Definizione e significato di Immorale

Immorale è un aggettivo usato per riferirsi ad esso o colui che si oppone alla moralità. Morale, da parte sua, è formata da un insieme di valori, usanze, credenze e standard di una persona o una comunità.

Esempi: "diversi gruppi religiosi considerano immorale pubblicità con due donne e un uomo in una situazione intima", "la band rock dava un immorale che ha scandalizzato il pubblico," "essere un milionario in un paese povero è immorale".

L'immorale è quindi muoversi lontano dalla morale o azioni che sono considerate corrette. Si prevede che le persone aderiscano a una sorta di guida per vivere e di agire che è governato dalla morale: quando partono dalla loro principi, si impegnano in comportamenti immorali.

Moralità dipende da ogni cultura o gruppo sociale. Tuttavia, ciò che è immorale per alcuni non può essere per gli altri. Sessualità e religione sono spesso oggetti del dibattito morale.

In alcuni gruppi, una donna di fare sesso con partner occasionali può essere considerata immorale. In altri contesti, tuttavia, tale comportamento non anormale o scioccante perché è una decisione che rientra nella sfera privata.

Ci sono anche accusati di immorale uomo o donna che ha due partner contemporaneamente, o che non assiste il servizio religioso indicato dalle autorità ecclesiastiche. È chiaro che l'immorale, pertanto, dipende da molti fattori, come bene culturale come generazionale.
Pubblicato per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano