Passa ai contenuti principali

Chi erano gli Aztechi?

Gli Aztechi erano un popolo pre-colombiano, che stava in quello che oggi sono parte del centro del Messico. L'altezza della sua esistenza ha avvenuto fra i secoli XIV e XVI della nostra era. Il capitale di coloro che hanno forgiato una vera civiltà all'arrivo degli spagnoli in America era Tenochtitlan, costruito tra le isole del lago Texcoco, dove oggi sono città del Messico. La civiltà azteca comprendeva una formazione disciplinata, così come la credenza in una complessa mitologia. L'arrivo degli europei nel nuovo mondo, ciò che più li ha impressionato è stata la pratica del sacrificio umano in possesso di questi abitanti pre-colombiani.

Storicamente, si è creduto che coloro che sono stati gli Aztechi provenivano dall'area a nord del Messico, e che sono venuti ad abitare la zona dove oggi si trova la capitale messicana verso l'anno 1200 della nostra era. Quando si stabilì, hanno trovato che la zona era abitata da altre tribù locali, dopo di che aveva permesso loro di insediarsi; una situazione che ha coinvolto per assimilare con altre culture esistenti. Secondo la leggenda, gli Aztechi avevano una visione nel lago Texcoco Aquila locanda in un cactus con un serpente sotto i piedi. Questa visione ha indicato il luogo dove si dovrebbe trovare casa. In questo modo, questa civiltà nascente fondò la capitale Tenochtitlan durante l'anno 1325 su una delle isole del lago. Successivamente, nell'inizio del XV secolo, gli Aztechi si allearono con altre vicine città fondata in questo modo la triplice alleanza, che ha posseduto un dominio egemonico della città storica. Si suppone che questa Alleanza avrebbe dominato gran parte del paese, dal Golfo del Messico alla costa del Pacifico. Questo è come l'impero raggiunse il suo massimo splendore tra il 1486 a 1502 sotto il Regno di Ahuitzotl. Nell'anno 1519, gli spagnoli al comando di Hernán Cortés arrivarono nel Golfo del Messico; e strategicamente decise di allearsi con i nemici degli Aztechi, Tlaxcala Alleanza... Nel mese di luglio dell'anno 1520, ostilità ha raggiunto il loro punto le estremità con la strage nel tempio principale, che significava la morte di Moctezuma, che allora era capo del leggendario in quella città. Infine il 13 agosto dello stesso anno, i conquistatori distrussero la capitale. La conquista spagnola ha portato con sé, oltre la scomparsa della cultura azteca, un'enorme diminuzione della popolazione a causa di epidemie di peste. Il primo è venuto passare tra 1520 e 1521, dove tra 50% e il 10% della popolazione della valle del Messico ha cessato di esistere. Successivamente ha preso posto due gigantesche parassiti; il primo tra il 1545 ed il 1548; e la seconda tra il 1576 e il 1581. È interessante notare che a causa di queste circostanze la popolazione in Messico è diminuita da 15 milioni prima della conquista, 2 milioni nel 1581.

L'eredità degli Aztechi, può essere visto oggi nella popolazione messicana attraverso meticciato che ha portato con sé l'arrivo degli spagnoli. Nahuatl, la lingua ufficiale di coloro che facevano parte di questa leggendaria città, continuare a parlare di alcuni gruppi indigeni che abitano le zone montuose nei pressi di città del Messico. Inoltre va notato che gran parte della cucina messicana, si basa su prodotti agricoli utilizzati dai quali sono stati gli Aztechi.
Articolo contribuito per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…