Passa ai contenuti principali

Complesso di superiorità

La persona che soffre di un complesso di superiorità sta cercando di compensare i sentimenti di inferiorità intrinseca. Questo termine è stato coniato dallo psicologo Alfred Adler, un discepolo di Freud, che più tardi si rompe con il maestro e fondatore della psicologia individuale. Il ragazzo che si sviluppa questo senso vede in altri, giudicato da lui come suoi subalterni, tracce di inferiorità, che in realtà appartengono a lui, che cioè è un gioco di proiezioni. Così, tende a marginalizzare li nello stesso modo come anche si sente esclusi, assegnando loro che le stesse caratteristiche sono riconducibili a lui da altri. È molto comune per questi individui essendo visti come arrogante e pretenziosa.

L'essere con complesso di superiorità non può bilanciare il tuo potenziale interiore, i suoi limiti, qualcuno con la pena di considerare e fitness sopravvalutato. Loro prospettive di te sono estremamente elevati e crede che egli ha un potere di condurre molto più grande di quello che effettivamente ha. Egli presenta solitamente una vanità insolita, che si riflette nel suo modo di vestire, nelle sue azioni e atteggiamenti, persino nel modo di parlare, a volte esagerato e presuntuoso. Cercando di guardare meglio di tutti, il soggetto ha dimostrato intollerante, sempre contraddicendo il punto di vista degli altri e cercando di dominare coloro che egli percepisce come inferiore.

Sensazione sostanzialmente di meno che la persona cercando di apparire superiore più per sé che per gli altri. Nonostante l'apparente superiorità, paure lei essere socialmente disprezzate, si sente insicuro, ha bassa autostima, anche se tutti questi sentimenti sono nascoste nel tuo inconscio, ma affatto meno intollerabile per la sua mente. È in questo momento che uomo crea le famose maschere, come presente nella routine della nostra società, in modo che sembrano meglio degli altri. Spesso isolato dalla convivialità sociale per qualche motivo o immersi in sogni ad occhi aperti, l'individuo può ricorrere a questo complesso come un modo per sopravvivere prima la loro incapacità di adattarsi alla società.

Così, è inevitabile superiorità e complessi di inferiorità sono sempre molto vicini e possono pacificamente coesistere sullo stesso soggetto, nel corso della sua esistenza. Ma come identificare coloro che essi stessi portare questi complessi? A volte aggressivamente e presuntuoso della persona si comportano già indica la presenza di questi disturbi, ma in altri casi la presenza di più frequenti segni sono così sottili, che solo nei momenti di stress estremo o ansia lei rivelerà esplicitamente la presenza di questi sintomi. Prima l'aspetto sociale, queste persone sono, in alcuni casi, opera di beneficenza, volontariato benefattori, interessati con il bene degli altri e della Comunità, ma allo stesso tempo nascondono al suo interno la sensazione di essere migliore e più nobile di altri.

At il tempo del crollo, il personas uomo rivela se stesso come realmente è, spesso di ricarica per le loro azioni di generosità, svalutando lo sforzo degli altri. La pressione delle predisposizioni e alta fronte è molto forte, come è difficile vivere con la critica, imparare ad accettarle, digerirle e usarli a nostro vantaggio. Spesso il complesso di superiorità è attivato come meccanismo di difesa, a fronte di qualsiasi minaccia al nostro Ego. Combattere un sentimento inconscio che noi non potevamo guardare avanti, che noi respingiamo anche quando abbiamo avuto un assaggio di esso, è un compito che richiede molta forza e determinazione. È necessario dominio molto di sé per vivere con i tratti di personalità opposta in perfetta armonia e andare oltre, apprezzando gli atti di coloro che ci circondano, qualunque sia il contesto.
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…