Concetto e che cosa è Criminologia

Criminologia è il nome dato ad un ramo della conoscenza empirica orientato (cioè costruito attraverso percezioni ed esperienze) che si concentra sull'azione penale, sul suo autore, sulla sua vittima e sui possibili modi per combattere il delinquente che all'atto. È dotato di caratteristica interdisciplinare (comunica con altre aree di studio per formare la struttura del tuo articolo). Così, gran parte del suo contenuto è preso in prestito dai rami differenti, tra cui biologia, sociologia, psicopatologia, politica, tra gli altri.

Sua origine risale al XVIII secolo, con l'avvento di ciò che è convenzionalmente chiamato "Classica scuola" di criminologia, attraverso l'opera di Cesare Beccaria (Dei Delitti e delle Pene) e di altri filosofi, ispirato alla dottrina di Rousseau, soprattutto, sostengono che l'origine del crimine nella società e nei loro valori e le deviazioni standard.

Più tardi sarebbero sorti nella zona di criminologia la seconda linea di pensiero di questa scienza, nota come "Positivista scuola", soprattutto la catena italiana, in gran parte dovuto i ben noti studi di italiano Cesare Lombroso (nato Marco Ezechia Lombroso), medico, scienziato, chirurgo e fondatore della scuola italiana di criminologia positivista. Alla radice del suo pensiero tratto da concetti sepolto psichiatria (così nuovo al momento), il darwinismo sociale e l'eugenetica. In breve, era di eliminare il gene criminale e quindi, la libreria della società del crimine, una semplice connessione tra causa ed effetto: eliminando la causa (una specie di incline al crimine), sarebbe opportuno eliminare il fenomeno (il reato).

Il telaio del positivista criminologia è "L uomo ´ Thug" 1876, Lombroso, evidenziando la figura del delinquente nato, sottolineando la condizione genetica del criminale, che è immediatamente identificato da difetti fisici o inadeguatezze.

Portando una prospettiva diversa per le due correnti contrastanti di criminologia, abbiamo il sorgere di una terza scuola nella zona di criminológica, la cosiddetta "scuola sociologica", sorse nel tardo XIX secolo. Se sociale condiziona l'enfasi del criminale, cruciale per la sua formazione. Fattori quali vivono nei ghetti, generatori di sottoculture vero alieno ai valori della società formale, o così, basso livello di istruzione, o le precarie condizioni economiche e anche il consumo elevato di alcool erano il fusibile ideale sulla modellazione il criminale.

Attualmente, discussioni di criminologia librano alle condizioni bio-psico-sociale del criminale, che coinvolge alcune delle tre scuole. In questa fase, la criminologia si avvicina l'endocrinologia, associando la produzione di ormone testosterone al comportamento aggressivo, alleandosi i disordini di violenza urbana, come pure le difficoltà sociali ed economiche.
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza