Concetto e che cosa è Comportamentismo | Psicologia

Ci sono diverse teorie psicologiche sul comportamento umano. Il 'internalismo' postula che le cause del comportamento sono acquartierate nell'interiore dell'uomo, sia nel corpo o nella vostra mente – nei ricordi o emozioni. Skinner, a proporre il comportamentismo radicale, si oppone a questa vista, incolpando l'ambiente per la condotta umana, calpestando quel percorso simile a quello della cibernetica.

Il comportamentismo – l'inglese termine comportamento o il comportamento americano, significato condotta, comportamento-è un concetto molto diffuso che racchiude la più paradossale teorie sul comportamento, all'interno della psicologia. Queste linee di pensiero hanno in comune l'interesse per questo argomento e la certezza che è possibile creare una scienza che lo studio perché ci sono le concezioni più divergenti, anche per quanto riguarda il significato della parola 'comportamento'. I rami principali di questa teoria sono il comportamentismo metodologico e comportamentismo radicale.

Questa teoria ha iniziato nel 1913, con un manifesto creato da John b. Watson-"psicologia come un comportamentista per vedere". In esso l'autore sostiene che psicologia dovrebbe studiare processi interni della mente, ma piuttosto il comportamento, come questo è visibile e, pertanto, oggetto di osservazione di una scienza positivista. Questa volta applicato il modello comportamentista di S-R, cioè la risposta a uno stimolo, generatore del motore del comportamento umano. Watson è conosciuto come il padre del comportamentismo metodologico o classico, che pensa che potrebbe essere solo possibile prevedere e controllare i comportamenti umani, basato sullo studio dell'ambiente in cui l'individuo vive e sulle teorie della Pavlov Ivan russo condizionata – l'esperienza conosciuta con il cane, che saliva a vedere cibo, ma anche il minimo segnale, suono o gesto per ricordare l'arrivo del vostro pasto.

Così, qualsiasi modificazione organica derivanti da uno stimolo ambientale può provocare manifestazioni comportamentali, soprattutto i cambiamenti nel sistema ghiandolare e anche sul motore. Ma non ogni comportamento individuale può essere rilevato seguendo questo modello teorico, quindi generando altre tesi. Edward c. Tolman propone la Neobehaviorismo Mediacional a pubblicare, nel 1932, il suo lavoro comportamento intenzionale in animali e uomini. Nella sua teoria, le opere del corpo come mediatore fra lo stimolo e la risposta, che è, si passa attraverso passaggi che Tolman chiamato connettivo collegamenti variabili di attori tra stimoli e risposte, questi sì considerate azioni interne, note come segni della gestalt.

Questa linea di pensiero conduce ad una tesi circa il sistema di apprendimento, basato su mappe cognitive – meccanismi di stimolo stimolo-generati dal cervello di interazioni. Così, per ogni gruppo di stimoli singoli produce un comportamento diverso e, in qualche misura, prevedibile. Tolman, a differenza di Watson, vale te dei processi mentali nella loro ricerca, ristrutturazione il Mentalist linea attraverso la simbologia del comportamento. Vide anche un'intenzione di comportamento, un obiettivo da raggiungere, con tracce di intensa persistenza nel perseguimento di questo obiettivo. Per queste caratteristiche presenti nella tua teoria, questo autore è considerato quindi un precursore della psicologia cognitiva.

Skinner ha creato, nei 40, comportamentismo radicale, come una proposizione filosofica circa il comportamento dell'uomo. Egli è stato radicalmente opposto a cause interne, vale a dire, mentale, per spiegare il comportamento umano e negato la realtà e le prestazioni di elementi cognitivi, opponendosi all'idea di Watson, che si estese non solo gli studi di fenomeni mentali dalle limitazioni della metodologia, non perché erano irrealistiche. Skinner rifiuta anche di credere nell'esistenza di mediacionais variabili di Tolman. In breve, egli ritiene che l'individuo non è un unico, omogeneo, un complesso consistente del corpo e della mente.

Il comportamentismo è una teoria filosofica che si preoccupa per la direzione dei pensieri e delle concezioni, basato sull'idea che lo stato mentale e le tendenze di comportamento sono equivalenti, o meglio, le mostre dei modi di essere della mente umana è simile alle descrizioni dei modelli comportamentali. Questa linea teorica analizza le condizioni intenzionale della mente, seguendo i principi di Ryle e Wittgenstein. Comportamentismo non più occupando uno spazio predominante in psicologia, anche se è ancora un po ' influente in questo ambito. Lo sviluppo delle neuroscienze, che aiuta a capire meglio, oggi, cosa succede nella mente umana nei suoi processi interni, combinato con la perdita di prestigio di stimoli come causa la condotta umana e aggiunto alla critica di rinomati studiosi come Noam Chomsky, che sostiene che questa teoria non è sufficiente a spiegare i fenomeni di apprendimento e di linguaggio, prendere il comportamentismo perdere spazio tra le teorie psicologiche dominanti.
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza