Passa ai contenuti principali

Salta e il sacro santuario inca

ADSBYGOOGLE

Il Museo di archeologia di alta montagna, che stupisce con le famose mummie di "i bambini del Llullaillaco," si trova nella città di Salta, capitale della provincia di Salta, Argentina, nord-ovest mummificati naturalmente, di lavoro di basse temperature e la secchezza dell'atmosfera.
clip_image040
Essi sono semplici oggetti che sono esposti in vetrina, sono esseri umani cui visualizzazione può generare diversi tipi di sentimenti e reazioni. Per questo motivo, c'è un cartello nella Hall dell' alta montagna museo di archeologia (MAAM), che dice "i visitatori possono scegliere o meno vista, organismi con rispetto e silenzio".
Mummie in questione sono quelli di Ray, la ragazza nubile ed El Niño, che sono, senza dubbio, una delle più importanti scoperte negli ultimi anni. I "bambini del Llullaillaco" sono stati trovati nel 1999, nella parte superiore del leggendario Vulcano Llullaillaco, 6.700 metri di altezza, con 146 oggetti componendo i suoi corredi funebri, un mondo straordinario in miniatura che li ha accompagnati nel loro "viaggio nel passato", più di 500 anni fa.
clip_image041
Il freddo intenso della zona fatta la conservazione delle mummie quasi perfetti e oggi sono l'attrazione centrale del MAAM, il Museo archeologico più moderne del paese. Loro tombe sono più alti che l'uomo abbia mai costruito sul pianeta. In tempi di catastrofe, incas ha scelto le vette più alte delle Ande per placare l'ira degli dèi del chapacocha o il sacrificio di ninos-emisarios.
La scoperta di queste mummie, il meglio conservato in tutto il mondo, è stata una sfida per il team di 14 professionisti, sei argentini, sei peruviani e due americani, che ha contato con la collaborazione dell'esercito argentino. Avventura si riferisce in un ottimo audiovisivo esposti in Museo e che più tardi si scopre che un'introduzione indispensabile a quella vista.
clip_image042
L'esposizione permanente del MAAM consente di approfondire la storia degli incas e capire l'importanza della natura per le culture precolombiane e il valore speciale aveva le montagne per loro, consideradolas divinità che proteggeva le comunità. Sulle vette, incas costruirono edifici per i loro riti religiosi.
Tre organi corrispondono a una ragazza di 15 anni, un ragazzo di età compresa tra 7 e 12 e una ragazza di circa 6 anni, che dopo la morte fu colpita da un fulmine. Noto dal loro DNA che non erano fratelli, ma si ritiene che il sindaco è stato sacrificato al fianco di altri due come badante. È noto come la cameriera.
clip_image043
Cranico CT non presentino segni di strumenti taglienti o smussati. Se abbiamo trovato erano alti livelli di coca e chicha (una bevanda alcolica) nei tessuti e capelli di tre individui. Sulla base di tali residui, i ricercatori MAAM ipotizzano che i sacerdoti fornito i bambini una sorta di narcotico. Dormivano e ipotermia ha fatto il resto. Per gli incas, i bambini non muoiono, ma si è incontrato con i loro antenati.
Questi bambini sono stati consegnati in una delle divinità più importanti rituali del calendario inca, Il Capacocha, che può essere tradotto come "obbligo reale". Questi bambini attraverso 1.600 km da Cusco, vestiti in vestiti migliori. Per accompagnare un corredo trovato sandali di cuoio, lana, vasi, statuette di antroformas con copricapi corpi d'oro e d'argento e piuma.
clip_image044
La Doncella, chiaramente, seduto con un abito marrone e la croce pernas. È stato trovato con un copricapo di piume e lana blacas visualizzata accanto a una statuetta d'argento. I suoi capelli sono pettinati con piccole trecce e la sua faccia, pimntado con pigmento rosso.
"El Nino" è attaccato e seduta con il volto sulle ginocchia e la seduta "ragazza di fulmini" , con il viso in alto e parte del corpo bruciato da un fulmine che lo ha raggiunto dopo del sepolto. Le mummie sono in capsule crioconservadoras a 20 gradi sotto zero. Per la loro conservazione, vengono visualizzati uno alla volta e ruotare ogni quattro mesi.
clip_image045

Articolo contribuito per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…