RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Concetto e che cosa è Abissofobia | Psicologia

ADS

Per comprendere meglio che cosa è abissofobia, è necessario, innanzitutto, per rendere chiaro il concetto di fobia. La fobia della parola proviene dal greco, timore di significato. In casi clinici, si intende l'avversione esagerata per un certo tipo di situazione, oggetto, animale o persona. Sotto il punto di vista clinico, nel campo della psicopatologia, fobie fanno parte dei disturbi d'ansia e hanno come caratteristica principale che il fatto di essere solo manifestato in particolare situazioni.

Ad esempio, rimanere a bordo della scogliera, voragini o scogliere possono causare disperazione e paura a chiunque. Tuttavia, il abissofobia è caratterizzato quando questa paura è fuori dal controllo dell'individuo, provocando sintomi come qualsiasi disturbo fobico. Persone con questo disturbo possono mostrare sintomi di confusione mentale, tremori, palpitazioni, malessere eccessiva, sudorazione eccessiva, mancanza di respiro, tra gli altri.

Come con qualsiasi fobia, paura eccessiva e morbosa che ha origine nell'inconscio della persona, lavorando con risposte a qualche trauma che ha superato correlata alla caduta o qualsiasi situazione della morte in voragini, scogliere e strapiombi. Per sentire la vicinanza di alcuni di questi siti, la persona con abissofobia esprime una risposta diretta alla paura, arrivando a rimanere tutto il tempo in allerta quando il caso ha una maggiore gravità.

Considerato un raro disturbo fobico, il abissofobia deve essere diagnosticata con precisione, perché la maggior parte della gente dimostra una paura delle profondità, tra gli altri luoghi pericolosi. Solo i sintomi di presentazione che si riferiscono alla fobia dovrebbero ricevere un trattamento speciale e accompagnamento individuale. Una volta rilevato, il problema deve essere affrontato rapidamente, perché la abissofobia può avere un effetto devastante sul soggetto, compromettendo la qualità della tua vita e di coloro che vivono con lui.

Ci sono diversi trattamenti per abissofobia. Uno di loro è la psicologia energetica, che è una sorta di agopuntura emozionale basata su una pratica secolare. Altro consigliato è la programmazione neuro-linguistica, che studia come il paziente crea una realtà in cui è tutto il tempo, sentendo il pericolo di cadere in un precipizio o la scogliera. Nella terapia cognitiva, i cambiamenti comportamentali sono incoraggiati attraverso esercizi pratici. L'aiuto di uno psicologo è fondamentale anche perché questo professionista aiuterà il paziente a vincere e controllare la tua paura.
Articolo contribuito per scopi didattici
Cultura e scienza

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

ADD THIS