Deianira | L'origine e la storia

di Joshua J. Mark
clip_image006
Deianira era la seconda moglie dell'eroe greco e semidio Eracle (meglio conosciuto come Ercole, figlio del dio Zeus e la donna mortale Alcmene). Era la figlia del re Oeneus e Regina Althaea di Calidone. Durante il tempo delle famose dodici fatiche di Ercole, aveva preso una sorta di lato-avventura a vela con Jason e gli Argonauti e, in questo viaggio, ha incontrato l'eroe Meleagro, figlio di Oineo. Quando nacque Meleagro, le Parche predisse che avrebbe vissuto fino a quando un log, attualmente brucia nel focolare di famiglia, è stato consumato. Sua madre immediatamente strappato il log dal fuoco, cosparsi di acqua e si nascose in un armadio. Molti anni più tardi, dopo Meleagro ucciso intenzionalmente suoi fratelli dopo la caccia al cinghiale calidonio, Althaea, nel suo dolore, Estratto il registro, lo gettò nel fuoco, e Meleagro morì. Ercole incontrò lo spirito di Meleagro durante il suo dodicesimo travaglio, quando si recò agli inferi per riportare il cane a tre teste Cerberus che custodivano le porte dell'Ade; Meleagro gli disse che egli era turbato perché sua sorella Deianira rimase nubile sulla terra. Ha chiesto di Ercole per tornare al piano mortale e sposarla in modo che lei non si svilupperebbero vecchi e amati in casa del loro padre. Hercules ha promesso il fantasma che avrebbe sposato la donna se fosse in grado di.

L'incontro di Deianira & Ercole

Una volta Ercole aveva completato il suo lavoro ebbe poi ulteriori avventure, e se ha non pensato di Meleagro e la sua richiesta non è mai menzionato. Ci sono stati certamente molti altri eventi di pressatura per occupare la sua mente. Ha ucciso Iphitus principe di Oechalia e, per espiare il peccato, egli stesso venduto come schiavo a Omphale regina che lo fece vestire in abiti femminili e fare cucito con le signore della Corte. Una volta Onfale lo ha regolato libero, ha quindi intrapreso ulteriori avventure come la conquista di Troia, la guerra con i Titani, e una missione di vendetta contro re Augeias chi si sentiva aveva truffato lui prima di tirarsi indietro, di un accordo che avevano fatto. Un certo numero di anni passati prima Ercole venuto a Calidone e incontrato Deianira.
Deianira non era interessato a sposare uno dei suoi corteggiatori e forse non era addirittura pensando di matrimonio, fino a quando lei si innamorò con Ercole.
Se si ricordava la che sua promessa di Meleagro sembra irrilevante, poiché lui rapidamente caduto nell'amore con la bella principessa che era così indipendente che guidava il suo carro ed era abile nelle arti della guerra. Sembra inoltre che Meleagro non doveva preoccuparsi di stato civile di sua sorella, come era di tale bellezza e fascino che lei aveva molti pretendenti che desideravano sposarla. Lei non era interessata a sposare qualcuno di loro e, forse, era non anche il pensiero del matrimonio fino a quando lei si innamorò con Ercole. Quando Hercules ha dichiarato le sue intenzioni, la maggior parte di questi pretendenti si ritirarono, ma uno di loro, il dio-fiume Acheloo, non sarebbe tornato giù dalla sfida di un mortale. Egli lottò Hercules per mano di Deianira e cambierebbe continuamente forma proprio quando Ercole era sul punto di vincere. Infine lo stesso cambiò in un toro e addebitato a Ercole che ha interrotto una delle sue corna e non sarebbe tornato fino a che il Dio aveva capitolò, che fece rapidamente; Ercole e Deianira poi si sposarono.

Il matrimonio di Deianira & Ercole

La nuova coppia vissuto felicemente per un tempo di Calidone fino a quando ha ucciso accidentalmente il coppiere di suo padre-in-law. Sebbene sia stato un incidente, e lui è stato perdonato dal re, Ercole non poteva perdonarsi e così ha deciso di lasciare il Regno con Deianira. Nei loro viaggi, hanno raggiunto il fiume Evenus e lì ha incontrato il centauro Nesso che si offrì di portare Deianira attraverso sulla schiena. Giunti da altro lato, tuttavia, ha provato a violentarla e Hercules gli sparò con una delle sue frecce. Queste erano le frecce stesse che Ercole aveva intinto nel sangue del mostro nove teste conosciuto come l'Idra durante la seconda delle sue dodici fatiche per loro suggerimento con il veleno, come sangue di Hydra è stato estremamente velenoso. Nessus, pertanto, stava morendo rapidamente come il veleno pulsata attraverso di lui, quando disse a Deianira che il suo sangue possedeva una qualità speciale come una pozione d'amore, e che lei dovrebbe prendere alcuno di esso in un flaconcino. Se mai si sentiva che Ercole potrebbe amare un'altra donna, ha detto, lei dovrebbe spargere il sangue sulla camicia e lui sarebbe rimasto innamorato di Deianira per sempre, mai nemmeno accorgersene altre donne. Nessus inteso, naturalmente, che suo sangue avvelenato ora sarebbe mortale per qualunque mortale, e questa è stata la sua vendetta per la freccia di Eracle.
clip_image007
Ercole di bronzo dorato
Ercole e Deianira lasciato il cadavere di Nessus' dal fiume e viaggiato su. Essi si stabilirono in città della Tracia, iniziato una famiglia e, ancora una volta, erano felici per un tempo fino a Hercules entrò in guerra contro Eurito che, come Augeius, aveva insultato lui più presto nella vita. Uccise Eurito e prese sua figlia Iole (chi aveva vinto prima in una gara di tiro con l'arco, ma stato rifiutato il suo premio di Eurito) come sua concubina. Un'altra versione del mito racconta come ha aiutato Artemis uccidere un cinghiale che stava devastando il Regno e fu dato Iole come un dono. Ercole poi preparato una festa di vittoria e mandò a dire a Deianira di mandargli la camicia migliore portare al festival. Deianira, temendo che Ercole era più affezionato Iole ora che lei, imbevuto la camicia nel sangue di Nessus e poi lavato via le macchie, lasciando solo il veleno. Non appena Ercole indossare la camicia, egli fu colto da agonia e cominciò a bruciare. Ha strappato la camicia dal suo corpo, ma il veleno era già innestato alla sua pelle. Fin da quando era un semi-Dio, egli non potrebbe morire rapidamente e così subito come il veleno penetrato il suo corpo e diventa più debole e più debole fino a quando, si fissa su una pira funeraria ha costruito, è morto. Da parte sua immortale fu preso da suo padre Zeus a dimorare tra i dèi. Deianira, rendendosi conto che era stata ingannata da Nessus e aveva ucciso il marito, impiccata.

Deianira in letteratura

La sua storia è raccontata con simpatia nella tragedia del drammaturgo Sophocles Le donne della Tracia greca (scritti c. 450 A.C.) e anche dal poeta romano Ovidio (43 A.C. - c.14 CE) in suo Heroides dove uno dei capitoli viene presentato come una lettera da Deianira a Ercole quando lui era via, esprimendo il suo amore per lui e chiedendo quando lui potrebbe tornare a lei. Lei compare anche nel gioco Oetae'us di Ercole (Ercole sul ETA) dal drammaturgo romano Seneca (noto anche come Seneca il giovane, 4 A.C.-65 CE) dove lei è raffigurata come una donna gelosa e vendicativa che uccide Hercules per dispetto. Gli storici hanno messo in dubbio se il gioco in realtà è stato scritto da Seneca, ma chi lo ha scritto, hanno disegnato pesante su Sofocle opera precedente, mantenendo molte delle stesse scene e la stessa progressione e solo seriamente in partenza da esso nel personaggio di Deianira. Questa versione di Deianira, anche se un rendering molto meno simpatico della storia, è in armonia con il significato del suo nome: "uomo-distruttore". Versioni precedenti della sua storia lei presentano generalmente come involontariamente causando la morte di Ercole fuori dal suo amore per lui e come un personaggio simpatico che muore tragicamente.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.