Passa ai contenuti principali

Pubalgia: ernia del atleta o inguine dolore

Pubalgia

Pubalgia - noto anche come athletic pubalgia o ernia di atleta, o, più comunemente, inguinale - dolore è una lesione della regione inguino-pubica che si presentano solitamente durante attività sportive su base giornaliera. Il dolore è di solito un sintomo di un dinamico Osteopatia del pube o un'entesite pubica e si irradia alle zone vicino al basso addome o inguine.
Ci sono tre tipi di pubalgia a seconda di dove si trova la ferita
  • Pubalgia iscrizione: Si verifica quando i precedente muscoli retto dell'addome è gonfio e causare dolore a causa di un problema ai muscoli addominali.
  • Basso Pubalgia: Danni si trova a livello di adduttori di muscoli di cui esistono tre tipi: grandi, medie e minori. Questa lesione è solitamente effetto medio adduttore.
  • Misto Pubalgia: Si verifica quando entrambi i gruppi muscolari sono collegati.
Un esempio di atleti che soffrono di questa ferita così comune e fastidiosa sono calciatori, poiché generalmente soffrono un grande carico di lavoro regolarmente in questo settore e non hanno il tempo necessario per un corretto recupero a causa del gran numero di parti che svolgono settimanalmente.

Cause della pubalgia

Tra le cause che danno luogo a una pubalgia sono sforzi eccessivi nell'addome e adduttore o battendo la palla quando centri o porta riprese, questi gesti possono provocare uno squilibrio tra questi muscoli o sovraccarico in loro conseguente pubalgia.
E, come già accennato, la disputa di un numero troppo elevato di partite o di formazione senza il necessario riposo può comportare una lesione di questo tipo. Inoltre, il cambiamento frequente giocando superfici (mossa da morbido a duro o viceversa) o una cattiva preparazione fisica può causare questo problema.
Infine, un forte calo sui piedi (come fare un salto ad essere sbilanciato nell'aria) o la realizzazione di gesti tecnici difettosi o forzati potrebbe condurci ad una pubalgia.

Sintomi della pubalgia

È un quadro caratterizzato da dolore nella regione inguinale, sinfisi e la parte inferiore dell'addome. Come i giorni passano e la ferita si evolve, il dolore tende ad essere più nitida, essendo situato nell'inclusione dell'adduttore e irradia al muscolo stesso lato o anche i testicoli nei maschi.
Pubalgia può diventare un dolore permanente che influisce sulla vita quotidiana, evitando movimenti ordinaria semplice come incrocio le gambe, sedersi, camminare o stare.
Ci sono quattro gradi nell'evoluzione di una pubalgia:
  • In un primo momento che il dolore compare dopo eseguire un allenamento, fare allenamenti intensi fisici, sport o un gioco.
  • In una seconda fase della ferita, il dolore si manifesta durante la formazione o il partito stesso.
  • Nella penultima tappa, vediamo come dolore nasce basta iniziare un'attività sportiva e impedisce la loro attuazione.
  • L'ultima fase presenta dolore anche a riposo.

Trattamento di una pubalgia

La cosa migliore per combattere una pubalgia è il resto, anche se questo può essere integrato con fisioterapia e osteopatia, se abbiamo bisogno di accorciare i tempi della ferita. Diversi farmaci possono anche essere prescritto per fornire sollievo momentaneo per il dolore alle gambe.
La maggior parte specialisti anche raccomandare l'incorporazione delle routine di warm-up speciale volto a migliorare l'irrigazione delle zone colpite ed evitano il potenziale problema di pubalgia cronica, che solitamente si verifica abbastanza frequentemente nei giocatori di calcio ed ex.
Quindi, è importante fare alcune pratiche:
  • Lavoro isometrico adduttori, abduttori, addome anteriore dritto e obliquo.
  • Allungamento di posizioni eccentriche dei muscoli posteriori della coscia, adduttori, addominali e dello psoas.
  • Utilizzare tecniche di elettroterapia (magnetoterapia, laser...).
  • La terapia di massaggio (una tecnica integrata nella terapia fisica che utilizza diversi tipi di massaggio terapeutico) in adduttori e addominali.
  • Massaggio profondo trasverso o Cyriax in adduttori e addominali: questa tecnica viene applicata mediante una frizione trasversa digitale causata dalla mobilitazione ad una frequenza determinata al fine di produrre un effetto analgesico e la riorganizzazione delle fibre di collagene.
  • Applicare freddo dopo una seduta di fisioterapia.
Al momento in cui ottenere un miglioramento della lesione, si raccomanda di iniziare un programma di esercizi di riabilitazione della zona. In questo modo e in maniera graduale, è possibile riavviare la pratica sportiva, che sì, evitando per quanto possibile e sempre i cambiamenti improvvisi di direzione.
Se questa lesione diventare cronica e solo nel caso in cui il trattamento conservativo fallisce, si pone l'opzione chirurgica nell'ambito della medicina dello sport. Con intervento, specialisti corrisponderà le forze del retto anteriore dell'addome e adduttori per alleviare la pressione in eccesso esercitata sul pube questi muscoli.

Prevenzione della pubalgia

Naturalmente, come in qualsiasi altro tipo di ferita, mira a impedire loro con un buon warm-up ed evitando quei movimenti o gesti mal eseguiti che possono portare a lesioni. Anche se questo non è sempre facile da ottenere.
Per prevenire la pubalgia bisogna prestare attenzione a una serie di esercizi come ad esempio:
  • Rafforzare i muscoli di stabilizzatore dell'anca.
  • Dosaggio dei carichi di lavoro. Notare quando il disagio, se possibile provare a riposare.
  • Uso del lavoro isometrico in adduttori, abduttori, obliquo e retto nell'addome.
  • Lavoro di potenziamento muscolare di abduttori, adduttori e addominali.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…