Concetto e che cosa è Coscienza collettiva

La coscienza collettiva, secondo Émile Durkheim (sociologo francese 1858-1917), è la forza collettiva esercitata su un individuo, che provoca questo atto e vive secondo le norme della società in cui è inserito.

Così come nella vita mentale, la coscienza collettiva fatta di rappresentazioni che trascendono la sfera individuale, per la sua superiorità e agisce con saldamente sulle coscienze individuali. La coscienza collettiva è il risultato di piccoli contributi individuali, che costituiscono insieme l'intero, non essendo il risultato delle teorie metafisiche, ma di fatti sociale reale.

Secondo Durkheim, ci sono due coscienze distinte su ciascun individuo: una è quella che viene confuso con l'intera società e treno aiuto lei, l'altro è che ogni persona ha di particolare e che ti fa un individuo diverso dagli altri, pur essendo parte del tutto. In questa concezione, è chiaro che in una società non tutto è solo il risultato della somma di ogni sua parte, ma qualcosa di diverso da loro.

Per Durkheim, la coscienza collettiva è l'insieme delle credenze e dei sentimenti comuni alla media della popolazione di una particolare società, formando un sistema con una vita propria, esercitare una forza coercitiva i suoi membri, come il devoto che, alla nascita, è le credenze religiose e pratiche strutturate e in piena attività. Se queste pratiche già esistono, è perché essi sono fuori di esso, ma anche così, l'influenza sul loro comportamento e le credenze. È un sistema che esiste di fuori dell'individuo, ma che i controlli per la pressione morale e psicologico, dettare i modi in cui società si aspetta a comportarsi.

L'educazione impartita ai bambini è, secondo Durkheim, in un sistema di coscienza collettiva, una volta costretti a mangiare, bere, vestirsi e parlare secondo le norme e gli standard attualmente in vigore nella società in cui operiamo. Qualsiasi deviazione dalle norme di questa società, potrebbe condurre all'isolamento dell'individuo, paragonabile a un rigore imposto dalla legge. Questa pressione ha sofferto da bambino, è la pressione della società cercando di modellarlo a sua immagine e somiglianza.

L'individuo si sottopone alla società ed è in tale presentazione trova rifugio. La società che lo costringe a seguire certi schemi, è la stessa che protegge te e ti fa sentire come parte di un tutto strutturato e coesivo. Questa dipendenza della società porta la comodità di appartenenza a un gruppo, un popolo, un paese. In questo senso, non non c'è alcuna contraddizione nella relazione presentazione-release.
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza