Passa ai contenuti principali

Le differenze | Aneddoti, parabole, fiabe e riflessioni organizzative

Anedotas, parábolas,
fábulas e reflexões.

Parabole e storie di educare ai valori

I desideri primari di tutti stanno procedendo ed essere felice; molte persone pensano che la ricchezza è un modo efficace di realizzare tali aspirazioni.

Così come ci sono persone tra ricche e povere, ci sono paesi con le stesse caratteristiche. La differenza tra i due non è nel tempo durante il quale sono state abitate; Ciò è dimostrato da casi come quello da India ed Egitto, che ha ospitato grandi civiltà per migliaia di anni e oggi è poveri. In Australia e Nuova Zelanda, cambiamento che fa poco più di cento e cinquanta anni era territori quasi sconosciuti e disabitati, ora è paesi ricchi e sviluppati.

La differenza tra paesi ricchi e poveri non è nelle risorse naturali. Giappone, per esempio, ha un territorio molto piccolo, di cui l'ottanta per cento è montagnosa, non adatto per l'agricoltura o bestiame; Tuttavia, è un potere economico globale che, come un'immensa fabbrica galleggiante, riceve materie e li esporta, trasformata, una buona parte del pianeta, guadagnando questa ricchezza. Svizzera non ha nessun oceano, ma è una delle più grandi flotte di navigazione del mondo; Non ha nessun cacao, ma produce il cioccolato migliore; nei suoi pochi chilometri quadrati è pastore e coltivato solo quattro mesi l'anno, poiché nel tempo tutte le condizioni non sono favorevoli, ma si produce il latte migliore in Europa. Come il Giappone, un paese senza risorse naturali esportato merci e servizi di ottima qualità, la Svizzera è un piccolo paese in cui l'immagine di sicurezza, di ordine e di lavoro ha reso sicuro in tutto il mondo.

Né l'intelligenza delle persone fa la differenza, come evidenziato da molti studenti provenienti da paesi poveri che migrano verso i paesi ricchi, ottenendo ottimi risultati. Un altro esempio sono i dirigenti dei paesi ricchi che visitano le fabbriche nei paesi poveri, e per parlare con loro, ci rendiamo conto che non c'è alcuna differenza intellettuale.

Infine, né la corsa fa la differenza: noi abbiamo la mente quella centrale europea o paesi nordici, il cosiddetto "BA sud" dimostrano di essere una forza produttiva; non così nei loro paesi, dove non si sapeva mai a subire le regole di base che rendono grande una nazione. Che cosa fa la differenza, quindi, è l'atteggiamento della gente.

Studiando il comportamento degli individui nei paesi ricchi è scoperto che la maggior parte della segue popolazione queste regole, non importa l'ordine in cui si discute:

Moralità come principio di base.
L'ordine e la pulizia.
Onestà.
Puntualità.
La responsabilità.
Il desiderio di superare.
La regola della legge e dei regolamenti.
Rispettare il diritto degli altri.
L'amore per il lavoro.
Il desiderio di risparmio e d'investimento.

Abbiamo bisogno di leggi più? No, sarebbe sufficiente a soddisfare e far rispettare queste semplici regole. Nei nostri paesi latino-americani e il resto dei paesi poveri, solo una frazione della popolazione li segue nella loro vita quotidiana. Non siamo poveri, perché ci mancano le risorse naturali o perché la natura è stata crudele con noi: semplicemente manca il carattere per soddisfare queste premesse fondamentali ed essenziali del funzionamento sociale.
___________

* Contributo di Victor Manuel Uribe, 24 agosto 2000.
Tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…