cuore a Dio ***
La distanza tra i due luoghi era questa se Rama, la città di Elcana, era la località chiamata Arimatea ai tempi di Gesù.

*** w10 1/7 p. 15 Aprì il suo cuore a Dio ***
Nelle prime ore del mattino c’era fermento in casa. Tutti, anche i bambini, si preparavano per il viaggio. Per arrivare a Silo quella famiglia numerosa avrebbe dovuto percorrere una trentina di chilometri nel territorio collinare di Efraim. A piedi ci sarebbero voluti uno o due giorni.

*** w07 15/3 p. 15 Anna ritrova la pace ***
Al santuario di Geova di anno in anno
Malgrado queste tensioni, Elcana e la sua famiglia vanno ogni anno al santuario di Geova a Silo per offrirvi sacrifici. È probabile che questo viaggio, di una sessantina di chilometri tra andata e ritorno, venga fatto a piedi.

*** w98 1/3 p. 16 par. 12 Apprezziamo le riunioni cristiane ***
12 Considerate l’eccellente esempio della famiglia di Samuele, che si radunava regolarmente con gli altri adoratori di Dio al tempo in cui il tabernacolo si trovava a Silo. Solo gli uomini erano tenuti ad andarci ogni anno per celebrare le feste. Ma il padre di Samuele, Elcana, portava con sé tutta la famiglia quando “saliva di anno in anno dalla sua città per prostrarsi e per sacrificare a Geova degli eserciti a Silo”. (1 Samuele 1:3-5) Può darsi che la città di Samuele, Ramataim-Zofim, fosse situata vicino alla costa nel luogo in cui sorge l’odierna Rentis, ai piedi della “regione montagnosa di Efraim”. (1 Samuele 1:1) In tal caso il viaggio fino a Silo era di una trentina di chilometri, un viaggio faticoso per quei tempi. Eppure la famiglia di Elcana lo compiva fedelmente “di anno in anno, ogni volta che saliva alla casa di Geova”. — 1 Samuele 1:7.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone