Passa ai contenuti principali

Concetto e che cosa è Archetipi | Psicologia

L'archetipo è un concetto tipico, ispirato da neoplatonica Plotinus. Secondo questa concezione, c'è un universo in cui tutto è permanente e immutabile, popolata da idee uniche. In questo modo, nel mondo delle intuizioni sensibili, tutto ciò che è mera riproduzione che esiste nella sfera superiore.

Attraverso l'influenza esercitata da questo pensiero, l'archetipo del termine raggiunto filosofico, cristianesimo e presto è stato adottato da Agostino. In psicologia analitica, coniato da Carl Gustav Jung, questo concetto si riferisce alle immagini primitive inserite nell'inconscio collettivo fin dagli albori dell'essere umano. Sono inerenti le muffe essere sin dal principio dell'esistenza, che hanno la funzione di agire come fonte primaria per la maturazione della mente. Questo disegno è stato ispirato dal mondo delle idee di Platone, che non è altro che la matrice di tutto ciò che c'è in ciò che consideriamo la nostra realtà.

Secondo Jung, gli archetipi sono nato del rinnovamento costante delle esperienze sperimentato diverse generazioni. Questo apprendimento è necessario in modo che l'uomo a piedi verso la sua individuazione, cioè nella direzione della vostra lapidazione più perfetta, per un giorno può venire insieme ancora una volta a te stesso. Così, questa incessante acquisizione di conoscenze e di esperienze, eseguite per migliaia di anni durante il viaggio umano, è amministrata da archetipi, che per meglio strutturare questo risultato generato modelli responsabile lavoro psichico.

Gli archetipi sono, pertanto, sotto il cofano di tutti i nostri pensieri, sentimenti, emozioni, intuizioni, sentimenti e atteggiamenti. Solitamente essi sono espressi attraverso simboli, come sono la composizione strutturale nascosta da occhi umani. Alcuni di questi archetipi conquistato tale indipendenza che si trovava dall'ambito della coscienza individuale del ' io '-personaggio; l'anima o l'aspetto femminile dell'uomo; l'animus o il lato maschile della donna; e l'ombra.

I simboli archetipici si trovano nei miti originali, nelle più svariate religioni, leggende che fanno già parte del bagaglio cultura collettivo, che segnano definitivamente la coscienza e specialmente la sfera umana inconscia. Alcuni di questi archetipi: la figura della madre, l'immagine del padre, il figlio, l'eroe, il divino, tra gli altri. Essi costituiscono, per psicologia junghiana, manifestazioni immateriali che modellano gli eventi psichici.

Gli archetipi sono generati al contatto dell'uomo con il mondo concreto, ci sono no in precedenza. L'unico che può andare bene nella categoria aprioristicamente è l'attrazione umana immanente alla sfera divina, vale a dire, l'umanità è sempre sta preparando per il contatto con Dio, primo archetipo della mente umana. L'inconscio collettivo è precisamente composto di archetipi, temi presenti in psichico di ogni organizzazione.
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…